Pacemaker: che cos'è, efficienza, operazione di installazione

Da questo articolo imparerai: in quali malattie installano un pacemaker cardiaco, come fanno loro. Tipi di pacemaker. Controindicazioni all'installazione, possibili complicazioni. La vita con un pacemaker: raccomandazioni e limiti.

Un pacemaker (pacemaker, pacemaker artificiale, ECS, IVR) è un dispositivo speciale che, con l'aiuto di impulsi elettrici, imposta il cuore al ritmo corretto. Un pacemaker salva il paziente da morte improvvisa a causa di arresto cardiaco o fibrillazione ventricolare. Mantiene o impone al cuore il giusto ritmo. Alcuni pacemaker possono anche arrestare aritmie non appena si verificano.

Installa e configura l'ECS da un arrhythmologist qualificato. Ulteriore manutenzione di questo dispositivo è anche impegnata in questo medico. Occorrerà visitarlo di tanto in tanto per verificare il funzionamento del pacemaker e, se necessario, riprogrammare il dispositivo.

Come funziona il pacemaker

Cos'è un pacemaker, quali sono i suoi componenti:

  1. Il generatore (fonte) di impulsi elettrici, che è posto sotto la pelle sul lato destro o sinistro del torace. Questo è un dispositivo in miniatura del peso di circa 50 g, dotato di una propria batteria.
  2. Elettrodi. Vengono portati direttamente alle camere del cuore, che devono essere colpiti. Secondo loro, l'impulso elettrico è condotto dalla sorgente al cuore. A seconda del tipo di pacemaker, gli elettrodi possono essere da uno a tre.

La parte del dispositivo, posta sotto la pelle, è ricoperta da un rivestimento in titanio, pertanto il rischio di rigetto è quasi pari a zero.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Indicazioni e controindicazioni all'installazione di un pacemaker

Il pacemaker viene impiantato in pazienti con bradiaritmie (aritmie cardiache), blocchi intracardiaci (impulsi di impulsi nel cuore) e tachiaritmie (aritmie cardiache).

Indicazioni per l'installazione di EX:

I sintomi per cui è indicato un pacemaker:

  • Nelle bradiaritmie: l'impulso è inferiore a 40 battiti al minuto durante il giorno, la pausa nel battito cardiaco è più lunga di 3 secondi.
  • Quando tachiaritmie: svenimenti e stati pre-inconsci sullo sfondo di attacchi di tachiaritmie, aumento del rischio di fibrillazione ventricolare.

Le controindicazioni assolute sono assenti.

Il posticipo dell'operazione è possibile con:

  • malattie infiammatorie acute;
  • esacerbazione dell'ulcera gastrointestinale;
  • la fase acuta della malattia mentale in cui il contatto del paziente con i medici è impossibile.

Non ci sono limiti di età: un pacemaker può essere installato a qualsiasi età.

Esame prima di installare un pacemaker

Per decidere sull'impianto di un pacemaker, un aritmologo avrà bisogno dei risultati delle seguenti procedure diagnostiche:

  1. ECG.
  2. Monitoraggio giornaliero dell'ECG per Holter.
  3. Stress ECG.
  4. Radiografia della cavità toracica.
  5. EchoCG (ultrasuoni del cuore).
  6. Dopplerografia delle arterie brachiocefaliche.
  7. Angiografia coronarica (esame delle arterie coronarie).
  8. EFI endocardiale.

Varietà di pacemaker

In termini di funzionalità, sono:

  • Pacemaker - hanno solo la funzione di impostare il cuore in un ritmo regolare.
  • Defibrillatori cardioverter impiantabili - oltre a imporre il ritmo corretto sul cuore, possono anche essere fermate aritmie, inclusa la fibrillazione ventricolare.

Ai pazienti con bradiaritmie vengono somministrati pacemaker convenzionali e i pazienti con tachiaritmie e un aumentato rischio di fibrillazione ventricolare sono pacemaker con defibrillazione e cardioversione.

A seconda della zona d'impatto, si distinguono le celle EX a camera singola, a due camere e a tre camere. I pacemaker a camera singola sono collegati a uno degli atri o uno dei ventricoli. Due camere: un atrio e un ventricolo. Tre camere (un altro nome per tale pacemaker è un cardioresincronizzatore) per uno degli atri e di entrambi i ventricoli.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Chirurgia EX-impianto

Condurre questo intervento in anestesia locale. Il processo di impianto dura circa un'ora.

L'operazione per installare un pacemaker è la seguente:

  1. Area anestetizzata del torace con anestesia locale.
  2. Attraverso la vena passate uno o più elettrodi alle camere desiderate del cuore.
  3. Controllare i parametri degli elettrodi con un dispositivo esterno.
  4. Fai una piccola incisione nel petto. Nel tessuto grasso sottocutaneo, i letti sono formati per la parte principale del dispositivo.
  5. Il dispositivo è installato, gli elettrodi collegati al cuore sono collegati ad esso.
  6. Cuci l'incisione.

Nella maggior parte dei casi, la fonte degli impulsi elettrici è posizionata a sinistra. Tuttavia, i mancini o in presenza di cicatrici estese sul lato sinistro del torace possono metterlo a destra.

Periodo postoperatorio

Dopo l'installazione del pacemaker, ti verrà dato un ospedale per 3-4 settimane. Tranne nei casi in cui EX-è stato stabilito dopo un attacco di cuore (quindi la lista malata può durare più a lungo).

Tipo di pacemaker dopo l'impianto

Sarai in ospedale sotto la supervisione dei medici per 5-9 giorni. Durante questo periodo, possibile dolore nella zona di impianto del dispositivo.

Tra le altre possibili complicazioni nella prima settimana dopo l'installazione del dispositivo sono possibili:

  • ematomi nell'area di operazione;
  • sanguinamento;
  • gonfiore nel sito di impianto del dispositivo;
  • infezione della ferita postoperatoria;
  • danno ai vasi sanguigni;
  • pneumotorace;
  • tromboembolia.

Il rischio di complicanze non supera il 5%.

Per alleviare il dolore, il medico può prescriverti analgesici per te. Dovrai anche assumere dell'acido acetilsalicilico (Aspirina) per la prevenzione della formazione di trombi. Gli antibiotici sono prescritti per prevenire o curare l'infezione della ferita postoperatoria.

Ulteriore riabilitazione

Durante l'intero mese, dopo che sei stato dimesso dall'ospedale, dovrai visitare l'aritmologo una volta alla settimana per verificare se il dispositivo funziona normalmente.

Entro 1,5-3 mesi dopo l'impianto di EKS, è vietato qualsiasi carico fisico su braccia, spalle e muscoli pettorali, sollevamento pesi. È anche impossibile sollevare bruscamente il lato sinistro (o destro, se il dispositivo è installato sulla destra) e alzarlo bruscamente di lato.

Entro 1-3 mesi dopo l'installazione del dispositivo non è possibile eseguire esercizi fisici. Sono possibili solo gli esercizi terapeutici prescritti dal medico.

