Tachicardia fredda

Spesso, le persone notano un aumento della frequenza cardiaca con il raffreddore. Con cosa può essere collegato?

Impulso rapido

Impulso rapido o alto è osservato durante il lavoro intenso del sistema cardiovascolare. Questo può essere una risposta compensativa a un carico maggiore o un fenomeno patologico.

Molto spesso, la tachicardia per raffreddore è associata alle seguenti malattie e condizioni:

  • Febbre.
  • Un'overdose di caffeina.
  • La disidratazione.
  • Aumento della pressione sanguigna
  • Malattie del sistema cardiovascolare.

febbre

L'aumento della temperatura accompagna quasi sempre il comune raffreddore, l'ARVI e l'influenza. Per far fronte all'infezione, il sistema immunitario produce attivamente anticorpi che vengono fatti circolare attraverso il flusso sanguigno e svolgono una funzione protettiva.

Per ottenere una risposta immunitaria massima, il sistema cardiovascolare funziona anche in modalità avanzata. Il numero di battiti cardiaci aumenta e l'impulso si accelera. Ciò porta al fatto che il sangue (e gli anticorpi) raggiungono rapidamente la loro destinazione.

Inoltre, una migliore circolazione del sangue contribuisce alla rapida eliminazione dei prodotti di degradazione di batteri o virus, nonché delle loro tossine. Quindi, il corpo è disintossicato.

La frequenza cardiaca dipende direttamente dall'altezza della febbre. In media, un aumento della temperatura di ogni grado aumenta la frequenza cardiaca di 10 battiti al minuto.

Più grave è la malattia, più forte è la tachicardia. Nei processi infiammatori purulenti, la frequenza cardiaca può raggiungere numeri significativi.

Cosa fare se una persona ha il raffreddore, ha un naso che cola, tosse e polso aumentato? Con una tachicardia di 100-110 battiti al minuto non c'è motivo di panico. È necessario rispettare il riposo a letto, bere abbastanza liquidi e, se necessario, usare farmaci antipiretici.

In presenza di fattori di rischio - per esempio, malattia ischemica o difetti cardiaci - la tachicardia eccessiva è indesiderabile. Ai primi segni di raffreddore, devi vedere un dottore.

Sovradosaggio di caffeina

Qualcuno sa: "Se prendi un raffreddore, devi bere di più". E seguendo questa regola, inizia a consumare grandi quantità di tè forte, alternandolo occasionalmente con il caffè.

Questo porta all'ingestione di una quantità significativa di caffeina.

Questo alcaloide stimola non solo il sistema nervoso centrale, ma anche il sistema cardiovascolare, causando tachicardia e aumento della pressione sanguigna. In combinazione con un aumento della frequenza cardiaca a causa della febbre, questo può influire negativamente sul funzionamento del cuore e sulle condizioni generali del corpo.

Con il raffreddore, hai davvero bisogno di bere di più per accelerare l'eliminazione delle tossine dal corpo. Ma dalle bevande è meglio usare composte, bevande alla frutta, acqua, succhi, tè leggero, tisane, latte.

disidratazione

Se, in caso di raffreddore con febbre, per limitare il consumo, si può sviluppare la disidratazione. Questo è caratteristico di malattie con febbre alta - per esempio l'influenza. Inoltre, la disidratazione dovuta all'ipertermia si sviluppa spesso nei bambini piccoli.

Per fornire a tutti gli organi ossigeno e sostanze nutritive, deve esserci un normale flusso di sangue. In condizioni di carenza di liquidi, il suo volume diminuisce. Il sistema cardiovascolare è costretto a rafforzare il lavoro del cuore per garantire un adeguato apporto di sangue agli organi.

Tuttavia, l'impulso durante la disidratazione, sebbene frequente, ma debole, riduce i vasi sanguigni e la pressione sanguigna.

La disidratazione richiede una visita medica immediata. Se si sviluppa nei bambini, è necessario chiamare la squadra dell'ambulanza.

Aumento della pressione sanguigna

Nelle persone con malattie del sistema cardiovascolare - ipertensione, in particolare - spesso con un raffreddore o influenza con febbre, aumenta la pressione sanguigna. Con la crisi ipertensiva, a sua volta, il polso può aumentare.

In questo caso, la tachicardia è associata alla febbre indirettamente, non è un compenso, ma una reazione patologica del corpo e può influire negativamente sullo stato di salute.

