Precursori e segni di infarto, primo soccorso e trattamento

Da questo articolo imparerai: cos'è un infarto, quali segni si manifesta. Pronto soccorso e trattamento. Come prevenire un altro attacco.

Un attacco di cuore è la comparsa di dolore nella regione del cuore, che è accompagnata da ulteriori sintomi spiacevoli. Questa frase è il nome comune della forma acuta di malattia coronarica. Il concetto colloquiale di "infarto" corrisponde approssimativamente al termine medico "sindrome coronarica acuta", una diagnosi che viene sottoposta a un paziente prima di una diagnosi dettagliata. Dopo un ulteriore esame, la diagnosi viene cambiata in angina instabile o infarto del miocardio.

Cioè, un attacco di cuore può essere inteso sia come un intenso attacco di angina, o un attacco di cuore.

Se si verifica immediatamente chiamare un'ambulanza. A seconda della gravità della condizione, il paziente può essere ricoverato in ospedale o fornito con assistenza medica a casa, e questo sarà sufficiente. Dopo aver subito un infarto, dovrai essere monitorato regolarmente da un cardiologo.

Cause di infarto

Il dolore al cuore si verifica a causa di insufficiente afflusso di sangue al muscolo cardiaco - ischemia miocardica. Si verifica a causa della deposizione di grasso sulle pareti interne delle navi coronarie o la formazione di coaguli di sangue.

I fattori che provocano l'ischemia includono:

  • iperlipidemia (disturbo metabolico, in cui il livello di grasso nel sangue è elevato);
  • fumo, abuso di alcool;
  • l'obesità;
  • ipodynamia o, al contrario, esercizio eccessivo;
  • ipertensione;
  • diabete mellito;
  • trombofilia (tendenza a formare coaguli di sangue).

L'attacco cardiaco stesso può essere causato da un aumento della pressione sanguigna durante lo stress o esercizio fisico pesante. Può anche verificarsi senza una ragione apparente - quando i depositi sull'arteria coronaria bloccano il suo lume di oltre il 70%, o quando la nave viene bloccata da un trombo.

sintomi

I segni di un attacco cardiaco possono manifestarsi improvvisamente, e talvolta i loro precursori si verificano. Dipende dalla gravità. Un attacco di angina di solito appare all'improvviso (e altrettanto improvvisamente finisce). E l'infarto del miocardio è spesso preceduto da sintomi iniziali (stato preinfarto).

Segni di lieve infarto (con angina)

In questo caso, questi sintomi sono tipici:

  • pressione o dolore bruciante al petto;
  • il dolore può "dare" nel braccio sinistro, nella spalla, nel collo, nella regione interscapolare o nello stomaco;
  • se il dolore si irradia allo stomaco, allora la nausea viene aggiunta al sintomo principale.

I sintomi principali dell'infarto e i segni precedenti daranno un'occhiata più da vicino.

Precursori di infarto

Se una persona ha sofferto in precedenza di attacchi di dolore al cuore, allora diventano più frequenti e intensi. Questo indica la transizione dell'angina da stabile a instabile. Se i sintomi dell'ischemia cronica iniziano a infastidirti più spesso del solito, contatta immediatamente il cardiologo. Il trattamento dovrà essere regolato per prevenire la necrosi del miocardio.

Spesso preceduto da un infarto e sintomi che non sono tutti presi sul serio. Questo è:

  1. Sensazione periodica di disagio al petto, a volte in tutta la parte superiore del corpo (braccia, collo, testa).
  2. Mancanza di respiro, scarsa portabilità delle stanze soffocanti.
  3. Debolezza e affaticamento - anche in assenza di attività fisica o mentale attiva.
  4. Gonfiore delle gambe.
  5. Insonnia, ansia.
  6. Vertigini.

Alcuni di questi sintomi possono apparire anche 20-30 giorni prima di un infarto. Di solito le persone attente alla propria salute si lamentano di loro. Coloro che sono abituati a recarsi sempre dal medico fino all'ultimo, possono anche non notare questi precursori.

Se compaiono i sintomi elencati nell'elenco, anche se non ti infastidiscono troppo, contatta la clinica per un esame preventivo di tutto il corpo.

Sintomi di infarto

Il sintomo principale è un forte dolore pressante o bruciante dietro lo sterno. Può essere dato sul lato sinistro (braccio, spalla, collo), meno spesso - nella parte destra del torace o nello stomaco.

Il dolore non passa tra 15 minuti - 3 ore. A volte il dolore può durare un giorno, ma con periodi di indebolimento.

L'aspetto di questo singolo sintomo è un motivo per chiamare un'ambulanza.

Sintomi aggiuntivi

Ulteriori segni di un attacco di cuore:

  • debolezza nel corpo;
  • aumento della sudorazione;
  • mancanza di respiro, sensazione di mancanza di respiro;
  • un battito cardiaco accelerato o irregolare;
  • nausea;
  • pallore o blueness della pelle;
  • vertigini (raramente - svenimento).

Non è necessario che tutti questi sintomi compaiano contemporaneamente. Il quadro clinico di un attacco cardiaco di solito consiste nel sintomo principale (dolore al petto) e in due o in tre ulteriori.

Un'eccezione può essere considerata come casi in cui un attacco di cuore non è accompagnato da dolore al petto. Questo succede negli anziani e nei diabetici. Di solito hanno i seguenti reclami:

  1. È difficile respirare.
  2. Dizzy.
  3. Lo stomaco fa male.
  4. Sensazione di debolezza in tutto il corpo.

A volte questi pazienti svengono.

Come comportarsi durante un attacco

  • Se hai un infarto durante l'attività fisica, interrompi gradualmente tutte le tue azioni, siediti, calmati, prova a muoverti di meno, non farti prendere dal panico.
  • Se in precedenza hai avuto condizioni simili, prendi le pillole che il tuo medico ha prescritto per alleviare il dolore (solitamente nitroglicerina).
  • Se, entro 3-5 minuti, la medicina non ha funzionato, chiamare un'ambulanza (descrivere tutti i sintomi il più completamente possibile per telefono).
    Mentre i dottori sono in viaggio, bevi Aspirina. Questa è una componente molto importante del primo soccorso. L'aspirina previene la formazione di coaguli di sangue e diluisce il sangue, il che facilita la circolazione del sangue attraverso la nave ristretta. Quindi è possibile prevenire un'ulteriore morte del miocardio. Anche se alla fine si scopre che non hai un attacco di cuore, ma semplicemente un attacco di angina, l'Aspirina non danneggerà.
  • Se sei molto preoccupato per il dolore, puoi prendere un'altra compressa di nitroglicerina, ma non prima di 5 minuti dopo la prima. Prima di questo, è desiderabile misurare la pressione. Se è abbassato, non puoi più bere la nitroglicerina. Se sei incline alla pressione bassa, è meglio non prendere nitroglicerina fino all'arrivo dei medici.

Se i segni di un attacco di cuore si sono verificati con il tuo parente o amico, è necessario agire in modo simile. Mettere il paziente in una posizione comoda, se possibile aprire la finestra. Chiedi se ha già avuto una tale condizione (è consigliabile segnalare il primo o ripetuto attacco quando si chiama un'ambulanza). Chiama un dottore. Dare una compressa di aspirina.

trattamento

Per qualsiasi forma di infarto (sia angina pectoris che infarto), il paziente viene indicato come primo soccorso per il paziente:

  1. Nitroglicerina o altri nitrati.
  2. Agenti antipiastrinici (Aspirina o farmaci simili).
  3. I beta-bloccanti.

In caso di infarto si somministrano anche anticoagulanti (eparina) e trombolitici (streptochinasi), se il dolore persiste: morfina.

