Aterosclerosi delle arterie carotidi: occorrenza, manifestazioni, diagnosi, trattamento, prognosi

L'aterosclerosi è una malattia cronica caratterizzata da un disturbo del metabolismo del colesterolo, un eccessivo accumulo di quest'ultimo nel sangue con la deposizione di placche di colesterolo nel rivestimento interno dei vasi sanguigni. L'aterosclerosi è una malattia abbastanza comune negli ultimi anni e si verifica in più del 50% delle persone sopra i 45-50 anni. Molto spesso, i depositi aterosclerotici sono osservati nella parete delle arterie che alimentano il cervello, il cuore, gli arti inferiori e l'aorta. Tale localizzazione è piena di complicazioni terribili: ictus, infarti e cancrena degli arti inferiori. A questo proposito, uno dei più pericolosi tipi di aterosclerosi è la deposizione di placche nelle arterie carotidi.

Cosa succede con l'aterosclerosi carotidea?

Le arterie carotidi sono vasi che trasportano sangue ossigenato al cervello. La mancanza acuta o cronica di ossigeno nelle cellule cerebrali porta a una violazione delle sue funzioni, comprese quelle vitali. Nell'aterosclerosi, il colesterolo, che circola eccessivamente nel sangue, si deposita nell'intima delle arterie carotidi, danneggiando la parete vascolare dall'interno. Il restringimento del lume allo stesso tempo può variare notevolmente, raggiungendo in casi gravi la sovrapposizione quasi completa della nave.

A seconda di quanto il lume del vaso è occluso in percentuale, l'aterosclerosi delle arterie carotidi può essere stenotica e non stenotica, oltre che multifocale. Di conseguenza, nel primo caso, il lume dell'arteria si riduce di oltre il 50% e nel secondo di meno del 50%. L'aterosclerosi multifocale è la deposizione di placche nel lume di diverse arterie, ad esempio nel comune, nell'arteria carotide interna e esterna.

Il pericolo di tali placche è che le piastrine iniziano a depositarsi sulla placca a causa del danno dell'intima: si forma un coagulo di sangue che, con il flusso sanguigno, penetra in vasi intracranici più profondi, causando un ictus ischemico acuto. Secondo le statistiche, l'aterosclerosi porta a complicanze fatali dall'1 al 5% tra tutti i pazienti con placche nelle arterie carotidi. Le conseguenze di un ictus sono sia la paralisi parziale del paziente, sia lo stato vegetativo completo del paziente. Pertanto, ogni medico dovrebbe sapere ed essere in grado di diagnosticare l'aterosclerosi, e gli adulti sopra i 40 dovrebbero prendersi cura del proprio stile di vita e salute e ricordare le ragioni dello sviluppo dell'aterosclerosi.

Cosa può portare all'aterosclerosi carotidea?

La causa più importante della formazione della placca è uno squilibrio nel metabolismo del colesterolo. Pertanto, il colesterolo circolante nel sangue è suddiviso in colesterolo contenuto in lipoproteine ​​basse, molto basse e ad alta densità. I primi due tipi mostrano il livello di colesterolo "cattivo" nel sangue e maggiore è il rischio di aterosclerosi. Alta densità significa il contenuto di colesterolo "utile" in queste lipoproteine, che è molto importante nella sintesi di molte sostanze nel corpo, in particolare, ormoni sessuali e steroidi. Quindi, il rapporto sbagliato di queste particelle porta ad un aumento dei livelli di colesterolo, che danneggiano la parete vascolare dall'interno.

I principali fattori di partenza per lo squilibrio del metabolismo del colesterolo con la deposizione di placca nelle arterie carotidi includono quanto segue:

  • Dislipidemia ereditaria - una condizione in cui il corpo umano ha inizialmente una tendenza al dismetabolismo del colesterolo,
  • Sesso e età - la lesione vascolare inizia all'età di oltre 45 anni per gli uomini e oltre 55 per le donne,
  • Cattive abitudini: contribuiscono al danno intimo dall'interno, che viene quindi facilmente depositato sulle lipoproteine,
  • Le persone con obesità sono più a rischio di malattia arteriosa aterosclerotica,
  • La presenza di diabete mellito crea uno sfondo premorboso sfavorevole per lesioni delle arterie carotidi,
  • Dieta scorretta con l'assunzione di grasso in eccesso e colesterolo nel corpo umano dall'esterno.

Naturalmente, solo uno di questi fattori non è sufficiente a danneggiare le arterie carotidi, ma una combinazione di due o più fattori contribuisce alla rapida progressione e al danneggiamento di diverse navi contemporaneamente.

Come appare la placca nell'arteria carotide?

I sintomi dell'aterosclerosi di questa posizione non sono strettamente specifici e la loro gravità dipende dal grado di restringimento del lume del vaso.

  1. Vertigini, mal di testa frequenti, stanchezza e sonnolenza,
  2. Disturbi dell'andatura, tremori quando si cammina, squilibri,
  3. Visione offuscata, visione offuscata, offuscata,
  4. Una sensazione di intorpidimento in qualsiasi metà del viso, del collo, degli arti superiori
  5. Compromissione cognitiva - perdita di memoria, instabilità psicoemotiva, ecc.

L'aterosclerosi stenosante, a sua volta, può portare ad un ictus ischemico acuto. I sintomi principali di quest'ultimo sono disfunzioni del sistema nervoso di diversa gravità - da paresi e paralisi minori con funzione del linguaggio intatto o lievemente alterata per completare la paralisi del paziente con completa mancanza di linguaggio e grave disordine di deglutizione, respirazione e altre funzioni vitali del corpo.

Come rilevare la placca nell'arteria carotide?

Dopo che il paziente ha raccontato in dettaglio le sue lamentele, il medico potrebbe già sospettare un danno aterosclerotico alle arterie carotidi. Ma se stiamo parlando di disturbi minori che non violano lo stato oggettivo del paziente, possono essere scambiati per manifestazioni di osteocondrosi cervicale e alcune altre malattie.

Ecco perché, dopo ogni visita a un medico, i seguenti metodi di ricerca sono mostrati a qualsiasi paziente:

  • Ultrasuoni dei vasi del collo e della testa - con l'aiuto degli ultrasuoni la parete vascolare e i depositi patologici in esso sono ben visualizzati.
  • La scansione duplex delle arterie carotidi viene eseguita con ultrasuoni e consente di valutare il flusso sanguigno nei vasi.
  • L'angiografia è uno studio della struttura e della permeabilità di una nave con l'aiuto di una sostanza radiopaca iniettata nel sangue, seguita da scansioni a raggi X, TC o MRI.
  • La risonanza e la risonanza magnetica (TC e RM) vengono eseguite non solo se si sospetta una TIA - un attacco ischemico transitorio (stato pre-insulto), ma anche ictus ischemico acuto (accidente cerebrovascolare acuto - circolazione cerebrale acuta) causato da un blocco completo o quasi completo lume dell'arteria carotide o uno dei suoi rami. Inoltre, questi metodi sono mostrati quando si effettua una diagnosi differenziale tra ictus e altre patologie intracraniche (tumori, malformazioni, aneurisma, ecc.).

