Stent a cuore: descrizione dell'operazione, i suoi vantaggi, la riabilitazione

Da questo articolo imparerai: che tipo di chirurgia è - stenting dei vasi cardiaci, perché è considerato uno dei migliori metodi di trattamento di varie forme di malattia coronarica, in particolare la sua attuazione.

Stenting dei vasi coronarici del cuore è un'operazione mini-invasiva (dolce) endovascolare (intravascolare) sulle arterie che forniscono il cuore, che consiste nell'espandere i loro siti ristretti e occlusi inserendoli nel lume di uno stent vascolare.

Tali interventi chirurgici sono eseguiti da chirurghi endovascolari, chirurghi cardiaci e chirurghi vascolari in centri specializzati di chirurgia cardiaca endovascolare.

Descrizione dell'operazione

L'aterosclerosi delle arterie coronarie, manifestata dalla formazione di placche di colesterolo nel lume di questi vasi è un tipico meccanismo causale per lo sviluppo della coronaropatia: queste placche hanno la forma di protrusioni e tubercoli, in cui si verifica l'infiammazione, cicatrici, distruzione dello strato interno del vaso e formazione di coaguli di sangue. Tali cambiamenti patologici riducono il lume vascolare, ostruiscono parzialmente o completamente l'arteria, riducendo il flusso sanguigno al miocardio. Minaccia con ischemia (fame di ossigeno) o attacco di cuore (necrosi).

Il significato di stenting cardiaco è quello di ripristinare il lume delle arterie coronarie nei siti di costrizione con placche aterosclerotiche con l'aiuto di speciali dilatatori - stent coronarici. Pertanto, è possibile ripristinare in modo affidabile e completo la normale circolazione sanguigna nel cuore.

Stenting non allevia l'aterosclerosi, ma solo per un periodo (diversi anni) elimina le sue manifestazioni, i sintomi e le conseguenze negative della malattia coronarica.

Caratteristiche della tecnica dello stent coronarico:

  1. Questa chirurgia endovascolare - tutte le manipolazioni sono eseguite esclusivamente all'interno del lume dei vasi sanguigni, senza incisioni cutanee e la loro integrità nelle aree colpite.
  2. Il lume dell'arteria occlusa viene ripristinato non rimuovendo una placca aterosclerotica, ma utilizzando uno stent - una sottile protesi vascolare metallica sotto forma di un tubo a maglie.
  3. Il compito dello stent inserito nella zona ristretta dell'arteria è di premere le placche aterosclerotiche nelle pareti del vaso e spostarle. Questa azione ti consente di espandere il lume e lo stent stesso è così forte da fungere da scheletro che lo trattiene stabilmente.
  4. Durante una operazione, quanti stent possono essere installati secondo necessità a seconda del numero di aree ristrette (da uno a tre o quattro).
  5. L'esecuzione di stent richiede l'introduzione di sostanze radiopachi (preparati) per il paziente, che sono pieni di vasi coronarici. Le apparecchiature a raggi X ad alta precisione vengono utilizzate per registrare le immagini e monitorare l'andamento del contrasto.

Maggiori informazioni sugli stent

Lo stent, installato nel lume dell'arteria coronaria ristretta, dovrebbe essere una struttura interna affidabile che non consentirà alla nave di ri-restringersi. Ma un tale requisito per lui non è l'unico.

Qualsiasi impianto introdotto nel corpo è estraneo ai tessuti. Pertanto, per evitare la reazione di rigetto è difficile da evitare. Ma gli stent coronarici moderni sono pensati e progettati in modo tale da non causare ulteriori cambiamenti.

Le principali caratteristiche della nuova generazione di stent sono:

  • Realizzato in lega di metallo cobalto e cromo. Il primo fornisce buona suscettibilità dei tessuti, il secondo - forza.
  • In apparenza, assomiglia ad un tubo lungo circa 1 cm, dal 2,5 al 5-6 mm di diametro, le cui pareti sembrano una griglia.
  • La struttura a maglia consente di modificare il diametro dello stent dal minimo necessario al luogo di blocco, al massimo necessario per espandere l'area ristretta.
  • Coperto con sostanze speciali che bloccano la coagulazione del sangue. Vengono rilasciati gradualmente, impedendo la reazione del sistema di coagulazione e la formazione di coaguli di sangue nello stent stesso.
Clicca sulla foto per ingrandirla

I campioni più vecchi di stent presentano notevoli inconvenienti, il principale dei quali è la mancanza di rivestimento anticoagulante. Questo è uno dei motivi principali per lo stent non riuscito a causa dell'occlusione.

I veri vantaggi del metodo

Stenting delle arterie del cuore non è l'unico modo per ripristinare il flusso sanguigno coronarico. Se così fosse, il problema della malattia coronarica sarebbe già stato risolto. Ma ci sono dei vantaggi che consentono allo stenting di essere considerato un metodo di trattamento veramente efficace e sicuro.

Tecniche concorrenti con lui - chirurgia di bypass delle arterie coronarie e terapia farmacologica. Ciascuno dei metodi presenta alcuni vantaggi e svantaggi. Nessuno di questi deve essere usato secondo un principio di modello, ma individualmente confrontato con il decorso della malattia in un particolare paziente.

Il principio del bypass coronarico

La tabella mostra le caratteristiche comparative delle tecniche chirurgiche al fine di evidenziare i reali vantaggi dello stent coronarico.

Prognosi per il recupero dopo stenting di vasi cardiaci

Il miglioramento dei moderni metodi di trattamento chirurgico, come l'operazione di stenting di vasi cardiaci, con supporto medico pre- e postoperatorio consente di ottenere eccellenti risultati clinici nelle malattie cardiache nel breve e nel lungo periodo. L'unica condizione significativa per uno stenting efficace è il trattamento tempestivo del paziente per le cure mediche.

Indicazioni per il trattamento chirurgico

Il ripristino del flusso sanguigno nei vasi del cuore aumenta la durata e la qualità della vita dei pazienti. Dando la preferenza a uno o un altro metodo di trattamento, valutare la gravità delle manifestazioni cliniche, il grado di riduzione del flusso sanguigno nel cuore, il decorso anatomico dei vasi interessati. Allo stesso tempo, i possibili rischi vengono confrontati, tenendo conto dell'effetto della terapia conservativa in corso.

Indizi per stenting di navi cardiache:

  • l'inefficacia della terapia farmacologica;
  • la presenza di angina progressiva;
  • nelle prime fasi dell'infarto miocardico, viene eseguito un intervento chirurgico urgente;
  • aumento dei fenomeni di ischemia nel periodo post-infarto sullo sfondo del trattamento;
  • infarto miocardico;
  • stato preinfarto;
  • stenosi significativa, oltre il 70% dell'arteria coronaria sinistra;
  • stenosi di 2 o più vasi del cuore;
  • pericolo di sviluppare complicazioni pericolose per la vita a causa di ischemia del cuore.

Lo stenting delle arterie coronarie viene eseguito per espandere il lume nel vaso e ripristinare il flusso sanguigno attraverso di esso.

Controindicazioni alla chirurgia

Le controindicazioni allo stenting possono essere dovute a malattie cardiache o a grave patologia concomitante:

  • condizione agonizzante del paziente;
  • intolleranza ai mezzi di contrasto contenenti iodio utilizzati durante la chirurgia;
  • lume del vaso che richiede uno stent inferiore a 3 mm;
  • stenosi diffusa dei vasi miocardici, quando lo stent non è più efficace;
  • ritardata coagulazione del sangue;
  • insufficienza respiratoria, renale ed epatica scompensata.