Preparazioni per infarto miocardico

Dopo un esame dettagliato, al paziente può essere somministrata un'operazione per ripristinare l'afflusso di sangue al miocardio: intervento di bypass delle arterie coronarie, angioplastica coronarica o stenting delle arterie coronarie.

Ulteriore trattamento sarà per prevenire ictus ricorrenti o infarto del miocardio. I pazienti hanno prescritto questi farmaci:

  • Aspirina - richiesta per tutti i pazienti con angina o sofferto di infarto.
  • Statine - per controllare il livello di grasso nel sangue.
  • Beta-bloccanti - per ridurre la pressione ed eliminare le aritmie.
  • Diuretici - alleviano il gonfiore, riducendo così il carico sul miocardio.
  • Nitroglicerina - con ripetuti episodi di dolore nel cuore.

Ulteriore stile di vita

Se non vuoi più soffrire di infarto, segui queste regole:

  1. Smettere completamente di fumare e bere alcolici.
  2. Entrare per la terapia fisica, se raccomandato dal medico.
  3. Attenersi alla dieta prescritta (non mangiare salati, grassi, fritti, affumicati, limitare il consumo di dolci e farina).

prospettiva

Dipende in gran parte dalla rapidità con cui verranno fornite le cure mediche. In caso di infarto, è necessario iniziare il trattamento entro 40 minuti dall'esordio del dolore cardiaco o da altri sintomi. Pertanto, è importante chiamare un'ambulanza in tempo.

La prognosi per qualsiasi attacco di cuore è condizionatamente sfavorevole: l'ischemia non può essere curata completamente. Tuttavia, se segui tutti i consigli del medico, puoi evitare un secondo attacco e prolungare significativamente la tua vita.

I primi segni di infarto in donne e uomini - come fornire il primo soccorso, il trattamento e le conseguenze

Il numero crescente di malattie cardiache è spaventoso, ma molte persone ignorano i loro segnali e manifestazioni. Ciò può portare a una situazione più grave: un attacco cardiaco è simile ai sintomi di altre anomalie cardiache ed è fondamentale imparare a riconoscere una tale patologia di una forte mancanza di afflusso di sangue al cuore, che si verifica principalmente negli uomini che nelle donne.

Cos'è un attacco di cuore

Dal punto di vista medico, un attacco di cuore è una grave condizione patologica dell'organo, che è dovuta a un'acuta mancanza di afflusso di sangue al muscolo cardiaco. Ciò si verifica quando le navi sono bloccate da un trombo o da uno spasmo dell'arteria che nutre il cuore. La situazione è pericolosa in quanto provoca la morte delle cellule cardiache. L'irreversibilità del processo porta all'infarto del miocardio, fino all'arresto cardiaco e alla morte.

La recidiva cardiaca può verificarsi se l'arteria coronaria è bloccata dalla formazione di depositi di grasso sulle pareti, cioè a causa dell'aterosclerosi. L'accumulo si accumula, l'arteria si restringe, ostruendo il flusso sanguigno. Quando una placca si rompe, può comparire un coagulo di sangue che copre completamente l'arteria cardiaca. L'arteria non fornisce più al muscolo cardiaco il volume necessario di sangue e ossigeno. Il muscolo è danneggiato, che provoca un attacco. Il tessuto della cicatrice si forma sul sito del danno muscolare.

Come riconoscere

La recidiva può essere accompagnata da una maggiore frequenza delle contrazioni cardiache, manifestata da una pulsazione rapida. Tuttavia, la condizione dell'attacco cardiaco, prima di tutto, si manifesta con il dolore al petto, dopo di che si diffonde al collo e al viso, spalle e braccia, scendendo alla schiena e all'addome, può durare alcuni minuti o durare per diverse ore. Tuttavia, i dolori al petto non sempre indicano un attacco di cuore, può essere la nevralgia intercostale. La definizione della malattia richiede il chiarimento di alcune condizioni:

  • Come è nato il dolore. Il dolore caratteristico di tale stato è associato a stress fisico o emotivo, con nevralgie, derivano da movimenti improvvisi o senza causa.
  • Mentre il dolore si attenua. Un attacco cardiaco si svolge sullo sfondo di assunzione di nitroglicerina per un breve periodo (alcuni minuti), con nevralgia, il farmaco non porta sollievo al cuore.
  • Come il dolore si manifesta. È caratterizzato da dolore pressante, lancinante, con nevralgia, il dolore si manifesta con attacchi di fuoco di Sant'Antonio, aggravati dai movimenti del corpo, tosse e respiro profondo.

sintomi

L'attacco ha caratteristiche di genere. Gli uomini sono caratterizzati non solo da una precedente manifestazione della patologia, ma anche da una frequente suscettibilità rispetto alle donne. Inoltre, uomini e donne percepiscono il dolore in modi diversi, ma i segni di un infarto negli uomini sono essenzialmente gli stessi di tutti:

  • mancanza di respiro, manifestata con un minimo di attività, anche in uno stato di calma;
  • dolore toracico che brucia, proprietà opprimenti;
  • vertigini prima della perdita di equilibrio;
  • tosse;
  • sbiancamento della pelle a tinta grigia;
  • sensazione di panico;
  • nausea;
  • sudore freddo;
  • vomito.

Negli uomini

La metà maschile è a rischio di infarto più delle donne, a causa dei loro caratteristici fattori fisici e psicologici. La maggior parte di loro fuma, è inattiva, obesa. Il sistema circolatorio del corpo maschile è leggermente diverso, la frequenza cardiaca è inferiore e il numero schiacciante di uomini è di tipo A, con una tendenza allo stress aumenta il rischio di un attacco. Tra i precursori, vi è un precoce indebolimento della potenza maschile, mentre il sintomo comune di un attacco di cuore maschile è il dolore toracico acuto.

Nelle donne

Le donne che hanno un sistema cardiovascolare più duraturo, associato al parto, sono meno a rischio di infarto, ma durante la menopausa le probabilità di questo problema sono paragonate a quelle degli uomini. A causa del fatto che le piccole vasi del cuore sono bloccati nelle donne, in contrasto con il blocco delle arterie principali negli uomini, i segni di un attacco cardiaco nelle donne possono manifestarsi come mancanza di respiro, dolore al braccio, stomaco, collo, vertigini. Il dolore da sterno nelle donne spesso brucia, piuttosto che schiaccia, è acuto.

Pressione durante infarto

Al verificarsi di patologia cardiaca, la pressione inizia a salire. Questo accade il primo giorno, dopo il quale cade, non salendo al suo valore originale. In ipertensione la pressione del sangue può diminuire. In alcune situazioni, la pressione per un lungo periodo rimane normale. La normalizzazione degli indici di pressione è una tendenza positiva in caso di infarto, ma quando progredisce vi è una insufficiente circolazione del sangue nel cuore, che porta a una complicazione.

I primi segni di un attacco di cuore

Per il trattamento tempestivo al medico e prevenire le complicanze, è necessario prestare attenzione ai sintomi di avvertimento per prevenire l'insorgenza di recidiva cardiaca:

  • affaticamento, debolezza, stanchezza;
  • sonno povero, russare;
  • ansia senza motivo;
  • gonfiore, pesantezza alle gambe;
  • aumento del battito cardiaco, polso rapido;
  • disagio doloroso allo stomaco, bruciore di stomaco;
  • sudorazione persistente;
  • esacerbazione della malattia parodontale.

motivi

Le cause dello sviluppo di un attacco sono spiegate da un disturbo nella fornitura del muscolo cardiaco a causa di un restringimento, compressione dei vasi coronarici. La principale categoria di pazienti sono le persone con aterosclerosi, tachicardia, ischemia del cuore. Poiché i principali fattori di rischio sono determinati dall'età (per gli uomini da 45 anni, per le donne da 55 anni), ipertensione, grave stress improvviso (sia positivo che negativo). Diabete, obesità, febbre, sovraccarico fisico, alcol, nicotina e predisposizione genetica possono essere provocatori di uno stato di infarto.