Quali sono le conseguenze e come evitarle?

ictus ischemico - una conseguenza dell'osteosclerosi stenosante

Le conseguenze dell'aterosclerosi possono essere acute o croniche. Nel primo caso, ovviamente, stiamo parlando di un ictus. Questa è una grave complicazione dell'aterosclerosi, che può essere fatale. In ogni caso, anche se il paziente rimane in vita, la qualità della sua vita ne risentirà notevolmente, poiché durante il periodo di recupero sarà necessario un lungo periodo di riabilitazione e molti sintomi potrebbero rimanere per il resto della sua vita.

Le conseguenze dell'aterosclerosi non stenotica sono una rottura cronica dell'afflusso di sangue al cervello, che porta all'encefalopatia. Questi sono cambiamenti morfofunzionali nei neuroni del cervello, le cui manifestazioni cliniche sono disturbi cognitivi, motori e del linguaggio. Di norma, i pazienti con aterosclerosi soffrono anche di ipertensione e, dopo i quarant'anni, iniziano i problemi con la colonna cervicale. Pertanto, l'encefalopatia in questi casi è mista, e nella conclusione di un neurologo, è possibile vedere una conclusione come encefalopatia di natura aterosclerotica, ipertensiva e vertebrale.

Come trattare l'aterosclerosi carotidea?

Nel caso in cui la placca nell'arteria carotide non sia solo emersa e cresciuta, ma abbia già portato alla comparsa di sintomi dal sistema nervoso, è necessario pensare a misure correttive. Il punto di trattamento qui non è quello di assicurare che questa placca si dissolva miracolosamente, ma per impedire la sua destabilizzazione, poiché in caso di rottura del suo guscio, un coagulo di sangue di solito si verifica in questo luogo, che può causare un ictus.

Un fattore importante nel trattamento dell'aterosclerosi è la normalizzazione del colesterolo, perché se il livello del sangue è nel range normale, la placca non crescerà. È abbastanza possibile abbassare il colesterolo con l'aiuto di una dieta, ma è sufficiente solo se il paziente non ha avuto un attacco di cuore, ictus, stent o bypass delle arterie coronarie (condotto proprio a causa delle placche, ma nelle arterie del cuore), così come il diabete mellito. Altrimenti, il trattamento dell'aterosclerosi inizia di solito immediatamente con la somministrazione di farmaci ipolipemizzanti - statine, ad esempio farmaci come la simvastatina (vazilip, simal 10-40 mg durante la notte), atorvastatina (atoris, torvakardd 10-40 mg durante la notte), rosuvastatina ( Crestor 5-40 mg di notte), pitavastatina (Livazo 1-4 mg durante la notte).

Oltre alle statine, è indicata la somministrazione di farmaci antiagregani a base di aspirina, poiché contribuiscono alla riduzione della trombosi, che è molto importante in una nave affetta da placca. Quindi, vengono usati lo spioncino, l'acecardolo, il trombotico e molti altri farmaci moderni. Accettiamo anche aspirina semplice, ma di solito in una dose di ¼ compresse (125 mg).

Nel caso in cui il lume del vaso sia chiuso di oltre il 50%, il medico dopo un esame approfondito può eseguire un trattamento chirurgico dell'aterosclerosi. Attualmente vengono utilizzate le seguenti tecniche: endoarteriectomia carotidea, coagulazione laser della placca e stenting dell'arteria carotide.

La prima tecnica consiste nell'asportazione di una parte dell'arteria interessata da una placca, con l'imposizione di una sutura microchirurgica sulla nave resecata. L'uso di un laser risolve un problema come la rimozione della placca senza l'escissione della nave. L'introduzione dello stent consente di espandere il restringimento dovuto all'area della placca dell'arteria. Ognuna di queste tecniche ha le proprie indicazioni e controindicazioni, quindi il metodo dell'intervento chirurgico in ciascun caso viene scelto in modo strettamente individuale.

I trattamenti tradizionali sono accettabili?

Quando si parla di aterosclerosi carotidea, qualsiasi autotrattamento può costare una vita a una persona. Pertanto, l'uso indipendente di tinture, decotti alle erbe e infusi è severamente proibito. Se il paziente è più incline a fidarsi delle ricette popolari, può consigliare alcuni prodotti e piante, ma solo in combinazione con i farmaci, se sono prescritti da un medico! Rosa canina, banane, patate (solo non fritte), cipolle, aglio, limoni e barbabietole - questo è lontano da un elenco esauriente di prodotti che sono comunemente raccomandati per i pazienti con aterosclerosi.

prospettiva

La prognosi dell'aterosclerosi in quanto tale, e l'aterosclerosi delle arterie carotidi in particolare, è molto ambigua. Succede così che il paziente si sente bene per molti anni, e una volta che ha un ictus ischemico in rapido sviluppo, portando alla morte. Al contrario, l'aterosclerosi non stenotica che si manifesta cronicamente causa molti sintomi in un paziente, ma vive con loro, viene trattato e, in linea di principio, può mantenere l'attività lavorativa per molti anni. Pertanto, è quasi impossibile prevedere come si comporterà la placca nell'arteria carotide. Resta solo da ricordare sullo stile di vita corretto, prendendo farmaci prescritti da un medico e visita medica regolare con un'ecografia delle arterie carotidi.

Bomba a orologeria - placche di colesterolo nell'arteria carotide

La formazione di placche aterosclerotiche nelle arterie carotidi porta a una ridotta circolazione del sangue nel cervello. Manifestazioni sono assenti nella fase iniziale, quindi si verificano encefalopatia dyscirculatory, attacchi transitori o ischemia acuta (ictus). Per il rilevamento mediante ultrasuoni, risonanza magnetica, CT. Un'operazione viene utilizzata per la rimozione, i farmaci e le fitopreparazioni possono rallentare la progressione dei disturbi vascolari (in caso di scarso flusso di sintomi).

Leggi in questo articolo.

Cause della formazione di placca nell'arteria carotide

Le cause più comuni della comparsa di cambiamenti nelle arterie nell'aterosclerosi sono:

  • diminuzione correlata all'età dell'elasticità arteriosa;
  • predisposizione genetica;
  • il fumo;
  • elevata pressione sanguigna;
  • dieta malsana con una predominanza di cibi grassi, fritti, salati e piccanti, eccesso di cibo, mancanza di verdure fresche e frutta, grassi vegetali insaturi, pesce;
Come si forma la placca aterosclerotica
  • l'obesità;
  • mancanza di esercizio;
  • la menopausa;
  • sindrome metabolica;
  • diabete mellito;
  • ebbrezza;
  • dipendenza da bevande alcoliche;
  • infezioni croniche;
  • sovratensioni da stress frequenti.

