Trombosi di vasi mesenterici: sintomi, diagnosi e trattamento

Da questo articolo imparerai: le cause e i sintomi della trombosi mesenterica, che è pericoloso. Metodi di prevenzione e trattamento.

La trombosi dei vasi mesenterici è un blocco dei vasi del mesentere (mesenteri) da parte di un trombo. Mesentere è un insieme di corde mesenteriche con cui gli organi addominali sono attaccati alla parete addominale. Questa è una condizione molto pericolosa.

Le arterie e le vene che attraversano il mesentere sono responsabili della circolazione sanguigna degli organi addominali, principalmente l'intestino. E se un coagulo di sangue ostruisce l'arteria o la vena mesenterica, causerà una grave interruzione dell'intestino e, se non curata, la morte.

Trattare la trombosi mesenterica con l'aiuto dell'intervento chirurgico. Il trattamento viene eseguito da un chirurgo.

La malattia è accompagnata da una mortalità molto elevata dovuta alla sua transitorietà e alle difficoltà di diagnosi.

motivi

La trombosi mesenterica, come qualsiasi altra, è direttamente associata a malattie cardiovascolari e del sangue. Coaguli di sangue si formano nell'insufficienza cardiaca, processi infiammatori nei vasi, dopo infarto miocardico, aritmie, cardiosclerosi, aneurismi del setto cardiaco e vasi sanguigni, infiammazione del cuore.

Il rischio di trombosi aumenta con:

  • trombofilia (predisposizione ereditaria alla formazione di coaguli di sangue);
  • interventi chirurgici e lesioni;
  • uso a lungo termine di farmaci che aumentano la "viscosità" del sangue (farmaci antitumorali, contraccettivi orali);
  • immobilizzazione prolungata del corpo (in pazienti costretti a letto o disabili in sedia a rotelle, mentre giaceva nel periodo postoperatorio);
  • gravidanza e il periodo postpartum;
  • diabete;
  • l'obesità;
  • fumare.

Indipendentemente da dove si forma un coagulo di sangue, può bloccare qualsiasi arteria o vena, incluso il mesenterico.

Il rischio che il trombo ostruisca il vaso mesenterico aumenta con le gravi malattie infettive dell'intestino e dei suoi tumori.

La nave è in sezione, su scala ingrandita. La formazione di coaguli di sangue nell'aterosclerosi

Sintomi e fasi

La malattia procede in tre fasi:

  1. Ischemia. Quando il lume del vaso si restringe del 70% o più a causa di un coagulo di sangue, si sviluppa una mancanza di circolazione del sangue nell'intestino.
  2. Infarto intestinale - la morte della zona intestinale, che è stata fornita dalla nave interessata.
  3. La peritonite è un'infiammazione del peritoneo, un aumento dell'intossicazione del corpo. Questo stadio può essere fatale.

Sintomi di trombosi dei vasi mesenterici intestinali:

La trombosi può procedere molto rapidamente, quindi, quando compaiono i primi sintomi, chiamare un'ambulanza, poiché il paziente necessita di un'operazione di emergenza. I sintomi caratteristici della fase 1 possono indicare appendicite e malattie ginecologiche acute. Richiedono anche un intervento chirurgico urgente.

diagnostica

È molto importante distinguere la trombosi mesenterica da altre malattie dell'intestino (appendicite, ulcera duodenale perforata), così come le malattie ginecologiche (ad esempio, gravidanza ectopica, rottura di una cisti ovarica).

Se i sintomi descritti nella sezione precedente dell'articolo sono presenti, l'ambulanza porta il paziente al reparto chirurgico.

La diagnosi viene eseguita dal chirurgo. Include la raccolta di anamnesi e sintomi presenti, un esame manuale del paziente. Successivamente, prescrivere un esame del sangue, un coagulogramma (analisi della coagulazione del sangue), un'analisi delle urine, un'ecografia addominale, un'angiografia di emergenza dei vasi della cavità addominale.

Se non è stato possibile stabilire la diagnosi, ricorrono alla laparoscopia, un metodo diagnostico invasivo. Gli organi addominali sono esaminati con l'aiuto di un endoscopio inserito attraverso un'incisione nella pelle e nella parete addominale anteriore. La procedura viene eseguita in anestesia.

Angiografia di vasi addominali. La freccia indica il luogo della trombosi dell'arteria mesenterica inferiore

Trattamento e prognosi

La trombosi intestinale mesenterica viene trattata con un intervento chirurgico d'urgenza.

Si svolge in più fasi:

  1. Prima rimuovi il coagulo di sangue che ha provocato una violazione della circolazione sanguigna.
  2. Quindi ricostruire la nave interessata.
  3. Se l'operazione viene eseguita non su 1, ma su 2 fasi della malattia, e la zona dell'infarto intestinale è estesa, allora la parte morta dell'organo viene rimossa. Nella fase 3, se hai sviluppato un forte processo infiammatorio, viene eseguito il lavaggio addominale.

L'esito della malattia dipende dallo stadio in cui è stato identificato e iniziato a essere trattato, nonché dalla correttezza della diagnosi.

Allo stadio 2 e 3 della malattia con infarto intestinale, anche con un intervento chirurgico di successo, circa il 70% dei pazienti muore. Ciò può essere dovuto all'intossicazione del corpo dal processo infiammatorio, alla gravità dell'operazione e alla malattia di base che ha causato la trombosi. Nella fase 1 della malattia, se si rimuove il coagulo di sangue prima della necrosi della sezione intestinale, il tasso di sopravvivenza è molto più alto.

Pertanto, non sottoporre il trattamento al medico in caso di dolore all'addome.

Chirurgia per rimuovere la parte di necrosi dell'intestino. Anastamoz - una connessione speciale "sezioni della catena"

prevenzione

È meglio prevenire la trombosi delle navi mesenterica che curarla. Con l'aiuto di misure preventive, ti salva letteralmente la vita.

Se soffri di malattie cardiovascolari o se i tuoi parenti diretti sono inclini alla formazione di coaguli di sangue, presta particolare attenzione alla prevenzione della trombosi.

  • Prima di tutto, elimina tutti gli altri fattori di rischio (sovrappeso, fumo, stile di vita sedentario, assunzione di contraccettivi orali). È ora di curare malattie del cuore e dei vasi sanguigni. In caso di diabete, seguire tutte le raccomandazioni del medico per quanto riguarda il trattamento.
  • Se siete a rischio di coaguli di sangue (soffrite di malattie cardiovascolari, diabete, conducete uno stile di vita sedentario per motivi di salute, siete sovrappeso a causa di disordini metabolici, di cui non potete liberarvi al momento), quindi donate il sangue ogni sei mesi su un coagulogramma. Questo è necessario per rilevare i disturbi emorragici. Se il rischio di coaguli di sangue aumenta, ti verranno somministrati fluidificanti del sangue e previeni coaguli di sangue.
  • Tempo di curare le malattie intestinali. Se hai un tumore, non stringere con la sua rimozione. Se si segue un ciclo di farmaci antitumorali, effettuare periodicamente un esame del sangue per la coagulazione e assumere agenti antiaggreganti o anticoagulanti prescritti da un medico.
  • Se hai subito un intervento chirurgico sugli organi addominali, segui tutte le raccomandazioni del medico nel periodo postoperatorio. Dopo un esame del sangue, se vi sono indicazioni, il chirurgo può prescrivere farmaci per prevenire la formazione di coaguli di sangue. Inizia a muoverti il ​​prima possibile. Vai di più se il tuo medico lo consente. L'attività aiuterà a prevenire non solo la stasi del sangue (che aumenta il rischio di coaguli di sangue), ma anche la formazione di aderenze postoperatorie, che possono portare a complicazioni in futuro.
  • Dopo qualsiasi operazione sui vasi (non solo sui vasi della cavità addominale) e sul cuore, prendere anticoagulanti o agenti antipiastrinici prescritti da un medico.