Cosa fare

Prima di tutto, devi essere più attento ai segnali del tuo corpo e quando appaiono i precursori della malattia, consulta un medico per la diagnosi e il trattamento. Se si sospetta un peggioramento delle condizioni, chiamare immediatamente un'ambulanza. Anche se l'allarme fosse falso, non ci sarebbero grossi danni e, nel caso di un reale adattamento, il cuore del paziente deve essere immediatamente inviato all'ospedale, dove il cardiologo ha solo pochi minuti per aprire l'arteria e fornire aiuto, evitando conseguenze gravi.

Pronto soccorso

Azioni tempestive di emergenza in caso di infarto possono essere decisive nella vita del paziente:

  • Chiamare un'ambulanza è la prima cosa che deve essere fatta immediatamente.
  • Deponi i malati, alzando la testa.
  • Per sbottonare una cintura, un colletto, per indebolire una cravatta che aiuterà a rimuovere l'asfissia.
  • Fornire aria nella stanza.
  • Dare una pillola di aspirina se non è controindicato e nitroglicerina sotto la lingua (collettivamente, prendere non più di tre compresse se il dolore non diminuisce).
  • Quando appare una forte debolezza, sollevare le gambe ad un livello sopra la testa, dare acqua e nitroglicerina a fermarsi.
  • Puoi mettere un cartellino giallo sul petto.
  • Non lasciare il paziente prima dell'arrivo del medico.
  • Il medico deve mostrare tutti i farmaci presi.

Come rimuovere un attacco di cuore a casa

È importante sapere cosa fare in caso di infarto, una volta da soli, senza farmaci. Dopo aver chiamato il medico rapidamente, senza panico, espirare completamente, quindi iniziare a tossire forte e molte volte. Ripeti un respiro profondo con la tosse sull'espirazione e così via con un'intensità di 2 secondi, fino all'arrivo del medico. Queste azioni respiratorie durante un attacco compensano il cuore per mancanza di ossigeno, ripristinando il suo ritmo. L'inalazione dà ossigeno ai polmoni e la tosse schiaccia le valvole cardiache, stimolando la circolazione sanguigna. Tutto ciò aiuta il cuore ad entrare in un ritmo normale, ridurre l'aritmia.

effetti

Dopo il trasferimento di un attacco, la maggior parte dei pazienti ha entrambi cambiamenti fisiologici e psicologici:

  • disturbo del ritmo cardiaco, angina pectoris;
  • umore psico-emotivo negativo;
  • diminuzione delle prestazioni.

Gravi complicazioni, la minaccia per la vita di una persona dopo una malattia sono:

  • insufficienza cardiaca;
  • trombosi vascolare;
  • aneurisma;
  • pericardite;
  • edema polmonare;
  • ictus ischemico.

prevenzione

Uno stile di vita attivo è la ricetta principale per la prevenzione di tutte le malattie, e un attacco di cuore, l'infarto del miocardio non fa eccezione. Oltre agli sport, hai bisogno di cibo a basso contenuto di grassi, molta frutta e verdura, riducendo l'assunzione di sale e carboidrati, smettendo di fumare e alcol, praticando sport. Dopo 50 anni, sarà necessario monitorare costantemente la pressione sanguigna, monitorare il livello di zucchero e colesterolo nel sangue, prestare attenzione al tempo - il caldo e le tempeste magnetiche sono pericolosi per il cuore a lavorare. È importante essere in uno stato d'animo positivo, evitando fonti di stress.

prospettiva

È importante per coloro che hanno subito un infarto:

  • Il muscolo cardiaco danneggiato è in grado di guarire.
  • Il ritorno del paziente a uno stile di vita normale dopo un attacco è reale nel tempo.
  • L'angina emergente è trattata.
  • Non disperare, sposta l'attacco - non è una frase disabilitata, devi solo iniziare a dare il cuore e l'intera cura del corpo.

Più della metà delle persone torna al lavoro dopo il periodo di riabilitazione. Il recupero può durare fino a sei mesi, iniziando in ospedale con azioni fisiche graduali. È necessario caricarsi gradualmente: camminare intorno al reparto, quindi passare alle scale. Il dosaggio esatto dell'attività può essere raccomandato solo da un medico, non c'è bisogno di prestazioni amatoriali e fretta. Pazienza e pazienza sono richiesti.

video

Le informazioni presentate nell'articolo sono solo a scopo informativo. I materiali dell'articolo non richiedono auto-trattamento. Solo un medico qualificato può diagnosticare e consigliare il trattamento in base alle caratteristiche individuali di un particolare paziente.

Attacco cardiaco: sintomi negli uomini, nelle donne, cause, trattamento

L'infarto è una delle principali cause di mortalità femminile e maschile. Sfortunatamente, nessuno è immune da esso.

Un attacco di cuore è un blocco di un'arteria cardiaca, che è accompagnata da dolore acuto e altri sintomi spiacevoli. Una violenta violazione della circolazione sanguigna ha un impatto negativo sull'intero corpo umano. È necessario chiamare un'ambulanza in tempo e dare al paziente il primo soccorso. È necessario agire rapidamente e correttamente, altrimenti le conseguenze di un attacco possono portare alla morte.

Il principale gruppo di rischio sono le persone con malattia coronarica e aterosclerosi. Così come altre malattie che sono associate con il lavoro del sistema cardiovascolare. Età delle persone esposte agli attacchi: da 45 anni per gli uomini e da 55 anni per le donne.

cause di

L'occlusione dell'arteria cardiaca e l'insorgenza di dolore si verificano a causa di problemi cardiaci e malattie. E anche a causa di depositi di grasso sulle pareti dei vasi sanguigni, o a causa di coaguli di sangue formati lì. Di solito gli anziani sono più suscettibili al verificarsi di un attacco di cuore. Tendono ad avere problemi cardiaci più spesso. Questa malattia è più spesso manifestata nel maschio.

Inoltre, una causa comune di un attacco di cuore è l'angina. La funzione respiratoria è compromessa e si verifica un soffocamento. Tutto ciò è accompagnato da insuccessi del ritmo cardiaco e forti dolori al petto. La manifestazione dell'angina pectoris può essere causata dal fumo frequente o dall'esercizio troppo pesante.

Ma ci sono una serie di fattori che sono anche provocatori di un attacco di cuore:

  • diabete mellito;
  • abuso di alcol e prodotti del tabacco;
  • in sovrappeso;
  • affaticamento, segni di stanchezza costante;
  • battito cardiaco rapido, alta frequenza cardiaca;
  • ansia, irragionevole sensazione di paura;
  • ipertensione;
  • uno spasmo di vasi sanguigni (le loro pareti si contraggono e interferiscono con la normale circolazione del sangue);
  • facendo troppo esercizio;
  • completa mancanza di sport;
  • problemi metabolici;
  • predisposizione genetica;
  • alti livelli di colesterolo;
  • ipertensione;
  • periodi di stress nella vita;
  • violazione del regime del giorno;
  • trombofilia (una tendenza a formare coaguli di sangue nei vasi).

Come riconoscere un attacco di cuore

Uno dei principali sintomi di un attacco di cuore in uomini e donne è il dolore al petto. Ma questo sintomo può essere correlato a qualsiasi altra malattia, ad esempio la nevralgia intercostale. Ci sono diversi segni con cui è possibile determinare con precisione un attacco di cuore.

