Riabilitazione dopo infarto miocardico a casa: educazione fisica, dieta, farmaci

Un attacco cardiaco si verifica quando un trombo viene bloccato da un'arteria coronaria e fa sì che alcune aree del cuore rimangano senza ossigeno. Se le cure mediche non sono state fornite in tempo, le cellule si spengono, le cicatrici si formano al loro posto e il cuore smette di svolgere le sue funzioni.

Le persone che hanno subito un infarto richiedono una riabilitazione a lungo termine e qualificata, mirata a ripristinare l'attività della vita a tutti gli effetti e prevenire le ricadute, che si verificano nel 20-40% dei casi.

Fasi di recupero di pazienti dopo malattia

La riabilitazione dopo un attacco di cuore include una serie di attività il cui compito è prevenire le crisi ricorrenti, eliminare le complicazioni e riportare il paziente alla vita normale.

Le principali aree del processo di recupero sono:

  • normalizzazione dell'attività fisica;
  • terapia farmacologica;
  • dieta;
  • aiuto psicologico.

La scelta delle tattiche di riabilitazione si basa sulla condizione individuale del paziente, così come sulla sua età e sui motivi che hanno portato allo sviluppo di un infarto.

In una condizione grave del paziente, quando ha rivelato complicanze quali aritmia o insufficienza cardiaca, la riabilitazione deve essere effettuata inizialmente presso un istituto medico specializzato, con ulteriore trasferimento al recupero domiciliare del corpo e osservanza del processo infermieristico nell'infarto miocardico.

Prime raccomandazioni

La terapia fisica è il passo più importante nel recupero dell'attività fisica di una persona che soffre di infarto. Il tempo di inizio della terapia fisica è prescritto da un medico in base al grado di danno miocardico e alle condizioni del paziente.

Con patologie di moderata gravità, la ginnastica è iniziata per 2-3 giorni, con una grave attesa di solito una settimana. I principi di base per ripristinare l'attività fisica di un paziente sono ridotti ai seguenti passaggi:

  • i primi giorni richiedono un rigoroso riposo a letto;
  • nei giorni 4-5, il paziente è autorizzato a prendere una posizione seduta con le gambe che pendono dal letto;
  • il giorno 7, in una situazione favorevole, il paziente può iniziare a muoversi vicino al letto;
  • in 2 settimane sarà possibile fare brevi passeggiate nel reparto;
  • da 3 settimane dopo l'attacco, di solito è permesso uscire nel corridoio, così come scendere le scale sotto il controllo dell'istruttore.

Dopo aver aumentato il carico, il medico misura necessariamente la pressione e il polso del paziente. Se le cifre differiscono dalla norma, il carico dovrà essere ridotto. Se il recupero avviene favorevolmente, il paziente può essere indirizzato a un centro di riabilitazione cardiologica (sanatorio), dove continuerà il suo recupero sotto la supervisione di professionisti.

Regole di potenza

Nel processo di riabilitazione, grande importanza è attribuita alla corretta alimentazione del paziente. Le diete possono essere diverse, ma hanno tutti principi comuni:

  • ridotto apporto calorico;
  • restrizione di grassi, farina e cibi dolci;
  • rifiuto di piatti speziati e speziati;
  • assunzione minima di sale - non più di 5 g al giorno;
  • la quantità di fluido consumata dovrebbe essere di circa 1,5 litri al giorno;
  • i pasti dovrebbero essere frequenti, ma in piccole porzioni.

Quale dovrebbe essere il cibo dopo un attacco di cuore? Nella dieta è necessario includere alimenti contenenti fibre, vitamine C e P, acidi grassi polinsaturi, potassio. Sono ammessi i seguenti alimenti:

  • carne a basso contenuto di grassi;
  • frutta e verdura, eccetto spinaci, funghi, legumi, acetosa, ravanello;
  • oli vegetali;
  • zuppe di verdure;
  • composte e succhi senza zucchero, tè debolmente fermentato;
  • crusca e pane di segale, porridge;
  • pesce magro;
  • latticini senza grassi;
  • frittata.

Sarà richiesto di rifiutare:

  • carne grassa;
  • caffè biologico;
  • pane fresco, muffin;
  • uova fritte o bollite;
  • sottaceti, sottaceti, cibo in scatola;
  • torte, cioccolato, torte e altri dolci.

Quali altri prodotti dovrebbero essere eliminati quando si sta seguendo un infarto miocardico, vedere il video:

Nella prima settimana di riabilitazione, è consigliabile mangiare solo cibo sfregato 6 volte al giorno.

Da 2 settimane in poi, la frequenza dei pasti è ridotta e il cibo deve essere tritato.

In un mese sarà possibile assumere cibo regolare, controllando rigorosamente il suo contenuto calorico. La tariffa giornaliera non dovrebbe superare 2300 kcal. Quando il peso corporeo in sovrappeso dovrà essere leggermente ridotto.

Esercizio fisico e vita sessuale

Il ritorno all'attività fisica inizia in ospedale. Dopo la stabilizzazione, al paziente è concesso di fare un po 'di esercizio fisico, prima passivo (semplicemente seduto a letto), quindi più attivo.

Il ripristino delle più semplici abilità motorie dovrebbe avvenire entro le prime settimane dopo l'attacco.

A partire da 6 settimane, ai pazienti viene solitamente prescritta la terapia fisica, le lezioni su una cyclette, a piedi, salire le scale, fare jogging facile, nuotare. Il carico dovrebbe aumentare molto attentamente.

La terapia fisica è molto importante nella riabilitazione dopo un attacco di cuore. Grazie ad esercizi speciali, puoi migliorare la circolazione sanguigna e ripristinare la funzione cardiaca.

Video utile con una serie di esercizi di ginnastica per i pazienti di ginnastica dopo infarto miocardico a casa:

Le persone che hanno avuto un attacco di cuore possono fare le faccende domestiche a seconda della classe funzionale della malattia. I pazienti della terza classe sono autorizzati a lavare i piatti, pulire la polvere, la seconda classe - per eseguire piccole faccende, è vietato impegnarsi a segare, a lavorare con un trapano, a lavare i vestiti a mano. Per i pazienti di prima classe, le possibilità sono quasi illimitate. È solo necessario evitare di lavorare in una posizione scomoda del corpo.

I malati sessuali possono iniziare un mese e mezzo dopo l'attacco. La possibilità di un contatto sessuale sarà indicata dalla conservazione di un normale polso e pressione, anche quando si sale al 2 ° piano.

