Ictus - Trattamento e recupero dopo un ictus a casa

Il trattamento di varie forme di ictus, ischemico o emorragico, comporta diversi passaggi. Nel periodo acuto della malattia, di norma, la terapia intensiva viene effettuata sulla base del reparto ospedaliero di una clinica specializzata.

A casa è necessario continuare le lezioni sul ripristino delle funzioni del corpo dopo un ictus.

Quali farmaci vengono usati per il trattamento?

Per il rapido recupero dei pazienti post-ictus, vengono utilizzati vari gruppi di farmaci, mentre il regime di trattamento viene effettuato dal neurologo frequentante dell'ospedale, quindi può essere regolato dal medico distrettuale e dal neurologo della clinica. Applica i seguenti gruppi di farmaci:

  1. Miglioramento dei processi metabolici del cervello: nootropi, neuroprotettori.
  2. Agenti Vasoactive.
  3. Rivolto alla correzione delle complicanze dell'ictus: anticonvulsivanti, neurolettici, antidepressivi.
  4. Preparativi per la correzione della pressione.
  5. Farmaci preventivi che prevengono i coaguli di sangue - agenti antipiastrinici.
  6. Complessi multivitaminici, biostimolanti.

Nootropici e Neuroprotettori

Questo gruppo di farmaci è indicato per qualsiasi tipo di ictus. Le principali aree di influenza dei nootropi: ripristino delle connessioni neuronali, normalizzazione della struttura dei neurociti, aumento della resistenza delle cellule nervose all'ipossia.

La prescrizione di farmaci con azione nootropica consente una riabilitazione più attiva del paziente, contribuisce al miglioramento delle funzioni cognitive e dell'attività motoria, alla rapida eliminazione dei disturbi del linguaggio.

Più spesso, i medici prescrivono a casa Nootropil, Cortexin, Glycine, Semax.

I farmaci nootropici aiutano ad accelerare il recupero del paziente dopo un ictus.

Nootropil è stato a lungo utilizzato nella pratica medica nel trattamento degli ictus. Aiuta a ripristinare la memoria, l'attenzione, migliora le capacità di parlare. In ospedale, è somministrato per via parenterale, dopo la dimissione, le capsule sono raccomandate per l'uso domestico. Assegnare 1200 mg tre volte al giorno, la durata del trattamento è di 1-2 mesi. Il farmaco è generalmente ben tollerato dai pazienti. Dopo la fine del ricevimento di Nootropil, puoi fare una pausa, quindi ripetere il corso della terapia.

A casa, è anche possibile utilizzare una corteccia di farmaco molto efficace, che contribuisce a un recupero più rapido dei neuroni e elimina il deficit neurologico. Viene usato per via intramuscolare in dosi da 10 mg e la procaina viene utilizzata come solvente. Il corso del trattamento dura almeno dieci giorni.

Glycine farmaco ben collaudato. Non è un vero agente nootropico, ma contribuisce anche al ripristino delle funzioni mnemoniche. Il suo principale vantaggio è un leggero effetto sedativo. La glicina è in grado di ridurre l'ipertonia muscolare, che è importante per i pazienti con paresi spastica. Prendi il suo corso mensile di 0,2 g per tre volte al giorno. La compressa di glicina viene posta sotto la lingua e si dissolve gradualmente.

La glicina viene spesso prescritta per la riabilitazione - è efficace per calmare il paziente durante il periodo di recupero.

Una cura efficace per gli effetti dell'ictus è Semax. È particolarmente indicato per i pazienti con varie disabilità cognitive: disturbi della memoria, disturbi dell'attenzione, fenomeni astenici e difetti del linguaggio. Inoltre, aumenta significativamente le capacità adattive del corpo e aumenta la resistenza a situazioni stressanti, che contribuisce a un più rapido recupero delle funzioni perse. Semax è comodo da usare, è somministrato per via nasale. Instillare il farmaco in 3 gocce in ogni passaggio nasale, la procedura viene ripetuta fino a 4 volte al giorno. La durata del trattamento dovrebbe essere di almeno dieci giorni.

In combinazione con i farmaci nootropici, vengono spesso prescritte vitamine del gruppo B (B1; B6; B12). Grazie a loro, le connessioni neuronali perse sono meglio restaurate, la riabilitazione del paziente va più veloce. Inizialmente, sono raccomandati per via parenterale (per via intramuscolare) per 5-7 giorni, poi le pillole prescritte. Questo gruppo di farmaci comprende Neyrorubin, Milgamma. Milgamma viene somministrato in 2 ml una volta al giorno per circa una settimana, quindi si consigliano le compresse di Milgamma Compositum, assumere una pillola al giorno. Il corso del trattamento per almeno un mese.

Secondo i neurologi, si è dimostrato nel trattamento dell'ictus Mexidol. Non può essere attribuito ai nootropi, ma, tuttavia, è abbastanza efficace nel periodo acuto dell'ictus, perché protegge i neuroni dall'ipossia. Le iniezioni di Mexidol sono utilizzate per la maggior parte sulla base di un ospedale, a casa a volte si raccomanda di usare le sue forme di compresse, una compressa due volte al giorno, un ciclo di almeno un mese.

Farmaci vasoattivi

Anche i farmaci che influenzano il tono vascolare cerebrale occupano un posto importante nel trattamento del periodo acuto dell'ictus e durante la riabilitazione. Sono usati i seguenti farmaci:

Per curare un ictus, spesso viene utilizzato Instenon - un farmaco combinato che ha sia proprietà vasoattive che un effetto stimolante sulle strutture cerebrali. In ospedale è prescritto per via parenterale sotto forma di iniezioni di flebo endovenosa. A casa, il farmaco è assunto in forma di pillola, da una a tre volte al giorno. La durata del trattamento dovrebbe essere di almeno 5-6 settimane.

Per ripristinare il tono vascolare cerebrale utilizzando farmaci vasoattivi

Un neurologo di lunga data Kavinton ha un buon effetto nel trattamento degli ictus ischemici. E 'indicato sia nel periodo subacuto di ictus, sia durante le misure correttive, è anche prescritto per il trattamento delle encefalopatie post-traumatiche e dincircolatorie. La somministrazione parenterale del farmaco è solo stazionaria. A casa, il paziente prende compresse di Cavinton, 10 mg due volte al giorno. La durata dell'ammissione varia da uno a due mesi.

Va ricordato che l'appuntamento di farmaci vasoattivi porta solo il medico curante. Questo tiene conto del tipo e della gravità di un ictus, di malattie cardiache e somatiche concomitanti.

Trattamento delle complicanze dell'ictus

Le complicazioni dopo un ictus comprendono lo sviluppo di convulsioni convulsive, depressione, vari disturbi psico-emotivi. La terapia per l'epilessia post-ictus comprende la somministrazione di anticonvulsivanti: carbamazepina (Finlepsin), sodio valproato, lamotrigina, topamax e altri. Assegnali con il dosaggio più basso, poi aumenta gradualmente per ottenere un effetto terapeutico e sollievo da convulsioni convulsive.

Dopo un ictus, possono svilupparsi varie complicanze, la depressione tra di loro si verifica molto spesso.