Durante un attacco, il dolore della regione toracica si diffonde gradualmente in tutto il corpo. Prima sul viso e sul collo, poi sulle braccia e gradualmente verso la schiena e l'addome. Questo processo può verificarsi in pochi minuti. Ma a volte, un tale movimento di dolore attraverso il corpo dura per ore.

Per essere in grado di determinare con precisione un attacco di cuore, è necessario prestare attenzione a tali condizioni:

  • Il verificarsi del dolore

In un attacco di cuore, il dolore deriva da un grave sovraccarico emotivo. E con la nevralgia intercostale, il dolore appare sia da movimenti bruschi, sia assolutamente irragionevolmente.

  • In quali circostanze scompaiono le sensazioni dolorose?

Durante un attacco di cuore, il dolore può essere alleviato con i preparati di nitroglicerina. Alcuni minuti dopo aver preso la pillola, il dolore scompare. E con la nevralgia, le droghe di questo tipo non hanno l'effetto desiderato e il dolore non scompare.

  • La natura del dolore

La nevralgia è caratterizzata da dolori muscolari, che possono essere aggravati dal movimento improvviso, dalla tosse o dal respiro troppo intenso. E durante un attacco di cuore, la persona avverte un dolore lancinante o pressante.

Sintomi di attacco cardiaco

I sintomi nelle donne e negli uomini sono leggermente diversi. Tuttavia, i segni principali di quasi tutti sono uguali. Questi includono:

  • inizio improvviso di mancanza di respiro;
  • forti capogiri, svenimento;
  • decolorazione della pelle (assume una tinta grigia pallida);
  • nausea;
  • sudorazione eccessiva;
  • impulso emetico;
  • attacchi di tosse.

Attacco di cuore negli uomini

Come sapete, la parte maschile della popolazione è più suscettibile a vari problemi con il sistema cardiovascolare. Includono anche un'alta probabilità di infarto. Tali statistiche sono state ottenute sulla base delle caratteristiche di fisiologia e psicologia. Gli uomini sono molto più propensi delle donne a soffrire di sovrappeso. Inoltre, molti di loro abusano di fumo e alcol.

La circolazione del sangue nel corpo maschile è diversa dalla femmina. Il numero di battiti cardiaci al minuto è leggermente inferiore. Inoltre, la maggior parte degli uomini sperimenta lo stress non solo sul lavoro, ma anche a casa. Di tutti questi fattori, si conclude che gli uomini sono i più a rischio per un attacco di cuore. Ci sono diversi sintomi primari a cui dovresti prestare attenzione per prevenire gravi problemi cardiaci. Ad esempio, una diminuzione della potenza maschile in un'età troppo precoce per un tale problema.

Attacco di cuore nelle donne

I rappresentanti femminili per natura hanno un sistema cardiovascolare più duraturo. Ciò è dovuto al fatto che le donne hanno una funzione biologicamente integrata di trasportare e produrre prole. Ecco perché un attacco cardiaco nelle donne non è così comune come negli uomini. Ma in un'età più matura, quando si verifica la menopausa, aumentano le probabilità di avere problemi cardiaci.

Durante un attacco di cuore, i sintomi nelle donne possono apparire leggermente diversi da quelli negli uomini. Dal momento che nel corpo femminile sono bloccati principalmente vasi cardiaci di piccole dimensioni. Il dolore nell'area del torace si manifesta spesso come bruciore, piuttosto che pressante.

Pronto soccorso per infarto

Quando si verifica una situazione del genere, è molto importante sapere cosa fare. E agire non solo rapidamente, ma anche correttamente. In molti modi, il destino di una persona dipende dalla qualità del primo soccorso fornito. Affinché il primo soccorso per l'attacco di cuore a domicilio sia il più efficace e utile possibile, è necessario seguire diverse regole:

  • per i principianti, è importante capire che è stato un attacco di cuore. Come fare questo è stato descritto sopra;
  • quindi è necessario chiamare il personale dell'ambulanza e descrivere al dispatcher il più possibile tutti i segni e i sintomi. Mentre i medici sono in viaggio, devono essere seguite ulteriori azioni di primo soccorso;
  • è necessario mettere il paziente su una superficie morbida e sistemarlo in modo che la sua testa sia leggermente sollevata. Una persona dovrebbe sentirsi più a proprio agio possibile, il suo respiro non dovrebbe essere difficile;
  • È necessario dare al paziente una compressa di nitroglicerina (mettere sotto la lingua). Allevierà il dolore. E inoltre, l'Aspirina aiuterà molto in questa situazione. Dal momento che questo farmaco impedisce il verificarsi di coaguli di sangue nei vasi e diluisce il sangue, fornendo in tal modo una migliore circolazione del sangue;
  • È molto importante che la stanza abbia una buona circolazione d'aria e che il paziente possa respirare liberamente e facilmente. Se necessario, puoi aprire la finestra;
  • nel caso in cui dopo pochi minuti dopo aver assunto nitroglicerina, il dolore non è passato, è necessario prendere un'altra pillola. È consigliabile misurare la pressione del paziente. Non è raccomandato prendere di nuovo nitroglicerina se è abbassato.

È possibile che dopo l'uso ripetuto del farmaco ci siano segni di debolezza, nausea e sudorazione. In questo caso, devi mettere il paziente in modo che i suoi piedi si trovino in alto. E anche, dagli un bicchiere d'acqua.

Quando arriva il team dell'ambulanza, è necessario descrivere chiaramente al medico tutti i segni visibili di un infarto, nonché le condizioni generali del paziente. E mostra tutti i farmaci che ha preso.

Esiste una pratica di respirazione che può essere usata in caso di infarto. Può essere utilizzato nei casi in cui i farmaci necessari non erano a portata di mano. È particolarmente utile conoscere queste azioni per una persona anziana che vive più spesso di altre. Prima di tutto, ovviamente, devi chiamare un'ambulanza e poi agire in modo indipendente:

  • per cominciare, devi fare il respiro più profondo possibile;
  • quindi iniziare a tossire duramente. Desiderabile, molte volte;
  • Tali esercizi devono essere eseguiti con intensità massima una volta ogni 2-3 secondi.

Tali azioni aiutano a ripristinare il ritmo cardiaco e forniscono ossigeno.

trattamento

Come primo soccorso, al paziente vengono mostrati i seguenti farmaci:

  • nitroglicerina;
  • Aspirina e altri agenti antipiastrinici;
  • I beta-bloccanti.

Il resto del trattamento del paziente è mirato solo a ridurre il rischio di ricomparsa di un attacco di cuore.

Conseguenze di un attacco di cuore

Molte persone che hanno subito un infarto hanno problemi di natura diversa:

  • fallimenti del battito cardiaco;
  • ridotta produttività sul lavoro;
  • deterioramento dell'umore, apatia.

Sullo sfondo di un attacco di cuore, c'è il rischio di varie complicazioni:

prevenzione

L'azione preventiva più importante è quella di abbandonare tutte le cattive abitudini e mantenere uno stile di vita sano. È necessario impegnarsi in attività attive, il più possibile per trascorrere del tempo all'aria aperta. Non sovraccaricare il corpo con troppa fatica fisica. E anche, vale la pena rivedere la vostra dieta. È necessario escludere dalla dieta principale cibi troppo grassi, dove l'alto contenuto di colesterolo. Un fattore importante è il sonno sano. È necessario regolare la modalità del giorno e dormire per 7-8 ore. E, naturalmente, dovresti evitare lo stress costante e le situazioni nervose.