Raccomandazioni di base per i rapporti sessuali:

  • le compresse di nitroglicerina devono sempre essere cucinate nelle vicinanze;
  • si raccomanda di fare sesso solo con un partner provato;
  • la temperatura della stanza non dovrebbe essere troppo alta;
  • le posture devono scegliere quelle che non causano uno sforzo fisico eccessivo - per esempio, le posizioni in posizione eretta non sono raccomandate;
  • Non bere alcolici, cibi grassi e bevande energetiche prima del rapporto sessuale, non fare bagni caldi.

È necessario applicare mezzi per aumento di una potenzialità con cura estrema. Molti di loro hanno un effetto negativo sul lavoro del cuore.

Scopri di più sul sesso dopo l'infarto dal video:

abitudini

I fumatori sono molto più suscettibili alle varie malattie cardiache. Il fumo provoca spasmi di vasi cardiaci, così come la fame di ossigeno del muscolo cardiaco. Durante il periodo di riabilitazione dopo un attacco di cuore, è necessario smettere completamente di fumare e, al fine di prevenire le ricadute, sarà necessario fare ogni sforzo per fermare questa dipendenza per sempre.

Sulla questione del bere alcolici, tutto non è così drammatico, ma è ancora necessaria la moderazione. Durante il periodo di riabilitazione, l'alcol deve essere abbandonato del tutto e ulteriormente seguire un dosaggio rigoroso. La dose massima ammissibile di alcol puro al giorno è: per gli uomini - 30 ml, per le donne - 20 ml.

Controllo medico e medico

Il trattamento farmacologico svolge un ruolo guida nel prevenire possibili ricadute. Nel periodo post-infarto sono prescritti i seguenti farmaci:

  • Mezzi per ridurre la viscosità del sangue: Plavix, Aspirina, Tiklid.
  • Agenti per il trattamento di aritmie, angina pectoris, ipertensione (a seconda della malattia che ha portato allo sviluppo di un infarto): beta-bloccanti, nitrati, calcio antagonisti, inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina.
  • Mezzi per prevenire l'aterosclerosi: fibrati, statine, sequestra di acidi biliari, acido nicotinico.
  • Preparati per il miglioramento dei processi metabolici nei tessuti: Solcoseryl, Actovegin, Mildronat, Piracetam.
  • Antiossidanti: Riboxin, vitamina E.

Inoltre, possono essere prescritti corsi mensili annuali di complessi multivitaminici, che aiuteranno a rafforzare il corpo e prevenire l'effetto dannoso di fattori esterni sullo stato del sistema cardiovascolare.

Aiuto psicologico con questo problema

Una persona che ha subito un attacco di cuore è spesso incline alla depressione. Le sue paure sono fondate - dopotutto, un attacco può ripetersi. Pertanto, nel periodo post-infartuale di riabilitazione psicologica, viene dato un posto speciale.

Per eliminare le paure del paziente, vengono insegnate tecniche di rilassamento, motivazione al lavoro.

Lo psicologo di solito lavora con i parenti del paziente. Spesso, dopo un infarto, iniziano a considerare il paziente disabile, sono circondati da un'eccessiva cura e cercano di limitare la sua attività fisica - un tale atteggiamento influenza gravemente lo stato psicologico del paziente e rende difficile per lui tornare alla vita a pieno titolo.

Hai bisogno di una disabilità o puoi tornare al lavoro

La capacità del paziente di lavorare è determinata da diversi parametri:

  • prestazioni di elettrocardiografia;
  • risultati dell'esame clinico;
  • dati di test di laboratorio;
  • dati di ricerca veloergometrica.

Il ripristino della capacità lavorativa dipende dalle caratteristiche individuali del decorso della malattia. La decisione sulla capacità di eseguire una determinata attività è presa da una commissione speciale.

Dopo un infarto, è vietato impegnarsi nei seguenti tipi di attività professionale: guida veicoli, lavoro fisico pesante, lavoro giornaliero e notturno, così come lavoro che richiede maggiore attenzione e associato a stress psico-emotivo.

Ulteriori suggerimenti

Per prevenire il ripetersi di un attacco di cuore, il paziente deve evitare il nervo e lo stress fisico. I primi giorni deve rispettare il riposo a letto. Se si è sdraiati, si osserva mancanza di respiro, è meglio essere in una posizione sollevata.

Gli esercizi di fisioterapia sono vietati in caso di grave aritmia, alta temperatura corporea, bassa pressione sanguigna e insufficienza cardiaca.

Se un paziente ha insufficienza renale o insufficienza cardiaca grave, ematomi intracranici e aumento del sanguinamento, alcuni farmaci possono essere controindicati per lui, ad esempio il mannitolo. Numerosi esami diagnostici possono influire negativamente sulle condizioni del paziente. Ad esempio, l'angiografia coronarica viene eseguita solo prima del trattamento chirurgico.

Misure di prevenzione delle ricadute

La prevenzione degli attacchi ricorrenti di infarto comporta una serie di misure che aiutano a rafforzare il corpo e ridurre l'impatto negativo delle patologie che hanno portato allo sviluppo della malattia. Seguire le seguenti linee guida aiuterà a prevenire le ricadute:

  • smettere di fumare;
  • esercizio moderato;
  • ridurre la quantità di cibi spazzatura e grassi e dolci nella dieta;
  • bere un caffè meno forte;
  • evitare lo stress.

Si raccomanda di camminare più spesso all'aria aperta, non di mangiare troppo, di praticare sport delicati che contribuiranno all'addestramento del muscolo cardiaco e rafforzare il sistema nervoso.

Il programma sulla riabilitazione dei pazienti in ospedale e le condizioni di casa e la vita dopo l'infarto miocardico in due parti:

Recupero dopo infarto miocardico a casa

La riabilitazione dopo infarto miocardico può durare fino a 12 mesi. A seconda della complessità della malattia, si distinguono quattro gradi clinici, in cui il primo si verifica più facilmente e il quarto è accompagnato da varie complicazioni. Una grande influenza sulla durata del periodo di recupero ha una condizione generale del corpo.

I pazienti anziani si riprendono più a lungo e più difficile, più spesso ci sono comorbilità, espresse in violazione del lavoro del cuore e dei vasi sanguigni, rispettivamente, hanno una maggiore probabilità di recidiva. A rischio sono gli uomini sopra i 40 anni e le donne dopo la menopausa.

Ciò è dovuto alla dieta e alla mancanza di adeguati carichi cardiaci.