Rimedi popolari per la prevenzione dei coaguli di sangue

Non cercare di sostituire le medicine con i rimedi popolari, poiché la mancanza di un trattamento medico prescritto da un medico può portare alla formazione di coaguli di sangue e gravi conseguenze. Inoltre, i rimedi popolari possono avere controindicazioni, quindi prima di consultare un medico, un cardiologo e un gastroenterologo.

Sintomi di trombosi dei vasi mesenterici intestinali e suo trattamento

La trombosi intestinale è una condizione acuta caratterizzata da blocco delle arterie o dei tronchi venosi localizzati nell'intestino o nel mesentere, coaguli di sangue e emboli formati nella grande circolazione. Di conseguenza, si sviluppano condizioni potenzialmente letali: ischemia e infarto intestinale. La patologia è rara e il suo esito è determinato principalmente dall'inizio del trattamento. Prima si inizia il trattamento, principalmente chirurgico, maggiori sono le possibilità di un esito favorevole.

Perché si sviluppa la trombosi?

La malattia colpisce di solito le persone di età superiore ai 50-60 anni. Altrettanto come uomini e donne. Malattie del sistema vascolare, malattie cardiache e sangue portano a trombosi mesenterica:

  • aterosclerosi, specialmente con la sconfitta delle arterie della circolazione polmonare;
  • difetti cardiaci e anomalie (congenite, reumatiche);
  • attacco di cuore;
  • ipertensione;
  • ipertensione portale;
  • infiammazione delle arterie circolatorie e del cuore (endocardite, endarterite, sepsi).

La trombosi può anche svilupparsi come una complicazione del periodo postoperatorio dopo interventi sugli organi addominali o dopo un danno traumatico ai vasi della circolazione polmonare. Una causa comune di blocco dei vasi mesenterici può essere tumori maligni, in particolare quelli che si disintegrano e si trovano nel percorso dei vasi della grande circolazione.

La malattia si sviluppa dopo il blocco del lume del vaso intestinale da un trombo o embolo in crescita (un frammento di trombo migratore o placca di colesterolo staccato dalla parete delle arterie del sistema circolatorio). Il luogo di occlusione si trova di solito nel tronco o ramificazione dell'arteria mesenterica superiore (un grosso ramo della grande circolazione). A causa della sovrapposizione del flusso sanguigno nell'arteria o nella vena si verifica un lungo spasmo riflesso nel letto vascolare del mesentere e dell'intestino. Di conseguenza, la somministrazione di ossigeno e sostanze nutritive all'organo interessato viene significativamente ridotta. Questa è la causa della necrosi della parete intestinale e dei legamenti che supportano l'intestino, le ulcerazioni e il sanguinamento. Si sviluppa un infarto intestinale acuto.

La mesotrombosi può essere divisa per localizzazione in tre segmenti a seconda della struttura anatomica dei vasi del mesentere:

  • Traccio l'occlusione dell'intestino tenue, la parte cieca e destra dello spessore.
  • Trama II - ileo, digiuno, talvolta cieco.
  • III trama - l'ileo.

Nel suo sviluppo, la malattia passa attraverso tre fasi:

  1. Ischemia dell'intestino - una breve mancanza reversibile di flusso sanguigno attraverso i vasi. Manifestato da forti dolori all'addome, vomito di bile, feci molli.
  2. Infarto intestinale - cambiamenti irreversibili nell'intestino tenue o crasso, in cui vi è intossicazione del corpo. È caratterizzato da stitichezza, dolore insopportabile. Un tumore morbido si forma sotto l'ombelico (un sintomo di Mondor) - accumula sangue di fronte al sito di occlusione.
  3. Peritonite - infiammazione diffusa, violazioni multiple del flusso sanguigno nella circolazione sistemica. Sintomi: dolore, vomito incontrollabile, stitichezza o diarrea, bassa pressione fino al collasso, ipertermia.

Segni clinici della malattia

La malattia si sviluppa improvvisamente. I sintomi principali corrispondono allo stato di "addome acuto" e richiedono un'attenta diagnosi differenziale:

  • Sintomo del dolore Il dolore è acuto, crampi, migra. A causa del forte dolore, il paziente deve assumere una posizione forzata (sdraiato sulla schiena con le gambe tirate fino allo stomaco o alla postura del gomito). Allo stesso tempo, l'addome quando viene toccato è morbido, non teso, gonfia, la motilità intestinale non è osservata. Può comparire un sintomo positivo di Shchetkin-Blumberg.
  • Nausea, vomito. Le masse emetiche hanno inclusioni di particelle insanguinate, bile, odore fetido.
  • Nelle fasi iniziali della malattia ci sono dolorosi tenesmo, voglia di defecare, che finiscono senza risultato, senza svuotare l'intestino. Successivamente, si verifica una diarrea persistente e le feci contengono sangue e muco. Una sedia del genere può interferire con la diagnosi, come è anche caratteristica della più comune malattia (dissenteria). A volte una mescolanza di sangue è così abbondante che la trombosi può essere confusa con il sanguinamento emorroidario.
  • Manifestazioni comuni di ostruzione intestinale acuta: pelle pallida, palpitazioni, febbre (conseguenza della comparsa di necrosi della parete intestinale), è possibile svenire. Un aumento della pressione arteriosa è caratteristico, a differenza della maggior parte delle altre condizioni acute dell'addome, in cui la pressione diminuisce.

Diagnosi di trombosi

I segni di trombosi intestinale non sono specifici e assomigliano a molte malattie del tratto gastrointestinale. La maggior parte dei pazienti è ammessa al reparto chirurgico con sospetta infiammazione dell'appendice, del pancreas o della cistifellea. Nelle donne con tali sintomi, la patologia del campo ginecologico è esclusa. È necessario esaminare attentamente e rapidamente il paziente per identificare le cause dei sintomi, effettuare la diagnosi corretta e iniziare il trattamento il più presto possibile.