Attacco di cuore

Un attacco cardiaco è un improvviso fallimento della circolazione del sangue nello strato miocardico del cuore, la cui formazione è causata da una lesione trombotica o spastica dei vasi del segmento coronarico, seguita da necrotizzazione del miocardio nell'area colpita da trofia.

La morte clinica da un attacco di cuore può manifestarsi anche durante i primi minuti dopo il debutto del complesso di sintomi clinici e la provocazione di morte nella maggior parte dei casi è la presenza di un'ampia area di infarto miocardico. Secondo gli indicatori delle statistiche mondiali, un attacco cardiaco acuto assume la posizione prevalente come fattore eziopatogenetico determinando un esito fatale nella popolazione generale.

Le conseguenze di un attacco cardiaco, di norma, sono irreversibili, pertanto, la verifica precoce di questa condizione patologica e un'adeguata prevenzione di incidenti ricorrenti sono della massima importanza.

Cause di infarto

Un fattore eziologico affidabile nello sviluppo di un attacco cardiaco, come manifestazioni di alterazioni patologiche che si verificano in varie patologie cardiache, è una lesione aterosclerotica dei vasi che alimentano il muscolo cardiaco. Nei casi in cui i parametri metrici della placca aterosclerotica hanno piccoli indicatori, i segni di un infarto hanno una natura transitoria di breve durata e, con il blocco completo di un segmento del lume di un vaso coronarico nel muscolo cardiaco, si sviluppano cambiamenti irreversibili sotto forma di ischemia e necrosi.

Con parziale obliterazione del lume del vaso coronarico, un attacco cardiaco si sviluppa più spesso di notte come una sindrome da dolore a breve termine nella proiezione della regione retrosternale. I medici descrivono questa forma di infarto col termine "angina pectoris", tuttavia queste condizioni patologiche presentano una serie di differenze cliniche (in un infarto, l'intensità della sindrome del dolore è più pronunciata, dura più di 30 minuti, non viene fermata dalla nitroglicerina orale). Pertanto, la principale categoria di rischio per lo sviluppo di un infarto è costituita da pazienti affetti da cardiopatia ischemica e aterosclerotica.

Esistono criteri non modificabili per il rischio di sviluppare un attacco di cuore sotto forma di vecchiaia, sesso maschile, razza per la razza afroamericana e determinazione genetica. I fattori di rischio che contribuiscono allo sviluppo di un infarto comprendono la cosiddetta sindrome dismetabolica (aumento delle forme aterogeniche del colesterolo), il diabete mellito scompensato, la scarsa tolleranza all'attività fisica, la terapia prolungata dei farmaci antinfiammatori non steroidei ad alto dosaggio.

Sintomi e segni di un attacco di cuore

I primi segni di infarto consistono nella comparsa di una sindrome del dolore prolungato pronunciato nella regione toracica, accompagnata da una sensazione di oppressione al petto e dall'incapacità di eseguire movimenti respiratori a pieno titolo. In alcune situazioni, la sindrome da dolore retrosternale compare dopo un dolore prolungato nelle regioni della metà superiore del corpo, del collo e del cingolo scapolare. La versione classica della sindrome del dolore toracico è di lunga durata e può essere noiosa, dolorante, tagliente, ma il più delle volte i pazienti descrivono questa condizione come "intenso bruciore dietro lo sterno". La sindrome del dolore, anche per un breve periodo di tempo, può essere accompagnata da gravi disturbi nel ritmo dell'attività cardiaca, che si esprime come la comparsa di sensazioni di interruzioni nel lavoro del cuore.

Un tipico decorso di infarto è impossibile senza lo sviluppo di disturbi respiratori di varia intensità, manifestati sotto forma di dispnea progressiva, che si verificano dopo un'intensa attività fisica, e in uno stato di assoluto benessere fisico e psico-emotivo.

La presenza di tali manifestazioni cliniche come nausea e vomito può simulare altre condizioni patologiche che non hanno nulla a che fare con il danneggiamento delle strutture del sistema cardiovascolare, ma questi sintomi molto spesso accompagnano il decorso di un infarto. In questa situazione, l'unico criterio per la diagnosi differenziale è la mancanza di connessione tra la comparsa di questi sintomi e il fatto di mangiare. Frequenti attacchi cardiaci hanno un effetto molto negativo sul rifornimento di sangue alle strutture cerebrali, in connessione con il quale, i pazienti nel periodo interictale mostrano una marcata debolezza, incapacità di svolgere attività fisica minima e anche una perdita di coscienza a breve termine.

Oltre ai sintomi caratteristici che indicano lo sviluppo di un quadro clinico completo di un infarto, esiste un intero spettro di manifestazioni che agiscono nel ruolo dei suoi predecessori. I pazienti che soffrono di frequenti attacchi cardiaci possono prevedere l'insorgenza di questa condizione patologica e prendere quei farmaci in caso di infarto, che consentono in breve tempo di fermare la sindrome del dolore e prevenire lo sviluppo di complicanze. In ogni caso, ci sono diversi sintomi clinici dei progenitori, ma nella maggior parte dei casi vi è un forte aumento della frequenza cardiaca, dell'insonnia e una sensazione di "tremore interno".

Quando si stabilisce una diagnosi preliminare di "attacco di cuore", il medico deve seguire un approccio differenziato per raccogliere l'anamnesi, chiarire i reclami dei pazienti e valutare criteri oggettivi di esame, poiché esiste un'intera gamma di forme nosologiche accompagnata dallo sviluppo di sintomi clinici simili. Quindi, nella nevralgia intercostale, vi è uno sviluppo della sindrome del dolore pronunciato nel torace, tuttavia, in questa situazione, di regola, non esiste alcuna correlazione tra lo sviluppo della sindrome del dolore e lo stress psico-emotivo o fisico, che si verifica durante un infarto. Nonostante le differenze visibili nella sintomatologia di queste condizioni, il test di base è con la nitroglicerina, che allevia il dolore durante un attacco di cuore nel più breve tempo possibile e non ha alcun effetto sul dolore durante la nevralgia intercostale.

Le condizioni che aggravano il decorso di un infarto e che provocano ripetuti episodi di insufficienza coronarica acuta, a condizione che non vi siano misure preventive, comprendono: varie forme di disturbo del ritmo cardiaco, shock cardiogeno e scompenso cardiaco scompensato.

Nella maggior parte delle situazioni, un quadro clinico vivido e dati di un esame oggettivo di un paziente consentono di stabilire una diagnosi preliminare di infarto nella fase preospedaliera, tuttavia, i criteri affidabili per determinare la causa dello sviluppo di questa condizione di rischio per il paziente sono i dati di un esame strumentale.

Stabilire la presenza di danno ischemico del miocardio, come base patogenetica per lo sviluppo di un attacco cardiaco, consente l'esame elettrocardiografico di routine, e ci sono segni elettrocardiografici specifici sia di ischemia che lo sviluppo di cambiamenti irreversibili necrotici nel miocardio. L'ecocardioscopia durante un attacco cardiaco non ha praticamente alcuna applicazione pratica, poiché nel primo periodo di ischemia miocardica non si sviluppano specifici segni di danno muscolare del cuore che hanno un'ecografia patognomonica skialy. L'unico metodo di laboratorio per la diagnosi di infarto miocardico, come condizione di base per lo sviluppo di un infarto, è la determinazione di specifici marcatori biologici (troponine e creatin-chinasi), il cui livello aumenta significativamente con i cambiamenti necrotici nel miocardio.

Pronto soccorso per infarto

Quando si individuano i primi segni di infarto, è necessario fornire al paziente la massima assistenza medica coordinata anche prima dell'arrivo degli specialisti dal team dell'ambulanza, poiché questa condizione patologica appartiene alla categoria di rapida progressione e incline allo sviluppo di gravi complicanze fino alla morte.