E qui di più sulle placche aterosclerotiche.

Meccanismo di sviluppo

Il principale fattore nella formazione della placca è il metabolismo dei grassi alterato. Il fallimento del metabolismo porta all'impregnazione dei complessi lipidici a bassa densità dello strato interno delle arterie carotidi. All'inizio appare una colorazione di colesterolo, poi gradualmente si infittisce, le fibre del tessuto connettivo germogliano in essa e si depositano i sali di calcio.

Man mano che la placca cresce, blocca il movimento del sangue, e quando le parti si staccano da esso, si forma l'emboli. Si muovono attraverso i vasi del cervello, causando il loro blocco.

Formazione di macchie di colesterolo

La malnutrizione cronica dei tessuti distrugge gradualmente le funzioni delle cellule cerebrali, che si manifesta sotto forma di encefalopatia dyscirculatory. I suoi sintomi dipendono dalla dimensione della placca, dalla rapidità della crescita e dal potenziale per bypass del flusso sanguigno, che diminuisce significativamente con l'età.

L'ischemia acuta si verifica durante la trombosi. Se un coagulo di sangue o parte della placca non copre strettamente l'arteria, e ci sono vasi collaterali, allora si sviluppa insufficienza di circolazione cerebrale transitoria (transitoria). Il blocco completo provoca ictus ischemico.

Sintomi di aterosclerosi

Dopo un lungo periodo asintomatico, le manifestazioni cliniche di ischemia cerebrale di solito progrediscono costantemente. I primi sintomi si verificano quando la pervietà dell'arteria carotidea diminuisce di oltre la metà.

Nella fase iniziale, è possibile rilevare i segni di astenia:

  • aumento della fatica;
  • vertigini;
  • debolezza costante;
  • irritabilità;
  • apatia;
  • sonnolenza diurna;
  • difficoltà ad addormentarsi durante la notte, a frequenti risvegli.

Quando i cambiamenti ischemici nel cervello aumentano, i pazienti incontrano difficoltà:

  • concentrazione di attenzione;
  • attività intellettuale;
  • rapido processo decisionale;
  • memorizzazione e riproduzione di informazioni;
  • analisi degli eventi e piani
Placca di colesterolo nei vasi della testa (microstrato del cervello)

L'aterosclerosi cerebrale progressiva si manifesta:

  • mal di testa sordo;
  • sensazione di pesantezza o rumore nella testa;
  • sbalzi d'umore;
  • reazioni depressive;
  • tremare quando si cammina;
  • ansia, pianto;
  • ridotta chiarezza della pronuncia delle parole;
  • tremore delle membra e della testa;
  • visione e udito compromessi.

Tali pazienti richiedono un aiuto costante da parte di estranei.

Metodi diagnostici

Nello studio dello stato neurologico, è possibile identificare una violazione del movimento oculare, l'asimmetria delle pupille, una diminuzione o un aumento dei riflessi tendinei, il tremito delle mani tese in avanti, l'incapacità di eseguire test per il coordinamento dei movimenti.

I metodi strumentali e di analisi di laboratorio rivelano:

  • oftalmoscopia - retinopatia aterosclerotica;
  • Ecografia duplex, ecografia TC e RM - presenza di placca, grado di disturbo del flusso sanguigno nell'arteria carotide;
  • EEG - diminuzione dell'attività funzionale del cervello;
  • esame del sangue biochimico - dislipidemia, aumento di colesterolo e trigliceridi, glucosio (nel diabete), aumento della tendenza alla trombosi.

Trattamento farmacologico

Eliminare completamente l'aterosclerosi è impossibile con uno qualsiasi dei metodi conosciuti. Tutti i trattamenti mirano a prevenire la progressione del processo e lo sviluppo di complicazioni.

Per fare questo, prima di tutto, devi cambiare il tuo stile di vita - per escludere fumo, alcol, carne grassa, frattaglie, cibo in scatola, fast food, dolciumi e confetteria. La base della dieta dovrebbe essere costituita da verdure fresche e bollite, frutta, cereali, pesce.

Ogni giorno devi trascorrere almeno 30 minuti di attività fisica (passeggiate, esercizi terapeutici, nuoto, ballo, corsa facile). Nell'obesità, la normalizzazione del peso è un prerequisito per la prevenzione dei disturbi circolatori nel cervello.

La terapia farmacologica comprende i seguenti gruppi di farmaci:

  • ipolipidemico (Simgal, Lovastatina, Zokor);
  • antipertensivi (Enap, Prenes);
  • agenti antipiastrinici (Tiklid, Cardiomagnyl, Aspirina);
  • vasodilatatori (Agapurin, Cavinton, Nimotop, Sermion);
  • nootropics (Fenotropil, Glycine, Somazina);
  • stimolanti dei processi metabolici (Memoplant, Citocromo, Actovegin).

Cancellazione per operazione

Le indicazioni per il trattamento chirurgico sono:

  • attacchi ripetuti di ischemia cerebrale;
  • ictus;
  • restringimento del lume dell'arteria carotidea di oltre il 70%;
  • placca instabile.

In questo caso, la placca di colesterolo può essere rimossa con una parte del rivestimento interno (endoarteriectomia della zona carotidea) e la formazione di un composto che aggira il sito dell'ostacolo (smistamento). In alcuni casi, viene assegnata la dilatazione del palloncino con l'installazione di una struttura metallica: uno stent o una carotide protesica.

Guarda il video sul concetto di rimozione della placca di colesterolo:

Come rimuovere i metodi popolari

La fitoterapia è indicata solo per le prime manifestazioni di aterosclerosi o per la prevenzione della sua insorgenza nell'ipertensione, nel diabete, nell'eredità gravata, nella vecchiaia. Per fare questo, utilizzare le erbe che impediscono la penetrazione del grasso nel rivestimento interno delle arterie, migliorare la neutralizzazione del colesterolo da acidi biliari e promuovere la rimozione dei lipidi in eccesso dal corpo.

I tè medicinali possono includere:

  • fiori di trifoglio rosso;
  • foglie e frutti di gelso;
  • bacche e fiori di biancospino;
  • erba poligonale;
  • foglia di lampone;
  • Bacche di Aronia;
  • Fiori di rosa del Sudan;
  • Erba dello zucchetto di Baikal;
  • Erba di astragalo;
  • frutti di rosa canina.