Varietà di stent per chirurgia

Uno stent è un dispositivo che espande il lume di una nave e rimane in esso per sempre. Ha una struttura a rete. Gli stent differiscono per composizione, diametro e configurazione della maglia.

Stenting dei vasi coronarici viene eseguita utilizzando stent convenzionali e cilindri rivestiti di farmaci. Convenzionale realizzato in acciaio inossidabile, lega di cromo-cobalto. La funzione è di mantenere la nave nello stato espanso.

Le ristenosi si sviluppano meno frequentemente negli stent a rilascio di farmaco, non sono coagulati. Tuttavia, è impossibile considerare tutti gli stent a rilascio di farmaco come una panacea. Nell'analisi, fino a che punto la letalità remota differisce dall'infarto del miocardio durante lo stent con o senza rivestimento di un farmaco non viene rivelata una differenza significativa.

I seguenti tipi di farmaci sono usati per coprire gli stent:

Quale stent il paziente ha bisogno è deciso dal medico a seconda della situazione. Se prima c'era lo stent, e c'era una ricorrenza di stenosi, allora sarebbe stato necessario un nuovo intervento - stenting di ICD.

Metodi diagnostici necessari per prendere una decisione sull'operazione

Se lo stent coronarico di vasi cardiaci viene eseguito in modo pianificato, viene nominato un complesso di esami, che include:

  • esami generali del sangue e delle urine;
  • analisi del sangue biochimica;
  • coagulogramma - dimostra lo stato del sistema di coagulazione del sangue;
  • ECG a riposo e con prove di stress;
  • emissione di un singolo fotone CT;
  • test funzionali;
  • scintigrafia perfusione;
  • ecocardiografia e ecocardiografia da stress;
  • PET;
  • Stress MRI;
  • Coronarografia, che in molti modi supera i metodi sopra, ma è invasiva.

Lo stenting cardiaco viene eseguito dopo angiografia coronarica delle arterie coronarie, in cui vengono valutate la natura della lesione, il diametro del vaso stenotico e il suo corso anatomico.

Le fasi principali dell'operazione

L'intervento viene eseguito in condizioni di sala operatoria a raggi x in anestesia locale. Allo stesso tempo, un catetere viene inserito nell'arteria femorale e viene eseguita l'angiografia coronarica.

Alla fine del catetere c'è un palloncino con uno stent. Al posto della stenosi il palloncino si gonfia, schiacciando la placca aterosclerotica, il diametro della nave aumenta immediatamente. Lo stent è una struttura per la parete vascolare. Dopo il ripristino del flusso sanguigno, il palloncino viene espulso e lo stent rimane nel vaso.

Dopo aver stentato i vasi cardiaci, il paziente è in ospedale per 3 giorni, ricevendo anticoagulanti e trombolitici. Il primo giorno viene dato il riposo a letto, perché esiste il rischio di formazione di ematoma nel sito di puntura dell'arteria femorale. Se ci sono complicazioni, la durata del ricovero può aumentare.

Possibili complicazioni dopo l'intervento chirurgico:

  • spasmo coronarico;
  • attacco di cuore;
  • trombosi da stent;
  • tromboembolismo;
  • ematoma di grandi dimensioni sulla coscia.

Periodo di recupero

Dal secondo giorno dopo lo stent sono prescritti esercizi di ginnastica respiratoria e fisioterapia. Per prima cosa si tengono a letto.

Una settimana dopo l'operazione, la terapia fisica viene effettuata sotto la supervisione di un medico, il capo della terapia fisica.

La durata del periodo di recupero dipende dalla gravità della lesione vascolare aterosclerotica del cuore, dal numero di vasi stentati e dalla presenza di un infarto miocardico in passato. La riabilitazione dopo infarto miocardico e stent richiede più tempo ed è più difficile.

La durata della degenza ospedaliera e del riposo a letto più lunghi, la durata della terapia di esercizio sotto controllo medico dura circa 2,5-3 mesi.

La rivascolarizzazione miocardica è una delle operazioni cardiache più sicure. Ha salvato delle vite e ha riportato al lavoro migliaia di pazienti. Ma il suo successo dipende dall'adempimento di una determinata condizione: una riabilitazione competente e coerente dopo che lo stent è obbligatorio:

  • il primo mese raccomandava la restrizione dell'attività fisica, il duro lavoro;
  • leggeri esercizi fisici sono richiesti al mattino sull'impulso non più di 100 battiti al minuto;
  • la pressione del sangue non deve essere superiore a 130/80 mm Hg. Articolo;
  • È necessario escludere la sovraraffreddamento, il surriscaldamento, l'insolazione, il bagno, la sauna, la piscina.

È meglio vivere tranquilli, camminare a piedi e respirare aria fresca.

La riabilitazione dopo l'intervento chirurgico, oltre allo sforzo fisico somministrato, all'aderenza a una corretta alimentazione, il trattamento delle malattie somatiche include il trattamento farmacologico. La scuola per uno stile di vita sano e permanente dovrebbe iniziare nei primi giorni dopo l'intervento, quando la motivazione per il recupero è ancora molto forte.

Trattamento farmacologico

La selezione della terapia, la sua durata e il tempo di insorgenza dipendono dalla specifica situazione clinica. I farmaci antiaggreganti e antitrombotici sono prescritti dal medico.

Lo scopo del loro appuntamento - la prevenzione della trombosi nei vasi. Prendi in considerazione il rischio di sanguinamento, ischemia. La vita dopo lo stent include l'assunzione di alcuni farmaci, che dipendono dalla natura dell'intervento chirurgico.

Sono usati i seguenti farmaci:

Il dosaggio e la combinazione di farmaci dopo lo stent sono determinati dal medico curante.

Prevenzione delle malattie vascolari

Dopo il ripristino del flusso sanguigno in uno o più vasi, il problema dell'intero organismo non sarà risolto. Le placche sulle pareti dei vasi sanguigni continuano a formarsi. Ulteriori sviluppi dipendono dal paziente. Il medico raccomanda uno stile di vita sano, una nutrizione normale, un trattamento della patologia endocrina e delle malattie metaboliche. Quanti pazienti vivono dipende da come svolgono gli appuntamenti medici.

La vita dopo un infarto e uno stent include la profilassi secondaria, che comporta le seguenti procedure:

  • consegna di test di laboratorio, esame clinico 1 volta in 6 mesi;
  • un piano individuale di attività fisica, che è scritto dalla terapia di esercizio del medico;
  • controllo della dieta e del peso;
  • mantenimento della pressione sanguigna;
  • trattamento del diabete, controllo dei lipidi nel sangue;
  • screening dei disturbi psicologici;
  • vaccinazione antinfluenzale.

Recensioni di stenting di vasi del cuore suggeriscono un recupero più veloce rispetto a dopo l'intervento chirurgico di bypass delle arterie coronarie.

Se è impossibile eseguire stenting (anatomia sfavorevole, mancanza di capacità tecniche), è necessario eseguire un intervento di bypass aorto-coronarico.

La dieta dopo stent è volta a ridurre il peso del 10% rispetto al basale.

  • escludere grassi, fritti e salati;
  • utilizzare acidi grassi omega-3, olio di pesce;
  • ridurre la quantità di carboidrati facilmente digeribili, è consentito il pane integrale;
  • per diversificare la dieta di cibi vegetali e proteici.