  • Esame del sangue Nell'analisi generale, i leucociti sono nettamente aumentati, la VES viene accelerata.
  • Radiografia del sondaggio e tomografia computerizzata. L'immagine visualizza i cicli intestinali, la loro dilatazione, riempimento.
  • Angiografia. Uno studio con contrasto per determinare la permeabilità vascolare.
  • Colonscopia. Ti permette di esplorare il colon con un colonscopio e identificare la causa dell'ostruzione.
  • Endoscopia. Esame dello stomaco e dell'intestino tenue.
  • Laparoscopia o laparotomia diagnostica. Apertura della parete addominale per ispezionare lo stato degli organi addominali.

Metodi di trattamento

La trombosi intestinale è una malattia grave che minaccia il rapido sviluppo della morte. Senza trattamento, la prognosi è scarsa. Quanto prima i vasi mesenterici vengono bloccati e viene effettuata la diagnosi corretta, prima verrà avviato il trattamento appropriato. Pertanto, le possibilità di salvare la vita aumenteranno in modo significativo. È importante che il paziente veda il medico più rapidamente se compaiono sospetti dolori addominali, specialmente se ci sono fattori di rischio (aterosclerosi, malattie cardiache). Il trasporto del paziente è effettuato nella posizione supina.

Il principale metodo di trattamento della trombosi mesenterica è il trattamento chirurgico. L'operazione viene eseguita secondo indicazioni urgenti, in anestesia generale. A seconda della durata della malattia, sul grado di lesioni vascolari e intestinali, vengono eseguiti i seguenti tipi di operazioni:

  • endarterectomia o embolectomia;
  • protesi o smistamento di arterie o tronchi venosi dell'intestino;
  • resezione della sezione necrotica dell'intestino.

La terapia farmacologica consiste nella somministrazione endovenosa di anticoagulanti (la prescrizione viene eseguita secondo gli indicatori di coagulazione del sangue), gli agenti antiaggreganti e i trombolitici.

Prendendo analgesici nel caso di trombosi non allevia la condizione. Anche dopo l'uso di narcotici antidolorifici la sindrome del dolore non si ferma.

La trombosi intestinale è suddivisa in base ai risultati dopo il trattamento nei seguenti tipi:

  • Compensato: recupero completo del flusso sanguigno dopo la terapia.
  • Subcompensato: ripristino parziale del flusso sanguigno.
  • Decompensato - mancanza di flusso sanguigno, sintomi di ischemia intestinale totale.

Senza cercare aiuto medico, la trombosi delle arterie e delle vene dell'intestino è la causa della morte nel 100%. Dopo una tempestiva operazione, la prognosi per il paziente diventa favorevole.

Trombosi mesenterica o infarto intestinale: come prevenire la morte

Mesentere o mesentere è una speciale piega del peritoneo, con cui gli organi addominali sono attaccati alla parte posteriore dell'addome.

In altre parole, è una sorta di "borsa" con legamenti che tiene e fissa gli interni in una determinata posizione. Inoltre, il mesenterio svolge un'importante funzione di rifornimento di sangue agli organi interni - è tutto crivellato di vasi sanguigni.

La trombosi mesenterica è una cessazione parziale o completa del flusso sanguigno nei vasi mesenterici dell'intestino. La malattia può anche essere chiamata trombosi dei vasi viscerali, infarto mesenterico, ischemia intestinale. In ogni caso, questa è una condizione estremamente grave che spesso porta alla morte.

Descrizione e statistiche della malattia

Il rifornimento di sangue dell'intestino viene effettuato utilizzando vene e arterie viscerali (superiore e inferiore), ciascuna delle quali è responsabile per l'erogazione o il deflusso di sangue dalla sua area specifica. Se un coagulo di sangue entra in uno di questi vasi, ostruisce parzialmente o completamente il flusso sanguigno, il che porta all'interruzione dell'afflusso di sangue e alla nutrizione di alcune parti del tratto intestinale.

Come risultato dell'ischemia, i tessuti intestinali iniziano a soffrire di fame di ossigeno, in essi i processi di necrosi e necrosi aumentano gradualmente. Senza la fornitura di assistenza tempestiva nelle prossime ore, alcune parti dell'intestino si esauriscono, si sviluppano peritonite e sepsi e questa è la causa della morte nella maggior parte dei pazienti.

Le tristi statistiche di questa malattia sono:

  • la mortalità tra i pazienti non operati in caso di infarto mesenterico acuto raggiunge il 100%;
  • tra i pazienti operati, 80-90% sono fatali;
  • l'incidenza della malattia - 1 persona su 50.000 all'anno;
  • 2 volte più spesso questa malattia si verifica nelle donne anziane;
  • la trombosi dell'arteria mesenterica superiore viene spesso diagnosticata - nel 90% dei casi, l'arteria inferiore o le vene mesenteriche sono trombizzate dieci volte meno spesso.

Cause e fattori di rischio

La trombosi mesenterica è causata dal blocco del flusso sanguigno del mesentere da un coagulo di sangue come risultato di:

  • aterosclerosi, in cui il lume dei vasi si restringe e aumenta il rischio di coaguli di sangue;
  • infarto del miocardio o endocardite - si forma un coagulo di sangue, che con il flusso sanguigno raggiunge le arterie mesenteriche e le intasa;
  • grave infezione intestinale, processo infiammatorio o neoplastico nella cavità addominale - tumori o ascessi possono spremere i vasi del mesentere, impedendo il normale flusso di sangue in loro;
  • ipercoagulazione - l'aumento della coagulazione del sangue porta alla trombosi;
  • ristagno del sangue nei vasi del mesentere, che aumenta significativamente il rischio di ostruzione vascolare;
  • lesioni a causa delle quali si verificano emorragie e formazione di coaguli di sangue.

Il rischio di trombosi mesenterica aumenta se una persona:

  • ha raggiunto la vecchiaia (oltre 60 anni per le donne, 70 per gli uomini);
  • soffre di malattie del cuore e dei vasi sanguigni;
  • ha avuto un intervento al cuore;
  • soffre di cirrosi epatica, che porta ad un aumento della pressione nella vena porta;
  • ha sofferto di disidratazione prolungata;
  • conduce uno stile di vita sedentario;
  • era soggetto a chemioterapia prolungata.

Trombosi intestinale mesenterica

L'addome "acuto" è una delle condizioni più pericolose che richiedono una visita medica e un trattamento immediato. Le sue cause possono essere diverse: un attacco di appendicite, avvelenamento, colica renale o epatica, malattie ginecologiche. Tuttavia, c'è un altro motivo che può causare un forte dolore all'addome e il deterioramento delle condizioni generali fino alla morte dei pazienti - trombosi mesenteriale dei vasi intestinali.

Perché si sviluppa il blocco dei vasi intestinali?

Mesentere è corde mesenteriche, con l'aiuto di quali organi sono attaccati alla parete addominale posteriore. È con l'aiuto del mesentere al muro e fissare l'intestino. Attraverso esso passa i vasi all'intestino tenue, terminazioni nervose, linfonodi mesenterici.

In molti casi le malattie vascolari a lungo termine portano a gravi disturbi circolatori e alla formazione di coaguli di sangue nella cavità - coaguli di sangue di varie dimensioni, intasamento del lume e privazione del cibo di sezioni intere del muro.