Le misure primarie per assistere un paziente con una sindrome da dolore acuto a lungo termine nella regione toracica, che è il principale criterio clinico per un infarto, sono l'accettazione da parte del paziente di una singola dose terapeutica di nitroglicerina in forma di aerosol o compressa. In assenza di un visibile effetto positivo sotto forma di sollievo dal dolore e riduzione della progressione della mancanza di respiro, è consentito assumere una singola dose di nitroglicerina in 5-10 minuti.

In una situazione in cui l'attacco cardiaco di un paziente si sviluppa per la prima volta, è necessario chiamare il team di assistenza medica di emergenza seguito dall'ospedalizzazione in un ospedale specializzato anche nella condizione di completo sollievo dal dolore nella fase preospedaliera. Le indicazioni per l'ospedalizzazione di pazienti con una forma patogenetica diagnosticata di un infarto (infarto del miocardio, angina instabile, sindrome coronarica acuta) sono la sindrome del dolore intrattabile e la progressione dei disturbi emodinamici e respiratori.

Al fine di eliminare il legame patogenetico dell'aterosclerosi e della lisi di emergenza delle masse trombotiche esistenti, si raccomanda ai pazienti nella fase pre-ospedaliera di assumere l'Aspirina orale in una singola dose di 500 mg. È imperativo informare il medico del team dell'ambulanza circa l'assunzione di farmaci nella fase pre-ospedaliera, indicando non solo il gruppo farmacologico, ma anche il dosaggio. La struttura di trattamento di emergenza di un attacco cardiaco include l'ossigenoterapia di maschera.

Il sollievo dal dolore prolungato pronunciato in un infarto viene implementato mediante l'uso di farmaci neurolettanalgesici (agenti che combinano l'azione analgesica e neurolettica). A tale scopo, utilizzare una soluzione di fentanil allo 0,005% in una dose di 1 ml e una soluzione allo 0,25% di Droperidolo in una singola dose di 2 ml con il metodo dell'iniezione endovenosa. In una situazione in cui la sindrome del dolore intenso è accompagnata da un aumento dell'eccitabilità del paziente durante un attacco di cuore, è consigliabile utilizzare farmaci per via endovenosa (soluzione di morfina all'1% in una dose di 1 ml).

Trattamento di attacco di cuore

Le misure terapeutiche utilizzate in un infarto dovrebbero essere patogeneticamente giustificate e dirette eziologicamente. I metodi di trattamento farmacologico differiscono in base al principio dell'uso a lungo termine. Ci sono medicine per la correzione medica di emergenza di un attacco di cuore, così come per la terapia di mantenimento per tutta la vita.

A causa del fatto che lo sviluppo di un infarto si basa sulla formazione di un'ostruzione al normale flusso sanguigno attraverso i vasi coronarici causato dallo sviluppo di coaguli di sangue nel lume, un prerequisito per migliorare le condizioni del paziente e ridurre il rischio di cambiamenti irreversibili del miocardio è la rimozione di masse trombotiche con qualsiasi metodo possibile. Il metodo più efficace per eliminare l'otturazione intraluminale di una nave consiste nell'eseguire l'angioplastica sotto forma di intervento coronarico percutaneo. L'efficacia di questo metodo dipende dalla tempestività del suo utilizzo (non più di 90 minuti dal debutto di un infarto).

Numerosi studi randomizzati hanno dimostrato l'assoluta inefficienza e l'inexpediaency dell'uso della chirurgia percutanea di bypass coronarico nei pazienti a più di tre giorni dal debutto di un infarto. Nel 10% dei casi dopo angioplastica, si nota una complicazione sotto forma di restenosi, che si forma entro sei mesi dall'uso del trattamento chirurgico. Al fine di prevenire lo sviluppo di restenosi, recentemente è stata sviluppata una tecnica per l'uso di stent con un rivestimento speciale (sirolimus, paclitaxel). Tutti i pazienti che sono stati impiantati con uno stent sono raccomandati non solo nel periodo postoperatorio, ma anche per prendere clopidogrel per tutta la vita, 1 capsula alla sera.

In una situazione in cui non è possibile eseguire un intervento chirurgico, un metodo alternativo consiste nell'utilizzare un regime terapeutico trombolitico adeguato utilizzando farmaci mirati alla lisi delle masse trombotiche e al ripristino del flusso sanguigno normale. Va tenuto presente che l'efficacia della terapia trombolitica è limitata agli intervalli di tempo, cioè è necessario utilizzare farmaci di questa categoria nelle prime tre ore dopo l'insorgenza di un infarto. I fattori limitanti per l'uso della terapia trombolitica sono: la vecchiaia del paziente con dati anamnestici per l'ictus, la gravidanza e la perdita di sangue massiva acuta, la presenza di un'ulcera gastrica nel paziente, l'uso prolungato di anticoagulanti.

Al fine di ridurre il rischio di progressione della formazione di complicanze trombotiche e prevenire la formazione di nuovi coaguli di sangue, è consigliabile combinare la nomina di farmaci anticoagulanti e antiaggreganti. Attualmente, Actelise, Metalize (100.000-250000 U) viene utilizzato in termini di trattamento di emergenza di un attacco di cuore. La più grave e frequente complicazione dell'uso di farmaci di questo gruppo farmacologico è lo sviluppo di un tipo di ictus emorragico.

Al fine di stimolare la sintesi proteica e migliorare i processi metabolici nel corpo, intensificando il processo di cicatrizzazione nella zona necrotica, vengono utilizzati farmaci del gruppo steroideo anabolizzante (Retabolil 1 volta in 10 giorni soluzione al 5% in un dosaggio di 1 ml, fenobolina per via intramuscolare in 1 ml di soluzione 1% 1 volta a settimana). Le controindicazioni assolute all'uso di farmaci di questo gruppo farmacologico sono tutte le malattie oncologiche, la gravidanza e grave insufficienza epatica.

I pazienti nei quali si sviluppa un attacco cardiaco sullo sfondo di insufficienza cardiaca congestizia, oltre al trattamento medico standard, si raccomanda di applicare un regime terapeutico diuretico adeguato con una via di somministrazione predominante per via parenterale (Furosemidem 20 mg per via endovenosa 1-2 volte al giorno).

Prevenzione degli attacchi di cuore

La prognosi per un infarto dipende direttamente dalle misure preventive che il paziente applica nel periodo post-offensivo. Le misure profilattiche utilizzate sono principalmente volte a prevenire un episodio ricorrente di infarto, oltre a ridurre il rischio di un esito fatale. Secondo le statistiche, lo sviluppo della sindrome coronarica acuta è scatenato dalla mancata osservanza da parte del paziente delle raccomandazioni del medico curante per esteso in relazione alla prevenzione di un attacco cardiaco. Inoltre, in assenza di trattamento profilattico, un attacco cardiaco può provocare lo sviluppo di gravi forme di disturbo del ritmo cardiaco e danni all'apparato valvolare del cuore.

Va tenuto presente che in alcune situazioni un paziente può sviluppare una forma indolore di ischemia miocardica dopo un episodio di infarto, che non è accompagnato dalla formazione di sintomi clinici classici e allo stesso tempo presenta un alto rischio di sviluppare complicazioni cardiovascolari, persino la morte.