Prognosi di aspettativa di vita

L'analisi dell'aspettativa di vita ha rivelato che 5 anni dopo lo stent, il tasso di sopravvivenza era dell'89,3%, mentre la mortalità dopo il primo infarto miocardico trattato senza intervento chirurgico era del 10% all'anno.

L'angina instabile senza stenting del 30% porta a infarto miocardico durante i primi 3 mesi dal momento dell'apparenza. Dopo lo stent, l'infarto non si sviluppa.

Un'operazione eseguita nel tempo, che ha portato al ripristino di un adeguato flusso di sangue nel cuore, migliora la qualità e aumenta la longevità. Tuttavia, il trattamento chirurgico senza una buona ragione comporta un rischio non necessario per i pazienti. Più spesso, lo stenting è ragionevole nei pazienti con sindrome coronarica acuta, sullo sfondo di un complicato decorso dell'infarto.

Il trattamento chirurgico dei pazienti con un decorso asintomatico della malattia è consentito solo con test di carico insufficiente. Attualmente, questo metodo di trattamento è considerato irragionevole.

Stenting di vasi cardiaci migliora la prognosi della vita futura dei pazienti decine di volte.

Il trattamento più delicato nella chirurgia cardiaca: stent coronarico dei vasi cardiaci

Lo stenting coronarico è uno dei metodi più benigni e moderni per il trattamento di vasi cardiaci ristretti nella chirurgia cardiaca. Ti permette di espandere il lume dei vasi sanguigni, ripristinare la normale circolazione sanguigna e la nutrizione dei tessuti, prevenire lo sviluppo di infarti e ictus.

La procedura viene eseguita rapidamente, eseguita in anestesia locale, indolore per il paziente.

Storia del metodo

La prima operazione fu eseguita alla fine degli anni settanta del XX secolo dal cardiologo tedesco Andreas Grünzig. Il suo paziente era un giovane trentasettenne affetto da ipertensione e sull'orlo di un ictus.

Per salvarlo da forti dolori, il medico decise di provare ad espandere chirurgicamente il lume dei vasi con un semplice getto gonfiabile, fatto letteralmente da mezzi improvvisati. L'esperimento ha avuto successo. Il cateterismo cardiaco, eseguito dopo 20 anni, ha dimostrato che l'arteria trattata rimane ancora aperta.

Questo metodo divenne in seguito noto come dilatazione del palloncino. Poi è stato migliorato e nella moderna chirurgia cardiaca ha iniziato ad applicare nuovi tipi di strutture - stent.

Stent moderno

Gli sviluppi del Grünzig divennero la base per la nascita del metodo e divennero la base per la creazione di moderni metodi di conduzione delle operazioni per l'espansione dei vasi sanguigni.

Attualmente, solo in Germania, lo stenting è stato eseguito in oltre 2 milioni di pazienti. Questo metodo è praticato con successo nel nostro paese.

Cos'è uno stent?

Uno stent è una speciale costruzione elastica a forma di una cornice cilindrica in metallo o plastica. Nel corpo, prevede l'espansione di una certa area per una migliore permeabilità dei fluidi. In questo caso, stiamo parlando dell'installazione nell'arteria per stabilire il flusso di sangue, ma può anche essere installato nell'intestino, nell'esofago, nell'uretere e nelle vie biliari.

Tipi di stent

Nella pratica chirurgica, sono suddivisi nei seguenti tipi.

metallo nudo

Utilizzato con successo in situazioni acute (infarto del miocardio, angina instabile), per il trattamento di stenosi di grandi arterie coronali del cuore con un basso rischio di restenosi (restringimento). Sono fatti di varie leghe metalliche - tantalio, nitinol, iridio, platino, leghe di cobalto.

Con rivestimento medicinale

Trovato uso diffuso nel trattamento chirurgico della malattia coronarica. Cytostatic (drug coating) previene lo sviluppo di complicazioni - riocclusione e restenosi. Suddiviso in diversi tipi:

  • I disegni della quarta generazione (scafolds) sono i più moderni e rilevanti per la chirurgia cardiaca. Il loro principale vantaggio è il completo riassorbimento. Il diametro del lume dei vasi rimane quasi identico alla dimensione fisiologica.
  • Le costruzioni di terza generazione sono realizzate con o senza rivestimento polimerico autoassorbibile. La medicina viene quindi fissata sulla parete porosa della struttura, rilasciandola gradualmente nel corpo. La maggior parte delle cliniche europee lavora con loro.
  • Gli stent di seconda generazione (biocompatibili) non mostrano risultati negativi nel trattamento della stenosi coronarica, hanno un basso rischio di sviluppare trombosi. Spesso usato in Russia.
  • I disegni della prima generazione non sono quasi mai utilizzati a causa del frequente verificarsi di complicazioni - trombosi precoci e tardive, microaneurismi, sviluppo di un infarto.

Inoltre, gli stent coronarici sono suddivisi in:

  • Filo fatto da un unico filo sottile.
  • Anello: raccolto dai singoli collegamenti.
  • Maglia - sotto forma di rete intrecciata.
  • Tubolare - da un tubo cilindrico.

vantaggi

Rispetto ad altri metodi chirurgici, lo stent ha evidenti vantaggi:

  • Il principale di questi è che l'operazione si riferisce alla chirurgia minimamente invasiva. Al medico non è richiesto di aprire lo sterno, come quando si esegue un intervento chirurgico aperto sul cuore. Il processo viene eseguito attraverso una piccola puntura sulla pelle (circa 2 mm) nel punto di inserimento del catetere.
  • La procedura viene eseguita con l'introduzione dell'anestesia locale. Il paziente per tutto il tempo rimane nella mente. Questo elimina le possibili complicazioni e gli effetti collaterali associati all'introduzione dell'anestesia profonda.
  • Non hai bisogno di stare in ospedale per molto tempo. Il paziente è dimesso a casa per 3-4 giorni.
  • Prestazioni elevate: in circa l'80-95% dei casi (a seconda del tipo di supporto e rivestimento).

carenze

Gli svantaggi del metodo sono:

  • Il rischio di complicazioni (infarto, formazione di trombi, ecc.) E restenosi (nel 15% dei casi su 100%). Si raccomanda ai pazienti con un'alta percentuale di rischio di restenosi di installare strutture con rivestimento di un farmaco.
  • Nonostante la praticità della procedura, il processo di installazione richiede molto tempo, soprattutto se c'è una grande quantità di calcio nel corpo.
  • Lo svantaggio del metodo è anche il suo uso limitato nella chirurgia cardiaca. Non può essere utilizzato in caso di rilevazione di prolungata vasocostrizione, danni alle arterie nel sito di diramazione. L'impianto di uno stent nei piccoli vasi sanguigni del cuore è impossibile.

Indicazioni e controindicazioni

L'operazione può essere assegnata nei seguenti casi:

  • Infarto miocardico nella fase acuta (le prime ore del suo sviluppo).
  • Progressione dell'angina con convulsioni frequenti e imprevedibili, nonché angina post-infartuale precoce, quando le convulsioni si ripresentano durante il trattamento dell'infarto del miocardio.
  • Per mantenere il flusso sanguigno artificiale dopo lo smistamento. Per 10 anni ha una proprietà di restringimento.
  • Complicazioni dopo uno stent precedentemente installato (restenosi, trombosi).

Controindicazioni:

Le controindicazioni relative possono essere:

  • Malattia coronarica diffusa
  • Insufficienza respiratoria e renale in forma grave.
  • Disturbi della coagulazione del sangue
  • Il diametro dell'arteria è inferiore a 3 mm.
  • Allergia ai farmaci contenenti iodio e iodio. In questo caso, prima dell'intervento chirurgico, al paziente può essere somministrata una terapia medica, riducendo il rischio di complicanze.