La trombosi è arteriosa e venosa. Si sviluppa nelle arterie mesenterica superiore e inferiore, e la sezione superiore soffre di blocco con coaguli di sangue più spesso di quella inferiore.

La malattia vascolare progredisce negli anni e arriva alla sua fase finale quando i pazienti raggiungono la vecchiaia o la vecchiaia, quindi non ci sono giovani tra i pazienti con diagnosi di trombosi mesenterica: questa condizione appartiene alla categoria delle patologie legate all'età.

Cuore e intestini: qual è la connessione?

La trombosi dei vasi mesenterici è direttamente correlata alla malattia cardiaca: il più delle volte questa condizione è osservata in pazienti con fibrillazione atriale in background:

  • cardiosclerosis;
  • aneurisma del cuore;
  • endocardite di varie eziologie.

Un recente infarto miocardico, in cui vi è una rottura del muscolo cardiaco, accompagnato da sanguinamento e la formazione di un coagulo di sangue nel sito di lesione, può anche causare lo sviluppo di trombosi vascolare del mesentere.

Il fatto è che i coaguli di sangue sono in grado di "viaggiare" attraverso le arterie e le vene del corpo, staccandosi dal sito sanguinante. Se un tale coagulo si deposita da qualche parte nei vasi del mesentere e non avanza ulteriormente con il flusso sanguigno, si intasa.

Di conseguenza, le pareti della nave attorno al trombo non solo sono private della nutrizione necessaria fornita dal sangue circolante, ma possono anche estinguersi, il che spesso porta a conseguenze estremamente gravi.

Altre cause di trombosi

Praticamente qualsiasi malattia in cui il sanguinamento interno è possibile è irto di formazione e separazione di coaguli di sangue, e quindi ci sono altre ragioni per lo sviluppo della trombosi mesenterica.

Questi includono:

  • Gravi infezioni intestinali;
  • Ipertensione portale con sangue stagnante nella vena porta;
  • traumi;
  • Tumori che comprimono i vasi intestinali.

Come si manifesta la malattia

L'intensità delle manifestazioni cliniche e dei sintomi dipende da diversi fattori:

  • Pone il blocco della nave;
  • Il grado di ischemia (sanguinamento) della zona intestinale;
  • Sviluppo della circolazione del sangue intorno alla zona interessata.

Quindi, se la sezione superiore dell'arteria mesenterica è stata bloccata, l'intestino tenue e la parte destra dell'intestino spesso sono completamente trombizzati.

Occlusione (occlusione) della parte centrale dell'arteria porta a trombosi ileo e cecum. Lo sviluppo del processo patologico nel segmento inferiore dell'arteria mesenterica interessa il colon e il colon sigmoideo.

La necrosi dell'intestino tenue diventa una conseguenza della trombosi del portale e delle vene superiori del mesentere.

Clinicamente, la malattia è divisa in tre fasi:

  • Ischemia (con dissanguamento parziale delle pareti dei vasi e successivo ripristino della circolazione sanguigna);
  • Attacco di cuore (con sintomi di intossicazione e cambiamenti nei tessuti della cavità addominale);
  • Peritonite (stadio di aumento di intossicazione, disturbi emodinamici e sviluppo dell'infiammazione peritoneale).

Sintomi a fasi di trombosi

ischemia

La trombosi dei vasi mesenterici inizia in modo acuto:

  • Dolore addominale parossistico o persistente;
  • Vomito con una miscela di bile già il primo giorno di insorgenza della malattia;
  • La diarrea.

Questi sintomi sono molto simili al decorso di un'intossicazione alimentare comune e pertanto la chiamata al medico viene spesso ritardata.

Attacco di cuore

Quando i vasi mesenterici sotto pressione di sangue cercano di spingere un coagulo di sangue si rompono, inizia lo stadio di un attacco cardiaco.

La diarrea è sostituita dalla stitichezza, poiché profondi cambiamenti patologici iniziano nelle pareti intestinali e il sangue appare nelle feci. Di solito non succede molto: per la trombosi mesenterica, il sanguinamento pesante non è caratteristico.

Se il sangue si accumula nelle anse intestinali, i pazienti possono sentire un leggero sigillo sotto l'ombelico, che in medicina è chiamato il sintomo di Mondor.

Il dolore nell'addome è così insopportabile che si sviluppa uno shock: i pazienti sono molto irrequieti, non trovano un posto per se stessi, piangono. Il pallore affilato e cyanosis di labbra sono annotati. A volte la pressione arteriosa può aumentare di 40-60 unità (con trombosi della parte superiore dell'arteria).

La rottura della nave apporta un sollievo temporaneo al paziente: la persona si calma, poiché l'intensità del dolore si riduce notevolmente, tuttavia persistono vomito e disturbi della sedia.

Allo stesso tempo, l'addome rimane moderatamente gonfio e mite, non ci sono caratteristici fenomeni di peritonite (protezione muscolare e sintomo di Shchetkin). La diagnosi di trombosi mesenterica dei vasi intestinali viene effettuata sulla base di dati ecografici e cambiamenti nel quadro ematico, che si manifestano in un netto aumento del numero di leucociti: questa cifra può raggiungere i 40 • 109 / l. Nei dati dell'analisi generale del sangue, vengono registrati lo spostamento della formula dei leucociti a sinistra e un numero elevato di ESR.

peritonite

I sintomi della peritonite nella trombosi dei vasi intestinali appaiono molto peculiari: la tensione dei muscoli della parete addominale anteriore e il sintomo di Shchetkin sono in ritardo e il processo infiammatorio inizia dal basso.

La paresi intestinale sviluppata porta alla cessazione della diarrea e dei gas di scarico.

Trattamento e prognosi

Il trattamento della trombosi mesenterica può essere solo chirurgico, anche se la malattia può essere diagnosticata nella fase di lesione ischemica di una sezione della parete intestinale.

A seconda dei risultati dell'esame, il paziente può essere offerto:

  • Emboliectomy (rimozione di un coagulo di sangue);
  • Chirurgia ricostruttiva sull'arteria mesenterica superiore con impianto del moncone nell'aorta;
  • Rimozione di parte dell'intestino colpito da cancrena.

La chirurgia combinata, inclusa la resezione della sezione necrotica dell'intestino e della plastica, aumenta significativamente le probabilità di vita dei pazienti.

Sfortunatamente, la patologia dei vasi intestinali descritta nell'articolo ha ancora una percentuale molto bassa di sopravvivenza del paziente anche dopo l'intervento: tre quarti dei pazienti muoiono nel periodo postoperatorio.

Un tasso di mortalità così elevato è spiegato dalla difficoltà di diagnosticare la malattia e troppo tardi da un appello agli specialisti per l'ospedalizzazione e il trattamento.

postfazione

I pazienti che soffrono di malattie vascolari e cardiache per lungo tempo dovrebbero prestare particolare attenzione alla loro salute: la tendenza a formare coaguli di sangue e il pericolo della loro separazione aumentano significativamente la probabilità di gravi complicanze e la minaccia di morte da parte loro.

La comparsa di dolore addominale acuto è una ragione per il trattamento immediato agli specialisti e, se necessario, per l'ospedalizzazione urgente con successivo trattamento.