Dopo un ictus, specialmente nei pazienti con deficit neurologico, si sviluppano spesso stati depressivi di gravità variabile. In questo caso, potrebbe essere necessario prendere antidepressivi: Amitriptilina, Citalopram, Etsitalopram. Etsitalopram nomina 5 mg una volta al giorno, in futuro è possibile aumentare il dosaggio a 20 mg.

Correzione della pressione e prevenzione della re-ictus

È noto che l'insorgenza di ictus è spesso causata da un prolungato aumento della pressione sanguigna. Per questo motivo, nel trattamento dell'ictus, è importante correggere l'ipertensione arteriosa e mantenere la pressione sanguigna a un livello ottimale. A casa, i farmaci antipertensivi orali sono raccomandati: bloccanti ACE, beta-bloccanti, calcio antagonisti, diuretici. Il medico curante seleziona il regime ottimale e il dosaggio del farmaco per ridurre la pressione, una combinazione di tali mezzi è possibile. Quindi il paziente aderisce indipendentemente al regime selezionato, se necessario, fa riferimento al medico distrettuale.

Farmaci profilattici

Oltre ai farmaci che hanno un effetto terapeutico diretto, dopo un ictus, viene anche prescritta una terapia profilattica per ridurre il rischio di ictus ricorrente. Può includere:

  1. Preparazioni di acido acetilsalicilico 75-100 mg.
  2. Dipiridamolo 200-400 mg in combinazione con aspirina.
  3. Clopidogrel 75 mg.
  4. Farmaci ipolipemizzanti (atorvastatina).

L'atorvastatina aiuta a ridurre il colesterolo e le LDL nei pazienti in post-insulina, che è particolarmente importante per prevenire la catastrofe vascolare ricorrente. Prendono una pillola del farmaco una volta al giorno, per ottenere l'effetto del trattamento, è necessario un lungo ricevimento, diversi mesi.

Terapia aggiuntiva

Il trattamento di ictus a casa, soprattutto nella fase di riabilitazione, a volte include anche complessi multivitaminici, biostimolanti. Dei preparati multivitaminici prescritti Supradin, Vitrum, Duovit. In caso di difficoltà a deglutire, è possibile utilizzare forme liquide: il complesso multivitaminico di Dr. Theis, Bittner Cardio. Prima di acquistare biostimolanti in farmacia, è necessario consultare il proprio medico, poiché alcuni di essi (ginseng, leuzea, aralia) hanno un effetto stimolante e possono essere controindicati.

Va tenuto presente che l'assunzione di farmaci è sempre combinata con altre misure terapeutiche, come massaggi, esercizi di fisioterapia, secondo la testimonianza di un logopedista e psicoterapeuta. Solo un approccio integrato aiuterà a ottenere il massimo effetto dal trattamento medico dell'ictus.

Trattamento farmacologico di ictus

In caso di ictus (accidente cerebrovascolare acuto) una persona può avere un ictus. Secondo le statistiche mondiali, è al secondo posto nella mortalità e la maggior parte delle persone che lo hanno trasferito rimangono disabili per il resto della loro vita. Evitare questo aiuterà tempestive cure mediche, cure mediche adeguate.

Assistenza medica per l'ictus

Il successo della riabilitazione di una persona dopo un ictus dipende non tanto dal farmaco quanto dalla fornitura di assistenza tempestiva. Se una persona è stata colpita vicino a te, allora devono essere prese semplici misure che aumentano notevolmente il successo di ulteriori trattamenti:

  1. Per facilitare la respirazione, liberare il collo: togli la sciarpa, la cravatta, il maglione, sbottona la camicia, ecc.
  2. Metti il ​​paziente a suo agio.
  3. Per assicurare il deflusso di sangue dal cervello, posizionare un cuscino sotto la testa, un rullo.
  4. Se hai abilità, devi misurare la pressione. Se è alto, somministrare una compressa di captopril o effettuare un'iniezione. È possibile ridurre un massimo di 20 unità. Senza queste abilità, sono proibite ulteriori manipolazioni.

Prima di tutti i punti di cui sopra, è necessario chiamare l'assistenza medica di emergenza. Al suo arrivo, il paziente deve ricevere un trattamento medico appropriato, che, di norma, include farmaci che alleviano il gonfiore, distruggono i coaguli di sangue (coaguli), che interferiscono con la circolazione sanguigna e la funzione cerebrale. Durante un attacco, le cellule sono private dell'ossigeno, il paziente ha una paralisi parziale, una compromissione della coesione del linguaggio e una disfunzione degli organi interni.

Agenti antipiastrinici per ictus

Uno dei gruppi di farmaci che prevengono l'adesione delle piastrine che formano un'ostruzione sono gli agenti antipiastrinici. Accetta fondi indipendentemente dal tipo di ictus (emorragico o ischemico). I farmaci efficaci includono:

  1. L'aspirina è una medicina che assottiglia il sangue. Può agire come agente profilattico. Il vantaggio di questo farmaco è la minima possibilità di effetti collaterali.
  2. Tiklid: riduce la probabilità di incollare piastrine, rallenta il flusso sanguigno.
  3. Clopidogrel è un farmaco efficace ma costoso. Non raccomandato per l'uso da parte di persone affette da tubercolosi, colite ulcerosa, malattia allo stomaco o 12 ulcera duodenale.
  4. Pentossifillina: migliora la circolazione sanguigna in aree con insufficiente apporto di sangue, ha un effetto antitrombotico.

Farmaci da coagulazione del sangue

Anticoagulanti - i farmaci dopo un ictus che riducono la probabilità di un trombo già formato aumentano, la comparsa di nuovi. Questa terapia consente di evitare un ulteriore sviluppo del tromboembolismo e dei sintomi neurologici. È vietato usarli nel trattamento medico dell'ictus, se una persona ha una predisposizione al sanguinamento o alla sindrome emorragica, che è causata dall'uso di sostituti del sangue nel complesso, reopolyglukine, farmaci anti-infiammatori non steroidei. La coagulazione del sangue è impedita da:

  1. Nadroparina calcio, iniettato per via sottocutanea.
  2. Eparina in ampolle.
  3. Enoxaparina sodica.
  4. Warfarin - un mezzo di azione indiretta. È usato sotto osservazione perché può causare sanguinamento.
  5. Fenilina - compresse all'interno.

Farmaci vasoattivi

Il trattamento farmacologico con farmaci vasoattivi è volto a migliorare la circolazione cerebrale, la dilatazione dei vasi sanguigni, rendendo l'azione anti-ipossica. I medici usano spesso:

Recupero dopo un ictus a casa

Le cure di emergenza durante un attacco vengono fornite in ospedale, ma in seguito vengono sottoposte a trattamento dopo un ictus a casa. La parte importante è il ripristino delle funzioni motorie, che si svolge sotto forma di esercizi speciali. Di seguito verrà descritto come trattare un ictus con un metodo medico. Il medico firmerà il corso, che includerà i farmaci dalla lista qui sotto:

gruppo

nomi

Processi metabolici che si normalizzano nelle cellule cerebrali.