Ulteriori complicazioni

In un tempo remoto potrebbe verificarsi l'installazione del dispositivo:

  • Gonfiore del braccio dal lato in cui si trova il generatore di impulsi.
  • Il processo infiammatorio nel cuore nel punto di attacco dell'elettrodo.
  • Spostamento del dispositivo dal letto in cui è stato installato.
  • Affaticamento durante lo sforzo fisico (spesso si sviluppa negli anziani).
  • Stimolazione del diaframma o dei muscoli del torace con un impulso elettrico (possibile se il dispositivo è installato in modo errato e anche a causa dei suoi malfunzionamenti).

Il rischio di sviluppare queste complicanze è del 6-7%.

La vita con un pacemaker

Visita regolarmente l'aritmologo per esaminare l'ECS e, se necessario, riconfigurarlo. Se non ci sono aritmologi nella tua città, dovrai andare alla clinica dove si trova, poiché i cardiologi ordinari non hanno abilità e attrezzature speciali per la diagnostica e la riprogrammazione dei pacemaker. L'aritmologo di consultazione dura circa 20 minuti.

Ci sono anche restrizioni per le persone con ECS nella vita di tutti i giorni, così come nelle aree di attività fisica, l'uso di elettronica, elettrodomestici e strumenti, nel passaggio di procedure mediche, così come in attività professionali.

Restrizioni nella vita di tutti i giorni

Evitare la pressione sull'area in cui è installato il generatore di impulsi elettrici.

Non permettere colpi al petto e cadere su di esso. Ciò può portare a una rottura del generatore di impulsi e allo spostamento degli elettrodi nel cuore.

Non stare vicino a cabine di trasformazione, quadri elettrici, linee elettriche.

Non stare vicino ai "telai" all'ingresso di negozi e aeroporti.

Esercizio fisico e sport con un pacemaker

L'attività fisica e l'attività atletica moderata sono consentite per le persone con EKS stabilito (ad eccezione dei primi 1,5-3 mesi dopo l'intervento).

Sono vietati solo gli sport che hanno il rischio di colpire un pacemaker, gli sport estremi e lo stress eccessivo sulla parte superiore del corpo.

Non puoi fare boxe, combattimento corpo a corpo e altre arti marziali, nessun tipo di wrestling, calcio, rugby, basket, hockey, paracadutismo, ecc. Inoltre, non è auspicabile praticare il tiro.

In palestra sono vietati esercizi sui muscoli pettorali con l'uso di pesi.

Tipi raccomandati di attività fisica: nuoto, passeggiate, jogging, yoga.

Uso di elettrodomestici, elettronica, strumenti

Nessun rischio è stato stabilito quando si utilizzano correttamente i seguenti strumenti:

  1. Il frigorifero
  2. Lavastoviglie.
  3. Bilance elettroniche
  4. Filtri dell'aria ionizzanti, umidificatori, aromi automatici.
  5. Bigodini e ferri da stiro per il raddrizzamento.
  6. Calcolatrice.
  7. Torcia a batterie, puntatore laser.
  8. Stampante, fax, scanner, fotocopiatrice.
  9. Scanner di codici a barre.

È consentito anche l'uso di altri dispositivi. L'unica regola è mantenere la distanza necessaria tra il dispositivo e il pacemaker.

Maggiori informazioni sulla distanza nella tabella.

È vietato utilizzare ed essere più vicini di 2,5 m dall'apparecchiatura di saldatura oltre 160 ampere.

Restrizioni sulle attività professionali

  • loader;
  • ingegnere elettrico;
  • elettricista;
  • saldatore.

Non ci sono restrizioni sul lavoro con un computer.

Se è stato stabilito un EKS a causa di grave insufficienza cardiaca, può essere assegnata una disabilità dei gruppi 3-2.

Procedure mediche vietate

I pazienti con EX stabilito - è impossibile passare:

  • Risonanza magnetica (tuttavia, ci sono alcuni modelli di stimolanti che consentono di sottoporsi a una risonanza magnetica - verificare con il medico che ha installato il dispositivo per voi);
  • Procedure fisioterapeutiche e cosmetologiche che utilizzano radiazioni elettriche, magnetiche e di altro tipo. Questi sono elettroforesi, diatermia, riscaldamento, terapia magnetica, stimolazione elettrica percutanea del nervo, ecc. È possibile controllare l'elenco completo con il medico.
  • Ultrasuono con la direzione del raggio direttamente sul dispositivo.

Prima di eseguire qualsiasi procedura medica o intervento chirurgico, informi il medico che si dispone di un EX.

Previsione: durata, efficienza

La durata della garanzia dei pacemaker varia da 3 a 5 anni, a seconda del produttore. La vita utile per la quale è progettata la batteria dello strumento è di 8-10 anni. Dopo che la batteria è scarica o il dispositivo si guasta, sarà necessario sostituire il pacemaker.

Spesso gli elettrodi mantenuti nel cuore sono ancora in buone condizioni. In questi casi, non vengono toccati, ma vengono sostituiti solo dalla parte principale del dispositivo: un generatore di impulsi elettrico. Se il dispositivo si guasta prima della scadenza del periodo di garanzia, è possibile una sostituzione gratuita in garanzia, tranne nei casi in cui il dispositivo si è rotto a causa di un guasto.

Il pacemaker è molto efficace nell'eliminare le bradiaritmie. Per quanto riguarda le tachiaritmie, il dispositivo affronta gli attacchi di tachicardie sopraventricolari in quasi il 100% dei casi e con flutter atriale, tremori o fibrillazione ventricolare - nell'80-99% dei casi.

Tratta il cuore

Suggerimenti e ricette

Pacemaker per quanto tempo dura l'operazione

L'operazione di installazione di un pacemaker avviene in anestesia locale e dura circa 40 - 60 minuti. Quando il pacemaker cardiaco è già stato consegnato al paziente, viene portato nell'unità di terapia intensiva e lasciato per 2 a 2,5 ore, dopo di che vengono eseguiti diversi test, vengono effettuate le radiografie e, se tutto va bene, il paziente viene portato nel reparto generale, dove condurrà il seguente 10 giorni.

Come mettere un pacemaker cardiaco - con aritmie, sindrome del seno malato, blocchi e altre malattie? Un pacemaker è posizionato sopra la spalla (sotto la clavicola), sopra il seno sinistro o destro, in una delle aree meno mobili del corpo umano, che consente di evitare piegature e, di conseguenza, frequenti rotture degli elettrodi (fili) dell'ECS.

Il pacemaker può essere reinstallato sullo stesso lato (dopo aver rimosso il vecchio dispositivo) con elettrodi nuovi o uguali (fino a 5 elettrodi possono rimanere nel vaso sanguigno contemporaneamente). ECS per il cuore può essere posizionato dal lato opposto e anche nella cavità addominale - il medico sceglie il luogo di impianto.

La procedura per l'installazione di un pacemaker cardiaco è identica per uomini e donne, bambini, adulti e anziani. L'operazione viene solitamente eseguita in anestesia locale, sebbene sia possibile installare un pacemaker in anestesia generale. Nei centri specializzati (cardiologia, chirurgia del torace) e negli ospedali di grandi dimensioni, i pacemaker sono installati quasi sul flusso.