Si consiglia di leggere anche le conseguenze della trombosi venosa epatica.

Trombosi mesenterica: cause, sintomi e trattamento

L'intestino è un organo di digestione situato nella cavità addominale. La sua lunghezza totale nello stato di tensione tonica è pari a quattro metri. I loop intestinali sono in uno stato fisso, che non consente loro di girare. Questo è possibile grazie ad un altro organo del sistema digestivo che ha un nome: mesentere (mesentereum latino) o mesentere.

Contenuto dell'articolo

Questo organo è un foglio di peritoneo raddoppiato, che racchiude non solo le terminazioni nervose e i linfonodi, ma i vasi sanguigni dell'intestino:

  • arterie mesenterica superiore e inferiore (afflusso di sangue);
  • vene mesenteriche superiori e inferiori (deflusso sanguigno).

Ci sono varie condizioni dolorose che provocano una violazione del flusso sanguigno dell'intestino e di conseguenza le sue funzioni. Una delle patologie più pericolose e persino fatali è la trombosi intestinale mesenteriale. Qual è la malattia, qual è il suo quadro clinico, è difficile da diagnosticare e quali sono i metodi di trattamento, più avanti nel nostro articolo.

Trombosi mesenterica: cause

Come accennato in precedenza, la trombosi dei vasi mesenterici è una malattia circolatoria acuta. La causa della sua comparsa è l'ostruzione meccanica dei letti intestinali arteriosi e venosi. Il movimento del sangue attraverso i vasi impedisce parzialmente o completamente il trombo risultante (coagulo di sangue), che può causare effetti irreversibili. A causa della mancanza di diagnosi e terapia tempestive, la malattia si svilupperà senza dubbio. Un attacco di cuore è quasi inevitabile. Ciò significa che una parte dell'organo digestivo sarà rimossa, il che rappresenta una vera minaccia per la vita.

Molti probabilmente non hanno nemmeno sentito parlare di una tale malattia. Pertanto, è doppiamente importante avere almeno informazioni minime sulla malattia. Quindi cosa potrebbe causarlo?

Va notato che una tale diagnosi come la trombosi dei vasi mesenterici, mette soprattutto persone anziane. Perché è direttamente correlato alle malattie cardiovascolari a lungo termine. Molto spesso, negli anni avanzati, le persone con cardiosclerosi, aneurisma cardiaco e varie eziologie di endocardite sviluppano trombosi dei vasi mesenterici intestinali. Inoltre, l'infarto miocardico può essere anche la ragione del blocco nei vasi del mesentere. Dopotutto, i coaguli di sangue formati nelle aree di danno al muscolo cardiaco, in caso di separazione, possono muoversi e depositarsi nei vasi. E dopo ciò, un'arteria o una vena bloccata viene privata del cibo, che certamente non può che portare a conseguenze gravi.

Nei pazienti con fibrillazione atriale e infarto miocardico si può sviluppare solo trombosi delle arterie mesenteriche e delle vene? Sfortunatamente, questi stati patologici non si limitano alle cause della formazione di coaguli di sangue e di emboli nei vasi intestinali. Qualsiasi malattia con rischio di emorragia interna, può successivamente portare a trombosi mesenterica, vale a dire:

  • stadi gravi di infezioni batteriche intestinali acute;
  • infiammazione del pancreas (pancreatite);
  • sindrome da ipertensione portale con un aumento dell'indice di ristagno all'interno della vena portale (portale);
  • tumori dell'intestino tenue o crasso, spremitura delle arterie;
  • aumento della coagulazione del sangue;
  • cirrosi e steatosi epatica.

Oltre alle suddette malattie, la trombosi mesenterica arteriosa e venosa può essere provocata da traumi addominali, interventi chirurgici, terapia ormonale, abuso di tabacco e anche uno stile di vita a bassa attività.

Trombosi mesenterica: forme, tipi e stadi della malattia

Secondo la forma del processo, la trombosi mesenterica intestinale cronica e acuta è isolata. Può essere localizzato solo nelle vene, solo nelle arterie, o avere un tipo misto, in cui il flusso sanguigno viene dapprima disturbato nelle arterie mesenteriche e quindi nei vasi venosi. Le statistiche mediche indicano che le sezioni superiori delle navi soffrono di ostruzione più spesso del fondo.

In base al grado di violazione del flusso sanguigno collaterale e delle principali arterie, è consuetudine distinguere 3 fasi principali della malattia:

Questo stadio è considerato ischemia intestinale cronica. Il flusso sanguigno in cui viene effettuato da vasi non affetti.

Implementazione parziale del rifornimento di sangue all'intestino;

Fase estremamente difficile, che nella maggior parte dei casi è caratterizzata da conseguenze irreversibili. L'apporto di sangue all'intestino è completamente assente, il che causa un infarto. La sua prima fase è solo non più di 120 minuti. In questo momento c'è ancora una possibilità di reversibilità del processo. Dopo 4 ore, inizia la seconda fase, in cui il danno di organi gangreno si sta sviluppando rapidamente. Questo stadio nella maggior parte dei casi è fatale.

Sintomi di trombosi intestinale mesenterica

Il quadro clinico che la trombosi delle arterie e delle vene mesenteriche dipende dallo stadio della lesione - la forma di ischemia e il livello di blocco del flusso sanguigno. A questo proposito, i sintomi sono diversi e compaiono per fasi.

Ci sono tre fasi della malattia: ischemia, infarto e peritonite. Quali sono i sintomi della trombosi dei vasi mesenterici in ciascuna di queste fasi? Ne parleremo ulteriormente.

Il primo stadio è l'ischemia. La sua caratteristica distintiva è che è l'unico stato reversibile. Durante l'ischemia, non vi è flusso sanguigno nella parte interessata dell'intestino, le pareti dei vasi sanguigni diventano parzialmente esangue, vi è un aumento del processo di avvelenamento generale del corpo con prodotti di decomposizione tissutale. A causa della natura acuta della malattia, l'aumento dei sintomi si verifica abbastanza rapidamente. L'intossicazione è inizialmente manifestata dal pallore della pelle e dei dolori nella cavità addominale. Inoltre, possono essere di natura diversa, sia crampi che non estinguenti.

Dopo il dolore, si verifica il vomito. Masse emetiche con una mescolanza di sangue o bile. Inoltre, per il vomito in questa fase non è un raro odore di feci. La diarrea si apre. L'acqua liquida sgabello è provocata da violenta peristalsi ed è accompagnata da coliche intestinali. Sfortunatamente, i pazienti a volte confondono l'ischemia intestinale con un'infezione acuta. Che all'improvviso ha cominciato, sta per finire improvvisamente. Ma questo non accade, e il tempo prezioso è già stato perso.