  • Forte Ginkgo;
  • solkoseril;
  • Cortexin;
  • Tserakson.
  • Noofen;
  • Lutset;
  • Piracetam.

Migliorare il rifornimento di sangue cerebrale.

  • Cere;
  • pentoxifylline;
  • a base di aspirina;
  • Pentoxifylline.
  • Sirdalud - allevia ipertonia, spasmi muscolari;
  • Glicina - riduce l'eccitabilità del sistema nervoso;
  • Adaptol, Gidazepam - antidepressivi che aumentano la resistenza allo stress.

Come strumento aggiuntivo in combinazione con il trattamento medico di ictus, ginnastica medica, è possibile utilizzare le ricette della medicina tradizionale. Non possono essere un metodo di monoterapia, ma contribuire a una pronta guarigione. Usa i rimedi popolari nella forma:

  • decotti per bagni di aghi di pino, corteccia di rosa canina, salvia;
  • bevande: succo di assenzio, decotto di celidonia, aghi di pino con limone, peonia;
  • unguenti per arti paralizzati in caso di ictus ischemico.

Farmaci che migliorano la memoria e la circolazione cerebrale

Qualsiasi tipo di ictus influisce e compromette il funzionamento del cervello, che porta alla necessità di assumere farmaci per migliorare la circolazione cerebrale. Questo gruppo è rappresentato da farmaci nootropi - neuroprotectors. Tale trattamento farmacologico di ictus ha lo scopo di ripristinare le funzioni superiori, i processi nel cervello, previene i danni al sistema nervoso, ha un effetto antiossidante. Le opzioni di trattamento comunemente usate includono:

  1. Thiocetam: allevia il mal di testa, riduce vertigini, soglia di affaticamento.
  2. Encephabol - ha un chiaro effetto anti-ischemico. Ha un effetto positivo sulla produzione di acido gamma-aminobutirrico (GABA), che accelera il metabolismo energetico nel cervello, attiva le funzioni plastiche.
  3. Piracetam: la scienza più studiata e la medicina provata. Ha un effetto multifattoriale.
  4. Picamilon è un analogo di GABA.
  5. Thiotriazolin - ha un ampio spettro d'azione, ha un effetto antiossidante, anti-ischemico, stabilizzante della membrana.

I neuroprotettori del nuovo periodo hanno iniziato a essere utilizzati per il trattamento con il metodo di iniezione della droga. Di seguito è riportato un elenco di farmaci che hanno superato con successo i test e mostrano buoni risultati nel recupero e nel trattamento della malattia:

Farmaci per la prevenzione dell'ictus

In caso di sospetto ictus, deve essere iniziato il trattamento farmacologico profilattico. Un ictus può essere emorragico e ischemico, l'elenco dei farmaci per prevenirli è diverso:

  1. Lenitivo, sedativo per ridurre l'eccitabilità nervosa: Fitoed, Persen, Valerian, Gidazepam.
  2. Farmaci per ridurre l'ipertensione: Liprazide, Metoprololo, Enalapril, Furosemide.
  3. Preparati per la prevenzione dell'aterosclerosi, rinforzo vascolare: Ginkgo forte, Ascorutina, Atorvastatina.
  4. Cerebroprotectors.
  1. Persone nel campo 45 anni di assunzione giornaliera di agenti antipiastrinici: Klopidogrel, Cerebrolysin.
  2. Ricezione di cerebroprotectors: Fezam, Cerebrolysin, Piracetam, Ceraxon, Lutsetam.
  3. Fermare lo sviluppo di aterosclerosi: Atoris, Cerebrolysin, Lovastatin, Atorvastatin.
  4. Normalizzazione dei processi microcircolatori: Vinpocetina, Trental, Actovegin.

Come e cosa trattare un ictus. Quali sono le conseguenze dopo un ictus?

Una delle malattie gravi che spesso derivano da ipertensione, così come l'aterosclerosi dei vasi cerebrali, è l'ictus. Il trattamento di questa malattia, se ha successo, può prolungare l'attività vitale di una persona. Il pericolo di un ictus è un'alta probabilità di conseguenze negative, perché abbastanza spesso il risultato è la disabilità di una persona.

Tra le persone anziane, è l'ictus che diventa la causa di morte più frequentemente segnalata.

Un ictus è caratterizzato da una compromissione acuta della circolazione del sangue nella corteccia cerebrale, con conseguente danno e morte delle cellule nervose.

Un ictus è una serie di altre condizioni patologiche, tra cui:

  • Emorragia cerebrale;
  • Infarto cerebrale;
  • Emorragia subaracnoidea

Esistono due tipi di tratti:

Non si distinguono solo per la loro origine, ma ciascuno di essi viene trattato secondo uno schema diverso.

Una caratteristica dell'ictus ischemico è la rottura dell'afflusso di sangue in alcune aree della corteccia cerebrale a causa del blocco di un'arteria con trombo o placca aterosclerotica.

Ictus emorragico si verifica quando l'arteria si rompe e successiva emorragia. La causa di questo tipo di malattia è una lacuna nella parte ingrandita dell'arteria dovuta ad anormalità congenita della nave, chiamata aneurisma, o rottura dell'arteria, per la quale la pressione alta può essere lo sfondo.

Tipi di colpi

Per qualsiasi tipo di ictus sono necessarie misure urgenti, assistenza medica e trattamento. Il quadro clinico dell'emorragia si sviluppa così rapidamente che la capacità di curare la malattia è limitata dal tempo. Solo con la fornitura tempestiva di assistenza qualificata, il danno cerebrale può essere ridotto al minimo, prevenendo l'insorgere di complicanze in futuro.

Fasi di trattamento

Per sapere come trattare un ictus, è necessario rappresentare la sequenza delle fasi principali di questo processo, consistente in:

  • Cure di emergenza;
  • Trattamento stazionario;
  • Terapia riabilitativa o di sanatorio.
al contenuto ↑

Segni di un ictus

Per riconoscere i sintomi di una malattia pericolosa in una persona nel tempo, è necessario ricordarli con fermezza.

I segni di un ictus sono:

  • Debolezza improvvisa;
  • Paralisi o intorpidimento parziale dei muscoli del viso o degli arti (più spesso solo su un lato);
  • Disturbi del linguaggio;
  • Visione offuscata;
  • L'aspetto di un mal di testa forte e acuto;
  • vertigini;
  • Perdita di equilibrio e coordinazione, disturbi dell'andatura.

Un ictus spesso sorprende una persona e in questo momento è molto importante che le persone intorno a loro mostrino attenzione e forniscano il primo soccorso.