L'infarto miocardico è una condizione in cui i tessuti cardiaci avvertono una mancanza acuta di ossigeno, sangue e sostanze nutritive. Di conseguenza, la riabilitazione è volta a ripristinare la nutrizione alle cellule dell'organo. E tutta la vita ulteriore di una persona che ha subito un infarto dovrebbe tenere conto della sua predisposizione alla necrosi del tessuto cardiaco.

Recupero dopo infarto miocardico

Il recupero a casa di una persona che ha subito un infarto è la seguente:

  • esecuzione del regime di farmaci terapeutici;
  • aderenza alla dieta;
  • prestazione regolare del livello raccomandato di attività fisica;
  • adattamento psicologico.

Raccomandazioni per il ripristino della salute

È importante aiutare l'anziano che ha avuto un attacco di cuore in tempo, a svolgere il trattamento necessario. Ma non meno importante è la riabilitazione dopo il trattamento. Dal successo della ripresa dopo un grave infarto in età avanzata, dipende dalla durata e dalla qualità della vita successiva.

Cause di un attacco di cuore

La morte del muscolo cardiaco (miocardio) è causata da una serie di condizioni che minano gravemente la salute degli anziani:

  • aterosclerosi, a seguito della quale si formano placche nei vasi sanguigni che impediscono il flusso di sangue al muscolo cardiaco;
  • eccesso di cibo, cibi malsani, che aumentano in modo significativo il carico sul cuore che trabocca dallo stomaco, aumentando il livello di colesterolo nel sangue, sporcando il cuore in grappoli di grasso;
  • stile di vita basso-attivo, causando un accumulo di peso sopra la norma e il ristagno di sangue;
  • malattie associate: ipertensione, diabete mellito, che porta al deterioramento delle funzioni di tutti gli organi e sistemi, in particolare il muscolo cardiaco;
  • lo stress, il superlavoro e il cattivo sonno insieme causano danni al muscolo cardiaco;
  • l'ereditarietà è anche un importante fattore di predisposizione e infarto.

Danneggiamento del muscolo cardiaco mediante attacco

Meno una persona anziana presta attenzione alla sua salute, maggiore è il rischio di avere un grave infarto con conseguenze necrotiche. Soprattutto ad alto rischio ci sono persone dopo 50 anni. L'infarto del miocardio nelle persone anziane non è facile. Quando compaiono i primi sintomi di un attacco, è urgentemente richiesto a un paziente anziano di essere portato in ospedale per cure mediche.

Cambiamenti nel cuore durante un attacco di cuore

L'idea dei sintomi del danno miocardico consente di prestare attenzione ai cambiamenti allarmanti nel benessere di una persona anziana, di comprenderne la serietà e di fornire il primo soccorso durante un attacco.

L'infarto del miocardio è accompagnato negli anziani con dolore nella zona dello sterno e dietro di esso. Il dolore è concentrato nel centro del torace, dato al collo, alle braccia, alle spalle. Il dolore brucia e diventa insopportabile, non può essere placato. Anche in pace, queste sensazioni non si placano. Le compresse di nitroglicerina sono prive di potere prima di tutto il consumo di dolore. Questa situazione indica l'inizio dell'attacco.

Altri segni si uniscono alle sensazioni dolorose:

  • mancanza di respiro fino a quando è impossibile respirare;
  • dolore alla testa;
  • periodi di nausea;
  • paura incontrollabile inspiegabile con sudore freddo;
  • perdita di coscienza.

Un attacco di cuore, soprattutto nelle persone anziane, senza fornire assistenza tempestiva da un medico porta a complicazioni: aritmie, insufficienza cardiaca acuta e persino la morte.

È molto importante che l'attacco non si ripeta, e questo non accade così raramente. Se si verifica una recidiva, il trattamento e la riabilitazione saranno ritardati, il risultato del recupero sarà molto modesto.

trattamento

Il trattamento dell'infarto del miocardio di qualsiasi complessità negli anziani avviene nell'ospedale. Ma prima dell'arrivo del medico dell'ambulanza, è necessario fornire il primo soccorso a casa o dove il paziente anziano ha subito un attacco.

Al primo segno di un attacco, è importante organizzare il paziente nel modo più comodo possibile, per liberare l'abbigliamento costrittivo in modo che possa respirare liberamente. Quindi chiamare un'ambulanza e rispettare le regole di primo soccorso prima dell'arrivo del medico:

  • alternativamente dare al paziente 2 compresse di nitroglicerina (sotto la lingua);
  • pillola di aspirina (masticare e bere);
  • Diluire 40 gocce di Corvalol in acqua e dare da bere.

Le condizioni del paziente durante un attacco richiedono il primo soccorso.

Queste misure aiuteranno il cuore affetto ad aspettare il medico e normalmente raggiungeranno l'ospedale in ambulanza. A causa delle corrette misure di pronto soccorso, il trattamento e il successivo corso di riabilitazione riabilitativa saranno più rapidi e più efficaci.

Il processo di trattamento prescritto per i pazienti anziani con infarto miocardico è il seguente:

  • riposo a letto pieno per i primi due giorni;
  • a seconda della situazione, è permesso alzarsi il terzo giorno, a condizione che il paziente anziano segua rigorosamente le istruzioni dei medici;
  • il trattamento è prescritto per prevenire la formazione di coaguli di sangue nelle arterie in modo che l'infarto non si ripeta;
  • Il ricevimento dei mezzi per rafforzare e tonificare i vasi sanguigni è obbligatorio, in modo che il sangue possa fluire liberamente al cuore, fornendo ossigeno e cibo in pieno;
  • per il dolore residuo nel cuore, gli antidolorifici sono prescritti per aiutare il paziente anziano a sentirsi meglio e alleviare la tensione;
  • con l'aiuto dei beta-bloccanti, le conseguenze di un infarto vengono neutralizzate e il carico sul cuore viene ridotto;
  • i nitrati per via endovenosa danno un buon risultato per espandere i vasi dopo un infarto;
  • in caso di danno miocardico, vengono prescritti farmaci che rimuovono il fluido in eccesso dal corpo.

Se la terapia farmacologica non dà l'effetto desiderato e il rischio di reinfarto persiste, è necessario ricorrere a metodi chirurgici, come la chirurgia di bypass.

Recupero dopo un attacco

Dopo la fine del ciclo di trattamento, vale la pena attenersi a determinate regole, poiché il recupero delle persone in età avanzata richiede molto tempo e richiede pazienza. È necessario prepararsi al fatto che la riabilitazione è una tappa necessaria per il ritorno della salute, un secondo infarto può accadere senza di esso.

L'atteggiamento mentale corretto, il sostegno dei parenti fornirà l'opportunità di seguire regolarmente le prescrizioni dei medici per il periodo di riabilitazione post-infarto.