Per la pulizia delle navi arteriose, viene utilizzata una collezione di parti uguali di fiori di immortelle e camomilla, erba di erba di San Giovanni e germogli di betulla. Un cucchiaio viene versato 400 ml di acqua bollente, posto in un thermos durante la notte. L'infusione viene effettuata in 200 ml al mattino e alla sera prima di coricarsi con l'aggiunta di un cucchiaino di miele di tiglio.

E qui di più sull'aterosclerosi stenotica.

La placca di colesterolo nelle arterie carotidi riduce il flusso di sangue al cervello. Questo si manifesta con encefalopatia dyscirculatory o attacco ischemico transitorio. Con il blocco completo, si verifica un ictus ischemico. Nei primi stadi dell'aterosclerosi porta a sintomi aspecifici di astenia, con la progressione della comparsa di demenza.

Utilizzato per il trattamento di farmaci, la rimozione chirurgica, con lo scopo preventivo può essere utilizzato erbe.

Video utile

Guarda il video sull'aterosclerosi carotidea:

L'aterosclerosi dei vasi del collo ha gravi conseguenze per il paziente. È più importante prevenire lo sviluppo della malattia. Cosa succede se la malattia è già iniziata?

Nei casi difficili, l'assunzione di statine per l'aterosclerosi è prescritta per tutta la vita. Svolgono un ruolo importante nel trattamento dei vasi cerebrali, nella prevenzione della coronaropatia e di altre malattie. Ci sono naturali e droga.

L'endarterectomia carotidea viene eseguita come metodo per prevenire l'ictus. L'operazione può essere eseguita sulle arterie carotidi. È considerato abbastanza benigno. Il recupero dall'endarterectomia dell'eversione è rapido.

A causa dell'aterosclerosi e di altre malattie, può verificarsi stenosi carotidea. Può essere critico ed emodinamicamente significativo, avere gradi diversi I sintomi suggeriscono opzioni di trattamento, anche quando è necessario un intervento chirurgico. Qual è la prognosi per la vita?

Dopo 65 anni, l'aterosclerosi non stenotica dell'aorta addominale e delle vene iliache si verifica in 1 persona su 20. Quale trattamento è permesso in questo caso?

Le placche aterosclerotiche compaiono in quasi tutte le navi: l'arteria carotide, l'aorta, i vasi del collo, l'aorta addominale. Possono essere eterogenei, calcinati. Cause di sedimenti - colesterolo alto, eredità. Il trattamento può essere effettuato con metodi popolari, farmaci, dieta. La rimozione viene eseguita in modo operativo.

A causa dell'aumento del livello di glucosio, colesterolo, pressione sanguigna, cattive abitudini, si sviluppa l'aterosclerosi stenosante. Non è facile identificare i segni di eco del BCA, delle arterie coronarie e carotidi, dei vasi degli arti inferiori, dell'aterosclerosi cerebrale e più è difficile trattarlo.

L'aterosclerosi delle arterie renali si sviluppa a causa dell'età, delle cattive abitudini, del sovrappeso. Inizialmente, i sintomi sono nascosti, se si manifestano, la malattia progredisce notevolmente. In questo caso sono necessari farmaci o interventi chirurgici.

Per prevenire ictus ricorrenti, con pressione elevata e altri problemi con le arterie, si consiglia di eseguire stenting di vasi cerebrali. Spesso l'operazione migliora significativamente la qualità della vita.

Placca carotidea

L'aterosclerosi delle arterie carotidi è una delle malattie più pericolose che possono minacciare una persona non solo con il deterioramento della salute, ma anche con la disabilità e persino essere fatale. Le placche nella carotide compromettono l'afflusso di sangue al cervello e quindi lo privano della sua nutrizione e della sua capacità di funzionare normalmente. La composizione della placca qui è essenzialmente la stessa di altre navi, vale a dire la deposizione di colesterolo. Accoppiato con tessuto connettivo e altre frazioni lipidiche, la placca nell'arteria carotide diventa una solida formazione. Quando ciò si verifica, il blocco o la stenosi della nave. Flusso sanguigno indebolito può persino causare trombosi carotidea o ictus cerebrale. Se in uno stato normale il diametro dell'arteria carotide è massimo, quindi in presenza di depositi sotto forma di placca, il lume può essere prestato più della metà. È anche importante che il paziente sappia che la presenza di placca nell'arteria carotide indica che è più probabile che siano presenti in altri vasi, perché qui compaiono per ultimi, il che significa che questa malattia deve essere trattata il più presto possibile.

Come si forma una placca nell'arteria carotide

Nella regione cervicale di ciascuna persona, 2 arterie carotidi passano contemporaneamente, più 2 vertebrati sui lati sinistro e destro. Attraverso queste arterie del rachide cervicale, il sangue scorre verso il viso e il cervello. Rispetto al flusso sanguigno nella colonna vertebrale, nella regione cervicale tutto accade molto più intensamente e qualsiasi deviazione dalla norma riduce significativamente il flusso sanguigno e compromette la qualità della vita umana. Ecco perché il significato delle arterie carotidi è così alto.

Naturalmente, il processo non avviene in un giorno, e anche a volte non in un anno, tuttavia, l'aspetto della malattia è caratterizzato da una certa sequenza di cambiamenti che si verificano nel corpo umano. Innanzitutto, affinché tali cambiamenti si verifichino, una persona deve avere alcuni prerequisiti e condizioni favorevoli. Questo può essere un gap microscopico nell'arteria carotide, dove il colesterolo ha maggiori probabilità di essere depositato. Il lento flusso di sangue in una certa area è un'altra possibilità per la formazione di una placca in questo luogo. Infine, i medici notano che molto spesso un tale problema si verifica alla forcella dell'arteria carotide, dove le pareti dei vasi sono più sottili.

Quindi, i prerequisiti diretti per la comparsa di crescite di colesterolo sulle pareti dell'arteria carotidea sono il consumo eccessivo di alimenti grassi ricchi di lipoproteine ​​a bassa densità.

Per una persona sana, è improbabile che un aumento dell'apporto calorico porti a problemi nel sistema cardiovascolare, tuttavia, se l'eccesso di cibo si verifica regolarmente, i meccanismi di difesa del corpo iniziano a fallire. Se di solito gli enzimi parietali aiutano a scomporre il grasso, quindi con un eccesso di cibo ipercalorico, non sopportano la quantità di lavoro che devono svolgere. E così, composti complessi da lipidi, proteine ​​e colesterolo si formano nella cavità dei vasi sanguigni e delle arterie. Questi piccoli grumi possono migrare nel sistema vascolare e attaccarsi al punto più debole dove la superficie della parete è sciolta ed edematosa. È probabile che questo attaccamento si verifichi nell'arteria carotide.

Dopo che il tessuto adiposo si è unito al muro, c'è un aumento del tessuto connettivo fresco. Gli esperti chiamano questa fase liposclerosi. Dopo un po 'di tempo, la crescita è già completamente formata e fissata al muro. Successivamente, la placca aterosclerotica continuerà a crescere.