Avendo notato un passante per strada che non si comporta in modo naturale, non si deve pensare che sia ubriaco prima di eseguire un test per ictus secondo il seguente piano:

  1. Offrire aiuto da cui una persona molto probabilmente rifiuterà, non capendo cosa gli sta accadendo. Il primo sospetto di ictus in questo caso dovrebbe apparire se è difficile.
  2. Chiedi di sorridere, valutando attentamente la posizione degli angoli delle labbra in relazione tra loro e la linea del sorriso, che nel caso di un tratto sarà più simile a un sorriso contorto.
  3. Agita le mani, verificando la forza della stretta di mano o chiedi di alzare entrambe le mani. Con un debole scuotimento della mano o l'abbassamento spontaneo di una delle mani dalla posizione ascendente, puoi finalmente essere convinto dello sviluppo dell'ictus e della necessità di un ricovero urgente.
al contenuto ↑

Azioni prima dell'arrivo dell'ambulanza

Se c'è il sospetto di un ictus che può essere scoperto da una persona in qualsiasi momento - a casa o per strada, le seguenti azioni devono essere intraprese il prima possibile:

  • Metti il ​​paziente sulla schiena, cerca di non toccargli la testa;
  • Fornire l'accesso gratuito all'aria aperta, la cui fonte può essere una finestra aperta o un ventilatore. Con lo stesso scopo, è necessario escludere qualsiasi compressione del corpo da una cravatta stretta o un colletto, una cintura;
  • Se il paziente mostra segni di vomito, è necessario girare la testa in qualsiasi direzione per evitare il vomito nell'area dei bronchi;
  • Se disponibile, un impacco freddo, messo sulla testa o una borsa dell'acqua calda con ghiaccio, aiuterà;
  • Un paziente, se è cosciente, può chiedere della sua ipertensione e dargli una pillola sotto la lingua (i pazienti ipertesi hanno spesso i farmaci giusti nelle loro tasche);
  • La misurazione preliminare della pressione arteriosa è una delle azioni utili che possono essere eseguite con un dispositivo speciale a portata di mano;
  • Una procedura di distrazione che può essere eseguita a casa è quella di posizionare i cerotti di senape nella zona del polpaccio sulle gambe.
al contenuto ↑

Aiuto e prime azioni degli operatori sanitari

Nei primi minuti dopo l'arrivo sul luogo della persona ferita da un ictus, gli specialisti del team di Ambulance stimano la gravità delle condizioni del paziente. Il loro compito principale è quello di trasportare il paziente in un ospedale dotato di un'unità di terapia intensiva.

Durante il trasporto vengono prodotti i seguenti articoli:

  • Misurazioni della pressione sanguigna;
  • Inserisci farmaci che correggano il lavoro del cuore e dei sistemi respiratori.

Non c'è trasporto di pazienti che:

  • Sono stati trovati in uno stato di coma;
  • Se hanno disturbi circolatori nel cervello in stati terminali di varie patologie di organi interni o tumori.

I pazienti con anormalità simili ricevono cure sintomatiche, dopo di che la chiamata viene trasferita alla clinica.

In quale dipartimento viene colpito?

Dopo che il paziente è stato ricoverato in ospedale, il trattamento di un ictus cerebrale in un ospedale inizia con il suo posizionamento nel reparto di terapia intensiva o terapia intensiva. Ciò richiede la presenza nella clinica della relativa unità, dotata di attrezzature speciali e personale qualificato.

L'esame dei pazienti viene eseguito da un neurologo. Potrebbe essere necessaria la consultazione del neurochirurgo. Lo schema di trattamento, così come il reparto in cui si trova il paziente, è determinato dal medico in base al tipo e alla gravità della malattia. I compiti principali dell'ospedale dipendono dal tipo di malattia.

Trattamento stazionario Droga.

Trattamento per ictus emorragico.

Per il trattamento del cervello durante lo sviluppo di ictus emorragico, la terapia deve includere una serie di compiti specifici, questi sono:

  • L'eliminazione dell'edema nel tessuto cerebrale;
  • Ridotta pressione intracranica e del sangue;
  • Trattamento volto ad aumentare la coagulazione del sangue e la densità della parete vascolare.

Con tutte le azioni del personale medico, si osserva una certa posizione del paziente a letto. Per fare questo, utilizzare un letto funzionale con una testiera sollevata. Il ghiaccio è posto sulla testa del paziente e riscalda i riscaldatori ai piedi. Il rilassamento muscolare aiuterà a garantire la curva poplitea creata. Con lo stesso scopo, puoi mettere un rullo sotto le ginocchia.

Il trattamento farmacologico prevede l'uso dei seguenti farmaci per l'uso a goccia per via endovenosa:

  • Magnesio solfato;
  • Dibazol;
  • clorpromazina;
  • Pentamin.

In connessione con l'aumentato rischio di ridurre la coagulabilità del sangue, possono essere somministrati farmaci per attivare la trombosi nei vasi. Questo tipo di terapia deve essere eseguito sotto il controllo di un'analisi del sangue di laboratorio per un coagulogramma.

Nei primi 2-3 giorni sono prescritti:

  • Cloruro di calcio;
  • menadione;
  • Acido aminocaproico

Nei casi in cui, al terzo giorno dopo un ictus, vi siano segni pronunciati di aterosclerosi e emorragia subaracnoidea, possono essere assegnati enzimi proteolitici:

La loro ricezione può essere raccomandata con la combinazione di piccole dosi di eparina per evitare tromboembolismi indesiderati.

Uno degli strumenti moderni efficaci usati nel trattamento dell'ictus cerebrale è Etamsilat. Permette di fermare la perdita di sangue, migliorare la microcircolazione nelle aree danneggiate del cervello, normalizzare la permeabilità vascolare. Allo stesso tempo funge da antiossidante eccellente.

Se l'edema cerebrale ha pronunciato sintomi meningei, una puntura spinale deve essere eseguita con cautela, in cui il liquore viene estratto in piccole quantità.

Trattamento per ictus ischemico

Nel secondo tipo di ictus cerebrale, le azioni degli specialisti saranno finalizzate a risolvere i seguenti compiti:

  • Migliorare l'afflusso di sangue ai tessuti;
  • Formazione di una maggiore resistenza alla carenza di ossigeno;
  • L'introduzione di farmaci per migliorare il metabolismo nelle cellule sopravvissute.

La posizione del paziente a letto dovrebbe essere confortevole, ma la sua testa non è sollevata in alto come dovrebbe essere fatto con un ictus emorragico.

Nell'ictus ischemico, il trattamento deve necessariamente includere mezzi che dilatano i vasi sanguigni. Principalmente usati sono i collaterali, che sono dei capillari ausiliari che possono sostituire parzialmente quelli naturali.

A tale scopo, i seguenti agenti sono utilizzati sotto forma di soluzioni per infusione endovenosa a goccia;

  • aminofillina;
  • No-spa;
  • papaverina;
  • Acido nicotinico;
  • Komplamin.

Farmaci usati per migliorare l'emodiluizione - Reopoliglyukin, che consente di migliorare l'afflusso di sangue in modo da ridurre la coagulazione del sangue.

Il monitoraggio e il trattamento medici richiedono un'attenta misurazione del volume del liquido iniettato, che in quantità eccessive può comportare un aumento dell'edema tissutale. Attenzione richiede anche l'uso di diuretici, soprattutto se c'è l'ipertensione.

Gli anticoagulanti sono usati contemporaneamente con agenti fibrinolitici. La tecnica della terapia dell'ictus usa l'importante termine "ora d'oro". Serve come indicatore della massima efficacia della somministrazione del farmaco per ridurre la coagulazione del sangue e per prevedere la malattia.