Cos'è un pacemaker e come viene impiantato?

Un pacemaker (EX) o un driver della frequenza cardiaca artificiale (driver) è un dispositivo per mantenere la frequenza cardiaca a un livello non inferiore a quello specificato. Di norma, per una persona sana, la frequenza cardiaca (frequenza cardiaca) a 70 - 80 battiti al minuto è la norma, per gli atleti e gli atleti questo valore può essere inferiore - fino a 54 - 60. Allo stesso tempo, la frequenza cardiaca non dovrebbe mai rallentare più di 3 con tra i battiti del cuore.

Quando la frequenza cardiaca scende al di sotto di 54 o l'intervallo tra le contrazioni raggiunge i 3 secondi o più, si consiglia l'installazione di un EKS. La mia frequenza cardiaca è scesa a 26 battiti al minuto (di notte) e il tempo tra le contrazioni ha raggiunto 5 s. Con questo, ho avuto un intervento chirurgico per impiantare un pacemaker.

L'EX viene impiantata in anestesia locale (in alcuni casi può essere necessaria l'anestesia generale) - nel mio caso, è stato usato un farmaco a base di novocaina, se la memoria mi serve. Ma molto dipende dalla presenza di reazioni allergiche. In primo luogo, un antidolorifico è forato (ho dovuto lavorarlo 3 o 4 volte: ho lavorato in palestra per molto tempo - più di 10 anni, dal 2005 - e, come risultato, ho pompato bene i muscoli del petto: in diversi strati, ognuno dei quali era necessario "schiacciare").

Se l'anestesia non è sufficiente, viene iniettata di nuovo. Possibile dolore durante l'intervento chirurgico: dolore e bruciore - questo dovrebbe essere segnalato al chirurgo, verrà aggiunta un'ulteriore iniezione di antidolorifico. L'operazione stessa consiste di diverse fasi:

sezione della cute e del tessuto sottocutaneo, tessuto muscolare; tagliare un trogolo sotto l'EKS (rimuovendo fisicamente un piccolo pezzo di carne) comportamento attraverso le vene degli elettrodi al cuore e fissandoli qui; test degli elettrodi; Impianto di pacemaker e sutura.

Quanto dura l'intervento chirurgico per installare un pacemaker

L'intervento stesso sull'installazione di un pacemaker dura da 40 a 60 minuti, nel mio caso è "sparato" in 45 minuti, incluso il tempo per l'antisettico per trattare il sito dell'incisione e i punti. L'operazione è considerata come un piccolo intervento chirurgico, ma, allo stesso tempo, è classificata come operazione cardiaca ed è inclusa nell'elenco dei servizi medici coperti dalla politica OMS o eseguita secondo le quote (ma non sempre - ci sono intoppi burocratici).

Dopo l'operazione, mi hanno messo alle 2 accanto all'unità di terapia intensiva (non c'erano posti qui - erano tutti occupati da pazienti con una minaccia più reale alla vita). Circa un'ora e mezza dopo, viene eseguito un elettrocardiogramma (ECG), viene eseguita una radiografia. Quindi, se tutto va bene, il paziente viene trasportato nel reparto generale.

Come viene installato il pacemaker dal punto di vista del paziente?

Nulla mi è stato richiesto - stai semplicemente fermo. L'operazione è stata eseguita in anestesia locale, alla testa è stato chiesto di girare nella direzione opposta rispetto al sito di impianto - e ho visto l'intera operazione sul monitor con dati sulla mia pressione e frequenza cardiaca. La musica di sottofondo suonava (che caratterizza la complessità dell'operazione, in quanto non molto elevata).

In modo che non vedessi il taglio e il corso dell'operazione, anche girando la testa o socchiudendo gli occhi (se avessi un tale desiderio), una croce era installata sopra il collo, e un asciugamano era appeso sopra di esso - di conseguenza non ho visto nulla che stava succedendo "sotto" il mento. Così, tutta la mia partecipazione all'operazione è stata ridotta all'osservazione dei monitor (ho anche visto una radiografia di come gli elettrodi sono stati spinti al cuore - già sul secondo monitor, che è apparso nel mio campo visivo nella fase finale).

Era anche mia responsabilità informare il chirurgo se sentivo dolore al sito dell'incisione. In realtà, un po 'di dolore, bruciore, pressione e quando i primi impulsi venivano inviati attraverso gli elettrodi, una strana, indolore sensazione come se una corrente stesse scorrendo attraverso le vene - tutto ciò che sentivo. Nelle prime due ore dopo l'operazione, sentivo anche che qualcosa toccava il cuore (elettrodi) - questa sensazione persisteva, svanendo gradualmente, un paio di giorni dopo l'operazione.

In generale, per me, l'operazione è andata completamente indolore. E, come ho appreso in seguito, è così per la stragrande maggioranza dei pazienti. Tuttavia, quando ero un uomo trascorso la notte in terapia intensiva dopo l'operazione (non sono comparsi in reparto da quella sera, come è stato portato all'operazione - e si è presentato il giorno dopo, comunque, ha mantenuto una buona accoglienza). I medici considerano l'operazione in streaming e dicono che negli ultimi 10 anni non c'è stato un singolo caso di fallimento.

E qui - come vivere con un pacemaker:

Inserimento di pacemaker

descrizione

La procedura viene eseguita per installare un pacemaker cardiaco elettrico. Un pacemaker è un piccolo dispositivo a batteria che aiuta a mantenere i normali battiti cardiaci inviando impulsi elettrici al cuore.

Motivi per l'installazione di un pacemaker

Un pacemaker può essere installato nei seguenti casi:

Il pacemaker naturale, il nodo senoatriale (SA), non funziona correttamente. Quando il nodo SA non funziona correttamente, il cuore potrebbe battere troppo lentamente; Ci sono malfunzionamenti nel lavoro del nodo atrioventricolare (AV), parte del sistema elettrico del cuore, che invia segnali dal nodo SA ai ventricoli. Ciò porta a un battito cardiaco molto lento; Il lavoro del cuore dovrebbe essere migliorato nelle persone con gravi sintomi di insufficienza cardiaca congestizia e un muscolo cardiaco indebolito (cardiomiopatia); Dopo l'operazione sul cuore.

Possibili complicazioni nell'installazione di un pacemaker

Le complicanze sono rare, ma la procedura non garantisce l'assenza di rischi. Se si prevede di installare un pacemaker, il medico prenderà in considerazione un elenco di possibili complicazioni, che possono includere:

Sanguinamento pesante; infezione; Malfunzionamento del pacemaker; Rottura del muscolo cardiaco (raro); In questo caso, stimolazione non necessaria del diaframma (grande muscolo tra il torace e le cavità addominali).

Fattori che possono aumentare il rischio di complicanze:

l'obesità; il fumo; Eccessivo consumo di alcol; Disturbi da sanguinamento o coagulazione; Assunzione regolare di alcuni farmaci

È necessario discutere questi rischi con il proprio medico prima della procedura.