Il secondo stadio è l'infarto intestinale. Questa patologia chirurgica significa completa cessazione del flusso sanguigno, che si traduce in necrosi intestinale. I cambiamenti sono irreversibili e la mortalità in questa fase è estremamente elevata - 10 sopravvissuti su 100 sopravvivono, con una grave forma di intossicazione. Il vomito non si ferma. A causa di cambiamenti distruttivi, la diarrea viene sostituita dalla stitichezza con macchie di sangue. I dolori nel peritoneo aumentano, e poi iniziano a diminuire. Un miglioramento apparente significa la morte delle terminazioni nervose. Il polso è palpabile, la pressione del sangue è instabile. Quando palpare un ventre leggermente gonfio è morbido, solo un piccolo sigillo può essere rilevato solo sotto l'ombelico. Un tale stato può essere accompagnato da uno shock.

Il terzo stadio è la peritonite. Questo fenomeno assomiglia a un'ulcera perforata. Il risultato della necrosi della parete intestinale viene la sua perforazione con l'entrata del contenuto dell'intestino nella cavità addominale. Il processo infiammatorio nel peritoneo è caratterizzato da distensione addominale e dalla sua tensione. C'è uno spreco di gas a causa della paresi intestinale.

Diagnosi di trombosi mesenterica e suo trattamento

La trombosi dei vasi mesenterici presenta un'elevata mortalità dovuta al fatto che la diagnosi è difficile. Il quadro clinico di questa malattia non può essere prontamente distinto dai sintomi di tali malattie come gastrite, pancreatite, colecistite, ostruzione intestinale, ecc.

In caso di sospetto di trombosi intestinale mesenteriale, l'assunzione della storia è di grande importanza. Molto dipenderà da quanto chiaramente il medico descrive i sintomi e le fasi del decorso della malattia.

I metodi diagnostici per differenziare la trombosi mesenterica e successivamente scegliere il trattamento comprendono:

  • analisi del sangue di laboratorio;
  • studi strumentali.

L'angiografia selettiva o la laparoscopia vengono utilizzate per fornire cure di emergenza e per selezionare i metodi di intervento in una fase precoce della malattia. La diagnostica a raggi X e ad ultrasuoni viene utilizzata nelle successive fasi irreversibili.

Il trattamento della trombosi dei vasi mesenterica in una fase precoce non esclude metodi conservativi con farmaci prescrittivi. Nel tardo - unica terapia operativa. È necessario prima dell'inizio della necrosi per rimuovere un coagulo di sangue dalla nave o dalla zona interessata dell'intestino. Casi validi di operazioni combinate.

È possibile eseguire misure preventive per minimizzare il rischio di trombosi dei vasi mesenterici? La prima e più importante raccomandazione nella prevenzione di qualsiasi malattia delle vene è l'osservanza delle regole di uno stile di vita sano e una dieta equilibrata. E, naturalmente, la cura tempestiva dello stato del sistema cardiovascolare ha un ruolo decisivo. È necessario prevenire depositi di colesterolo e coaguli di sangue.

Trombosi intestinale mesenterica

La trombosi intestinale mesenterica è considerata la patologia degli anziani. L'età media dei pazienti è di 70 anni. Spesso le vittime sono donne. Data l'età del paziente, la complessità è causata non solo dalla diagnosi, ma anche dalla tattica del trattamento. Cosa hai bisogno di sapere sulla malattia?

Rifornimento di sangue all'intestino

L'intestino fa parte del sistema digestivo, la cui funzione è:

  • digerire il cibo;
  • assorbimento di benefici e nutrienti;
  • formazione del sistema immunitario;
  • produzione di ormoni.

Secondo le statistiche mediche, le malattie intestinali sono il principale posto tra le malattie gastrointestinali. Compresa trombosi venosa piuttosto frequente. L'intestino tenue è dotato di sangue dal tronco celiaco e dall'arteria mesenterica superiore e l'intestino crasso è fornito dalle arterie mesenterica inferiore e superiore. Se il flusso sanguigno è disturbato, si sviluppa ischemia.

Le arterie e le vene che attraversano il mesentere sono responsabili della circolazione sanguigna degli organi addominali, principalmente l'intestino

Perché il flusso sanguigno arterioso primario è rotto?

Le malattie vascolari sono causate da una violazione della circolazione arteriosa o venosa. Se il flusso del sangue arterioso viene disturbato, i tessuti non ricevono più abbastanza ossigeno e elementi benefici. Questo porta alla loro morte. L'ostruzione arteriosa può svilupparsi gradualmente o in modo acuto.

La corrente acuta è la più pericolosa. La trombosi mesenterica acuta è una patologia pericolosa che un chirurgo affronta nella sua pratica. Porta a un'ampia necrosi tissutale.

Inoltre, ci sono sintomi spiacevoli:

  • il dolore;
  • tinta della pelle di marmo;
  • parestesia;
  • perdita di sensibilità.

Nel decorso cronico, il diametro dell'arteria diminuisce gradualmente. Vari vasi sono interessati: mesenterico, carotideo, renale, coronarico. L'intensità dei sintomi dipende dal grado di alterazione del flusso sanguigno.

La trombosi dei vasi mesenterici può svilupparsi sullo sfondo dei seguenti disturbi e malattie:

  • La sindrome di Raynaud;
  • insufficienza arteriosa;
  • blocco di navi con particelle estranee;
  • occlusione vascolare con coaguli di sangue;
  • aterosclerosi o endarteriite obliterante.

La trombosi dei vasi mesenterici è un blocco dei vasi del mesentere (mesenteri) da parte di un trombo.

Sovrapposizione secondaria delle arterie mesenteriche

L'ostruzione arteriosa può essere causata da tali patologie come:

  1. Stenosi aterosclerotica Quando il lume si restringe, i vasi mesenterici si bloccano. Un indicatore critico è il restringimento del lume di 2/3. Quando il lume è completamente chiuso, si sviluppa la necrosi del tessuto.
  2. Tumori. Aumentando di dimensioni, il tumore schiaccia l'arteria e quindi interrompe il processo di circolazione del sangue.
  3. Interruzione del cuore Con frequente e brusco calo della pressione sanguigna, si sviluppa un'insufficienza cardiaca.
  4. Operazioni sull'aorta. Durante l'operazione, il chirurgo rimuove il coagulo di sangue. Il sangue scorre rapidamente attraverso le arterie, scavalcando le arterie mesenteriche. Questo serve come stimolo per lo sviluppo di trombosi multiple con necrosi e infarto intestinale.

Nonostante il fatto che abbia causato il blocco, il risultato della condizione patologica è sempre lo stesso - ischemia.

Forme di ischemia

In medicina, l'ischemia intestinale è divisa in acuta e cronica. Per la forma acuta, ci sono tre fasi di sviluppo:

  1. Compensata. Questo stadio è considerato il più facile. Con il trattamento tempestivo avviato, il flusso sanguigno viene completamente ripristinato.
  2. Subcompensated. Rifornimento di sangue attraverso il flusso sanguigno collaterale.
  3. Assoluto. Questa è una forma severa. Se il tempo non ripristina il flusso sanguigno, allora viene la cancrena dell'intestino.

La forma cronica è caratterizzata dalla compressione graduale del mesentere dell'intestino. L'ischemia viene nascosta. Il sangue scorre attraverso i collaterali.