  • È necessario evitare di sollevare pesi, questo può scatenare un altro attacco di cuore.
  • Si raccomanda di praticare la terapia fisica, iniziando con il camminare. Il quotidiano obbligatorio cammina all'aria aperta. All'inizio è meglio camminare non molto velocemente - 80 passi al minuto. Dopo 3 mesi, il numero di passi, a seconda delle condizioni del paziente, può essere aumentato a 120. Allo stesso tempo, monitorare attentamente l'impulso. All'età di 60 anni, l'impulso dopo aver camminato non deve superare i 100 battiti al minuto.
  • È utile per gli anziani andare in bicicletta, nuotare in una piscina o in un fiume. Dovrebbe essere dosato per impegnarsi in tutti i tipi di attività all'aperto che stimolano il sistema cardiovascolare.

Periodo di recupero dopo infarto

  • Alcool forte, tabacco e caffè sono rigorosamente esclusi durante il periodo di recupero. I medici consentono agli anziani di utilizzare in quantità limitata di questo vino rosso secco.
  • È importante che le persone anziane seguano la dieta raccomandata dopo un infarto. Il suo significato sta nel fatto che nella dieta riduce al minimo la quantità di sale e grasso. Include più frutta, verdura, cibi con fibre. Si consiglia di utilizzare più latte, ma di abbandonare quei prodotti che contengono grassi da latte (panna acida, panna, formaggio). Kefir a basso interesse, yogurt, ryazhenka e altri prodotti a base di acido lattico vengono lasciati nella dieta. Consigliato pesce non troppo grasso.
  • Bisogna fare attenzione nell'organizzazione della sessualità, perché danno troppa fatica fisica. Si consiglia agli anziani di escludere il sesso. Ciò avrà un effetto positivo sul recupero post-infarto e su un'ulteriore vita normale.

Un buon mezzo per ripristinare la salute delle persone anziane è un massaggio dopo un infarto miocardico. Si concentra sul petto, collo e colonna vertebrale. Il trattamento di massaggio dipende dallo stato della persona anziana dopo l'attacco.

Procedure per aumentare l'immunità

L'infarto è una patologia accompagnata da necrosi tessutale. La necrosi inizia a causa del fatto che l'afflusso di sangue al corpo è disturbato.

Le persone pensano che un attacco di cuore influisca solo sul cuore, ma non lo è.

La lesione abbatte tutti gli organi vitali del corpo umano. Ma secondo le statistiche, l'infarto miocardico, che colpisce il tessuto muscolare del cuore, si verifica più frequentemente di altri ed è considerato pericoloso.

Un attacco di cuore è una piccola focale e una grande focale. Il piccolo infarto focale è più facile, ma proprio come una grande focale, richiede un ricovero immediato e un trattamento.

Ci sono metodi per il trattamento di questa patologia, è un trattamento farmacologico, un intervento chirurgico, un trattamento ospedaliero, dopo ogni bisogno di una lunga riabilitazione.

Se una persona ha un infarto, la riabilitazione include diverse regole:

  • rifiuto completo delle cattive abitudini;
  • corretta alimentazione equilibrata;
  • introduzione alla terapia fisica.

Tali regole aiuteranno non solo a prolungare la vita del paziente, ma anche a prevenire attacchi cardiaci ricorrenti.

Caratteristiche e durata della riabilitazione

Ogni paziente ha un attacco di cuore in modi diversi, ma ci sono segni comuni.

La classificazione ufficiale identifica quattro fasi della patologia. Il primo stadio comprende piccoli infarti focali, senza gravi complicanze, e l'ultimo - infarto focale grande con un'ulteriore protrusione delle pareti delle arterie o altre gravi complicanze.

Ogni fase ha il suo periodo di riabilitazione. Se la necrosi tissutale occupa una piccola area, il periodo di riabilitazione può durare non più di 6 mesi, e dopo un esteso attacco cardiaco con ulteriori complicazioni, il periodo può aumentare più volte.

Principi del periodo di recupero

Il periodo di recupero include:

  • attività fisica migliorata;
  • corretta alimentazione;
  • recupero dello stato psico-emotivo;
  • profilassi con farmaci;
  • osservazione in clinica.

Tutte queste regole daranno effetto solo nel complesso. Per ogni paziente, tutto è selezionato individualmente, che otterrà un maggiore successo.

Riabilitazione fisica

Ogni persona dovrebbe essere fisicamente attiva, ma dopo aver subito un infarto, l'intensità dello sforzo fisico dovrebbe essere ridotta e aumentata nel tempo.

Se inizi immediatamente uno stile di vita attivo e carichi il tuo corpo con un forte esercizio fisico, possono iniziare le complicazioni.

Se il paziente ha sofferto di un periodo acuto di infarto miocardico, i dottori sono autorizzati ad alzarsi dal letto solo ogni due giorni, e dopo 2 -3 giorni puoi fare i primi passi da solo, ma solo se ti trasferisci in un reparto normale.

Ogni giorno il paziente aumenta il numero di metri, l'aereo dovrebbe essere piatto. Tale camminata non dovrebbe causare affaticamento o disagio, soprattutto mancanza di respiro e dolore al cuore.

Quando il paziente è in ospedale, è impegnato in terapia fisica e sotto la stretta supervisione di un fisioterapista. Il fisioterapista insegnerà come regolare correttamente la potenza del carico e il tempo di allenamento, e in futuro tale riabilitazione è possibile dopo l'infarto miocardico a casa.

L'esercizio terapeutico stimola la circolazione sanguigna nel corpo, normalizza le funzioni cardiache, normalizza la respirazione, migliora il tono del sistema nervoso centrale e del tratto gastrointestinale.

Se il corso della terapia fisica era assolutamente corretto, allora la frequenza cardiaca sarà normalizzata. Ad esempio, pochi giorni dopo l'operazione, l'impulso con la camminata tranquilla era di 130 battiti al minuto, quindi dopo alcune settimane, con la stessa camminata, l'impulso non doveva superare i 100 battiti.

L'esercizio terapeutico comprende non solo esercizi fisici, ma anche esercizi di respirazione e massaggi.

Dopo che le condizioni del paziente si sono stabilizzate, i medici raccomandano di praticare sport, ovvero camminare, nuotare e praticare sport equestri. Aiuteranno a rafforzare e aumentare la resistenza dei muscoli cardiaci e ad aumentare l'ossigeno.