Come viene installato un pacemaker?

Preparazione per la procedura

Prima della procedura, il medico può prescrivere:

Esami del sangue; Una radiografia del torace è un test che utilizza i raggi X per fotografare una struttura all'interno del torace; Un elettrocardiogramma è un test che registra l'attività del cuore misurando la corrente elettrica attraverso il muscolo cardiaco.

Alcuni giorni prima della procedura:

Consultare il proprio medico sui farmaci. Una settimana prima dell'intervento, potrebbe essere richiesto di interrompere l'assunzione di determinati farmaci: farmaci anti-infiammatori (ad esempio l'aspirina); Diluenti del sangue come clopidogrel (Plavix) o warfarin (Coumadin); Mangia un pasto leggero la sera prima della procedura. Non mangiare o bere niente dopo la mezzanotte.

anestesia

Verrà utilizzata l'anestesia locale. Ciò significa che solo l'area di operazione sarà anestetizzata. L'anestesia viene somministrata per iniezione.

Descrizione della procedura per l'installazione di un pacemaker

Mentirai su un tavolo duro. La frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e la respirazione saranno monitorate. Il medico esegue una piccola incisione sotto la clavicola. Un pacemaker verrà inserito attraverso questa incisione. I fili attraverso una vena sotto la clavicola sono portati al cuore. Al termine dell'installazione, il taglio verrà cucito.

Subito dopo la procedura di installazione del pacemaker

La frequenza cardiaca e la pressione sanguigna saranno monitorate.

Quanto tempo ci vuole per installare un pacemaker?

Installazione di un pacemaker: farà male?

L'anestesia preverrà il dolore durante l'intervento chirurgico. Potresti avvertire dolore e tenerezza dopo l'intervento. Il tuo medico ti prescriverà un antidolorifico per ridurre il tuo disagio.

Cura dopo l'installazione di un pacemaker

Prima di lasciare l'ospedale, verrà programmato un pacemaker in base alle esigenze della stimolazione. Quando torni a casa, segui questi passaggi per assicurarti un normale recupero:

Chiedere al medico quando è sicuro di fare la doccia, fare il bagno o esporre il sito chirurgico all'acqua; Una volta che ti senti normale, puoi tornare alle tue attività quotidiane. Questo potrebbe richiedere circa due settimane; Entro 4-6 settimane, evitare lo sforzo fisico, specialmente associato alla parte superiore del corpo; Evitare movimenti eccessivi del braccio / spalla sul lato del pacemaker per due settimane. Questo aiuterà a evitare il disallineamento del filo; Non guidare per una settimana dopo l'intervento chirurgico; I punti saranno rimossi entro una settimana; Procedure da evitare dopo l'installazione di un pacemaker: risonanza magnetica; Terapia del calore (spesso utilizzata in fisioterapia); Tecnologia ad alta tensione o radar (ad esempio, saldatura ad arco elettrico, cavi ad alta tensione, installazioni radar o forni fusori); Trasmettitori radio-televisivi; Non trasportare un telefono cellulare in tasca direttamente sopra il dispositivo. Inoltre, cuffie e lettori MP3 vicino al pacemaker possono causare interferenze; Spegnere il motore dell'auto o il motore fuoribordo quando si lavora intorno a loro. (Possono confondere il dispositivo); Dì al medico e al dentista che hai un pacemaker; Consultare il proprio medico in merito alla sicurezza del passaggio attraverso i rilevatori di sicurezza dell'aeroporto con il proprio dispositivo; Assicurati di seguire le istruzioni del medico.

Un pettine solido può formarsi sulla pelle lungo l'incisione, che di solito si risolve quando la ferita guarisce.

Contattare un medico dopo aver installato un pacemaker

Dopo la dimissione dall'ospedale, si dovrebbe consultare un medico se compaiono i seguenti sintomi:

Segni di infezione, tra cui febbre e brividi; Rossore, gonfiore, forte dolore, forti emorragie o qualsiasi scarica dall'incisione; Dolore che non scompare dopo l'assunzione di farmaci antidolorifici; Tosse, mancanza di respiro, dolore toracico; Disturbi del battito cardiaco; Nuovi sintomi dolorosi.

In caso di una situazione pericolosa per la vita, è necessario rivolgersi immediatamente a un medico.

Un pacemaker (CS) è un piccolo dispositivo che genera impulsi elettrici per far contrarre le camere cardiache in un ordine specifico. In altre parole, è un pacemaker artificiale che sincronizza il lavoro degli atri e dei ventricoli. Lo scopo del suo impianto è di sostituire la funzione perduta della fonte naturale dell'impulso elettrico - il nodo del seno.

Molto spesso, la chirurgia per installare un pacemaker viene eseguita quando il nodo del seno è "fuori servizio". La seconda opzione è l'aspetto di un blocco nel sistema di conduzione cardiaca.

Obiettivi di installazione del pacemaker

I pacemaker sono divisi in temporanei e permanenti. I primi sono usati quando è sorto un problema cardiaco a breve termine, ad esempio un'aritmia è comparsa sullo sfondo di un infarto miocardico acuto. Se le aritmie cardiache diventano croniche, viene stabilita una CS permanente. Ci sono indicazioni assolute e relative per l'impianto di pacemaker per lunghi periodi.

Indicazioni assolute

• sindrome del seno malato;

• bradicardia sinusale sintomatica;

• fibrillazione atriale con disfunzione del nodo sinusale;

• completare il blocco atrioventricolare (terzo grado);

• incompetenza cronotropa (una condizione in cui il nodo del seno risponde in modo inadeguato allo stress fisico o emotivo, anche con il massimo esercizio, la frequenza cardiaca non supera i 100 battiti al minuto);

• sindrome di intervallo QT prolungato;

• terapia di resincronizzazione cardiaca con stimolazione biventricolare.

Indicazioni relative:

• cardiomiopatia (ipertrofica o dilatata);

• sincope neurocardiogenica gravemente fluente.

Il chirurgo cardiaco Ake Senning nel 1958 fu il primo a eseguire un impianto di CS su un essere umano. Da allora, l'installazione di un pacemaker è considerata il metodo di scelta nel trattamento della bradicardia e del blocco cardiaco. Il numero di operazioni eseguite è in costante aumento. Quindi, ad esempio, l'aumento annuale degli impianti di pacemaker convenzionali in Inghilterra è del 4,7% e quello dei defibrillatori cardiovascolari è del 15,1%.

Raccomanda di leggere come

trattare la bradicardia sinusale

. Imparerai a conoscere le cause della bradicardia sinusale, i sintomi, il trattamento e la diagnosi di patologia.

altro sul trattamento farmacologico della tachicardia ventricolare.

Tipi di pacemaker

"Adattamento" a ciascun tipo di disturbo del ritmo cardiaco ha portato allo sviluppo di vari tipi di pacemaker e delle loro modalità operative. Tutti i CS moderni sono in grado di percepire l'attività elettrica interna del cuore e stimolarlo solo quando la frequenza cardiaca scende al di sotto del livello programmato. Essenzialmente, hanno tutti un "sensore" incorporato che rileva la necessità di cambiare la frequenza cardiaca in risposta a bisogni fisiologici.