La trombosi mesenterica, come qualsiasi altra, è direttamente associata a malattie cardiovascolari e del sangue.

Manifestazioni cliniche della trombosi intestinale

Un coagulo di sangue può formarsi non solo nel mesentere, ma anche nelle sezioni del retto. I sintomi della trombosi sono i seguenti:

  • un forte dolore all'addome, che si aggrava dopo aver mangiato;
  • feci molli o stitichezza;
  • nausea;
  • vomito;
  • sangue nelle feci;
  • flatulenza;
  • bocca secca;
  • pelle pallida;
  • salta la pressione sanguigna;
  • vertigini.

Con la comparsa di questi segni è impossibile ritardare. Per contare su un risultato favorevole è possibile solo con l'accesso tempestivo a un medico. È vietato automedicare, peggiorerà solo la situazione.

La patologia si sviluppa in fasi:

  1. Il primo stadio. In questa fase, l'organo danneggiato deve ancora essere riparato. I sintomi includono dolore parossistico nell'ombelico, vomito di bile, diarrea.
  2. Il secondo stadio. I cambiamenti patologici portano all'avvelenamento del corpo. Le feci liquide sono sostituite dalla stitichezza. Le pareti intestinali sono gradualmente distrutte. Il dolore si intensifica. Per alleviare la sindrome del dolore non possono essere analgesici e narcotici.
  3. Il terzo stadio è considerato il più difficile. A causa dell'accumulo di feci avvelena il corpo con le tossine. Appaiono distensione addominale, nausea e vomito. La paralisi si sviluppa nel segmento intestinale interessato. I sintomi includono bassa pressione sanguigna e alta temperatura corporea. Senza trattamento, la malattia è fatale.

Dolore addominale parossistico o persistente, diarrea, vomito con contenuto di bile

Diagnosi di mesotrombosi

La diagnosi di trombosi dei vasi mesenterici consiste in:

  • presa della storia;
  • emocromo generale e dettagliato;
  • Raggi X;
  • laparoscopia;
  • laparotomia;
  • Scansione TC;
  • angiografia vascolare;
  • colonscopia;
  • Endoscopia.

Sulla base dei dati ottenuti, il medico fa una diagnosi e prescrive il trattamento appropriato.

Solo un metodo radicale che non può essere rinviato.

Il trattamento conservativo viene effettuato nella fase in cui la malattia non progredisce. I medici prescrivono iniezioni speciali e inalazioni per fluidificare il sangue ("Eparina"). Obbligatorio è l'uso di anticoagulanti, trombolitici e agenti antipiastrinici.

Se il paziente si è girato troppo tardi, l'unica possibilità per un risultato favorevole è la chirurgia. Un metodo così radicale viene eseguito nel caso dell'inefficacia del trattamento farmacologico.

La trombosi intestinale mesenterica viene trattata con un intervento chirurgico d'urgenza.

Per ripristinare il flusso sanguigno, è possibile un intervento chirurgico sul vaso mesenterico - endoarteriectomia, resezione con protesi dell'area danneggiata, creazione di una nuova anastomosi con l'aorta addominale. Se non è possibile ripristinare la vitalità dell'intestino, durante l'operazione il medico rimuove la parte danneggiata del tessuto intestinale e punti insieme le parti sane.

Dopo l'intervento, al paziente viene prescritto un farmaco come terapia adiuvante.

Durante la riabilitazione è raccomandato:

  • eliminare il sollevamento pesi e il bagno;
  • seguire una dieta;
  • condurre la terapia fisica;
  • mantenere l'igiene;
  • subire un esame tempestivo da un medico.

Trombosi venosa mesenterica e disturbo del flusso sanguigno misto

Insufficienza acuta del flusso sanguigno si sviluppa spesso a causa del blocco dei vasi venosi, che cattura un'intera sezione del mesentere. Questa condizione patologica si manifesta a causa di un aumento della coagulazione del sangue e di emodinamica centrale e periferica compromessa.

Quando si osservano vasi venosi ostruiti:

  1. La diarrea. Nelle feci appare muco e sangue rosso.
  2. Sensazioni di dolore. Il dolore è noioso, ma dopo l'ingestione del cibo diventa acuto e localizzato sotto l'ombelico.
  3. Infiammazione del peritoneo. Lo stomaco è gonfio, c'è vomito e nausea. La peristalsi no. Inoltre, la temperatura corporea del paziente aumenta, la respirazione diventa intermittente, il battito del cuore rallenta. Nei casi più gravi, il delirio e la confusione sono possibili.

Quando le vene sono bloccate, la prognosi per la persona è favorevole, poiché non vi è una lesione totale e l'intestino continua a ricevere sangue arterioso.

Nella pratica medica, raramente ci sono casi in cui in una parte dell'intestino viene diagnosticato un blocco del vaso venoso e nell'altro - arterioso.

Recensioni

"Mio padre (68 anni) ha avuto un forte dolore allo stomaco. La diagnosi di "ischemia intestinale fase 2". C'era solo una via d'uscita: questa è un'operazione. È andato tutto bene Ora il padre è in riabilitazione. "

"Ho una situazione simile. Mia madre ha avuto la stessa diagnosi. Il risultato è un'operazione. Tutto è andato senza complicazioni, ma il periodo di riabilitazione è stato difficile ".

Trombosi mesenterica (infarto intestinale)

La costante acuta o il dolore che aumenta periodicamente nell'addome, la debolezza, il vomito, la diarrea, le frequenti emissioni di gas per molte persone parleranno di intossicazione alimentare. Un'altra parte della gente dirà che questi sono segni (sintomi) di colica, per esempio, epatica. Si può presumere che si tratti di malattie urologiche, ginecologiche o appendicite peggiorate. Ma in molte di queste malattie manca una malattia più grave, come la trombosi intestinale mesenterica acuta.

Cos'è?

Mesentere è legamenti mesenterici che servono da giunzione intestinale al peritoneo. Sono le principali vie di scambio attraverso le quali passano le terminazioni nervose, l'irrorazione sanguigna e il sistema linfatico.

La trombosi è la formazione di coaguli di sangue nel sistema circolatorio che bloccano il flusso sanguigno. Nel normale funzionamento del corpo, piastrine e fibrina formano coaguli di sangue (coaguli di sangue), progettati per prevenire la perdita di sangue. In patologia, possono formare e muoversi liberamente in tutto il corpo senza avere un effetto positivo.

motivi

Uno dei processi più importanti nel corpo è il processo di coagulazione del sangue. A causa di queste proprietà, in caso di varie emorragie (sanguinamento capillare, venoso, arterioso, interno), l'area lesa viene chiusa da un coagulo (trombo). Questo processo consente di evitare grandi perdite di sangue e persino la morte.

La causa delle gravi violazioni del flusso sanguigno arterioso sono l'età e le malattie che scorrono rapidamente: si formano coaguli di sangue (coaguli di sangue). E coaguli di sangue nei vasi, raggiungendo i punti più stretti, bloccano i corridoi e l'alimentazione si arresta, il che porta alla morte e alla rottura di tessuti e vasi.