Preparazione per la chirurgia

Prima dell'operazione, al paziente vengono assegnati tutti i test e gli esami necessari per valutare le condizioni fisiologiche del paziente, per valutare la natura del flusso sanguigno nell'area interessata, il grado di restringimento delle arterie e il loro blocco, la velocità del flusso sanguigno, ecc. Questi includono:

  • Ispezione e studio dettagliato della storia. Il medico raccoglie dati sulla presenza di malattie croniche, interventi medici condotti, precedenti malattie cardiache, ecc.
  • Esame completo del sangue e delle urine, biochimica, coagulogramma, analisi del sangue per l'HIV e l'epatite.
  • Diagnostica dell'attività cardiaca e vasi: ecocardiografia, ECG, mappatura Doppler, monitoraggio Holter, risonanza magnetica, tomografia computerizzata del cuore, ecografia (esame Doppler e duplex), angiografia coronarica.
Va notato che i tipi di ricerca sono selezionati dal medico individualmente in base a ciascun caso specifico.

Regole di preparazione

Alla vigilia della procedura, il medico chiede al paziente di seguire una serie di semplici regole:

  • L'ultimo pasto dovrebbe essere non più tardi di 8-9 pm. Alla vigilia non si può mangiare nulla di grasso, affumicato, salato, bere bevande zuccherate gassate e alcol. La cena dovrebbe essere leggera e al mattino è permesso bere solo acqua naturale.
  • Farmaci pre-prescritti per fluidificare il sangue (aspirina), riducendo la frequenza delle complicanze ischemiche. Possono anche essere somministrati Clopidogrel, ticrelor, ticlopidina e altri inibitori del recettore piastrinico P2Y12.
  • Il paziente deve informare il medico sull'uso dei farmaci e sul loro dosaggio. È possibile che alcuni di loro debbano essere temporaneamente cancellati. È anche importante segnalare la presenza di allergie agli anestetici locali e allo iodio.
  • Prima della procedura, è necessario rimuovere lenti a contatto e gioielli (catene, orecchini, anelli).
  • Una puntura per l'inserimento del catetere verrà posizionata sul braccio o sulla gamba. Se hai intenzione di fare una foratura nell'area inguinale, dovrai radere i capelli in quest'area.

Come viene eseguita l'operazione

La procedura viene eseguita in più fasi:

  • In primo luogo, il medico imposta il monitoraggio delle funzioni fisiologicamente importanti del corpo (monitoraggio della pressione arteriosa e della frequenza respiratoria, ECG).
  • 25-30 minuti prima della procedura, viene eseguita la premedicazione, i sedativi vengono iniettati.
  • Il paziente giace sul tavolo, il medico cura l'area della puntura, disinfetta, inietta un anestetico locale. Il processo viene eseguito in anestesia locale. Il paziente per tutto il tempo sarà cosciente e seguirà rigorosamente le istruzioni del medico.
  • L'accesso endovenoso avviene attraverso l'arteria femorale comune (transfemorale) o attraverso l'arteria radiale dell'avambraccio (transradiale).
  • Dopo la puntura, un conduttore con un catetere diagnostico viene inserito nell'arteria e portato all'aorta ascendente. Quindi un catetere a palloncino viene installato lungo la guida al posto dell'arteria ristretta e gonfiato con una siringa speciale. Quando il pallone viene gonfiato, la placca aterosclerotica viene premuta contro la parete del vaso, il lume aumenta. La procedura è indolore e viene eseguita sotto controllo radiografico.
  • Successivamente, il medico procede con il trapianto di stent. Per questo, un catetere a palloncino installato viene rimosso e un nuovo catetere con uno stent è installato al suo posto. Il pallone viene nuovamente gonfiato sotto una certa pressione e rimosso dall'arteria. Lo stent forma una robusta struttura ausiliaria che aiuta l'arteria a rimanere aperta.
  • Dopo la procedura, il paziente viene trasferito all'unità di osservazione intensiva e quindi trasferito al reparto, dove viene nominato prima della dimissione.

Periodo di riabilitazione

Di norma, il paziente viene dimesso dall'ospedale per 2-3 giorni. Dopo l'intervento, è molto importante seguire tutte le raccomandazioni del medico curante in modo che il recupero abbia successo.

  • Nei primi giorni dopo l'ospedale dovrebbe limitare l'attività fisica, non sollevare pesi.
  • Entro due giorni, si raccomanda di bere molti liquidi per pulire il corpo di agenti anestetici e di contrasto.
  • Non puoi fare la doccia durante il primo giorno.
  • È importante riposare di più, acquisire forza e monitorare un'alimentazione corretta.

dieta

La dieta dovrebbe essere mirata a regolare i livelli di peso e di colesterolo nel sangue. Questi sono fattori molto pericolosi che causano malattie cardiache.

Principi della dieta

  • Esclusione dalla dieta di cibi grassi e ipercalorici. I prodotti devono contenere la quantità minima di grasso animale. Sono esclusi: agnello, maiale, panna acida, semilavorati, strutto.
  • Ridurre l'assunzione di zucchero e sale.
  • Limitare il consumo di carboidrati raffinati (dolci, pasticcini).
  • Escludere il consumo di varie salse e additivi (margarina, ketchup, maionese). Sostituire il burro con olio vegetale.
  • Non usare tè nero e caffè. Possono essere sostituiti da cicoria, tè verde debole e tisane.
  • È necessario aggiungere alla dieta più frutta e verdura fresca, cereali, zuppe di verdure, stufati e insalate, carni magre, frutti di mare, bevande alla frutta, bevande a base di frutti di bosco, kefir, acidophilus, pane.
  • Si consiglia di abbandonare cibi affumicati, salati e fritti. Il cibo è preferibile cucinare in forno o in una doppia caldaia.
  • Mangiare dovrebbe essere frazionario (in piccole porzioni 5-6 volte al giorno). L'ultimo pasto è di tre ore prima di andare a dormire.

Terapia farmacologica

I farmaci da prescrizione sono necessari per rafforzare il corpo, una buona riabilitazione, la prevenzione della trombosi e altre possibili complicanze. Di norma, questi includono:

  • Aspirina - per molto tempo.
  • Clopidogrel o altri farmaci simili (Cardutol, Agregal, Trombex, Troken).
  • Statine in caso di colesterolo alto.
  • Complessi vitaminici e minerali riparatori per il cuore.

l'esercizio fisico

L'esercizio moderato è utile per le malattie cardiache. Aiutano a rallentare lo sviluppo dell'aterosclerosi, a normalizzare la pressione sanguigna, a formare il muscolo cardiaco, a rafforzare il corpo, a mantenere il peso normale.

L'intensità e la modalità di allenamento sono selezionate individualmente in base allo stato fisiologico dei pazienti. Durante il periodo di recupero, sono utili corsi di fisioterapia, passeggiate, nuoto, ciclismo.

complicazioni

Come con qualsiasi altra procedura chirurgica, durante lo stent possono svilupparsi complicazioni.

  • Complicanze intraoperatorie (insorgenti nel corso del lavoro): attacco di stenocardia, infarto miocardico, aritmie cardiache, reazioni allergiche ai farmaci. In circa l'1,5% dei casi, il sanguinamento può svilupparsi.
  • Complicazioni postoperatorie precoci: tachicardia, aritmia, ematoma nell'area della puntura, trombosi, aneurisma, infarto.
  • Complicazioni tardive: infarto, trombosi, restenosi.