A causa del trasporto troppo lungo per la clinica, è difficile stabilire la differenza tra i diversi tipi di ictus e fornire un'adeguata assistenza nel trattamento, e il suo tempo ottimale è perso.

Il primo giorno, l'ictus ischemico viene trattato mediante la somministrazione di una soluzione di fibrinolizina con eparina.

Dopo questo, il regime di trattamento include:

  • Somministrazione intramuscolare di eparina;
  • Dopo 3-5 giorni, si raccomanda una transizione verso Fenilina e Dicoumarin.

Quando trattano pazienti giovani e persone di mezza età, usano la pentossifillina, che aiuta a migliorare la densità del sangue.

I pazienti anziani sono prescritti per il trattamento:

  • Parmidin;
  • Xantinolo nicotinato;
  • Anaprilin (con tachicardia esistente);
  • Cavinton, Tsinnarizin (permetta di migliorare il tono di vasi sanguigni).

È stato stabilito dalla medicina che nell'ictus ischemico, l'uso combinato di Curantila e Aspirina contribuirà a ridurre il rischio di ri-sviluppo della patologia.

La sindrome di eccitazione in un paziente può essere curata prescrivendo barbiturici. Un fallimento metabolico dovrebbe essere trattato con farmaci della classe dei metaboliti (Piracetam, Aminalon, Cerebrolysin), che contribuiscono anche ad aumentare la resistenza delle cellule alla carenza di ossigeno.

Metodi chirurgici

Qualche volta è possibile sconfiggere un colpo con l'aiuto di un intervento chirurgico. Se un paziente ha un ictus emorragico, i metodi chirurgici di trattamento possono essere utilizzati solo se sono giovani o di mezza età e se sono stati diagnosticati ematomi ed emorragie laterali nel cervelletto.

Le indicazioni per la chirurgia sono:

  • L'impossibilità di rimuovere l'edema cerebrale con altri mezzi;
  • La comparsa di segni di spremitura di ematoma;
  • Sospetta emorragia nella regione del tronco encefalico o emisferi.

Il momento migliore per un intervento chirurgico è di 1-2 giorni. L'ematoma viene aperto e rimosso. Se sono state trovate rotture dell'aneurisma cerebrale, produrre una legatura della nave.

Trattamenti chirurgici per ischemia sono usati in rari casi. Le indicazioni per la chirurgia sono la diagnostica del restringimento delle arterie carotidi, vertebrali o succlavia che causano patologia.

Cura del paziente

Al fine di recuperare da un ictus, è molto importante garantire la cura del paziente.

Le misure di cura durante il trattamento ospedaliero includono:

  • Una dieta specifica che include succhi, pasti liquidi ipercalorici;
  • In stato di coma, l'energia è fornita da una sonda;
  • Prevenzione del ristagno nei polmoni e delle piaghe da decubito, per cui il paziente viene capovolto ogni 2-3 ore, un cerchio di gomma è posto nell'area del sacro e sotto i talloni sono anelli stretti;
  • Monitorare la pulizia della biancheria da letto, non permettere un'alta umidità;
  • La pelle deve essere trattata con una soluzione debole di manganese, alcool di canfora o unguento solcoserilico;
  • Lavorazione della cavità orale prodotta dall'acido borico;
  • Un catetere viene usato per rimuovere l'urina, i lassativi vengono somministrati per la costipazione e viene inserito un clistere.
al contenuto ↑

reinserimento

Eliminare in modo sicuro gli effetti di un ictus può essere con una riabilitazione ben organizzata.

L'assistenza a un sopravvissuto all'ictus cerebrale dovrebbe includere le seguenti misure e azioni:

  • Massaggio attento degli arti dalla seconda settimana della malattia;
  • Esercizio terapeutico, contribuendo al ripristino delle funzioni motorie con un graduale aumento di intensità.
  • Kinesiterapia, sviluppo di piccoli movimenti delle mani, assistenza al paziente nell'auto-cura in nuove condizioni;
  • Trattamenti idrici mirati allo stretching muscolare, ai bagni di ossigeno, all'idromassaggio.

Con misure mediche opportunamente adottate per l'ictus, così come una riabilitazione ben organizzata, fino al 70% delle persone che hanno avuto un ictus cerebrale ritorna alla vita indipendente. Il periodo migliore per le misure di riabilitazione e l'assistenza sono i primi tre anni, durante i quali è necessario essere pazienti e avere fiducia nel successo.

Riabilitazione dell'ictus a casa

Corsa, riabilitazione dopo un ictus

Ictus - una violazione acuta della circolazione cerebrale rimane una delle principali cause di morte e disabilità dei pazienti con malattie vascolari del cervello.

L'esito della malattia dipende dalla velocità e dalla qualità dell'assistenza medica, perché un ictus è una sindrome clinica caratterizzata da sintomi rapidamente emergenti di perdita del cervello focale e talvolta funzioni cerebrali; questi sintomi sono accompagnati da cambiamenti strutturali nel cervello, se durano più di 24 ore, portano alla morte. Se i sintomi neurologici sono durati meno di 24 ore, allora tali disturbi della circolazione cerebrale possono essere ripristinati.

Sintomi di ictus

I sintomi cerebrali focali di un ictus includono:

  • disturbi del movimento (debolezza o paralisi negli arti di una metà del corpo),
  • riduzione o aumento della sensibilità al dolore,
  • sensazioni striscianti,
  • disturbi del linguaggio (il paziente non può parlare o capire la parola),
  • disturbo del movimento (tremore quando si cammina),
  • menomazione visiva, memoria, ecc.

I sintomi cerebrali dell'ictus si manifestano con mal di testa, nausea, vomito, alterazione della coscienza, agitazione psicomotoria.

Con l'età, la frequenza dei disturbi circolatori cerebrali aumenta, specialmente nelle persone che hanno uno stile di vita sedentario. Il metabolismo nel cervello scorre ad alta intensità, quindi ha bisogno di un'enorme quantità di ossigeno. La massa cerebrale di circa 1400 g, che è il 2% della massa totale di una persona, ma il cervello assorbe il 20% di tutto l'ossigeno e il 17% di tutto il glucosio che entra nel corpo. Il cervello non ha riserve di ossigeno e il danno irreversibile alle sue cellule nervose si sviluppa anche a causa dell'anemia locale (ischemia) che dura più di cinque minuti.

L'apporto di sangue al cervello è fornito dal suo sistema vascolare. Ictus, o apoplessia, si verifica a causa della cessazione del normale apporto di sangue al cervello. Ciò è dovuto a una rottura della nave, che porta a un'emorragia nel cervello oa causa di un blocco o spasmo della nave, con conseguente dissanguamento locale del tessuto nervoso - ischemia cerebrale.

Durante un ictus, alcune cellule cerebrali muoiono, alcune vengono danneggiate. Nel periodo acuto dell'ictus, le aree danneggiate hanno dimensioni significative a causa sia del danno che del gonfiore dei tessuti. Nel periodo subacuto, dopo alcune settimane, l'area del danno cerebrale diminuisce. Un ictus richiede cure di emergenza in un ospedale specializzato, in futuro - osservazione di un neuropatologo.