Si consiglia di praticare sport che contribuiscano a rafforzare e aumentare la resistenza del muscolo cardiaco e causino il suo arricchimento con l'ossigeno.

Il paziente non deve sedersi sul posto, anche al lavoro, è necessario assegnare alcuni minuti per esercitare. Se il tuo lavoro è già basato sull'attività fisica, pensa all'altra.

È ancora meglio se si consulta con il proprio medico.

Spesso i pazienti fanno domande sul sesso dopo un infarto. Aiuterà la consultazione con il cardiologo, perché ogni intimità richiede uno sforzo fisico significativo, che può causare gravi complicazioni.

I medici raccomandano di ripristinare la vita sessuale non prima di 2 o 3 mesi dopo un attacco di cuore. All'inizio, il paziente deve essere passivo nel sesso e scegliere una posizione che non richiede un grande sforzo fisico, per esempio, sul lato.

Ricostituzione di farmaci

La riabilitazione dei pazienti con infarto del miocardio include il recupero di droga per evitare la recidiva. Dopo un infarto, i pazienti vengono prescritti:

  • farmaci che riducono la viscosità del sangue;
  • farmaci che ripristinano il ritmo cardiaco, che combattono aritmie, angina pectoris, ipertensione (a seconda di cosa ha causato lo sviluppo del miocardio);
  • farmaci per la prevenzione delle malattie arteriose croniche;
  • agenti che migliorano i processi metabolici nei tessuti cardiaci.

Ogni anno, i medici prescrivono un corso mensile di un complesso multivitaminico che rafforza il corpo e previene l'influenza negativa dell'ambiente sulla condizione e sul funzionamento del cuore e dei muscoli del cuore.

Recupero mentale

Spesso, i pazienti che sono sopravvissuti a un attacco cardiaco sono depressi, questo è un processo naturale, quindi ognuno di essi sopravvive in modo che non ci sia alcuna recidiva.

La riabilitazione dei pazienti dopo infarto miocardico include il lavoro con gli psicologi. I compiti principali che gli psicologi devono affrontare sono prevenire i disturbi nevrotici, normalizzare lo stato mentale, eliminare la paura immaginaria e migliorare il sonno.

Per eliminare la paura immaginaria, lo psicologo insegna al paziente a rilassarsi e lo motiva a lavorare. Lo psicologo lavora non solo con il paziente, ma con le persone che lo circondano (parenti stretti), perché, come dimostra la pratica, dopo un infarto, considerano il paziente non come gli altri, si prendono cura di lui, cercano di salvarlo dallo sforzo fisico.

Un'assistenza eccessiva, solo peggiora lo stato psicologico del paziente e rallenta il processo di riportarlo al suo solito modo di vivere.

Nutrizione dopo un attacco di cuore

In molti pazienti, l'attacco cardiaco provoca:

  • sovrappeso o obesità;
  • alti livelli di colesterolo nel corpo;
  • metabolismo dei grassi alterato;
  • ipertensione persistente - 140/90, ad una velocità di 120/80;
  • alcool e fumo.

Abuso di cattive abitudini, causa malattia arteriosa cronica sotto forma di aterosclerosi vascolare. L'aterosclerosi vascolare richiede un trattamento immediato.

Difficile è il passaggio a una dieta sana. Pochi pazienti possono rinunciare ai piatti che consumano frequentemente. Dieta - questo è il componente principale, che è incluso nel periodo di recupero dopo un attacco di cuore.

Pazienti con eccesso di peso, è necessario, il prima possibile per abbandonarlo, la norma è meno tre - quattro chilogrammi al mese. Nel nostro tempo, non è così difficile, poiché ci sono molte diete. L'eccesso di peso interferisce con il normale funzionamento del cuore e lo carica molto, poiché il miocardio ha bisogno di saltare più sangue che nelle persone magre.

I pasti dovrebbero essere equilibrati e ricchi di vitamine. I pazienti devono rinunciare a cibi grassi, fritti, affumicati e salati e aggiungere meno sale ai piatti. I medici raccomandano di bere molto.

Attacco cardiaco ripetuto e il suo pericolo

Secondo le statistiche mediche, oggi l'infarto ricorrente si verifica nel 25 - 45% dei casi. Molto spesso, la ricaduta si verifica pochi giorni dopo l'attacco iniziale, e anche durante il primo anno c'è un alto rischio.

Lo stato di salute e l'ulteriore vita dipendono solo dal comportamento del paziente. Se il paziente aderisce a tutte le raccomandazioni dei medici curanti, vale a dire: consuma solo prodotti utili correttamente li prepara; impegnato in esercizi terapeutici e educazione fisica, entrerà rapidamente in servizio e non sarà minacciato da una ricaduta di un infarto (ma, naturalmente, ci sono delle eccezioni e nessuno è immune da questo).

La regola principale per tornare a uno stile di vita normale è l'osservanza di una serie di misure di riparazione.

Recentemente, è diventato popolare un dispositivo che non solo prende letture di elettrocardiogramma, ma aiuta anche, basandosi su esami regolari, per prevenire lo sviluppo di un attacco ricorrente e per rivolgersi a specialisti per chiedere aiuto.

Regole della vita dopo un infarto

I pazienti che hanno subito un attacco si stanno chiedendo: come recuperare dall'infarto del miocardio?

Dopo aver condotto molte ricerche di laboratorio e scientifiche, i medici hanno stabilito sei regole di base, dopo le quali il paziente si riprende.

Ristabilire la forza a casa

Uno dei compiti importanti dei medici, è la riabilitazione dopo infarto miocardico a casa, perché secondo i dati statistici, circa il 40% dei decessi sono stati causati da questa malattia.

Molte persone che hanno subito un infarto sono interessate a sapere se è possibile ripristinare la loro salute e tornare alla vita normale dopo il completamento del trattamento ospedaliero.

È abbastanza difficile rispondere a questa domanda precisamente, poiché il successo della riabilitazione dei pazienti dopo infarto miocardico è influenzato dalla gravità della malattia, dall'età del paziente e dalla presenza di complicanze. Si può solo affermare che il paziente dovrà sottoporsi a un lungo periodo di riabilitazione.

Principi di riabilitazione

Affinché il recupero dopo l'infarto del miocardio abbia successo, ci deve essere un approccio integrato per risolvere questo problema, che contiene:

  • rigorosa osservanza di una corretta alimentazione e dieta terapeutica;
  • attività moderata e stress sul corpo;
  • supervisione costante da parte di uno psicologo;
  • eliminazione del peso in eccesso;
  • Prevenire l'insorgere di nervosismo, stress, eccessiva emotività e superlavoro;
  • eliminazione delle abitudini di salute;
  • trattamento farmacologico;
  • osservazione medica.