Gli specialisti dividono la placca sclerotica in due parti: il nucleo e il coperchio (strato esterno). Il nucleo è costituito da colesterolo libero con una piccola quantità di etere, che aiuta a consolidare. Vicino al nucleo, si notano strutture cellulari "schiumose". Questi sono macrofagi, che per la maggior parte sono costituiti da grasso. Nel tempo, i componenti grassi infettano i macrofagi e penetrano nel nucleo.

Lo strato esterno della placca aterosclerotica è una membrana fibrosa con fibre di elastina e collagene. La percentuale di collagene ed elastina influisce direttamente sulla capacità di rottura del pneumatico.

Nelle fasi iniziali, le placche carotidee non sono così forti. Il loro contenuto può essere chiamato semi-liquido e quindi capace di dissolversi. Naturalmente, se una persona fosse a conoscenza della sua esistenza in quel momento, il trattamento sarebbe molto più facile. A proposito, anche in questa fase, la placca aterosclerotica è già un grande pericolo. Con la separazione dei singoli elementi di crescita può essere una chiusura completa della nave. Questo blocco del lume dell'arteria carotidea si verifica nel caso in cui la parte staccata si fermi in una sezione diversa e più stretta, ad esempio, all'incrocio.

Nel corso del tempo, il guscio esterno viene compattato. Accumula sali di calcio, che gli conferiscono inoltre durezza. Inizia così la fase finale della formazione della placca aterosclerotica - aterocalcinosi. Ora questa placca di colesterolo cresce lentamente, è stabile e completamente immobile. In questo momento c'è un deterioramento del flusso sanguigno in quest'area. A proposito, anche una placca stabile può svilupparsi ulteriormente, ma ciò avverrà per diversi anni. Il collagene, che è contenuto in esso, aiuta le pareti della placca a rimanere elastiche e ne impedisce la rottura.

Se la composizione della placca è una percentuale maggiore di lipidi, allora questa formazione è considerata instabile. Ciò significa che rimane la probabilità della sua rottura, che può portare a trombosi.

Esiste anche una placca aterosclerotica eterogenea. In questo caso, il decorso della malattia è complicato da emorragie e ulcerazioni che si verificano regolarmente sulla superficie della placca di colesterolo. I contorni di questa formazione sono irregolari, in superficie ci sono cavità sciolte.

Le fasi di formazione della placca nell'arteria carotide

  1. L'accumulo nei vasi di macchie di grasso che non possono essere dissolti.
  2. Il processo coinvolge le cellule infiammatorie - linfociti T e monociti.
  3. I monociti migrano nella parete arteriosa, deformando in tal modo l'endotelio e formando cellule di schiuma.
  4. Le piastrine del sangue sono attratte dall'area danneggiata.
  5. Come risultato del danno all'endotelio, il corpo secerne i mediatori della protezione cellulare, e cerca anche di aumentare attivamente l'area danneggiata.
  6. Una maggiore produzione di collagene ed elastina porta al loro accumulo locale e all'aspetto del tubercolo nel lume libero della nave.
  7. L'accumulo è compattato e aumentato di dimensioni.

sintomi

Potrebbero non apparire per un tempo molto lungo, e qui sta un grande pericolo. I segni tangibili possono essere diversi e dipendono da molti fattori: la dimensione dei depositi, la localizzazione e così via. Molto spesso, con una diminuzione del flusso sanguigno in una certa area, la fatica appare dopo l'esercizio o qualsiasi accelerazione della circolazione sanguigna. Molti pazienti notano un leggero dolore, ma non gli prestano abbastanza attenzione. E, naturalmente, il sintomo della decomposizione di una placca di colesterolo instabile è un attacco di cuore o ictus.

Più spesso, i sintomi vanno di pari passo con i segni che si osservano nei pazienti con obesità. Quindi, possono verificarsi e attacchi ischemici, durante i quali può essere osservato:

  1. Confusione di parola. L'afflusso di sangue al cervello porta a molteplici cambiamenti, i cui sintomi possono includere confusione nella parola. Tale mancanza di ossigeno nel cervello impedisce a una persona di fare anche una semplice frase.
  2. Intorpidimento. Appare improvvisamente ed è localizzato solo su un lato del corpo.
  3. Deterioramento della visione di un occhio. Sintomo molto terribile, parlando dello stato pre-ictus del corpo.
  4. Debolezza. Forse il sintomo più insignificante, secondo i pazienti. Il fatto è che la placca aterosclerotica chiude il flusso sanguigno, causando una mancanza di ossigeno. A sua volta, il corpo attiva la modalità "risparmio energetico". Il paziente si sente sempre stanco, cronicamente, e perfino si sente esausto senza lavoro fisico.

Per ogni singola persona, i sintomi possono essere più pronunciati o miti. In alcuni pazienti, c'è un solo sintomo dall'elenco, mentre altri descrivono il quadro clinico completo. Inizialmente, gli episodi ischemici possono essere molto brevi, fino ad un'ora, e quindi possono durare quasi un giorno. Nel tempo, i periodi tra gli attacchi possono essere ridotti e ora la persona diventa un cardiologo paziente che ha bisogno di cure immediate.

diagnostica

Prima di trattare un paziente, è necessario chiarire l'intero quadro clinico e delineare un piano d'azione. Prima dell'inizio della diagnosi con dispositivi speciali, il medico dovrebbe essere tenuto a consultare. Intervistare un paziente ti aiuterà a scoprire con maggiore precisione quali sono i sintomi prevalenti e quando appaiono più spesso, oltre a chiarire la storia del disturbo e scoprire alcune caratteristiche di una specifica storia medica. È assolutamente necessario identificare tutti i fattori di rischio che includono non solo l'eccesso di cibo, ma anche l'ereditarietà, il fumo, lo stress regolare, l'inattività fisica, le infezioni pregresse e l'età oltre i 35 anni.

Obbligatorio deve essere l'auscultazione delle arterie carotidi. Questo aiuta a rilevare correnti parassite, il che significa che c'è un restringimento in quest'area dei vasi. Quindi puoi procedere ai metodi diagnostici strumentali. Ce ne sono diversi:

  • scansione di ultrasuoni complessi;
  • terapia di risonanza magnetica;
  • misurazione della pressione sanguigna;
  • tomografia computerizzata con angiografia.

L'ecografia Doppler è un metodo molto informativo. L'ultrasuono consente di vedere la struttura della nave e il flusso sanguigno in essa. Le placche all'interno delle arterie carotidi sono molto ben rilevate da questo metodo. Un medico esperto sarà anche in grado di stimare le loro dimensioni e la composizione, poiché l'ecogenicità delle placche varia a seconda della loro composizione.