Cosa si deve fare per prevenire un ictus e come riabilitare il paziente?

Trattamento dell'ictus, riabilitazione domiciliare

Per la riabilitazione di ictus a casa e utilizzare i rimedi popolari.

  • Le persone trattano il colpo con limone e arancia. Tritare attraverso un tritacarne 2 limoni e 2 arance, togliere i semi, mescolarli con 2 cucchiai. cucchiai di miele. Conservare la giornata in un barattolo di vetro a temperatura ambiente e conservare in frigorifero. Prendi 1 cucchiaio. cucchiaio 2-3 volte al giorno con il tè.
  • Le conseguenze di un ictus nelle persone sono trattate con un balsamo speciale. Per fare questo, tritare 5 limoni pelati e 2,5 teste di aglio sbucciato attraverso un tritacarne. Mescolare questa massa con 0,5 l di miele, lasciare per 30 giorni in un luogo fresco, agitando di tanto in tanto. Prendi 1 cucchiaino 30 minuti prima di un pasto, sciogliendolo.
  • I naturopati offrono una tale ricetta per una cura per gli effetti di un ictus: versare 5 bicchieri di alcool o acqua al 70% con 5 pigne mature con semi, lasciare per 2 settimane in un luogo buio. Filtrare e prendere 1 cucchiaino in un bicchiere di tè debole 1 volta al giorno dopo i pasti.

Le pigne contengono vitamine, phytoncides e tannini, che sono molto utili in ictus in quanto impediscono alle cellule di morire.

Quando un colpo abbastanza spesso ci sono piaghe da decubito. Per evitare questa complicazione, uso un materasso speciale con uno spessore di almeno 1 cm, pieno di miglio. Aiuta a prevenire il verificarsi di piaghe da decubito materasso pieno di fieno. La parte posteriore del paziente deve essere pulita con olio di canfora. e quindi lubrificare con olio di ricino. Se le piaghe da decubito sono ancora formate, possono essere trattate come segue. Prendete 2 cipolle tritate e 2 cucchiai. cucchiai di olio vegetale e tormentarli in una ciotola di smalto per 20-30 minuti. Quindi seleziona l'arco con un mestolo forato e sciogli un quarto della candela della chiesa di cera nell'olio rimanente. L'unguento risultante lubrificare le piaghe da decubito 2 volte al giorno.

L'erba di celidonia può sciogliere cicatrici nel muscolo cardiaco dopo un attacco di cuore, così come cicatrici nel cervello dopo un ictus.

  • Prendi 1 cucchiaio. cucchiai di erbe al celidonia, versa un bicchiere di acqua bollente in un thermos e insisti per 15 minuti, non di più. Filtrare e bere 1 cucchiaio. cucchiaio 3 volte al giorno prima dei pasti.
  • Prendi l'intera pianta di fagioli con baccelli, foglie, radici, steli e versa acqua bollente sul contenuto completamente coperto d'acqua e, avvolta, lascia per qualche ora. Puoi bere un infuso di fagioli in quantità illimitata, e in 3-4 settimane una persona si alza dal letto, e dopo sei mesi non ci sarà traccia dell'ictus sofferto.

Con un colpo aiuterà sfregamento speciale, che è facile da preparare a casa.

  • Prendere 30 g di alloro, versare un bicchiere di olio d'oliva e lasciare per 2 mesi in un luogo caldo e buio, filtrare, portare a ebollizione, raffreddare. Massaggia le membra paralizzate. E un'altra ricetta per unguenti da piaghe da decubito.
  • Far bollire un bicchiere di olio vegetale, raffreddare e versarvi l'albume di pollo, sbattere fino a che liscio. Lubrificare le piaghe da decubito 3 volte al giorno. Dopo 2-3 giorni le ferite devono essere ritardate.

Recupero dopo ictus ischemico a casa

Per coloro la cui famiglia è stata direttamente picchiata da una tale disgrazia, il trattamento diventa la speranza di tornare alla vita normale. Ecco perché la riabilitazione come il più importante processo di recupero dopo un ictus dovrebbe diventare una priorità per il paziente e il suo ambiente. Come affrontare correttamente questo processo per ottenere risultati? Questo articolo è descritto in dettaglio.

Possibilità generali del paziente di riabilitazione

È abbastanza ragionevole iniziare se il trattamento di un ictus porterà un effetto del 100% o se le probabilità del paziente sono trascurabili? Riferendosi alle statistiche, l'ictus ischemico è considerato una forma meno grave della malattia rispetto all'emorragia, tuttavia, si verifica più spesso. In media, il 75-80% di tutti i reclami registrati riguarda specificamente le malattie ischemiche.

Tuttavia, le possibilità di recupero dipendono dalla lesione, dalle sue dimensioni e dalla sua posizione. Quindi, per esempio, se un ictus è unilaterale e colpisce solo un'area zonale della corteccia cerebrale, il paziente perde parzialmente capacità, per esempio, non si orienta nello spazio o vede male.

La conseguenza più comune di un ictus unilaterale, il recupero in cui è effettivamente considerato possibile è la paresi sinistra o destra, cioè perdita parziale delle funzioni degli arti su un lato. La riabilitazione prende, di regola, da 3 mesi a un anno.

Infine, il fattore decisivo nel recupero della capacità persa durante un ictus è la tempestività delle cure. Ricorda: dal momento delle convulsioni o della trombosi della nave e dalla cessazione della fornitura di ossigeno al cervello fino a quando le cellule non sono completamente morte, passa in media 3 ore. Se la circolazione sanguigna non viene ripristinata durante questo periodo, le probabilità di successo del trattamento si avvicinano a zero.

In quali casi, oltre a questo, la riabilitazione è improbabile?

  • In caso di ictus, i centri vitali della corteccia cerebrale, in particolare il fascio di nervi staminali, sono interessati. In questo caso, nel 99% arriva il coma o la mortalità istantanea.
  • Con lesioni troppo grandi. Ad esempio, nel caso di ictus ischemico lacunare, il diametro della lacuna supera i 5 mm.
  • Pazienti in età avanzata - da 70 anni.
  • Nei pazienti con forme gravi di malattie croniche, il cattivo stato del corpo a causa dell'uso di sostanze stupefacenti e alcoliche.

Gli obiettivi della riabilitazione a lungo termine

Tuttavia, non dovresti disperare, perché il trattamento dipende da un'assistenza tempestiva e completa per il paziente. Al fine di massimizzare l'effetto, il medico consiglierà i parenti o altri caregiver di aderire al piano di riabilitazione per un anno (un periodo più breve).