Il risultato migliore si otterrà solo se tutte queste misure sono utilizzate in modo completo e anche selezionate in base alla salute di ciascun paziente. Queste misure di riabilitazione contribuiranno ad accelerare il periodo di recupero dopo un attacco di cuore, eliminare possibili complicazioni di salute, prevenire attacchi ricorrenti e riportare il paziente a una vita normale.

Se non ci sono complicazioni gravi in ​​pazienti con infarto del miocardio, è possibile ripristinare lo stato di salute indipendentemente a casa.

Quando i pazienti sviluppano insufficienza cardiaca o aritmie cardiache, che sono una complicazione di un attacco di cuore, la riabilitazione viene eseguita prima in ospedale, e poi trasferita a casa, ma sotto la supervisione costante di un'infermiera.

Una delle fasi importanti del ripristino della salute è la riabilitazione fisica dell'infarto del miocardio.

Il medico curante prescrive l'attività fisica per il paziente che ha avuto la malattia, tenendo conto della gravità della malattia e delle condizioni del paziente.

Se con una gravità moderata tale carica può essere iniziata già il 3 ° giorno, quindi con uno sviluppo grave a causa di un infarto, è necessario attendere almeno una settimana.

I principi fondamentali per la riabilitazione dei pazienti dopo infarto miocardico dovrebbero consistere in queste misure:

  • I primi giorni è importante aderire strettamente al riposo a letto e non sovraccaricare il corpo.
  • A 4-5 giorni il paziente può sedersi dolcemente e senza intoppi, mentre appende le gambe dal letto.
  • Se lo stato di salute migliora gradualmente, in una settimana la persona può muoversi lentamente, vicino al suo letto.
  • Dopo 2 settimane, il paziente può attraversare i corridoi o il reparto dell'ospedale.
  • Se il cuore si sta riprendendo normalmente, allora da 3 settimane di sviluppo dell'attacco il paziente può scendere le scale, ma solo sotto la supervisione di un medico.

La distanza che il paziente andrà ogni giorno, è necessario aumentare un po 'e gradualmente, durante ogni giorno. Importante: dopo che il medico è obbligato a controllare l'impulso, nonché a misurare la pressione di una persona. Se i risultati ottenuti differiscono significativamente dalla norma, allora il carico deve essere ridotto.

Durante la normale riabilitazione di pazienti con infarto miocardico, una persona viene spesso mandata in un sanatorio, dove sarà possibile ripristinare rapidamente la salute al cuore sotto la supervisione di specialisti.

Una corretta alimentazione - la chiave per una riabilitazione di successo

Quando si ripristina la salute dopo un infarto, si deve prestare particolare attenzione alla corretta alimentazione del paziente.

Nonostante il fatto che ci siano vari tipi di diete che contribuiscono al restauro e alla normalizzazione del cuore, sono tutti caratterizzati dagli stessi principi:

  • abbassando la quantità di sale consumata a 5 g al giorno;
  • diminuzione del contenuto calorico del cibo;
  • evitare l'uso di cibi piccanti, affumicati, fritti, dolci, in salamoia e grassi;
  • mangiare frequentemente in piccole porzioni;
  • assunzione di liquidi giornaliera di almeno 1,5 litri.

Autorizzato ad usare questi prodotti:

  • pesce e carne che contengono pochi grassi;
  • zuppe di verdure;
  • cereali;
  • qualsiasi tipo di pane;
  • verdure e frutta (escludere verdure, legumi e funghi);
  • tè, così come succo o composta, in cui non c'è zucchero;
  • uova strapazzate;
  • latticini a basso contenuto di grassi.

Poiché non tutti sanno come riprendersi da un attacco di cuore, è necessario ricordare che nei primi 7 giorni è necessario mangiare solo cibo tritato, rendendolo almeno 6 volte al giorno. Alla fine di 14 giorni, il numero di pasti è ridotto mangiando cibo tritato.

Un mese dopo, al paziente è permesso assumere cibo regolare, ma è necessario controllare le calorie che contiene - la dose giornaliera non dovrebbe essere superiore a 2.300 kcal. In presenza di un eccesso di peso, le calorie nel cibo dovrebbero essere ancora meno.

Aiuto psicologico

Molto spesso, una persona che ha avuto un infarto del miocardio è suscettibile alla psicosi e allo sviluppo della depressione - queste preoccupazioni possono essere considerate giustificate, dal momento che l'attacco si ripete spesso.

Pertanto, l'assistenza psicologica nel periodo di recupero del corpo è una delle misure necessarie, perché aiuta:

Come recuperare da un infortunio al cuore

La riabilitazione dopo infarto miocardico è un complesso di misure mediche e sociali volte a riportare il paziente a una vita piena, oltre a prevenire attacchi cardiaci ricorrenti e peggioramento delle condizioni cardiache. Le principali aree in cui viene effettuato il recupero dopo infarto miocardico:

  • rinnovata attività fisica;
  • dieta;
  • terapia farmacologica;
  • aiuto psicologico.

Il programma di riabilitazione e le condizioni in cui deve essere eseguito sono selezionati individualmente a seconda dell'età del paziente, della gravità della malattia, della presenza di complicanze.

Quindi, in caso di malattia lieve non complicata, il medico del policlinico si prende cura della riabilitazione e il paziente può seguire tutte le sue raccomandazioni a casa.

Se la condizione del paziente è grave, gli è stata diagnosticata un'insufficienza cardiaca, aritmie, blocco cardiaco e altre conseguenze di un infarto, le misure di riabilitazione devono essere eseguite prima in un centro di cardiologia specializzato o in un sanatorio, e poi continuare a casa.

Riabilitazione fisica

I pazienti con infarto miocardico iniziano a tornare alla piena attività fisica mentre sono ancora in ospedale sotto la supervisione di professionisti medici.

Non appena lo stato di salute si stabilizza, al paziente è permesso di eseguire il primo passivo (sedersi a letto), e in seguito i movimenti attivi: sedersi indipendentemente, gambe più basse, alzarsi, camminare intorno al reparto, lungo il corridoio e persino salire diversi gradini.

Una persona che ha subito un infarto deve recuperare tutte queste abilità durante le prime 3-6 settimane di malattia.

A partire dalla sesta settimana, i pazienti riceveranno terapia fisica, ergometria in bicicletta (esercizi su una cyclette, che fornisce un carico misurato accurato), camminando per strada, salendo le scale, nuotando e facendo jogging. In questa fase è molto importante aumentare gradualmente il carico, anche se si ha la forza di fare di più.