La tomografia computerizzata accoppiata con l'angiografia è un metodo che viene utilizzato per ottenere informazioni più dettagliate che non è stato possibile ottenere prima. Per fare ciò, è necessario inserire nel contenitore un agente di contrasto e quindi illuminare tutti i raggi X. Il medico riceve la posizione esatta di tutte le navi, che gli consente non solo di valutare correttamente la scala del danno, ma anche di riflettere su ulteriori azioni e trattamenti futuri. Il metodo è irto del rischio di danneggiare una placca aterosclerotica, che a sua volta può portare alla separazione della sua parte, e quindi a un ictus. Questo è il motivo per cui questo metodo non viene usato così spesso.

La terapia di risonanza magnetica consente di vedere la posizione delle navi senza l'introduzione del contrasto e senza influenzare il paziente con i raggi X. A causa della costosa attrezzatura utilizzata, è possibile trovare un apparecchio per la risonanza magnetica di vasi solo in cliniche di grandi dimensioni, ei pazienti spesso devono attendere in fila, a volte anche per diversi giorni.

Infine, quando si misura la pressione sanguigna in questi pazienti, viene quasi sempre rilevato un aumento di essa. Per un medico, i numeri sono importanti che indicano il grado di danno al sistema vascolare. Inoltre, la pressione del paziente può influenzare il trattamento imminente, vale a dire la scelta dei farmaci.

Trattamento farmacologico

Di solito è chiamato conservativo, perché consente di trattare i pazienti senza chirurgia e la moderna tecnologia medica. I farmaci prescritti da un cardiologo contribuiscono alla riduzione dei lipidi nei vasi sanguigni. Normalizzare i livelli di colesterolo è un passo importante per mantenere in vita un paziente. Permetterà anche di fissare la dimensione della placca aterosclerotica e di prevenirne un'ulteriore crescita.

In caso di pressione sanguigna eccessiva, parte del farmaco sarà mirata a ridurre questo indicatore. Ciò aiuterà il paziente a migliorare il benessere e la qualità della vita.

È obbligatorio assumere farmaci che contribuiscano alla diluizione del sangue. Questo è necessario al fine di prevenire la comparsa di nuove placche. A proposito, tali farmaci sono addirittura prescritti ai medici over 50 oggi. Con l'età, il sangue diventa più viscoso. Sullo sfondo di vasi indeboliti e danneggiati, diventa pericoloso, perché il corpo percepirà qualsiasi danno come un invito all'azione e inizierà attivamente ad addensare questa area di sangue, oltre ad aumentare il numero di piastrine.

Tutti questi farmaci possono anche essere chiamati un trattamento, ma uno stile di vita di una persona che è un paziente di un cardiologo. È importante prendere tutte le droghe regolarmente, e non di tanto in tanto.

Durante l'assunzione di farmaci, è importante eliminare i fattori di rischio. È necessario riconsiderare la tua dieta e immetterti in prodotti ricchi di fibre. Per quanto riguarda l'educazione fisica, è meglio contattare uno specialista. Il fatto è che è impossibile iniziare a esercitare con forza su una persona non preparata. Molto probabilmente, il paziente è sovrappeso e non gli verranno mostrati tutti i tipi di occupazioni. Nel tempo, la quantità di attività fisica può essere aumentata, ma ciò dovrebbe essere fatto gradualmente e solo sotto la supervisione di un allenatore esperto.

È importante durante l'intero periodo di trattamento controllare il corpo. Man mano che la situazione migliora, anche il contenuto dei singoli componenti del sangue cambierà. Anche i rischi per la progressione e le gravi conseguenze tenderanno a zero.

Trattamento chirurgico

L'operazione eliminerà completamente la placca di colesterolo e ripristinerà il flusso sanguigno. La decisione su quale metodo verrà eseguito deve essere presa solo dal medico. Oggi, due tipi di intervento chirurgico sono più comunemente usati per trattare questo problema: angioplastica con palloncino seguita da stenting e endoarterectomia.

Il primo metodo viene eseguito in anestesia locale. Per fare questo, il medico inserisce un palloncino attraverso un catetere nell'arteria femorale o nell'arteria radiale sul braccio. Quando il palloncino raggiunge il punto giusto nell'arteria carotide, espande semplicemente il lume. Più lontano nel posto di restringere stent iniettato. Questa è una piccola rete metallica, che è fissata saldamente al posto del precedente restringimento dell'arteria carotidea e consente quindi di ripristinare il flusso sanguigno.

L'endarterectomia viene eseguita solo in anestesia generale o locale. In questo caso, il medico introduce uno strumento flessibile, che raggiunge il punto di contrazione. Ora il chirurgo rimuove delicatamente la placca stessa, che blocca il flusso di sangue. Sfortunatamente, sono stati descritti diversi casi di recidiva della malattia, perché la struttura della parete vascolare in questo luogo non è più perfetta, il che significa che la malattia può tornare.

Si può anche usare il trattamento laser. In questo caso, il medico dirige il raggio laser esattamente sul luogo di formazione della placca. Sotto l'influenza di questo raggio, il deposito evapora letteralmente.

L'ozonoterapia può essere definita un intervento chirurgico con un leggero allungamento. In questo caso, il medico inietta l'ozono nel flusso sanguigno del paziente, che ha le proprietà di un agente ossidante e di un immunomodulatore. Scioglie grandi quantità di lipidi nel sangue, accelera il metabolismo, che per la maggior parte dei pazienti con placche nell'arteria carotide è semplicemente necessario.

Infine, la trombolisi può anche essere attribuita a metodi chirurgici. La sua essenza sta nel fatto che il medico inietta nell'arteria carotide una sostanza speciale che ha un effetto risolutivo. La placca di colesterolo è completamente dissolta e il flusso sanguigno viene ripristinato.

Indicazioni per la chirurgia

Il primo è la dimensione della targa. Di solito è prescritto se la placca nella carotide interessata blocca più del 70% del lume totale. Tali depositi si sono formati per diversi anni, e il paziente per tutto questo tempo sentì il deterioramento della condizione. Dalle ovvie indicazioni può essere attribuito all'insensibilità del paziente al trattamento farmacologico. In altre parole, se il farmaco non ha successo, il più delle volte il medico decide di trattare il paziente con metodi chirurgici, che possono essere una vera salvezza per il paziente. Inoltre, l'indicazione per il trattamento chirurgico può essere considerata come uno stato instabile di una placca, il suo guscio irregolare, che in qualsiasi momento può staccarsi e causare danni irreparabili. Se il paziente ha già segni di un microinfarto o ictus, allora l'operazione non dovrebbe essere ritardata.