Come misura preventiva, si dovrebbe prendere in considerazione il monitoraggio dinamico degli indicatori della pressione arteriosa e mantenere questi indicatori a non più di 140/90 mm Hg, per i quali tutti i pazienti che soffrono di infarto sullo sfondo dell'ipertensione arteriosa sono raccomandati a prendere regolarmente farmaci antipertensivi e regole per la correzione del comportamento alimentare (restrizione dell'assunzione di sale e rispetto del regime idrico). Come farmaco antipertensivo, la preferenza dovrebbe essere data ai mezzi del gruppo dei beta-bloccanti (Metoprololo in una dose giornaliera fino a 200 mg per via orale), che sono i farmaci di scelta come prevenzione dello sviluppo di un episodio ricorrente di infarto miocardico e infarto. Il meccanismo dell'effetto positivo di questi farmaci viene implementato riducendo il bisogno del muscolo cardiaco per l'ossigeno, riducendo la frequenza cardiaca.

Recenti studi randomizzati suggeriscono l'effetto positivo sull'aspettativa di vita dei pazienti con una storia di infarto, farmaci del gruppo di farmaci anti-piastrinici, a condizione che ricevano un consumo regolare per tutta la vita (Clopidogrel, Cardiomagnyl 1 volta al giorno). Inoltre, i farmaci del gruppo di statine con livello di assunzione prolungato fuori dalla possibilità di progressione delle lesioni vascolari aterosclerotiche del segmento coronarico, che riduce significativamente il rischio di episodi ripetuti di infarto (atorvastatina in una dose di mantenimento di 20 mg per via orale per almeno sei mesi). Quando si prescrivono farmaci al paziente appartenenti alla categoria delle statine, si deve tener conto della loro epatotossicità e, pertanto, si raccomanda uno studio preliminare degli organi del sistema epato-biliare e di assumere il farmaco con un costante monitoraggio in laboratorio dei campioni di fegato.

Attacco di cuore - quale medico aiuterà? Al minimo sospetto di un attacco di cuore, dovresti immediatamente chiedere il parere di specialisti come terapeuta o cardiologo.

Come va un attacco di cuore?

Un attacco di cuore non è un termine medico. Quindi, nelle persone chiamano una condizione che è associata a un'interruzione nel lavoro del cuore, è accompagnata da sintomi specifici ed è pericolosa per la vita umana. In questo caso, la vittima di solito assomiglia a questo: si preme le mani sul petto, ansima l'aria e il suo viso esprime una paura mortale. Un attacco si sviluppa improvvisamente e rapidamente, può superare un uomo o una donna (sia una persona anziana che un'adolescente) nel luogo più inaspettato e nel momento più inappropriato. L'ulteriore sviluppo degli eventi dipende dalle azioni delle persone che per caso si sono trovate nelle vicinanze. È importante non confondersi e essere almeno un po '"esperti" nel campo del primo soccorso in tali situazioni.

Attacco di cuore: definizione

Un attacco di cuore è una grave interruzione del flusso sanguigno miocardico. Questa condizione è caratteristica delle manifestazioni acute della malattia coronarica. A questo punto, il flusso di sangue attraverso le arterie coronarie si ferma o diventa difficile, perché sulla strada incontra una barriera sotto forma di coaguli di sangue o depositi di colesterolo che bloccano il passaggio all'interno della nave. Il cuore non riceve ossigeno, le sue cellule iniziano a subire l'ipossia e vengono distrutte. Si sviluppa angina (attacco di cuore lieve) o infarto del miocardio.

Un attacco cardiaco spesso termina con la morte, quindi bisogna fare immediatamente attenzione. Urge chiamare un'ambulanza ai primi segni sospetti.

Cause di patologia

Una condizione di pericolo di vita può verificarsi quando la consegna di ossigeno al miocardio è difficile. La trombosi o l'aterosclerosi contribuiscono alla vasocostrizione, con lo spazio tra le pareti che si sovrappone al 70% e oltre. L'ischemia acuta del cuore è provocata dai seguenti fattori:

  • pienezza eccessiva;
  • passione per l'alcol e i prodotti del tabacco;
  • storia di diabete mellito grave;
  • attività fisica ridotta;
  • allenamento intenso per gli atleti;
  • impegno per cibi grassi e porzioni ricche;
  • VSD (distonia vegetativa);
  • abuso di farmaci non steroidei;
  • stare a lungo in una stanza soffocante o al sole aperto nel calore;
  • ipertensione;
  • età (a giovane è meno comune);
  • appartenente al sesso maschile;
  • propensione a sviluppare coaguli di sangue;
  • colesterolo alto di sangue.


La situazione è aggravata da uno spasmo delle navi coronarie affette da colesterolo (in altre parole, crampi cardiaci), quando il passaggio per il flusso sanguigno può essere completamente bloccato. Questo accade se la pressione sanguigna inizia a salire, così come sotto uno stress severo (paura, gioia, rabbia o altri disturbi nervosi), un alto sforzo fisico. Il rischio di sviluppare un attacco aumenta in presenza di patologie cardiache (fibrillazione atriale, tachicardia, difetti congeniti e acquisiti del sistema circolatorio, insufficienza ventricolare sinistra cronica).

Quando il flusso sanguigno è parzialmente bloccato, si sviluppa l'angina pectoris, il blocco completo della nave porta a fenomeni necrotici (infarto del miocardio).

Sintomi e precursori di un infarto

La sospettosità eccessiva rovina molto la vita di una persona, ma a volte la vigilanza intensificata verso la propria salute non fa ancora male. Senza trascurare tutte le "stranezze" del proprio benessere, una persona può avvertire di un pericolo imminente. Ci sono segni per determinare il possibile approccio di un attacco di cuore. I cosiddetti precursori si manifestano molto prima dell'inizio del momento critico:

  • Debolezza sempre più irragionevole, stanchezza.
  • Una persona inizia a sentirsi male in stanze chiuse e soffocanti.
  • Gambe molto gonfie.
  • È difficile dormire la notte.
  • Tormenta l'ansia irragionevole.
  • C'è un evento periodico di un attacco di panico.
  • Spesso vertigini.
  • Qualsiasi attività provoca mancanza di respiro.
  • Di notte apparve il russare.
  • Una persona avverte una sensazione spiacevole al petto, pesantezza e costrizione.
  • Di tanto in tanto c'è dolore alle braccia, alle spalle, al collo, alla testa, alla mascella, alla schiena.
  • C'è una maggiore sudorazione.
  • Si può verificare un disturbo del battito cardiaco, un impulso che si può estinguere.
  • Il malessere generale si sviluppa, come al freddo.
  • Uno sfondo psicoematico instabile è caratteristico di una persona malata.
  • Ci sono disturbi ricorrenti del tratto digestivo (dolore, nausea, gonfiore).

Ma i segni immediati di un attacco di cuore:

  • dolore al petto, costrizione di dolore, pesantezza;
  • disagio nella metà sinistra del corpo;
  • paura della morte;
  • debolezza muscolare, gambe "imbottite";
  • la pelle è bianca, naso, labbra, dita con una sfumatura blu;
  • svenimento;
  • mancanza d'aria, difficoltà a respirare profondamente;
  • polso frequente o intermittente;
  • sudore freddo abbondante.

Una condizione minacciosa può manifestarsi in modi diversi nelle persone di sesso diverso. Quindi, i sintomi di un infarto nelle donne hanno le loro caratteristiche.

  1. Segni di questa natura si verificano in età più tarda, dopo la menopausa. Più spesso hanno un esito tragico rispetto agli uomini.
  2. Nelle donne, solitamente piccole arterie si sovrappongono, nel sesso opposto - grandi. Questo si riflette nei sintomi dello sviluppo di un attacco di cuore negli uomini.
  3. Le manifestazioni di problemi cardiaci nella bella metà sono per lo più atipiche: è bruciore di stomaco, dolore nella parte superiore dell'addome, nausea, la donna diventa molto debole, non può respirare normalmente, si stanca rapidamente.
  4. Spesso c'è un attacco asintomatico.
  5. I segni di un infarto acuto nelle donne tendono a escludere il dolore al petto.