La probabilità di morte è dello 0,1%. È interessante notare che, secondo le statistiche, lo 0,3% delle donne durante il parto muoiono ogni anno nel mondo e il 9,3% dei decessi si verifica in caso di incidenti stradali. Pertanto, la percentuale è piuttosto bassa.

Dove fare l'intervento chirurgico

Lo stenting delle arterie coronarie può essere effettuato su base retribuita e gratuita.

  • Per ottenere un servizio su base di bilancio, è necessario contattare la clinica cittadina del luogo di residenza a un terapeuta o cardiologo e imparare in dettaglio le condizioni. Alcune cliniche forniscono assistenza medica quota. Ad esempio, a Mosca è possibile applicare una quota al Centro di ricerca e produzione della cardiologia russa.
  • A pagamento, in Russia, puoi fare un'operazione nel Centro di Mosca per la chirurgia cardiovascolare. Burdenko, nella clinica Medical Center GMS, SRI SP li. II Janelidze a San Pietroburgo e altre istituzioni mediche. Il costo medio è di 100-136 mila rubli.
  • Fornire un tale servizio in altri paesi, ad esempio nella clinica israeliana Asaf ha Rofe. Il costo dell'operazione qui è di 13 mila dollari, inclusi tre stent. Stenting è comune nelle cliniche della Corea del Sud - Gil Hospital presso la Gachon University di Inchon, Ilsan Medical Complex presso la Donguk University di Koyang, e anche in molte istituzioni in Germania, dove gli stenting costano fino a 10.000 euro. Nonostante un prezzo così alto, i pazienti lasciano un feedback molto positivo sul trattamento nelle cliniche europee.
Il prezzo è individuale in ciascun caso specifico e può essere costituito da molti fattori: il tipo di istituto medico, il tipo di stent utilizzato, la ricerca aggiuntiva e le analisi assegnate.

prospettiva

L'efficacia dello stent coronarico è piuttosto elevata. La procedura è abbastanza moderna, indolore, invasiva, richiede un po 'di tempo, ha un feedback positivo. Questo lo rende popolare nel campo della cardiologia.

Per quanto riguarda le proiezioni remote, esse dipendono direttamente dalla qualità della procedura, dal tipo di stent e dalla terapia di riabilitazione che il paziente riceverà. La restenosi si verifica in circa il 15% dei casi.

A differenza della chirurgia aperta in anestesia profonda, lo stent dura solo 30-40 minuti e non ha praticamente complicazioni.

Stenting di cuore - che cos'è?

La cardiologia moderna ha un intero arsenale di strumenti per combattere la malattia coronarica e prevenire l'infarto del miocardio, sostenendo milioni di vite ogni anno. Uno dei metodi è lo stent coronarico. Che cos'è e quali sono i risultati che ci si possono aspettare dopo il cardio?

Perché ho bisogno di uno stent in una nave?

Angina pectoris e infarto del miocardio sono manifestazioni di ischemia cardiaca, una malattia associata alla carenza di ossigeno del muscolo cardiaco. Il deterioramento della sua nutrizione è il risultato di una ridotta circolazione del sangue nelle arterie coronarie che forniscono sangue al cuore.

Insufficienza di sangue a causa del restringimento (stenosi) delle arterie a seguito di intasamento con placche di colesterolo. Non meno pericolosi sono i coaguli di sangue.

Per aumentare il lume nella nave, viene inserito uno stent. È un disegno a maglia flessibile che espande il flusso sanguigno, ripristinando il normale flusso sanguigno. Oggi, in centri cardiologici specializzati, tale operazione viene eseguita a tutti i pazienti con infarto miocardico.

Gli stent sono posizionati nell'arteria coronaria destra (PKA), nel ramo interventricolare anteriore (LAD), nell'arteria coronaria sinistra (LCA) e nell'aorta.

Tipi di stent e loro caratteristiche

Uno stent è una molla cilindrica in metallo o plastica speciale. Viene introdotto nella nave interessata in forma compressa e viene espanso nel punto giusto utilizzando un cilindro in cui viene applicata la pressione. Il palloncino viene quindi rimosso e la molla rimane in posizione, trattenendo la parete vascolare.

I tipi di stent differiscono nel design e nel materiale con cui sono realizzati.

Le seguenti costruzioni sono utilizzate in chirurgia cardiaca:

  • Realizzati con filo sottile, sono chiamati fili;
  • Costituito da singoli collegamenti sotto forma di anelli;
  • Rappresentare un tubo solido - tubolare;
  • Realizzato sotto forma di una griglia.

In condizioni acute (durante un attacco di cuore o un attacco di angina instabile), gli stent di metallo nudo sono più spesso usati. Vengono utilizzati quando il restringimento delle arterie coronarie non raggiunge un livello critico e la probabilità di un'ulteriore stenosi è minima.

Stent medicati

Una nuova generazione di stent è prodotta con un rivestimento medicinale, che previene il verificarsi di complicazioni e riduce il rischio di re-occlusione dell'arteria.

Esistono diversi tipi di stent simili. Sono strutture metalliche con un rivestimento polimerico su cui viene applicato uno strato di un farmaco che sopprime la crescita del tessuto della nave.

Gradualmente, questo medicinale entra nel corpo e il polimero si dissolve. Rimane una cornice metallica che sostiene le pareti dell'arteria. Gli stent a rilascio di farmaco biocompatibili sono ampiamente utilizzati nelle cliniche europee e russe.

Stent di rivestimento bi-solubile

Condizioni di riassorbimento

Il tipo più moderno di stent è l'impalcatura. Esegue nella nave il ruolo di impalcatura. Il principio di funzionamento è il seguente: dopo aver iniettato lo stent nell'arteria, mantiene le sue pareti nello stato desiderato.

La placca aterosclerotica, precedentemente distrutta da una cartuccia speciale, deve guarire in modo che i coaguli di sangue non si formino su di essa. Nel periodo da 3 a 6 mesi, lo stent "funziona", evidenziando la medicina che guarisce l'endotelio della nave (la membrana interna) e non gli consente di crescere patologicamente.

L'impalcatura è realizzata con la rete metallica più sottile (quasi 20 volte più sottile di un capello umano) con un rivestimento polimerico bi-solubile. Dopo sei mesi, la struttura è completamente ricoperta di endotelio e il rivestimento polimerico contenente il farmaco si dissolve. Di conseguenza, viene mantenuto un lume normale nell'arteria e le sue pareti rimangono elastiche.

Vantaggi, svantaggi e durata degli stent

Lo stent coronarico risolve molti problemi associati alle lesioni aterosclerotiche delle arterie. Permette di ripristinare la circolazione sanguigna, migliora la qualità della vita dei pazienti con malattia coronarica, previene l'infarto del miocardio. Tuttavia, gli stent non sono perfetti, insieme ai vantaggi hanno degli svantaggi.

I vantaggi dell'operazione di stent sono:

  • Bassa invasività rispetto alla chirurgia a cuore aperto;
  • Utilizzare solo l'anestesia locale;
  • Breve periodo di riabilitazione;
  • Risultati elevati: oltre l'85% delle operazioni ha successo.