Per la stimolazione permanente, vengono utilizzati tre tipi di dispositivi:

● a camera singola (PM-VVI): l'elettrodo è posizionato nel ventricolo destro o nell'atrio destro;

● a due camere (PM-DDD): sono installati due elettrodi (nel ventricolo destro e nell'atrio destro), questo è il tipo più comune di CS;

● a tre camere (PM-BiV): utilizzato nella cosiddetta terapia di risincronizzazione cardiaca. Di norma, un elettrodo viene impiantato nell'atrio destro, in entrambi i ventricoli. Tipicamente, questi pacemaker sono installati in pazienti con insufficienza cardiaca cronica. Sono in grado di "risincronizzare" il lavoro dei ventricoli, che aiuta a migliorare la funzione di pompaggio del cuore. Sono anche chiamati pacemaker biventricolari. La terapia di resincronizzazione cardiaca può includere l'impianto di un defibrillatore cardioverter.

Tecnica di impianto

Come eseguire un intervento chirurgico per installare un pacemaker? La procedura viene eseguita in una sala operatoria appositamente attrezzata in anestesia locale (l'anestesia generale viene utilizzata raramente). Appartiene alla categoria degli interventi chirurgici minimamente invasivi.

Viene utilizzato l'accesso transvenoso alle camere cardiache. Cioè, i fili (elettrodi) provenienti dal pacemaker vengono inseriti per via endovenosa.

Per questo, la vena succlavia è più spesso cateterizzata. Dopo di che viene effettuata una piccola incisione (3,8 - 5,1 cm) nella regione succlavia, dove viene creata una tasca sottocutanea, dove viene impiantato un pacemaker. Meno comunemente, la vena safena laterale è usata per questo scopo. L'accesso alle camere del cuore attraverso le vene ascellari, interne giugulari o femorali è usato molto raramente.

Quindi un catetere guida (guide) viene inserito nell'atrio destro attraverso una puntura nella vena. Se necessario, un secondo catetere viene guidato lungo lo stesso percorso e installato in un'altra camera. O per questo usa una puntura in una vena diversa. Successivamente, gli elettrodi lungo i conduttori vengono inviati alle camere cardiache.

Con l'endocardio (guscio interno del cuore), gli elettrodi sono attaccati in due modi. Fissazione passiva - alla fine dell'elettrodo c'è un uncino che "si aggrappa" all'endocardio. Fissazione attiva - utilizzando un fissaggio speciale, simile a un cavatappi, l'elettrodo così com'è stato avvitato nel guscio interno.

Al termine della procedura, eseguire test specifici per garantire l'affidabilità del pacemaker installato. Punti di autoassorbimento vengono applicati sulla pelle e il braccio viene immobilizzato per 24 ore utilizzando una medicazione.

Per quanto tempo l'installazione del pacemaker durerà sarà influenzata dal suo corso, possibili circostanze di forza maggiore durante la procedura. Di per sé, la procedura per l'impianto del CS, di regola, non supera le 3 ore. La durata del ricovero è di solito 24 ore.

La prevenzione delle complicanze infettive con la terapia antibiotica è obbligatoria. Cefazolina 1 g viene solitamente prescritta un'ora prima della procedura o in alternativa a 1 g di vancomicina in caso di allergia alla penicillina e / o alle cefalosporine. Il giorno successivo all'impianto, vengono effettuate le radiografie del torace per assicurarsi che gli elettrodi e il pacemaker stesso siano nella posizione corretta, oltre a nessuna possibile complicanza (ad esempio il pneumotorace).

Per informazioni su come eseguire un intervento chirurgico per installare un pacemaker, vedere questo video:

complicazioni

Naturalmente, molti pazienti, preoccupati per il futuro intervento nel corpo, pensano a quanto sia pericoloso l'intervento chirurgico per installare un pacemaker. Sebbene l'impianto del CS sia considerato una procedura minimamente invasiva, tuttavia, vi è la possibilità di complicazioni sia durante che dopo l'operazione. In cliniche di grandi dimensioni con una vasta esperienza nella realizzazione di impianti, la frequenza delle complicanze precoci, di regola, non supera il 5%, e quelle in ritardo - 2,7%. La mortalità è compresa tra 0,08 e 1,1%.

Fistola nell'area dell'impianto di pacemaker

Complicazioni iniziali:

• sanguinamento (formazione di ematomi nella tasca in cui è installato il CS);

• tromboflebiti e flebiti;

• infiammazione infettiva nell'area di impianto;

• infarto dell'area della parete del cuore dove è fissato l'elettrodo;

Complicazioni tardive:

erosione tascabile (cambiamenti distruttivi nei tessuti attorno al COP); spostamento dell'elettrodo; flebite o trombosi venosa profonda; infezione sistemica; fistola atrioventricolare; rottura del dispositivo; endocardite; formazione di trombi nell'atrio destro.

Il progresso tecnologico e il miglioramento delle procedure chirurgiche hanno portato a una significativa riduzione della frequenza delle complicanze. Di solito, il recupero dalla procedura è veloce. Tuttavia, durante le prime due o quattro settimane c'è dolore e disagio che limita la mobilità del braccio. Lo spostamento degli elettrodi, la loro separazione dal luogo di fissazione è il problema più comune che può sorgere dopo l'impianto.

Periodo di recupero

La maggior parte delle persone si sente bene, molto meglio di prima della procedura. Di solito il secondo giorno dopo l'impianto, possono tornare alla loro vita quotidiana per intero.

Il modo in cui la riabilitazione avviene dopo l'operazione di installazione di un pacemaker è influenzato dal comportamento del paziente stesso, conformità con le raccomandazioni del medico, che includono:

• Per le prime 48 ore, l'umidità deve essere evitata nella ferita postoperatoria.

• Se vi sono gonfiori, dolorabilità, calore locale nell'area dei punti, è necessario consultare un medico.

• Durante le prime 4 settimane, limitare il movimento del braccio sul lato del quale è installato un pacemaker.

• Si raccomanda di evitare di sollevare pesi in questo periodo superiore a 20 kg.

Ulteriore osservazione

Le persone che hanno un pacemaker permanente installato devono seguire le raccomandazioni del medico e rispettare alcune restrizioni. Il primo sopralluogo viene solitamente nominato dopo 3 mesi, quindi dopo sei mesi. La frequenza delle ispezioni di follow-up - due volte l'anno, a condizione che nulla scoraggia. In caso di svenimento, vertigini, frequenza cardiaca ridotta al di sotto del livello programmato, è necessario visitare il medico prima dell'orario previsto.

A volte può verificarsi un problema quando l'elettrodo perde il contatto con il cuore. Questa situazione richiede la sua sostituzione. Di norma, non viene rimosso dalla vena, ma viene disconnesso dal generatore di impulsi. Attacca un nuovo elettrodo, che in precedenza si sposta lungo la vena lungo il vecchio e fissato al cuore.