Un posto speciale nella riabilitazione fisica dei pazienti post-infartuati è occupato dalla ginnastica correttiva. Si ritiene che un allenamento speciale possa migliorare l'afflusso di sangue al cuore e ripristinare la sua funzione più velocemente. I prerequisiti per l'inizio delle lezioni sono i seguenti: condizioni soddisfacenti del paziente, dinamica positiva dell'ECG e test di laboratorio.

dieta

Le persone che hanno avuto un attacco di cuore dovrebbero smettere di fumare in modo permanente, limitare o meglio smettere di bere, cambiare le loro abitudini alimentari. Questo è estremamente importante per la prevenzione della cardiopatia ischemica ricorrente. Una corretta alimentazione dopo l'infarto miocardico ha i seguenti obiettivi:

  • non aumentare il livello di colesterolo "cattivo" nel sangue;
  • ridurre il carico sul cuore;
  • migliorare i processi metabolici;
  • stimolare il recupero del miocardio;
  • normalizzare le viscere.

Di conseguenza, la dieta delle persone che hanno subito un infarto dovrebbe essere ipocalorica (principalmente a causa della diminuzione della quantità di grasso), con l'inclusione obbligatoria nella dieta di cibi contenenti acidi grassi polinsaturi, fibre, potassio, vitamine P e C, e anche limiti di quantità di sale (3- 5 g) e liquidi (1-1,2 l). Tali requisiti sono soddisfatti dalla tabella dietetica n. 10 in varie varianti. In accordo con i suoi pazienti post-infarto, puoi mangiare:

  • carne magra;
  • latticini a basso contenuto di grassi;
  • Pesce bianco "magro" e una piccola quantità di salmone, aringa, sardine;
  • zuppe vegetariane;
  • verdure e frutta, eccetto legumi, spinaci, acetosella, funghi, ravanello;
  • porridge, segale, pane alla crusca;
  • frittata di proteine ​​al vapore;
  • oli vegetali;
  • tè leggero, succhi salati e composte.

È necessario eliminare completamente i seguenti prodotti:

  • cottura;
  • pane fresco;
  • carne grassa
  • cibo in scatola;
  • uova (bollite o fritte);
  • sottaceti, verdure in salamoia;
  • caffè naturale;
  • cioccolato, torte, pasticcini, ecc.

Il cibo dovrebbe essere bollito o cotto a vapore, almeno cotto al forno, dovrebbe essere cotto senza sale. C'è un bisogno spesso, ma in piccole porzioni. Nella prima settimana della malattia, si raccomanda di assumere 6 pasti giornalieri di cibo macinato.

Dalla seconda settimana - cinque pasti e i piatti dovrebbero essere tagliati. Da 4 settimane è possibile tornare alla normale consistenza del cibo, ma assicurarsi di adattare il suo contenuto calorico (in modo ottimale 2300 kcal).

Se è necessario ridurre il peso, è necessario ridurre leggermente il contenuto calorico e fare giorni di digiuno.

Riabilitazione dalla droga


Il trattamento farmacologico dopo l'infarto del miocardio gioca un ruolo importante nella prevenzione delle ricadute. I seguenti farmaci sono indicati per i pazienti post-infarto:

  • Aspirina, Plavix, tiklid. Questi farmaci prevengono i vasi coronarici ostruiti riducendo l'aggregazione piastrinica.
  • Nitrati, beta-bloccanti, calcio antagonisti, inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina. Questi fondi non sono prescritti a tutti i pazienti, ma solo a coloro che hanno bisogno di trattamento sintomatico di angina, aritmie, ipertensione.
  • Statine per la prevenzione dell'aterosclerosi.
  • Actovegin, solcoseryl, piracetam, mildronate - un mezzo per migliorare il metabolismo nei tessuti.
  • Antiossidanti (vitamina E, riboxina).
  • Corsi multivitaminici complessi per il mese più volte all'anno.

Guadagniamo salute più forte di prima

  • Una delle complicanze più pericolose delle malattie del sistema cardiovascolare è l'infarto del miocardio. L'infarto miocardico è la principale causa di morte non solo in Russia, ma anche nell'intero pianeta.
  • Cosa fare se l'infarto miocardico viene a casa tua? La cosa principale di cui non dobbiamo dimenticare che la vita non finisce qui, e prendendo certe misure, si può vivere una vita piuttosto piena, piena di gioie e di felici impressioni.
  • Tuttavia, è necessario sapere che le persone che hanno avuto un attacco di cuore hanno un'alta probabilità di ripetere questa terribile malattia, che può portare alla malattia coronarica e persino alla morte. Aderendo a determinate regole, è possibile ridurre il rischio di contrarre la malattia.

Qual è la possibilità di un infarto miocardico ricorrente? La prima ora dopo l'infarto miocardico è molto pericolosa, la probabilità di morte è molto alta, circa il 50 percento. Un'alta percentuale di persone che non vivono fino alla fine del primo mese. Pertanto, è molto importante monitorare le tue condizioni durante questo periodo di tempo.

La probabilità di morte rimane durante il primo anno dopo l'infarto miocardico (3-7% dei pazienti). Come non entrare in queste percentuali mortali? Per prima cosa, devi trattare adeguatamente la tua malattia.

Le malattie cardiache, specialmente se si verificano sullo sfondo della salute relativa, di solito mina gravemente non solo lo stato fisico, ma anche mentale di una persona.

Dopotutto, tutti facciamo progetti per la vita e molti di noi hanno un programma giornaliero.

A causa di un attacco di cuore, il sistema abituale della vita crolla, a seguito del quale è necessario ristrutturare le priorità della vita.

La depressione, la paura di una morte rapida, l'eccessiva agitazione, che aggravano le condizioni del paziente e rendono più difficile la sua guarigione, possono manifestarsi. Spesso, l'autosufficienza della sindrome da dolore cardiaco, che si manifesta durante il periodo di recupero, mina.

Ci sono dolori al petto, che danno alla spalla sinistra e alla mascella inferiore. Questi sintomi possono essere precursori di infarto miocardico ricorrente. Tuttavia, non sempre tali sintomi sono segnali di patologia cardiovascolare, possono essere di natura psico-emozionale e si verificano durante sovraccarico nervoso.

Pertanto, è molto importante ascoltare il tuo corpo. Aiuto nel servizio di diagnosi corretta può Kardi.ru, l'uso del quale ti permette di scoprire la causa del dolore.