Un attacco di cuore può passare completamente inosservato. C'è una morte rapida e improvvisa, se una grande parte del cuore è colpita, o una persona subisce in sicurezza un attacco silenzioso, anche senza sospettarlo. Riconoscere i cambiamenti irreversibili in questo caso è reale solo con una visita medica pianificata.

Un altro scenario è che una persona è disturbata da sintomi che non associa alla patologia del cuore. Non si rivolge al medico al momento giusto, scegliendo le tattiche in attesa, aggravando così la situazione. Nel frattempo si sviluppano complicazioni potenzialmente letali. Segni atipici di un attacco di cuore:

  • fa male il lato destro del torace;
  • possibile dolore all'addome con nausea e vomito, gonfiore;
  • sintomi del raffreddore, mal di gola.

Sintomi simili sono caratteristici di alcune altre condizioni (osteocondrosi, intercostale, angina, nevralgia, ernia diaframmatica, malattia gastrica, sviluppo acuto di pancreatite, nonché colecistite). Ma ci sono anche caratteristiche specifiche che aiutano a distinguere le patologie non cardiache dall'infarto del miocardio:

  • Bruciore di stomaco, diarrea, stitichezza, eruttazione parlano di disfunzione digestiva.
  • Dolori severi e acuti si verificano a prescindere dallo sforzo fisico o dalla tensione nervosa, sono aggravati dalla palpazione della parte inferiore delle costole, questo è un segno di nevralgia.
  • Il dolore è aggravato se una persona muove il busto, le braccia, respira profondamente. O le sensazioni spiacevoli sono di breve durata, simili al formicolio, si fermano da sole. Forse questo ha a che fare con l'osteocondrosi.
  • Il ricevimento di "nitroglicerina" non porta sollievo. Quindi, l'aspetto del dolore non è collegato al cuore.

I cambiamenti legati all'età in un bambino durante l'adolescenza possono anche causare dolore toracico, ma sono una variante della norma.

Pronto soccorso a casa

Quando hai un attacco di cuore, devi agire rapidamente e correttamente. Per prima cosa devi chiamare un'ambulanza. Quindi, è necessario effettuare le seguenti operazioni:

  1. Fornire alla vittima la pace e il conforto completi. È consigliabile sdraiarsi, alzando la testa.
  2. Allentare tutti i dispositivi di fissaggio e le serrature che si premono sul petto in modo che la persona possa respirare liberamente.
  3. Aprire finestre e prese d'aria, far entrare l'aria fresca.
  4. Fornire supporto emotivo, cercare di salvare una persona dalla paura e dal panico.
  5. Per offrire "nitroglicerina" (sotto la lingua), in assenza di effetti, ripetere la dose ammissibile in pochi minuti. Se la pressione è diventata molto più bassa, questo metodo non può essere applicato.
  6. Se sospetti un infarto miocardico per prevenire la formazione di coaguli di sangue, assicurati di masticare la pillola "Aspirina". È necessario per fluidificare il sangue, aiutandolo a fluire più liberamente attraverso i vasi ristretti.
  7. Con una pressione elevata per aiutare il paziente a prendere antipertensivi. Di solito in ipertonico è sempre a portata di mano.
  8. Installare un cerotto sulla senape, fare un bagno caldo per i piedi.
  9. Se il cuore si è fermato, avrai bisogno di un massaggio indiretto di questo organo e della respirazione artificiale.

trattamento

È possibile trattare un paziente con infarto sia a casa che in ospedale. Se non vi è alcun sospetto di infarto, la persona viene osservata in regime ambulatoriale, continuando a prendere farmaci per prevenire i parossismi ricorrenti e prevenire la formazione di coaguli di sangue. Questi sono di solito tali farmaci:

  • farmaci contenenti nitrogeno ("nitroglicerina");
  • antidolorifici ("Morfina");
  • farmaci antipertensivi ("metoprololo");
  • diuretici ("Furosemide");
  • farmaci contro l'ulteriore sviluppo di aterosclerosi ("atorvastatina");
  • anticoagulanti (eparina);
  • agenti trombolitici ("streptochinasi");
  • agenti antipiastrinici ("Aspirina").

Questo schema è seguito nel periodo post-infarto.

Nel caso di infarto miocardico acuto, si ritiene opportuno effettuare un intervento chirurgico d'urgenza, è possibile utilizzare il pacing (con arresto cardiaco).

Operazioni di attacco cardiaco:

  • angioplastica con palloncino (espansione artificiale di una nave ristretta con un catetere a palloncino);
  • installazione di uno stent (uno speciale telaio di dilatazione) nella cavità dell'arteria danneggiata;
  • intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie (creazione di ulteriori percorsi del sangue intorno all'area interessata).


Le manipolazioni chirurgiche possono arrestare lo sviluppo di complicanze, ma sono rilevanti solo nel corso di un'ora e mezza dopo l'inizio dell'attacco.

complicazioni

Un attacco di cuore è pericoloso a causa delle complicazioni che può causare. Inoltre, le conseguenze si verificano sia nelle prime ore dello sviluppo della patologia, sia entro poche settimane dopo la fine dell'attacco. La necrosi è il risultato di una violenta violazione della circolazione coronarica. Le cellule morte non possono essere completamente ridotte, il che compromette in modo significativo il funzionamento del cuore, con conseguente insufficienza miocardica o un secondo infarto. L'attacco può anche causare gravi aritmie, rottura del tessuto cardiaco, l'insorgenza di shock cardiogeno (riduzione dell'afflusso di sangue ad altri organi con violazione delle loro funzioni). Tutte queste condizioni portano alla morte della vittima.

La previsione dell'esito di una patologia simile dipende sempre dal volume di lesioni ricevute, dalla velocità di fornire assistenza qualificata, nonché dall'età e da altre caratteristiche individuali dell'organismo. Prima si inizia il trattamento, la parte più piccola del cuore ne risentirà. I pazienti più anziani, le persone con un sistema immunitario indebolito e una storia di malattie croniche sono più difficili da contare sul corso favorevole degli eventi.

Come prevenire un attacco di cuore

Per prevenire attacchi primari e ripetuti della sindrome coronarica acuta, è necessario seguire una serie di raccomandazioni:

  1. Effettuare rigorosamente appuntamenti medici.
  2. Rinuncia categoricamente alle cattive abitudini.
  3. Guarda il tuo peso, se necessario, sbarazzarsi di chili in più.
  4. Rafforzare l'esercizio moderato del cuore.
  5. Osservare una modalità razionale di lavoro e riposo.
  6. Aderire ad una dieta equilibrata, eliminando cibi ricchi di colesterolo.
  7. Monitorare regolarmente i livelli di pressione sanguigna, zucchero e colesterolo.
  8. Un vaccino antinfluenzale aiuterà ad evitare problemi cardiaci.
  9. Proteggiti da eccessive esplosioni emotive.

Scherzo con un infarto non ne vale la pena. Anche se non vi è la certezza che i sintomi che si verificano indichino uno stato mortale, è consigliabile chiedere aiuto al personale medico. Va ricordato che i segni di un infarto possono essere atipici. Per non rischiare la tua vita, devi essere vigile per qualsiasi manifestazione negativa nel corpo. Il primo soccorso non richiede conoscenze e competenze mediche approfondite, ma tutti dovrebbero possedere questi elementi. Le abitudini quotidiane e la routine consolidata sono molto importanti per la prevenzione dei disturbi cardiaci, cambiandoli in meglio con la forza di qualsiasi persona.

Pinterest