Sostituzione della batteria

La fonte di energia utilizzata in un pacemaker permanente ha una durata limitata (da 5 a 10 anni). La batteria si trova all'interno della custodia metallica del dispositivo ed è la sua parte integrale. Pertanto, quando la carica è esaurita, è necessaria la procedura per la sostituzione del generatore di impulsi.

In anestesia locale, viene praticata un'incisione cutanea nell'area della tasca, il vecchio dispositivo viene rimosso (gli elettrodi vengono prima scollegati) e uno nuovo viene impiantato al suo posto. L'operazione del nuovo pacemaker viene controllata e quindi cucita. Lo stesso giorno il paziente è autorizzato a tornare a casa.

Per informazioni su quale segnale dà il pacemaker quando si esaurisce la batteria, guarda questo video:

Costo della procedura

Il costo dell'installazione di pacemaker moderni, escluso il loro costo, può variare da $ 3.500 a $ 5.000.

In genere, l'installazione di un pacemaker migliora significativamente la qualità della vita del paziente se soffre di aritmia, che è accompagnata da gravi sintomi di insufficienza cardiaca. Questi dispositivi elettroterapeutici si sono dimostrati efficaci e sono stati usati efficacemente negli ultimi 60 anni. Le complicazioni durante l'installazione e l'ulteriore utilizzo sono molto rare.

Impostazione del pacemaker: chi viene mostrato, selezione del dispositivo, impianto, vita dopo l'intervento

La patologia del cuore è estremamente comune. Questa non è solo angina pectoris, attacchi di cuore, ipertrofia dei suoi reparti, ma anche gravi disturbi del ritmo che si verificano anche con minimi cambiamenti strutturali nell'organo, sono scarsamente suscettibili alle cure mediche e possono portare alla morte. In questi casi, l'installazione di un pacemaker (pacemaker, CS, EX) è l'unico modo per preservare sia la salute che la vita del paziente.

Vari tipi di aritmie portano a disturbi nel movimento del sangue attraverso le camere cardiache e i vasi del corpo, e la bradicardia, il blocco e la disfunzione dei pacemaker sono particolarmente pericolosi, poiché l'assenza di impulsi causerà anche la contrazione delle camere cardiache e potrebbe verificarsi il suo arresto completo.

Le aritmie possono verificarsi spontaneamente, senza evidenti cambiamenti morfologici nel cuore, ei meccanismi genetici di queste anomalie non sono esclusi. In alcuni casi accompagnano altre patologie: vizi, ischemia, cardiomiopatia, ecc.

La necessità di installare un pacemaker si verifica quando una frequenza cardiaca criticamente bassa, quando il numero richiesto di impulsi elettrici non fluisce verso il muscolo cardiaco. Le indicazioni sono determinate dal cardiologo dopo un esame dettagliato del paziente.

Ogni anno nel mondo installano più di 300 mila dispositivi che stimolano il miocardio. Le operazioni sono letteralmente "messe in funzione" nei centri di cardiologia il cui personale ha una vasta esperienza nell'esecuzione di queste manipolazioni. Dopo il trattamento, i pazienti ritornano alla vita normale, le manifestazioni di aritmia vengono eliminate, facilitando notevolmente il benessere.

L'installazione di un pacemaker è considerata una procedura relativamente sicura, quindi non ci sono così tante controindicazioni e, con l'apparente semplicità del dispositivo stesso e del suo impianto, è molto efficace e, senza esagerare, consente di risparmiare milioni di pazienti cardiaci.

Indicazioni e controindicazioni per l'impianto di un pacemaker

Le indicazioni per l'installazione di un pacemaker considerano tali tipi di aritmie in cui la frequenza cardiaca è inaccettabilmente bassa. Contrazioni rare del cuore, lunghi intervalli tra di loro, "caduta" dei battiti del cuore individuale, bassa attività dei pacemaker creano il rischio di insufficienza cardiaca acuta, la cui conseguenza più pericolosa potrebbe essere la morte del paziente. Questi fenomeni possono manifestarsi all'improvviso - al lavoro, a casa, per strada, quindi la prevenzione delle complicanze e il ripristino di un ritmo accettabile sono l'obiettivo principale di uno stimolatore cardiaco artificiale.

Le indicazioni per la chirurgia possono essere assolute e relative. Il primo gruppo comprende:

  • Grave bradicardia, manifestata da un numero di segni (svenimento, vertigini, sincope);
  • Impulso inferiore a 40 battiti del cuore al minuto durante l'esercizio;
  • Periodi di arresto cardiaco per 3 secondi o più, registrati su un ECG;
  • Blocco AV persistente, a partire dal secondo grado, specialmente in combinazione con la difficoltà di condurre il sistema di conduzione in tutti e tre i fasci dopo un infarto;
  • Qualsiasi tipo di bradicardia quando la frequenza cardiaca scende al di sotto di 60 battiti al minuto.

La sindrome da debolezza del nodo sinusale è una delle indicazioni assolute per l'impianto di un pacemaker artificiale, accompagnata da bradicardia e svenimento, ma con aritmia asintomatica o se compare quando si prescrivono farmaci, la chirurgia d'urgenza non è richiesta, può essere posticipata per diversi anni, anche se prima o poi devi ancora spenderlo, è una questione di tempo e il paziente viene informato da un cardiologo.

In alcuni tipi di aritmie, viene installato un pacemaker per prevenire la morte improvvisa. Questi includono la tachicardia ventricolare e la fibrillazione atriale. Quest'ultimo, con la combinazione di tachicardia e bradicardia, non consente di correggere il ritmo con l'aiuto di farmaci, pertanto è indicata un'operazione di emergenza.

Gli attacchi di perdita di coscienza e ischemia cerebrale sullo sfondo di arresto cardiaco o aritmie a breve termine richiedono anche l'impianto di pacemaker profilattico, sebbene il rischio di morte improvvisa sia relativamente basso.

Un blocco cardiaco trasversale completo, quando la conduzione degli impulsi dagli atri ai ventricoli è completamente disturbato, è accompagnato da un rischio estremamente elevato di morte per il paziente, pertanto l'installazione di un pacemaker è necessaria per motivi di salute e viene eseguita urgentemente.

Nelle forme congenite di bradicardia causate da mutazioni genetiche, l'aritmia compare già nel periodo embrionale, e di circa 30 anni raggiunge il suo picco, quando l'impulso scende a 30 o meno. Questo è un livello critico di lavoro cardiaco che richiede un intervento chirurgico obbligatorio, ma è meglio se viene eseguito durante l'infanzia o l'adolescenza per minimizzare i rischi per la vita di un bambino. In alcuni casi, il trattamento è indicato per i bambini nei primi giorni e nei primi mesi di vita.

Quando si identificano le indicazioni assolute per l'impianto del CS, l'operazione può essere programmata o urgente, a seconda delle condizioni del paziente. Se è necessario un intervento di emergenza, non ci sono controindicazioni.