Riabilitazione nei primi 3 mesi

Il trattamento dell'ictus durante questo periodo implica la stabilizzazione delle condizioni del paziente. Una volta che il corpo affronta gli effetti primari di un ictus, i parenti possono prendere una persona dal ricoverato al trattamento domiciliare. In un primo momento, naturalmente, è necessario il riposo e la cura. Ma non si dovrebbe ritardare, non appena il paziente si sente pronto per iniziare il programma di "recupero", dovrebbe dedicare abbastanza tempo ad esso un giorno:

  • Indipendentemente prendere una sedentaria, e quindi una posizione eretta in piedi. Entro la fine del periodo, il paziente deve essere in grado di vestirsi e servirsi almeno in parte in modo indipendente, andare in bagno e fare una doccia.
  • Durante questo periodo, il trattamento con l'aiuto di un corso di fisioterapia e massaggio riabilitativo è di grande importanza. Gli arti atrofizzati devono essere sviluppati almeno 2-3 approcci al giorno.
  • Entro la fine di 2 mesi, il paziente di solito si alza e impara a mantenere l'equilibrio.

Utilizzare il supporto obbligatorio, fornire una persona con camminatori e bacchetta, altri tipi di supporti. L'oggetto o la mano di supporto dell'operatore deve essere sul lato interessato dopo il tratto.

  • Bene esercizi di aiuto per l'estensione della flessione delle articolazioni, oscillazioni e altri movimenti nel lavoro delle ginocchia, della spalla, dell'anca.
  • Riabilitazione da 3 a 6 mesi

    Quindi, quando una persona ha imparato almeno parzialmente a self-service, può spostarsi separatamente dal satellite per brevi distanze, entrare nel trasporto pubblico. Il ripristino delle funzioni motorie continua, sono consentite lunghe passeggiate all'aria aperta e scalate.

    È imperativo che una persona abbia un telefono con chiamata di emergenza con un pulsante in modo che, se Dio non voglia, una caduta o un ictus ischemico ricorrente, vi sia una connessione con esso.

    Alla fine dei primi 6 mesi, si raccomanda di abbandonare i dispositivi di assistenza quando si cammina, è necessario imparare a usare gli strumenti di scrittura e le posate per iniziare gli esercizi fisici per ottenere massa muscolare.

    Riabilitazione da 6 mesi a un anno

    Il trattamento di un ictus ischemico porta già risultati visibili: il paziente può superare gli ostacoli e percorrere lunghe distanze allenando le gambe. Le funzioni vocali si ripristinano più lentamente, ma il parlato dovrebbe diventare meno confuso.

    Una buona serie di esercizi per questo periodo sarà lo sviluppo delle capacità motorie delle dita: bottoni di fissaggio, lavare i piatti, lavorare a maglia o suonare uno strumento musicale, raccogliere un cubo di Rubik.

    Secondo le statistiche, l'85% delle vittime di ictus ischemico ritorna completamente a una vita più o meno normale dopo 18 mesi. Di questi, 2/3 di persone sono guarite nei primi 3-4 mesi in condizioni di lavoro costante su se stesse.

    Come potete vedere, i compiti che il trattamento degli insiemi di tratti sono abbastanza seri e richiedono il monitoraggio costante di un numero di specialisti. Tra questi ci sono terapeuta e neurologo, terapisti fisici e occupazionali, massaggiatori e terapisti, logopedisti e psicologi, fino all'intervento di un nutrizionista.

    Dove iniziare il recupero

    Come è stato detto, i primi giorni dopo che una persona guarita da un ictus dovrebbe dedicarsi al riposo e alla sintonizzazione su un normale stile di vita. Finché i modelli di sonno e di nutrizione sono in ordine, mentre il paziente è costretto a letto (che può richiedere da alcuni giorni a mesi), ha bisogno di supervisione e cure urgenti.

    Il trattamento e la riabilitazione iniziano con la pratica della posizione corretta per gli arti paralizzati. Dovresti cambiare costantemente la postura del paziente, ogni 2-2,5 ore girandolo a letto. Il riscaldamento degli arti non solo aiuterà a evitare le piaghe da decubito, ma preserverà anche il tono muscolare e la memoria muscolare durante l'assenza di movimento.

    Non dimenticare che un indicatore di come il trattamento sta progredendo dopo un ictus sarà un indicatore della pressione sanguigna. Misurare regolarmente la pressione del sangue a stomaco vuoto e prima di coricarsi, al fine di mantenere le statistiche sullo stato del corpo, per determinare le norme del carico di riabilitazione.

    La nutrizione del paziente dopo un ictus dovrebbe contenere il più possibile un menu bilanciato e farmaci obbligatori prescritti da un medico. Fin dalle prime settimane, il recupero implica rilassamento attivo e fisioterapia, comunicazione con uno psicologo e logopedista. Ricorda, il paziente non può essere depresso, facendogli sapere che è un peso. L'atteggiamento positivo della cerchia ristretta darà speranza alla vittima.

    Cosa dovrebbe essere seguito dopo un ictus?

    E queste istruzioni sono rivolte ai pazienti stessi e dovrebbero aiutarle a trasferire il trattamento:

    • Eccessivo superlavoro fa male al corpo. Imposta piccoli obiettivi e raggiungili sistematicamente.
    • Se in un sogno l'estremità immobile diventa insensibile, cerca di racchiudere un cuscino o un rullo sotto di esso.
    • Alzati il ​​più spesso possibile sulla gamba ferita, usa il braccio "non funzionante" e cerca sempre di dare lo stesso carico su entrambi i lati del corpo.
    • Non essere distratto al momento del rapporto di lavoro con fattori irritanti esterni. Questo è particolarmente vero per le lezioni sul ripristino delle funzioni del linguaggio mentale.

    Esercizi di riabilitazione complessi dopo un ictus

    Esercizi per le gambe

    Il trattamento più accettabile è secondo lo schema di transizione dagli esercizi semplici alle loro variazioni più complesse, con un graduale aumento delle operazioni. Ad esempio, durante le prime settimane il paziente cerca di impastare la caviglia e le ginocchia, facendo semplici movimenti avanti e indietro e lateralmente. Nelle prossime due settimane - inizia a camminare, il compito principale è quello di mantenere l'equilibrio.

    Quando questo obiettivo viene raggiunto, è il momento di eseguire esercizi di coordinazione più complessi, ad esempio, accovacciarsi o camminare sul cordolo, e anche impegnarsi in simulatori per ottenere massa muscolare.

    Un esercizio popolare per il trattamento dell'ictus da riabilitatori si chiama "swing" - il paziente si siede su un'altalena e cerca di spingere via con un piede dolorante, senza togliere il calzino da terra.

    Esercizi a mano

    Agendo allo stesso modo, inizia con esercizi di riscaldamento più semplici per la mano, la spalla, il gomito. Sviluppa gradualmente la motilità delle dita. Si adatta molto bene ai pazienti dopo un ictus, selezionando piccoli oggetti - carte pieghevoli, perline, puzzle di raccolta, ecc. In parallelo, addestrano il riflesso di presa e vengono ripristinate le funzioni di gestione del dispositivo.