Gli svantaggi dello stent possono essere attribuiti a:

  • Il rischio di complicazioni e di re-stenosi è inferiore quando si installano gli stent a rilascio di farmaco;
  • La complessità dell'operazione in presenza di depositi di calcio nelle navi;
  • La presenza di controindicazioni

Inoltre, la struttura metallica, che rimane nel muro della nave, viola la sua capacità di contrarsi e rilassarsi. Un materiale polimerico assorbito in modo incompleto contenente il farmaco può causare effetti separati sotto forma di allergia.

Quanto durerà lo stent?

La durata di vita degli stent dipende da molti fattori:

  • Tasso di sopravvivenza dello stent (il rigetto è estremamente raro);
  • Conformità da parte del paziente con tutte le prescrizioni del cardiologo per l'anno successivo (in alcuni casi, questa è la durata della terapia speciale);
  • Buona tolleranza al paziente dei farmaci necessari;
  • La presenza o l'assenza di altre gravi malattie, come il diabete, le ulcere trofiche o le ulcere gastriche.

In tutte le condizioni favorevoli, lo stent durerà fino alla fine della vita.

Indicazioni e controindicazioni per la chirurgia

Lo stent non è indicato per tutti i pazienti con ischemia cardiaca.

Viene effettuato solo nei seguenti casi:

  • Stato preinfarto con la minaccia di infarto miocardico acuto;
  • Angina instabile;
  • Progressione dell'angina pectoris con frequenti episodi gravi, senza alleviare la nitroglicerina;
  • Attacco cardiaco acuto;
  • La comparsa di angina durante le prime 2 settimane dopo un attacco di cuore acuto;
  • Classe funzionale stabile angina 3 e 4;
  • Ri-restringimento dell'arteria dopo il posizionamento dello stent.

C'è un gruppo di pazienti che hanno mostrato di installare uno stent a rilascio di farmaco.

Questi includono i pazienti:

  • Diabete mellito;
  • Emodialisi;
  • Con stenosi ricorrente dopo l'installazione di uno stent holometallico;
  • Con lo sviluppo della stenosi shunt dopo l'intervento chirurgico di bypass delle arterie coronariche.
al contenuto ↑

Controindicazioni

Esistono numerose controindicazioni per l'installazione dello stent (anche in casi di emergenza):

  • Grave insufficienza respiratoria, epatica e renale;
  • Periodo di ictus acuto;
  • Attuali malattie infettive;
  • Sanguinamento interno;
  • Coagulazione del sangue ridotta con la minaccia di sanguinamento.

L'agente di contrasto per il controllo a raggi X dell'operazione contiene iodio. Pertanto, le persone con allergie ad esso non possono essere installati stent. Non applicare questo metodo quando il lume dell'arteria è inferiore a 3 mm e in caso di danno aterosclerotico generale al letto vascolare.

Fasi di funzionamento

La procedura per l'installazione di uno stent richiede la preparazione del paziente. In questa fase, viene eseguita l'angiografia coronarica per chiarire la localizzazione del vaso occluso e determinare l'entità del suo danno. In una situazione di emergenza, vengono eseguiti ulteriori esami del sangue e un ECG. Nel caso di un'operazione pianificata, viene eseguito un esame più approfondito del paziente.

Include:

  • Analisi di laboratorio di urina e sangue - generali e biochimici, determinazione della coagulazione del sangue, per epatite e HIV;
  • Esami cardiaci: ecocardiografia, monitoraggio ECG giornaliero, ecografia delle navi coronariche con scansione duplex e Doppler.

Se necessario, nominare anche la risonanza magnetica o la tomografia computerizzata. Prima dell'intervento, ai pazienti vengono somministrati farmaci per fluidificare il sangue e la coagulazione del sangue, oltre a un farmaco sedativo.

Come mettere uno stent?

L'accesso alle arterie coronarie avviene attraverso l'arteria femorale o attraverso il braccio. Il secondo metodo - l'introduzione dell'introduttore con uno stent attraverso l'arteria radiale dell'avambraccio - viene usato più spesso a causa dell'accesso facilitato ai vasi coronarici.

L'ordine dell'operazione:

  • Il sito della puntura è anestetizzato e in esso è inserito un conduttore con un palloncino.
  • Con il flusso di sangue sotto il controllo dei raggi X, raggiunge il punto giusto nell'arteria;
  • Dopo che il palloncino è stato riparato nel posto giusto, viene gonfiato con una siringa;
  • Sotto pressione, la placca aterosclerotica viene distrutta;
  • Un conduttore con un palloncino viene rimosso e uno stent viene installato al suo posto con un palloncino all'interno;
  • Il catetere viene nuovamente iniettato nella nave interessata, il palloncino si espande sotto pressione e apre lo stent, fissandolo saldamente sulle pareti dell'arteria al sito della placca distrutta.

Dopo l'intervento, il paziente è in terapia intensiva da 1 a 2 giorni, quindi trasferito al generale. La riabilitazione dopo lo stent è limitata e richiede dai 5 ai 7 giorni, dopo i quali il paziente viene dimesso dall'ospedale.

Come vivere con uno stent?

La vita dopo l'intervento chirurgico deve essere soggetta a determinate regole. Il medico prima della dimissione fa raccomandazioni sull'assunzione di farmaci, esercizio fisico e dieta.

Video: Tutto su stenting cuore

Dopo l'operazione, il paziente si sente immediatamente sollevato: mancanza di respiro, dolore al petto e altri sintomi di angina pectoris scompaiono.

Al fine di evitare ulteriori complicazioni e re-stenosi, è necessario osservare le seguenti condizioni:

  1. Assumere farmaci prescritti dal medico durante il primo anno. Questi sono farmaci che prevengono la formazione di coaguli di sangue (Plavix, Aspirina Cardio o Cardiomagnile). Dopo un anno, puoi ridurre il loro dosaggio.
  2. Per escludere o limitare bruscamente i prodotti alimentari contenenti grassi animali, rifiuti salati, affumicati e prodotti in salamoia. Se necessario, assumere statine che riducono i livelli di colesterolo nel sangue.
  3. I pazienti ipertesi necessitano di un controllo costante della pressione e assumono farmaci antipertensivi prescritti da un medico. Ciò contribuirà a ridurre il rischio di infarto e ictus dopo stenting.
  4. Dovrebbe sbarazzarsi delle cattive abitudini.
  5. Attività fisica somministrata obbligatoria. Basta fare passeggiate quotidiane per 30 - 40 minuti.

Durante l'anno durante l'assunzione di farmaci che riducono la coagulazione del sangue, è necessario evitare lesioni e tagli. Se è necessaria un'operazione di emergenza durante questo periodo, il medico curante deve sapere quanto tempo è trascorso da quando è stato installato lo stent. Queste condizioni devono essere strettamente osservate durante l'installazione dello stent medicinale. Un semplice metallo nudo non richiede tale terapia.

Le malattie cardiache nel nostro tempo sono fortemente "ringiovanite". Spesso, il test cardio viene eseguito in uomini molto giovani. Un'operazione di successo senza complicazioni consente loro di continuare a vivere la vita al massimo.

Quanti vivono dopo l'operazione per installare lo stent

Se si osserva uno stile di vita attivo sano, tutte le raccomandazioni mediche e l'assenza di altre gravi malattie, l'aspettativa di vita dei pazienti con ischemia cardiaca è significativamente aumentata. Ciò è evidenziato anche dalle recensioni dei pazienti.

Possibili complicazioni

L'operazione di stenting oggi è considerata di routine e completamente tecnicamente matura. Pertanto, complicazioni dopo la sua attuazione - una rarità.