Le indicazioni relative per l'impianto di un pacemaker consentono di determinare se il paziente ha davvero bisogno di tale operazione, per stabilire il momento ottimale per la sua attuazione, per condurre un esame approfondito. La necessità di intervento è determinata individualmente.

Le indicazioni relative includono:

  1. Blocco atrioventricolare (AV) del secondo grado, tipo 2, quando i sintomi sono assenti;
  2. Blocco AV asintomatico del terzo grado, in cui l'impulso viene mantenuto quando il carico supera i 40 battiti al minuto;
  3. Attacchi di perdita di coscienza e arresto cardiaco con blocchi a tre raggi, quando non è possibile stabilire la loro causa esatta.

Le controindicazioni all'operazione sono praticamente assenti se è giustificata e opportuna in questo tipo di aritmia. L'impianto del CS non è indicato per il blocco AV del primo grado e del secondo grado di tipo 2, che sono asintomatici, così come per il danno medico dell'impulso, che può essere eliminato in modo conservativo.

Tipi di pacemaker

Un pacemaker è un piccolo dispositivo che genera impulsi che passano attraverso gli elettrodi ai tessuti del cuore. All'interno del case c'è una batteria e un microprocessore, il "guscio" esterno è fatto di titanio, quindi non ci sono reazioni allergiche al metallo.

Nei moderni pacemaker, il processore stesso controlla la frequenza cardiaca. Se la frequenza cardiaca è sufficiente, il dispositivo non invia impulsi e, nel caso di una pausa più lunga della soglia tra le contrazioni, lo stimolatore invia un segnale al miocardio. Questo tipo di lavoro è chiamato "su richiesta".

A seconda del numero di elettrodi che stimolano le camere cardiache, i CS sono:

  • Camera singola, quando l'impulso va solo a una camera - il ventricolo, una carenza significativa di cui può essere considerata una violazione della sequenza fisiologica delle contrazioni del cuore;
  • A due camere: l'elettrodo è posizionato nell'atrio e nel ventricolo, fornendo una contrazione fisiologica dell'intero organo;
  • Tre camere: i dispositivi più moderni con tre elettrodi, diretti all'atrio e separatamente a ciascun ventricolo.

Il pacemaker del dispositivo si riflette nel suo prezzo. I dispositivi più costosi, il cui costo raggiunge diverse migliaia di dollari, hanno molte impostazioni aggiuntive, forniscono una sequenza fisiologica di contrazioni delle camere d'organo, sono affidabili e sicuri, ma l'alto costo non consente loro di essere ampiamente utilizzati. Un altro inconveniente di questi dispositivi è l'elevato consumo energetico, che riduce la durata della batteria.

I COP della categoria di prezzo medio (circa $ 1.000) sono considerati ottimali, sono stabiliti per la maggior parte dei pazienti. Il vantaggio indiscusso è il prezzo, e lo svantaggio è la durata di circa 3 anni.

I modelli obsoleti sono economici e questo è probabilmente il loro unico vantaggio: per il resto dei parametri operativi sono molto inferiori ai primi due tipi di dispositivi.

EX-impianto di tecnica

Il pacemaker viene eseguito in anestesia locale e richiede da mezz'ora a 2,5 ore. I dispositivi a camera singola vengono installati più rapidamente, circa un'ora sarà necessaria per l'impianto di un ECS a due camere e fino a 2,5 ore con uno trackkhamer.

Tecnicamente, l'operazione non è molto difficile e comporta diversi passaggi:

  1. Preparazione del campo chirurgico, anestesia;
  2. L'introduzione di elettrodi nella cavità del cuore;
  3. Installazione del dispositivo;
  4. Apparecchi di programmazione e chiusura della ferita.

La lavorazione del campo chirurgico viene effettuata nel solito modo, di solito l'area per l'impianto - destra o sinistra sotto la clavicola, quindi l'anestesia locale viene eseguita utilizzando uno dei mezzi disponibili - novocaina, trimecain, lidocaina.

Dopo che la pelle con la fibra è stata sezionata, il chirurgo trova la vena succlavia e attraverso di essa raggiunge le camere desiderate del cuore con l'elettrodo. Chiaramente, queste manipolazioni non vengono eseguite, il controllo obbligatorio tramite i raggi X.

Quando il medico si assicura che gli elettrodi siano installati correttamente, procede a fissare il corpo CS nel tessuto o sotto il muscolo pettorale. Per facilità d'uso, è posizionato a sinistra per i destrimani, al contrario per i mancini, a destra.

Nella fase finale, il chirurgo imposta la frequenza di generazione dell'impulso di base sotto carico ea riposo, quindi sutura il tessuto. Questo completa l'operazione.

I CS moderni sono piuttosto piccoli, quindi sono quasi invisibili nell'aspetto, ma possono essere visti in pazienti magri, anche se questo difetto estetico è abbastanza accettabile e solitamente non causa alcuna esperienza psicologica.

I dispositivi per il pacing cardiaco sono molto affidabili, vengono accuratamente controllati in ogni fase della loro fabbricazione, il matrimonio è escluso, perché qualsiasi malfunzionamento può costare la vita di una persona. La durata della batteria è lunga, ma è difficile calcolarla in anticipo, poiché dipende dalle impostazioni del dispositivo e dall'intensità del suo funzionamento.

Il paziente non deve temere che il CS smetta improvvisamente di funzionare. Lo stato della batteria viene stimato dal dispositivo automaticamente due volte al giorno, il medico curante può ricevere informazioni su di esso e, dopo che i segni di usura della batteria compaiono, ci sarà tempo prima che il dispositivo si arresti completamente, durante il quale è possibile pianificare un cambio di CS.

Quando si sostituisce un nuovo pacemaker può essere reinstallato completamente o solo il suo corpo. In quest'ultimo caso, gli elettrodi rimangono al loro posto, se dopo aver controllato non ci sono difetti nel loro lavoro.

Video: installazione del pacemaker

La vita con un pacemaker - controindicazioni e caratteristiche

Il periodo postoperatorio di solito procede favorevolmente, e entro la fine della prima settimana il paziente va a casa. Entro il 5 ° giorno dopo l'intervento, è permesso fare la doccia e dopo una settimana puoi iniziare a lavorare.

Nelle prime settimane dopo l'operazione, è meglio non sollevare più di cinque chilogrammi a causa del rischio che la cucitura si attacchino: dovresti fidarti della famiglia con il duro lavoro o rimandarla temporaneamente. Le faccende domestiche ordinarie (lavare i piatti, pulire facilmente, cucinare) non sono proibite, ma allo stesso tempo la prima volta che torni a casa dovresti ascoltare il tuo cuore, e se non ti senti bene dovresti andare da un cardiologo.

Durante il mese dopo l'operazione, la migliore forma di attività fisica sarà camminare, con il resto delle classi è meglio aspettare fino a quando il medico non permetterà di espandere l'attività al livello ottimale.