    Riabilitazione con l'aiuto di rimedi popolari

    A casa, il trattamento dell'ictus con farmaci e fisioterapia è supportato dalle ricette della medicina tradizionale. Solo così e non altrimenti! Perché i rimedi popolari, di norma, possono agire solo come uno strumento ausiliario di influenza. Alcune ricette efficaci e collaudate, nel caso, per coloro che sono pronti a battere un colpo:

    1. L'agrume è un noto antiossidante che ripristina il lavoro del sistema vascolare dopo un ictus. Prendi metà limone e arancia, trita e tritali da 2 cucchiai. miele. Conservare la medicina in frigorifero, prendendo con il tè due volte al giorno, un cucchiaio.
    2. Il trattamento della paresi degli arti dopo un ictus può essere accompagnato da un balsamo: i 2 limoni sbucciati vengono passati attraverso un tritacarne con 2,5 teste d'aglio, il miele viene aggiunto per formare una miscela omogenea. Balsam prende a stomaco vuoto per 1 cucchiaino.
    3. Tintura di alcol su pigne contenenti fintotsidy e tannini, evita la necrosi delle cellule nervose durante l'ictus.

    Un altro rimedio efficace per le piaghe da decubito in un colpo è un materasso o una lettiera speciale non inferiore a 10 mm di spessore, riempita di miglio o sale. Se il problema sotto forma di piaghe da decubito si manifesta ancora, aiuta l'unguento dalle piaghe da decubito. È necessario prendere 2 cipolle a bulbo e macinarle aggiungendo olio vegetale. Immergere le cipolle nell'olio per 20-30 minuti, quindi rimuovere e aggiungere la cera all'olio. Si scopre l'unguento, che è necessario per lubrificare il punto dolente durante un tratto due volte al giorno.

    risultati

    Quindi, dopo un ictus ischemico, anche il paziente più disperato ha alcune possibilità di riabilitazione. La domanda su quanto tempo ci vorrà dipende da un approccio integrato. A casa, i parenti possono fornire il supporto necessario per aiutare una persona in termini morali e fisici a sopravvivere a un infarto.

    Stroke. Riabilitazione a casa

    L'esistenza di una tale malattia come un ictus è probabilmente nota ai più

    25 agosto 2014 alle 10:00, visualizzazioni: 7.733

    Molti sanno anche cosa provoca questa malattia e chi sono nei cosiddetti gruppi a rischio. Ma quando il problema nella forma di un ictus entra nella nostra casa - questa conoscenza da sola diventa scarsa.

    La salute non tollera confusione e ritardo, perché tutti dovrebbero sapere cosa fare se un paziente con un ictus appare in casa. Come aiutare la persona ferita e organizzare la sua vita futura?

    Dal sequestro alla riabilitazione

    È quasi impossibile far fronte ad un ictus senza assistenza medica, e quindi nella fase acuta della malattia tutti i pazienti vengono inviati al trattamento ospedaliero. L'obiettivo del trattamento è fermare la diffusione del danno nelle cellule cerebrali e ripristinare il più possibile il tessuto nervoso che è già stato danneggiato dalla malattia. Per questi scopi, ci sono farmaci speciali - neuroprotettori e neuroreteidi. I neuroprotettori sono sostenitori di cellule sane, aiutano a fermare la cosiddetta catastrofe vascolare, non permettendo che si diffonda ulteriormente alle cellule sane. Lo scopo dei neuroraptor è un altro  per ripristinare quelle cellule che la malattia è riuscita a danneggiare. Nonostante questa differenza di funzioni, esistono farmaci che combinano le proprietà sia dei neurotettori sia dei neurorparati, che li rende indispensabili come assistenti nel trattamento dell'ictus in fase acuta e nel supporto in una fase iniziale della riabilitazione.

    Quando la condizione acuta può essere rimossa, inizia il processo di riabilitazione. Sia il paziente che i suoi parenti hanno bisogno di sintonizzarsi su un lavoro lungo e sistematico. La prima fase della riabilitazione inizia in ospedale. Verrà mostrato al paziente quali esercizi devono essere eseguiti per ripristinare le funzioni motorie perdute, cosa fare, per riprendere discorso a pieno titolo, per ripristinare tutti i riflessi. Le prime lezioni si terranno sotto la supervisione di specialisti. Solo quando i medici sono convinti che il pericolo è passato e il paziente conosce ed è in grado di eseguire le procedure di riabilitazione, il paziente è autorizzato a tornare a casa.

    Riabilitazione a casa: pre-trattamento

    L'ictus apporta molti cambiamenti alla vita di una persona. Ahimè, spiacevoli cambiamenti. Il fatto che prima della malattia fosse eseguito quasi senza pensare, dopo che la malattia diventa, a volte, un compito travolgente. Pertanto, è necessario apportare alcuni cambiamenti nella struttura della vita abituale.

    Il bagno deve essere dotato di corrimano e, ancora meglio, cambiare la doccia. I corrimani devono anche essere installati nella toilette, dal letto del paziente e in altri punti dell'appartamento, dove il paziente dovrà sedersi e alzarsi in piedi.

    I pavimenti della casa devono essere liberati da cose inutili, tappeti e fili: creano il rischio di una caduta che è già alta per una persona colpita da un ictus.

    Prendi un termometro da bagno: dopo un ictus, la sensibilità della pelle viene spesso ridotta e questo dispositivo aiuta a evitare ustioni.

    Se le funzioni motorie sono gravemente compromesse, dovrai acquisire una sedia a rotelle e assicurarti che possa essere utilizzata per muoversi all'interno dell'appartamento senza ostacoli.

    Cosa include la riabilitazione domiciliare?

    1. Ginnastica terapeutica Segui attentamente gli esercizi che lo specialista mostrerà al paziente: a casa dovrai aiutarlo nella sua implementazione quotidiana e assicurarsi che il lavoro venga svolto regolarmente e pienamente. Esercizi "per spettacolo" il risultato non porterà.

    2. Esercizi di logopedia. Il recupero del linguaggio è uno dei processi più complessi e lunghi in una persona colpita da un ictus, perché è solo dalla stretta osservanza di tutti gli esercizi prescritti che il paziente è in grado di riprendere discorso a pieno titolo.

    3. Massaggi Non tutti possono padroneggiare la tecnica del massaggio terapeutico, quindi potrebbe essere necessario invitare regolarmente uno specialista a casa.

    4. Spesso, per ripristinare l'attività motoria, è necessario stendere e fissare gli arti danneggiati in un certo modo. Devi ricordare come questo è fatto e svolgere questa procedura ogni giorno. E assicurati anche che non si formino le piaghe da decubito sul corpo del paziente.

    5. Ricordare che è necessaria la supervisione medica in qualsiasi fase della riabilitazione e quindi visitare regolarmente lo specialista pertinente con il paziente. Questo aiuterà in tempo per regolare il corso di riabilitazione.

    6. Monitora le condizioni del paziente. L'ictus ricorrente, purtroppo, non è raro, perché ai primi sintomi della ripresa della malattia, cerca immediatamente un aiuto medico.

    Non dimenticare - la vita dopo un ictus è in molti modi difficile. Dai alla tua dolce attenzione e sostegno, infondi in lui la fiducia nelle tue forze, ricorda che un ictus non è una frase e puoi guarire da una malattia! Solo la tua fiducia e il tuo sostegno aiuteranno la persona ferita a sopportare tutte le avversità della vita post-ictus e recuperare la sua salute.

    Pinterest