Tuttavia, sono e sono i seguenti:

  • Durante l'intervento può essere un'allergia ai farmaci utilizzati, sanguinamento (non più dell'1,5% dei casi), presenza di aritmie, sviluppo di un attacco stenocardico e infarto del miocardio;
  • Il postoperatorio è un ematoma al punto di ingresso nell'arteria femorale o radiale (comune), aneurisma, aritmia, trombosi;
  • Distante - trombosi, restringimento dell'arteria.
al contenuto ↑

Quanto costa uno stent coronarico nella Federazione Russa e in Ucraina?

In caso di emergenza, quando l'installazione dello stent viene effettuata per motivi di salute, viene effettuata come parte dell'assicurazione medica obbligatoria. Cioè, è gratuito per il paziente.

Il costo di un'operazione pianificata è costituito da molti componenti e viene calcolato individualmente in base ai costi dell'operazione. Il prezzo dello stenting per l'Ucraina e la Federazione Russa è paragonabile. In Russia, lo stent può essere consegnato per 100 - 150 mila rubli, in Ucraina l'operazione costerà 30 - 40 mila grivna.

Recensioni

Marina Sergeyevna, 58 anni, Kemerovo

Mia madre ha ricevuto uno stent 8 anni fa in caso di emergenza durante un infarto. Lo ha reso gratuito. Da allora, gli attacchi di angina pectoris sono quasi cessati, anche se persiste una grave mancanza di respiro. Ma lei ha già 81 anni e un mucchio di altre piaghe. È ancora moderatamente attiva, preferisce vivere separatamente. Penso che lo stent abbia prolungato significativamente la sua vita.

Mikhail Mikhailovich, 60 anni, Voronezh

Arrivato ai chirurghi dopo un attacco di cuore. L'operazione per installare lo stent è stata trasferita abbastanza facilmente. Dopo l'operazione, ci sono stati problemi con la frequenza cardiaca - dopo il solito 50-55 è salito a 90 - 110. E la pressione al contrario è diminuita alla norma - 120/80. Dopo alcuni mesi, tutto tornò alla normalità - la pressione aumentò di nuovo e l'impulso tornò alla normalità. Per tre anni ho vissuto tranquillamente senza la costante paura di un infarto. La mia condizione è migliorata significativamente.

Stenting di vasi cardiaci

La costrizione e il blocco delle arterie coronarie minacciano non solo l'ischemia (mancanza di ossigeno del miocardio), ma anche l'atrofia del muscolo cardiaco (attacco cardiaco). Stenting di vasi cardiaci aiuta a riprendere il normale flusso di sangue a un organo vitale. Questo è il metodo più efficace per trattare l'aterosclerosi coronarica e altre patologie pericolose.

Lo stent vascolare aiuta a ripristinare il flusso di sangue al cuore.

Stenting di cuore - che cos'è?

Lo stent coronarico è un intervento chirurgico intravascolare che prevede il posizionamento di uno stent in un'arteria. La procedura è finalizzata all'espansione del lume nei vasi, che consente di riprendere un flusso sanguigno sufficiente al cuore.

Tipi di stent

Uno stent coronarico è un telaio metallico che viene inserito nei vasi per ripristinare il flusso sanguigno a loro.

I principali tipi di stent:

  1. Disegni olometallici. Tali dispositivi sono realizzati in acciaio inossidabile o in una lega di cobalto e cromo.
  2. Protesi intravascolare con rivestimento medicinale (antiproliferativo). Dopo l'installazione, viene rilasciata una sostanza medicinale che impedisce la formazione di coaguli di sangue e riduce il rischio di restringimento dei vasi sanguigni.

Gli stent sono selezionati individualmente per ciascun caso, tenendo conto delle caratteristiche e della gravità della malattia.

Stent - struttura metallica

Costo del funzionamento

La quantità di stenturizzazione dei costi delle navi cardiache dipende da diversi fattori principali:

  • quali arterie sono soggette a intervento chirurgico e il livello di complessità della manipolazione;
  • il tipo di tribune, gli strumenti utilizzati nell'operazione, i medicinali, le attrezzature;
  • la qualifica della clinica in cui si svolgerà l'intervento (più alto è il livello professionale dei medici, più costoso sarà il servizio).

Se si prendono in considerazione tutte le sfumature della procedura (preparazione, esame), quindi in media il costo di stenting in Russia è di 100 mila rubli.

Indicazioni per la chirurgia

Esistono linee guida specifiche per l'installazione di uno stent:

  • nelle prime ore dopo una compromissione acuta del flusso sanguigno al muscolo cardiaco (infarto del miocardio);
  • fame di ossigeno miocardico (ischemia) in un decorso asintomatico;
  • angina severa;
  • re-stent a causa di un forte restringimento dei vasi nel sito della protesi o grave trombosi in questa zona;
  • attacchi di angina durante la settimana dopo un attacco di cuore.
Un'indicazione per l'introduzione nei vasi di una struttura metallica può essere l'angina, che è comparsa dopo lo smistamento.

Lo stent viene eseguito per trattare l'ischemia del cuore.

Come viene eseguito lo stent

L'installazione di una protesi nelle navi coronarie è un'alternativa altamente efficace per bypassare la chirurgia. Una caratteristica del metodo è la chirurgia intravascolare senza incisione del torace.

La procedura si svolge in più fasi:

  • attraverso l'arteria femorale, un catetere con uno stent sulla punta si sposta nell'area interessata;
  • sul sito del restringimento viene impostata la cornice, che forma la larghezza desiderata della nave per il normale movimento del flusso sanguigno;
  • l'intero corso della procedura viene visualizzato sul monitor.

Lo stent viene inserito attraverso l'arteria femorale.

La durata dell'operazione è compresa tra 1 e 3 ore. Durante questo periodo possono essere installate diverse strutture. Il posizionamento dello stent sul cuore avviene in anestesia locale.

Possibili conseguenze e complicazioni

Sebbene lo stent cardio sia il trattamento più efficace per l'aterosclerosi, l'ischemia e l'infarto, tale intervento al cuore può causare conseguenze negative.

Tabella "Complicazioni generali e locali dopo stenting"

Le reazioni negative dopo il posizionamento dello stent sono rare. Fondamentalmente, la manipolazione dà risultati positivi, prolungando così la vita dei pazienti.

Riabilitazione dopo stenting vascolare

Il recupero dallo stent include terapia farmacologica, cambiamenti nella dieta e uno sforzo fisico speciale.

Trattamento farmacologico

Dopo un intervento minimamente invasivo, è importante sottoporsi a un ciclo di farmaci per evitare nuovi coaguli di sangue e ridurre il rischio di restringimento dei vasi coronarici.

  1. Farmaci antiagreganti - inibiscono l'attivazione dei coaguli di sangue, fluidificano il sangue. Nel primo anno, dovresti prendere clopidogrel o plavix ogni giorno. Le compresse sono supportate da acido acetilsalicilico (Aspirina-cardio), che deve essere assunto su base continuativa per tutta la vita.
  2. Statine - farmaci che abbassano il colesterolo nel sangue. Di solito, i medici prescrivono atorvastatina.

L'atorvastatina abbassa il colesterolo nel sangue

Dieta dopo l'intervento chirurgico

Per normalizzare il metabolismo del corpo, abbassare il colesterolo e stabilizzare il peso corporeo, è importante aderire alla corretta alimentazione. La dieta è uno dei componenti principali della riabilitazione dopo stenting.