La prima visita di follow-up di un cardiologo e la valutazione del dispositivo vengono effettuate 3 mesi dopo l'impianto, quindi sei mesi dopo. Durante il normale funzionamento del COP il controllo è necessario una o due volte l'anno. Se improvvisamente ci sono sintomi di problemi, allora non dovresti aspettare la prossima visita dal dottore, ma è meglio raggiungerlo il prima possibile.

Dopo l'intervento chirurgico, la maggior parte dei pazienti ritorna alla vita normale con un minimo di restrizioni: può viaggiare, lavorare e persino praticare alcuni sport.

Tuttavia, non bisogna dimenticare che il dispositivo è presente nel corpo, che è sensibile ad alcune condizioni esterne, quindi ci sono alcune controindicazioni dopo l'installazione del CS:

  • Ai pazienti con CA è vietato partecipare a eventi sportivi associati a un alto rischio di lesioni;
  • Non puoi essere nelle cabine dei trasformatori e nelle immediate vicinanze delle linee ad alta tensione (questo è più per la manodopera);
  • La risonanza magnetica e gli interventi chirurgici che richiedono l'elettrocoagulazione sono controindicati;
  • La litotripsia ad onde d'urto è possibile solo dopo aver modificato le impostazioni dello strumento;
  • È esclusa la fisioterapia con corrente elettrica o campo magnetico;
  • Evitare l'esposizione prolungata ai metal detector;
  • È altamente indesiderabile trasportare un telefono cellulare vicino al dispositivo, poiché le radiazioni potrebbero influire sul suo funzionamento.

I pazienti con pacemaker possono aver bisogno di alcuni esami, quindi una risonanza magnetica viene sostituita con una scansione TC o un altro tipo di diagnostica a raggi X, un'ecografia è sicura senza contatto diretto con il corpo dell'apparecchio.

Molte domande sorgono nei pazienti nella vita di tutti i giorni, perché siamo circondati da una varietà di elettrodomestici che sono alimentati dall'elettricità. Non ci sono restrizioni significative in questo senso, ma devono essere osservate precauzioni. Quindi, è meglio spegnere il dispositivo elettrico con la mano opposta al sito di impianto del CS, il telefono cellulare deve essere tenuto ad una distanza di almeno 30 cm dal dispositivo di stimolazione.

Dovrebbe essere escluso il duro lavoro fisico, in cui un corpo CS può essere spostato, così come uno spostamento indipendente del dispositivo sotto la pelle o degli scioperi in quest'area. I tosaerba, i trapani, i perforatori sono meglio lasciati agli esperti, e se c'è un bisogno urgente di usarli, allora i cavi elettrici dovrebbero essere ben isolati.

Gli sport nella patologia del cuore sono i benvenuti, ma questo non si applica a quei tipi in cui vi è il rischio di lesioni o grave sovraccarico. Andare a fare jogging, camminare, nuotare, fortificare la ginnastica, sollevamento pesi, bilanciere, calcio e altre attività popolari è facile.

Per molti, la vita moderna è impensabile senza la tecnologia informatica. I pazienti con un pacemaker possono essere calmi: usare sia un computer fisso che un laptop è sicuro per il loro cuore.

La chirurgia del pacemaker può essere eseguita gratuitamente o su base retribuita. Gli impianti gratuiti vengono eseguiti in base alla quota. Il paziente viene sottoposto agli esami necessari, il cardiologo stabilisce la presenza di indicazioni e termini approssimativi dell'operazione, dopodiché potrebbe essere necessario attendere il proprio turno. Il rimborso delle spese incorre nello Stato.

Il trattamento a pagamento include il costo dello stimolatore stesso, elettrodi, degenza ospedaliera e operazioni. Il prezzo di un pacemaker dipende dal dispositivo e dalle caratteristiche tecniche e varia da 10.000 a 6.500.000 di rubli, gli elettrodi costano da 2.000 rubli e l'operazione varia da 7.500 a 10.000 rubli. Inoltre pagato ogni giorno di permanenza in clinica, a seconda del comfort della camera.

Il costo medio dell'operazione con l'installazione di uno stimolante economico in un ospedale a livello provinciale costerà almeno 25.000 rubli, in un grande centro del livello federale, il prezzo raggiunge 300.000, ma per il paziente verrà installato un dispositivo importato moderno. È chiaro che non tutti i pazienti possono effettuare un trattamento così costoso, quindi la maggior parte sta aspettando il proprio turno per installare un pacemaker gratuito di una categoria di prezzo medio.

I pazienti che hanno subito un intervento chirurgico di impianto di pacemaker sono interessati a sapere se hanno diritto a un gruppo di disabili. Non c'è una risposta chiara a questa domanda. In primo luogo, tale trattamento mira a correggere le aritmie, il che significa che con la sua efficacia il paziente non può diventare disabile, al contrario, la sua salute migliorerà e la sua capacità lavorativa aumenterà.

Il concetto di "disabilità" implica la limitazione dell'attività vitale e del lavoro a causa di una grave malattia che sconvolge il funzionamento del corpo. Se, dopo aver installato il CS, il paziente non può tornare al suo lavoro precedente, e ha bisogno di un trasferimento in un altro luogo o posizione, allora il problema della disabilità è particolarmente acuto, questo teoricamente non può essere negato.

È importante capire che di per sé la presenza di un pacemaker, lavorando in modo efficace, non richiede il riconoscimento di una persona come una persona disabile di qualsiasi gruppo. In questo caso, verrà negata una buona salute in questo stato.

Alcuni gruppi di pazienti sono indirizzati a specialisti di esperienza medica e sociale che, sulla base della diagnosi, dei dati dell'indagine e dell'attività professionale, possono stabilire una disabilità. Le ragioni possono essere:

  1. L'impossibilità di eseguire il lavoro precedente per controindicazioni mediche, la necessità di cambiare lavoro, qualifiche, professione in relazione alla malattia di base;
  2. La mancanza di effetto dell'operazione, cioè aritmia persistente in presenza di un pacemaker;
  3. Complicazioni che coinvolgono la terapia a lungo termine;
  4. Il deterioramento della patologia principale del cuore con il suo fallimento.

La decisione sull'assegnazione di una disabilità può essere presa solo da una commissione di specialisti. Se si scopre che non esiste un'assoluta dipendenza della vita dal dispositivo impiantato, allora il rifiuto della disabilità sarà logico e legale. I pazienti particolarmente persistenti raccolgono da soli tutti i documenti necessari, prendono il rinvio dal loro cardiologo, attraggono avvocati e fanno appello contro i risultati ITU in tribunale.

Recensioni di pazienti che hanno subito un impianto di pacemaker artificiale, per lo più positivi. Dopo un periodo di riabilitazione (un mese e mezzo), la maggioranza ritorna alla vita normale, la cui durata, a proposito, dopo l'operazione, si avvicina alla media per le altre persone. La capacità di vivere attivamente, viaggiare, lavorare senza paura di rompere il ritmo e fermare il cuore, secondo i pazienti, vale la pena di sottoporsi ad un impianto di pacemaker, l'importante è scegliere un medico competente che si possa fidare del suo cuore e della sua salute.

Pinterest