Gruppo di rischio

Lo sviluppo di coaguli di sangue in tutte le parti dell'arteria mesenterica è inerente alla trombosi mesenterica (infarto intestinale). Come mostrano le statistiche, la parte superiore dell'arteria è spesso soggetta a blocco con placche di sangue. Gli esperti distinguono tra trombosi arteriosa e venosa.

A causa del fatto che le violazioni del lavoro delle navi colpiscono principalmente gli anziani, quindi, nei pazienti giovani, è stata osservata una trombosi mesenterica intestinale, in casi estremamente rari.

La trombosi mesenterica dell'intestino tenue dipende proporzionalmente dalla presenza di cardiosclerosi in una persona, dall'endocardite di varie forme, dall'aneurisma. Come risultato di un attacco di cuore, si formano coaguli di sangue che coprono il danno risultante. Pertanto, il prossimo gruppo a rischio che potrebbe ammalarsi di questa malattia è costituito da persone che hanno subito un infarto miocardico.

I coaguli di sangue sono molto pericolosi a causa del loro comportamento imprevedibile. Sono in grado di muoversi intorno al corpo. Quando un coagulo di sangue raggiunge i vasi del mesentere e li intasa, l'alimentazione di varie parti del flusso sanguigno si arresta, la circolazione sanguigna si arresta o si ferma completamente, il che può portare a tragedia.

Il prossimo gruppo suscettibile allo sviluppo della trombosi è rappresentato da persone affette da malattie accompagnate da sanguinamento interno. Dal momento che il sanguinamento è la causa di coaguli di sangue. Forti infezioni intestinali, malattie croniche, tumori che interferiscono con il normale funzionamento dei vasi intestinali e lesioni possono essere aggiunte a questa serie di cause.

sintomi

I sintomi della trombosi mesenterica intestinale si manifestano con dolore acuto addominale acuto, parossistico acuto, accompagnato da vomito, diarrea. E la frequenza delle manifestazioni dipende dal luogo in cui si è verificato il blocco della nave, dal volume dell'area che era rimasta senza afflusso di sangue, così come dal tipo di sistema circolatorio a cui è attaccata l'area interessata.

Un esempio lampante della manifestazione della trombosi del cieco, è la sovrapposizione parziale del flusso sanguigno nella parte centrale dell'arteria mesenterica. In caso di blocco della parte superiore dell'arteria, l'apporto di sangue all'intestino tenue e parte dello spessore (alla parte destra) può essere completamente bloccato.

Grave dolore addominale con vomito e diarrea, può essere un sintomo di trombosi mesenterica intestinale

palcoscenico

I medici distinguono tre fasi nel corso della trombosi intestinale mesenterica:

  • ischemia, accompagnata da un piccolo flusso di sangue alle pareti dei vasi sanguigni. Un ritorno al normale funzionamento del corpo in questa fase è ancora possibile;
  • attacco di cuore, accompagnato da un aumento delle tossine nel corpo, cambiamenti irreversibili nei tessuti della cavità addominale. La pelle acquisisce pallore e, in alcuni punti, cianosi (acrocianosi della pelle);
  • peritonite, accompagnata da grave intossicazione, lo sviluppo di infiammazione del peritoneo e, di conseguenza, un aumento della temperatura.

Fase 1. Ischemia. In questa fase, la trombosi dei vasi intestinali inizia con un dolore addominale insopportabile. La maggior parte dei pazienti ha notato: vomito, con il rilascio di bile per le prime ore di tempo dell'attacco. La diarrea è anche possibile. Tutto quanto sopra può parlare di intossicazione alimentare, così tante persone rimandano l'accesso a un medico, che porta a conseguenze negative.

Necrosi dei tessuti intestinali durante ischemia

Stadio 2. Infarto intestinale. Quando le navi cercano di spingere ulteriormente un coagulo di sangue, la pressione aumenta in loro, il che porta alla loro rottura. In questa fase, la diarrea si ferma e si trasforma in stitichezza. Come risultato di cambiamenti patologici, il sangue appare nelle feci. La sua quantità è piccola, che è una caratteristica della trombosi intestinale mesenterica.

Con l'accumulo di sangue nell'intestino, le foche si sentono nell'ombelico. In medicina, questa è chiamata sindrome di Mondor.

Un forte dolore può sviluppare uno stato di shock. Durante questo periodo, le persone sono molto irrequiete, il pallore delle mani e del viso, così come la cianosi nella zona del triangolo naso-labiale (cianosi), non è raro, tutto questo può essere accompagnato da un aumento della pressione sanguigna fino a 60 unità (le statistiche mostrano che solo le persone con coaguli di sangue nella parte superiore dell'arteria).

Il sollievo temporaneo al paziente arriva dopo aver rotto la nave. Rimane un dolore significativamente ridotto, ma permangono problemi con la sedia. L'addome è gonfio e morbido. I sintomi di peritonite (un sintomo di Shchekin) sono assenti.

Stadio 3. Peritonite. Manifestazioni di peritonite nella diagnosi di trombosi intestinale mesenterica sono le seguenti:

  • tensione della parete addominale anteriore;
  • Il sintomo di Shchekin non appare immediatamente;
  • il processo infiammatorio è diretto verso l'alto.
  • Fallimento e flatulenza delle feci, in questa fase, cessano.

diagnostica

La diagnosi di trombosi intestinale mesenterica può essere effettuata solo dopo aver condotto studi clinici e di laboratorio. Il volume minimo di diagnostica prescritta è un esame completo del sangue e delle urine e degli ultrasuoni (US).

In base ai risultati dell'analisi generale del sangue, appare uno spostamento nella formula dei leucociti (a sinistra), sullo sfondo della conta dei leucociti elevati (40-109) e di ESR.

trattamento

La trombosi mesenterica dei vasi intestinali in tutte le fasi del suo sviluppo è trattata solo con l'aiuto dell'intervento chirurgico.

Possibili soluzioni al problema durante l'operazione:

  • rimozione di coaguli di sangue (coaguli di sangue);
  • ricostruzione dell'arteria mesenterica;
  • rimozione delle aree intestinali con necrosi.

È possibile aumentare le possibilità di un recupero riuscito combinando azioni durante un'operazione. La resezione simultanea di parti morte e la ricostruzione di parti remote non garantiscono pienamente il recupero.

La patologia dei vasi intestinali ha un alto tasso di mortalità nel periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico (tre quarti dei pazienti muoiono). Questo tasso di mortalità è associato al trattamento differito e alla diagnosi tardiva di questa grave malattia. Anche l'autotrattamento ha un effetto negativo.

Su una nota

È molto importante monitorare lo stato della propria salute a tutte le persone, ma un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta agli anziani e alle persone con malattie croniche. È questo gruppo di persone più sensibili alla formazione di coaguli di sangue, che aumenta il rischio di gravi complicanze e persino la morte nello sviluppo di trombosi mesenteriale di vasi intestinali.

Dolore addominale grave (insopportabile) è una seria ragione per chiedere aiuto immediato ai medici. E quando sorge il bisogno e ricoverato in ospedale.

Pinterest