Tabella "Prodotti vietati e limitati"

I seguenti alimenti dovrebbero essere presenti nella dieta quotidiana:

  • frutta fresca, bacche, verdure e verdure (prezzemolo, aneto), frutta fresca o frutta;
  • latticini a basso contenuto di grassi (yogurt, kefir, ryazhenka);
  • insalata con cavolo marino, è possibile aggiungere petto di pollo (tacchino), piatti di verdure, condito con olio di oliva o di girasole;
  • brodi vegetali;
  • agnello, vitello, manzo (facoltativo).

Durante il giorno, si consiglia di bere i fianchi di brodo o la tintura di crusca di frumento. Hanno un effetto positivo sulla circolazione sanguigna e sul lavoro del cuore nel suo complesso.

Una corretta alimentazione dopo il posizionamento dello stent migliora l'effetto della terapia farmacologica e riduce la durata della riabilitazione.

Attività fisica

La terapia fisica (terapia fisica) - è la base del restauro del cuore dopo l'intervento chirurgico. Una serie di esercizi viene selezionata da uno specialista individualmente per ciascun paziente.

Esempi di esercizi in posizione seduta:

  1. Piedi vicino alle ginocchia, mani abbassate. Durante l'inspirazione, gli arti superiori dovrebbero essere sollevati verso l'alto, mentre sull'esagono dovrebbero essere abbassati verso il basso Fai 5-6 movimenti per ogni direzione.
  2. Gambe piegate alle ginocchia, larghezza delle spalle a parte, braccia ai lati. Durante l'inspirazione, sollevare gli arti superiori verso l'alto e inclinare il corpo in avanti, mentre si espira, sedersi dritto.
  3. Metti le mani in vita, le gambe chiuse alle ginocchia, i talloni premuti sul pavimento. Fai torso alternativamente a sinistra e a destra 3-5 volte per ciascun lato.
  4. Gambe da riunire, braccia da piegare in una curva a gomito e disporre parallelamente a un pavimento. In questa posizione, fare movimenti circolari degli arti superiori in senso orario 4-6 volte.

Esercizi per rafforzare il cuore

Il prossimo passo nell'attività fisica sono i movimenti che vengono eseguiti in posizione eretta. Ogni esercizio è fatto almeno 5-7 volte.

  1. Gambe - larghezza delle spalle divaricate, braccia - lungo il corpo. Per prima cosa, contemporaneamente metti da parte il braccio e la gamba destra, dopo 3 secondi ritorna alla posizione di partenza e fai lo stesso con gli arti sinistri.
  2. Mani giù, gambe unite. Gli arti superiori descrivono il cerchio, prima in senso orario e poi contro di esso.
  3. Disporre le mani sulla vita, le gambe divaricate. Fai con attenzione il movimento rotatorio del corpo prima in una direzione, poi nell'opposto.
  4. Arti superiori: lungo il corpo, gambe unite. Camminare sul posto per 12-20 minuti.

Movimento rotazionale del corpo

È importante ricordare che tali esercizi non possono essere eseguiti ad alta o alta pressione. Non è permesso condurre la terapia fisica e a bassa pressione. Inoltre, lo sforzo fisico è temporaneamente vietato se provoca dispnea e tosse.

La terapia fisica scelta correttamente aiuta a controllare il peso, i livelli di colesterolo nel sangue, rafforza il sistema immunitario ed è una buona prevenzione della comparsa di coaguli di sangue. Pertanto, l'attività fisica deve necessariamente essere presente nel periodo di riabilitazione. In combinazione con uno stile di vita sano, un regime giornaliero adeguato e una dieta, contribuiscono al rapido recupero dell'attività cardiaca.

Controindicazioni per stenting

L'operazione di installazione della protesi nell'arteria coronaria non ha controindicazioni assolute. Può essere rifiutato solo se è impossibile per il paziente ricevere una terapia antiaggregante.

Controindicazioni relative:

  • violazione delle principali funzioni dei reni (forma acuta e cronica);
  • la presenza di processi infettivi e infiammatori nel corpo;
  • gravi problemi con la formazione del sangue;
  • disturbi della funzione respiratoria;
  • sconfitta del letto coronario di natura diffusa, che non consente al catetere di passare al luogo della sconfitta.

Tali restrizioni possono essere reversibili, se vengono eliminate, lo stent può essere eseguito.

Non fare stent coronarico per malattie renali.

Domanda risposta

Stenting e shunting - che è meglio?

Per rispondere a questa domanda, è necessario sapere in che modo queste due operazioni differiscono.

  1. L'installazione dello stent, a differenza dell'introduzione di uno shunt, non richiede l'apertura del torace o altre incisioni profonde.
  2. C'è abbastanza anestesia locale per stenting, mentre lo smistamento è fatto in anestesia generale, così come l'uso di un bypass cardiopolmonare.
  3. Dopo il cardioing, il periodo di recupero è molto inferiore rispetto allo smistamento.

È possibile eseguire una risonanza magnetica dopo lo stent?

Nei primi mesi dopo l'installazione dello stent, la risonanza magnetica non è raccomandata. Questo perché c'è il rischio di spostamento della protesi metallica. Per evitare patologie, la risonanza magnetica può essere prescritta 5-6 mesi dopo l'installazione della struttura.

Quanto vivere con lo stent?

Lo stent è mirato ad estendere la vita di una persona e migliorarne la qualità. Dopo tale operazione, è importante seguire tutte le raccomandazioni del medico, seguire una dieta, assumere farmaci ed esercitare la terapia. La durata della sua vita dipende da quanto coscienziosamente il paziente soddisfa tutti i requisiti.

È possibile ottenere una disabilità dopo lo stent?

L'installazione di strutture metalliche all'interno delle arterie coronarie implica la ripresa della disabilità umana in breve tempo. Pertanto, lo stent trasferito non è un motivo di disabilità. Un'eccezione può essere una concomitante cardiopatia, in conseguenza della quale il paziente presenta limitazioni di stress fisico ed emotivo.

Nella lotta contro la malattia coronarica, l'attacco cardiaco e la stenosi arteriosa, il metodo più efficace è lo stenting coronarico. Non richiede il taglio del torace, ha un periodo di riabilitazione relativamente breve ed è ben tollerato dai pazienti. La protesi espande i vasi sanguigni, riprende un sufficiente flusso di sangue al cuore, che consente al paziente di prolungare la vita. L'importante è seguire le regole del trattamento dopo l'intervento, attenersi a una dieta e condurre uno stile di vita sano.

Recensioni

"Ho avuto uno stent installato dopo un attacco di cuore. L'operazione ha sofferto bene. È vero, c'era un enorme ematoma all'inguine, ma ha iniziato ad andare in una settimana. Dopo la dimissione, ho dovuto limitarmi a molte chicche (caffè, cioccolata, salse piccanti - lo adoro), per fare un allenamento fisico più speciale e aderire a uno stile di vita sano ".

"Ha subito due grandi infarti con un gap mensile. Dopo un esame completo, è risultato che lo stent non mi avrebbe più aiutato e lo smistamento potrebbe essere fatale. I medici hanno prescritto una lunga lista di farmaci per tutta la vita e ci hanno consigliato di sperare per il meglio, cosa che sto facendo da 2 anni ".

"Ho sofferto di angina per molto tempo. I medici raccomandano l'uso di stent, in quanto sono necessari prerequisiti per una forte ostruzione vascolare. Ma il costo dell'operazione si è rivelato molto pesante per me (ho contato 85 mila rubli). Sono un pensionato e non ho questi risparmi. Pertanto, mentre la procedura rifiutata.

Vota questo articolo
(4 valutazioni, media 5.00 su 5)

Pinterest