Controindicazioni per il trattamento chirurgico

Sfortunatamente, la maggior parte dei pazienti con questo problema ha una pressione elevata, e questo fa le proprie regolazioni per la chirurgia. All'inizio, il cardiologo cerca di equalizzare la pressione. L'incapacità di portare la pressione sanguigna del paziente in uno stato stabile è una controindicazione all'inizio del trattamento chirurgico. La complessità è anche una violazione del ritmo cardiaco.

Inoltre, l'operazione non dovrebbe essere eseguita nel periodo di processi infiammatori che si verificano nel corpo. In questo caso, il corpo può rispondere in modo inadeguato alla somministrazione di farmaci somministrati dall'anestesista. La presenza di reazioni allergiche ai farmaci somministrati durante l'intervento chirurgico è un fattore determinante per l'annullamento della procedura.

L'angioplastica con palloncino seguita dallo stent viene eseguita di solito se l'endarterectomia è impossibile per qualche motivo. Inoltre, l'angioplastica non viene eseguita in presenza di malattie vascolari che impediscono l'uso di strumenti endovascolari. Infine, l'occlusione vascolare totale è anche una controindicazione diretta all'angioplastica con stenting. Il pronunciato loop-like e tortuosità delle navi è un fattore di complicazione per il trattamento chirurgico, e in questo caso, l'intervento chirurgico è meglio fatto da uno specialista esperto.

Se il paziente ha avuto una storia di emorragia cerebrale negli ultimi due mesi, l'operazione dovrebbe anche essere posticipata. Né sono somministrati a pazienti con malattia di Alzheimer.

La trombolisi può anche essere pericolosa. Il fatto è che con manipolazioni improprie di un chirurgo inesperto può portare a emorragia o rottura dei capillari.

La vita del paziente dopo l'intervento

Il rispetto delle regole nel periodo postoperatorio può migliorare significativamente i risultati, per i quali un chirurgo ha fatto molto. Farmaci prescritti obbligatori che riducono il sangue. A proposito, l'aspirina più semplice affronta in modo eccellente questo, ed è lui che di solito appare nella ricetta, o nella lista degli appuntamenti. Le statine sono anche prescritte per aiutare a rallentare lo sviluppo di aterosclerosi.

Rimedi popolari

Possono ben complementare il trattamento complesso. L'irudoterapia ha l'effetto migliore. A proposito, la terapia con le sanguisughe è ora praticata in molti centri del cuore. La saliva, che le sanguisughe secernono, assottiglia significativamente il sangue. Questo metodo consente di alleviare rapidamente i sintomi di malessere, che era il risultato della formazione di placca nell'arteria carotide. L'effetto dura molto a lungo.

Aiuta a normalizzare il sangue e ridurre le placche di colesterolo nella colonna cervicale alcuni prodotti. Pertanto, il succo di barbabietola, aggiunto in piccole quantità a qualsiasi bevanda, contribuisce alla dissoluzione dei componenti lipidici e impedisce loro di formare forme sferiche stabili nei vasi.

L'etere contenuto in cipolle e aglio ha un effetto curativo simile sulla parete del vaso. A proposito, questo effetto ha solo prodotti freschi senza il minimo trattamento termico.

Normalizza la composizione chimica del sangue e del miele. In assenza di allergie ad esso, una persona dovrebbe prendere due cucchiaini di miele al giorno. Si raccomanda di escludere lo zucchero puro dalla dieta.

Come rimuovere le placche di colesterolo dall'arteria carotide e curare l'aterosclerosi

Una delle patologie più pericolose del sistema vascolare è l'aterosclerosi, risultante dal blocco dei vasi sanguigni. Se la formazione della placca di colesterolo si verifica nell'arteria carotide, è aterosclerosi delle arterie carotidi. Il blocco di questi vasi, passando attraverso le aree del torace, del collo, del cervello e fornendo sangue al cervello umano, può causare gravi danni e provocare un ictus.

motivi

Perché le placche aterosclerotiche si presentano nelle arterie carotidi? Di regola, la placca aterosclerotica sull'arteria carotide si forma dopo la sconfitta di altri vasi del corpo.


La causa della formazione di placche aterosclerotiche è:

  • la presenza di cattive abitudini come il fumo e l'alcol;
  • ipertensione;
  • l'obesità;
  • stile di vita sedentario;
  • cibo irrazionale;
  • malattie endocrine;
  • essere sotto costante stress;

Sfortunatamente, nel mondo moderno troppe persone conducono un tale stile di vita, il che spiega la recente prevalenza di questa malattia.

Inoltre, c'è una parte della popolazione che è a rischio di sviluppare placche di colesterolo nelle arterie carotidi e in altre navi del corpo. Li elenchiamo:

  • questa parte della popolazione comprende gli anziani. Ciò è spiegato dal fatto che con l'età si riduce l'elasticità delle pareti dei vasi sanguigni;
  • persone che soffrono di ipertensione arteriosa. A causa della pressione costante sui vasi, anche la loro elasticità diminuisce e sono più suscettibili a varie lesioni;
  • l'aterosclerosi delle arterie carotidi può svilupparsi nelle persone con diabete, poiché questa malattia perde la possibilità di una normale scissione delle lipoproteine ​​a bassa densità;
  • Una predisposizione genetica può causare la comparsa di una placca di colesterolo.

Una persona che appartiene a un gruppo a rischio e che allo stesso tempo conduce uno stile di vita favorevole all'insorgere di questa malattia deve necessariamente essere osservata dal medico curante, altrimenti può svilupparsi l'aterosclerosi delle arterie carotidi.

sintomi

Nell'aterosclerosi delle arterie carotidi, i suoi sintomi sono inizialmente invisibili.

Di norma, lo stadio iniziale della malattia viene rilevato diagnosticando per caso qualsiasi altra patologia.

Tuttavia, anche all'inizio della malattia a causa di carenza di ossigeno nel cervello, si verificano i seguenti sintomi:

  • aumento della fatica;
  • difficoltà di concentrazione;
  • insonnia;
  • pesantezza alla testa;
  • causare rumore nelle orecchie;
  • problema di memoria.

Se si verificano questi sintomi, è necessario contattare l'ospedale.

Con l'ulteriore sviluppo della malattia diminuisce ancora di più la pervietà delle arterie carotidi, che porta al cosiddetto attacco ischemico transitorio, i cui sintomi scompaiono in un giorno.

I suoi sintomi sono i seguenti:

  • disturbi del linguaggio;
  • nell'occhio destro o sinistro è compromessa o la vista è completamente persa;
  • perturbazione in equilibrio;
  • insensibilità nel lato sinistro o destro del viso e la comparsa di asimmetria in esso.

L'aspetto di almeno un segno indica un aumentato rischio di ictus ischemico. Un'urgente necessità di consultare un medico.