Caratteristiche della riabilitazione dopo infarto miocardico

La riabilitazione di un paziente dopo un infarto miocardico è volta a ripristinare non solo l'attività fisica, ma anche la salute mentale. Dopo la dimissione dall'ospedale, è molto importante seguire tutte le istruzioni del medico.

Inoltre, i parenti del paziente devono anche aderire a determinate regole nei rapporti con il paziente. È chiaro che i nativi vogliono proteggere la loro amata dalla sovratensione e in ogni modo possibile cercano di proteggerlo dallo sforzo fisico.

Tuttavia, non va dimenticato che durante il periodo di recupero, dopo aver subito un infarto miocardico, è necessario spostare ed eseguire una serie di esercizi terapeutici.

Come sapete, l'infarto del miocardio colpisce ogni anno sempre più giovani. Pertanto, per i pazienti uno dei problemi più importanti è il momento del ritorno della vita sessuale.

Si ritiene che con un infarto miocardico non esteso, la normale vita sessuale possa iniziare dopo due mesi, mentre un partner sano dovrebbe scegliere più posizioni attive. Controindicazioni alla comparsa dei rapporti sessuali possono essere l'angina e l'ipertensione.

In questi casi, assicurarsi di consultare il proprio medico. I cambiamenti nel lavoro del cuore prima e dopo il rapporto sessuale possono essere controllati con l'aiuto di Cardiovisor, che contribuirà a valutare l'effetto sul sesso del corpo umano.

Esercizio dopo infarto miocardico

Un posto importante nella riabilitazione di un paziente che ha subito un infarto miocardico è occupato dal ripristino delle capacità fisiche di una persona. A una persona vengono prescritte lezioni di fisioterapia, che sono condotte sotto la supervisione di uno specialista.

Ad oggi, il ripristino professionale della salute fisica dei pazienti "di cuore", sono impegnati in centri di cardiologia, che sono spesso lontani dal luogo di residenza del paziente. Mentre cliniche e ospedali regolari non possono fornire questi servizi ai pazienti.

Pertanto, la maggior parte delle persone dopo la dimissione, deve fare esercizi terapeutici per conto proprio, seguendo le istruzioni del medico curante. È noto che i pazienti che continuavano a fare gli esercizi a casa venivano rapidamente riabilitati e dimenticati della malattia in breve tempo.

Ma la cosa principale nei compiti non è esagerare. È importante monitorare le tue condizioni. Richiesto per misurare l'impulso, la pressione sanguigna. Per l'aiuto può venire il servizio fornito dal servizio Kardi.ru. L'utilizzo di Cardiovisor consente di monitorare le dinamiche dei cambiamenti nel lavoro del cuore.

Al minimo disturbo, il sistema informatico informerà il paziente sulle condizioni patologiche imminenti.

Caratteristiche nutrizionali dopo infarto miocardico

  • Un ruolo importante è giocato dalla dieta. Nella dieta umana dovrebbero essere presenti prodotti che aiutano a ripristinare il normale funzionamento del muscolo cardiaco.
  • Perciò è necessario mangiare pane, verdure verdi e frutta. Questi prodotti sono ricchi di vitamine e sostanze che normalizzano i processi metabolici nel corpo.
  • A sua volta, è necessario ridurre il numero di alimenti consumati, che portano alla formazione di placche aterosclerotiche, risultanti da un aumento dei livelli di colesterolo nel sangue.
  • Pertanto, una persona che ha subito un infarto miocardico ha bisogno di abbandonare i grassi animali. Questi prodotti includono carni grasse, fegato e reni.

Inoltre, ricchi di colesterolo e varie carni affumicate, salsicce, salsicce e wieners. Il recupero favorevole può anche essere influenzato dal rifiuto degli alimenti fritti, che si consiglia di sostituire con bollito o al vapore. È necessario rifiutare prodotti di origine lattiero-casearia grassa, kefir, burro e crema aspra.

Tuttavia, non si dovrebbe abbandonare completamente il cibo a base di carne. La dieta deve contenere carne magra, carne di pollame (dovrebbe essere mangiata senza pelle).

La cottura dovrebbe avvenire solo con l'uso di olio vegetale - si ritiene che sia il più utile usare l'olio di colza, sebbene il girasole sia adatto anche per cucinare. Una caratteristica importante della dieta post-infarto è quella di ridurre la quantità di sale usato, che può provocare salti nella pressione sanguigna.

Con la giusta dieta, migliorerai rapidamente e la riabilitazione del corpo passerà quasi inosservata. Il progetto Kardi.ru aiuterà a controllare il lavoro del cuore, grazie al quale è possibile monitorare le dinamiche del recupero, nonché il modo in cui il cuore reagisce ai cambiamenti nella dieta.

Inoltre, è necessario sapere che le persone che hanno avuto un infarto miocardico dovrebbero dimenticare di fumare per sempre. Le sigarette provocano attacchi di dolore nel cuore e il più delle volte sono la causa del reinfarto.

Pericolo di recidiva di infarto miocardico

Ad oggi, la probabilità di un attacco cardiaco ricorrente è di circa il 20-40%. Alta probabilità, come detto sopra, nei primi giorni dopo un attacco di cuore, e anche il primo anno. La salute umana dipende molto dal suo comportamento.

I pazienti che soddisfano tutte le prescrizioni di un medico, mangiano solo i prodotti "giusti" e si occupano anche di terapia fisica molto spesso ritornano al sistema sano e non sono minacciati da un secondo infarto miocardico. Sebbene nessuno sia protetto dalle ricadute.

Pertanto, un grande ruolo nel mantenimento della salute è svolto da una serie di misure diagnostiche, che consentono di monitorare lo stato del corpo.

Cardiovisor sta guadagnando sempre più popolarità tra coloro che hanno avuto un attacco di cuore, in quanto consente non solo di prendere letture ECG, ma anche sulla base di esami regolari può aiutare a prevenire l'infarto miocardico ricorrente, che consente al paziente di vedere un medico in modo tempestivo.

Servizio Kardi.ru assumere se stessi e cardiologi, che hanno apprezzato la qualità dei servizi forniti. Grazie a Kardi.ru, un medico può monitorare da remoto i pazienti postoperatori e monitorare a distanza la salute dei pazienti, prendendo i risultati degli esami via Internet. Le più lievi violazioni sono monitorate dal medico e consentono, se necessario, di adeguare il trattamento.

Seguendo le regole di cui sopra, ascoltando le raccomandazioni del medico e eseguendo una diagnostica regolare, migliorerai rapidamente e il tuo cuore ti consentirà di tornare a una normale vita sana.

Pinterest