Tipi di malattia

Esistono diversi tipi di questa malattia:

  1. Per l'aterosclerosi non stenotica, il lume dei vasi è meno della metà pieno. È sufficiente cambiare il tuo stile di vita, seguire una dieta sana e un esercizio moderato, e puoi liberarti del colesterolo in eccesso nel sangue.
  2. Il tipo successivo è chiamato aterosclerosi carotidea ed è considerato lo stadio avanzato della malattia. La placca nell'arteria carotide chiude il lume nella nave di oltre la metà. I segni della malattia sono già visibili. Questo tipo di malattia viene trattato con farmaci. Potrebbe anche essere necessaria la chirurgia. Ignorare il trattamento può comportare la morte del paziente.
  3. Il tipo successivo di questa malattia è chiamato multifocale ed è caratterizzato dallo sviluppo di gravi cambiamenti nel corpo umano. Il trattamento farmacologico non è più efficace, la chirurgia a causa di irregolarità emodinamiche non è sicura.

diagnostica

L'esame diagnostico di questa malattia è il seguente:

  • Sulla base dei reclami del paziente, il medico prescrive in primo luogo l'ecografia con l'uso di agenti di contrasto. Dopo aver analizzato lo studio, viene fatta una conclusione sulla circolazione del sangue e sulla struttura dei vasi;
  • se il medico decide che l'esame ecografico non è sufficiente per diagnosticare questa malattia, allora può essere prescritta la tomografia computerizzata. Con l'aiuto dei raggi X e l'uso di questo contrasto, viene creata un'immagine della struttura dei vasi del paziente;
  • possono prescrivere la terapia di risonanza magnetica, una procedura indolore che può essere utilizzata per studiare non solo il flusso sanguigno e la struttura delle arterie del paziente, ma anche lo stato dei piccoli vasi;
  • l'angiografia è molto raramente prescritta, sebbene tale studio permetta di ottenere e vedere visivamente tutti i cambiamenti che si sono verificati nei vasi. Ma l'opportunità di danneggiare la placca e ottenere qualsiasi complicazione, incluso l'ictus ischemico, con un tale esame è troppo alta.

A proposito di trattamento

Nel trattamento dell'aterosclerosi carotidea vengono utilizzati i seguenti metodi:

  1. Un effetto positivo, specialmente nella fase iniziale di sviluppo di questa malattia, può essere ottenuto senza l'uso di droghe. Il paziente dovrebbe cambiare il suo stile di vita, al fine di aiutarlo a nominare una dieta speciale, la frequenza di corsi di esercizio terapeutico e ricreativo, sale massaggi. A volte questo è sufficiente per curare una malattia iniziale.
  2. Al fine di espandere i vasi sanguigni e sciogliere placche di colesterolo, farmaci prescritti. Quali sono i più adatti al paziente, aiuteranno a determinare lo studio diagnostico.
  3. Nel caso in cui è impossibile liberarsi della malattia con l'aiuto di farmaci, cioè l'aterosclerosi nei vasi del collo delle arterie carotidi e di altre arterie del corpo ha portato a cambiamenti che minacciano la vita, viene prescritto un intervento chirurgico. Vengono utilizzati diversi metodi di trattamento dei cambiamenti aterosclerotici nelle arterie carotidi interne (ICA). Uno di questi è il mantenimento della trombolisi, quando una speciale preparazione viene iniettata nel vaso, attraverso la quale si sciolgono le colesterolo nell'arteria interna. È possibile ottenere una complicazione sotto forma di emorragia. Il trattamento laser fa evaporare la placca a causa dell'azione laser. La placca può essere rimossa mediante endoarteriectomia carotidea. Questo metodo di chirurgia, quando dissezionare le arterie e rimuovere le crescite di colesterolo, è più efficace. Il tempo di recupero dopo l'intervento è minimo. La placca può essere rimossa mediante angioplastica carotidea e stenting. Viene eseguita una piccola incisione. L'installazione dello stent nel punto di intasamento della nave impedisce il suo ulteriore restringimento. Quando si usa un intervento chirurgico è necessario sapere che fino a quando le cause che portano a questa malattia vengono eliminate, i segni della malattia riappariranno dopo un po 'di tempo.
  4. È bene trattare la malattia con metodi tradizionali. Allo stesso tempo, puoi bere brodi e infusi di valeriana e di madrewap noti a tutti. Hanno un effetto calmante e aiutano ad espandere i vasi sanguigni. Quando si utilizza il biancospino, il flusso sanguigno al cervello e la pressione sanguigna sono normalizzati. L'uso di ippocastano aiuta a fluidificare il sangue e normalizza il metabolismo dei grassi. Infuso di rosa selvatica e olivello spinoso, l'uso di ricette popolari dell'aglio può influenzare positivamente il metabolismo dei lipidi. Ma è importante che il paziente sia sicuro di consultare un medico per non danneggiarsi. L'uso di alcune erbe può causare trombosi o addirittura ictus. Le persone hanno a lungo usato nel trattamento di varie malattie sanguisughe. Attualmente, l'irudoterapia ha iniziato ad essere ampiamente utilizzata, anche in questa malattia. Ma dovrebbe essere notato che dovrebbe essere effettuato solo nelle istituzioni mediche.

prevenzione

Per prevenire lo sviluppo della malattia e il complicato trattamento chirurgico dell'aterosclerosi delle arterie carotidi, è necessario seguire i seguenti suggerimenti:

  • eliminare l'abitudine di fumare e bere bevande alcoliche;
  • perdere peso;
  • una corretta alimentazione svolge un ruolo importante nella prevenzione di questa pericolosa malattia. Particolarmente utili sono i cibi contenenti potassio: cetrioli, barbabietole, banane. Uso molto utile in olio di mais per insalate. Il consumo giornaliero di miele, bacche di olivello spinoso, frutta secca impedirà la formazione di crescite di colesterolo nel corpo;
  • cercare di sbarazzarsi di situazioni di vita stressanti;
  • rinunciare a uno stile di vita sedentario;
  • in presenza di ipertensione, malattie del sistema endocrino, aterosclerosi, è necessario controllare il medico.

Osservare queste misure preventive non è difficile, ma preverrà una malattia grave. Ed è molto importante venire immediatamente da uno specialista in un'istituzione medica quando rileva il primo segno di aterosclerosi carotidea.

Come abbassare il colesterolo

Molte persone possono sperimentare il colesterolo alto, dai giovani agli anziani. Il colesterolo non risparmia nessuno, quindi sii attento al tuo corpo, se noti almeno un segno, allora è il momento di dare l'allarme.

Tra i segni di colesterolo alto, si distinguono i seguenti sintomi: un bordo grigio chiaro appare vicino alla cornea, noduli giallastri si formano sotto le palpebre, dolore al cuore, debolezza nelle gambe e placca nei vasi.

Leggi il modo più semplice per ridurre il colesterolo qui.

Pinterest