Se l'ipertermia è accompagnata non solo da un aumento dell'impulso, ma anche aumentando la pressione, le misure devono essere prese immediatamente. L'opzione migliore sarebbe ricevere un febrifuge. Nei pazienti adulti, i seguenti farmaci sono più spesso utilizzati:

Inoltre, assicurarsi di bere un farmaco antipertensivo a breve durata d'azione. Potrebbe essere:

Se la condizione non migliora dopo aver preso le pillole, dovresti chiamare immediatamente un medico.

Malattie del sistema cardiovascolare

A volte sotto le sembianze della malattia infiammatoria della SARS del muscolo cardiaco - miocardite. Ha i seguenti sintomi:

  • febbre;
  • tachicardia;
  • dolore nel cuore;
  • mancanza di respiro;
  • la debolezza;
  • sudorazione;
  • diminuzione in tolleranza ad attività fisica;
  • affaticamento.

Di norma, questi segni non appaiono immediatamente, ma dopo 5-7 giorni dall'esordio della malattia. In alcuni casi, i sintomi della miocardite si manifestano e successivamente.

Questa patologia è solitamente di origine virale e può verificarsi sullo sfondo del comune raffreddore. È possibile sospettarlo se non ci sono miglioramenti entro una settimana e la dinamica della malattia non corrisponde a quella di un tipico ARVI.

Inoltre, la miocardite è fatta per pensare a specifici disturbi cardiaci - mancanza di respiro e dolore al petto. Quando compaiono, specialmente in combinazione con debolezza, intolleranza alla normale attività fisica, è richiesta una visita medica.

Di solito la tachicardia con un raffreddore con una temperatura è una risposta compensatoria fisiologica. Ma in alcuni casi può essere un sintomo patologico che indica una complicanza o un'altra malattia. Questo dovrebbe essere noto e in tempo per consultare un medico. L'aiuto medico aiuterà ad affrontare sintomi spiacevoli o a stabilire la diagnosi corretta.

Tachicardia con SARS

Le infezioni virali respiratorie acute sono accompagnate da vari sintomi, tra cui i più noti sono naso che cola, tosse, mal di gola, ecc. Tuttavia, se la malattia non viene curata, la persona affronta complicanze molto più gravi come sinusite, forti mal di testa e persino tachicardia. L'ultimo sintomo coinvolge le palpitazioni cardiache o un aumento della frequenza cardiaca. Spesso l'insorgenza della malattia è associata a malattie cardiovascolari precedentemente patologiche, ma non si deve escludere l'insorgenza di tachicardia con SARS o influenza. Qual è la ragione? Quali sono le cause della malattia, i suoi sintomi, i metodi di trattamento? Tutte queste domande scoprirai presto le risposte obiettive.

Cosa provoca l'occorrenza di ARVI?

La comparsa di infezioni respiratorie provoca virus che infettano il tratto respiratorio superiore, causando infiammazione, gonfiore, febbre e altri sintomi spiacevoli. Il principale metodo di infezione è rappresentato dalle goccioline trasportate dall'aria, sebbene non siano escluse altre opzioni, ad esempio attraverso il contatto tattile con una persona già malata attraverso gli oggetti domestici.

I sintomi di ARVI sono i seguenti:

  • naso che cola e congestione nasale;
  • starnuti;
  • aumento della temperatura corporea;
  • debolezza generale del corpo;
  • tosse secca;

A volte i sintomi non appaiono immediatamente, ma gradualmente, ingannando la persona. Inoltre, il raffreddore può causare tachicardia, che è una complicanza piuttosto pericolosa della malattia.

Oggi ci sono molti modi per curare la SARS e l'influenza, mentre è importante scegliere il trattamento giusto ricercando l'assistenza medica di un medico esperto. Solo un medico curante qualificato può prescrivere un corso efficace e sicuro che porterà a un miglioramento della salute.

Cos'è la tachicardia?

In medicina, la tachicardia viene spesso definita non come una malattia separata, ma come un sintomo di un certo numero di malattie cardiovascolari, come infarto miocardico, insufficienza cardiaca, ecc.

Allo stesso tempo, la malattia può manifestarsi anche nelle malattie respiratorie acute. Si manifesta per vari motivi, anche a causa dell'impatto negativo dei batteri patogeni. Questo sintomo è pericoloso perché può portare a conseguenze terribili sotto forma di insuccessi del sistema nervoso, nevrosi, anemia, ecc.

Cause di tachicardia

Le cause di questo sintomo possono essere completamente differenti:

  1. Mancanza di ossigeno nell'aria.
  2. Eccessivo stress emotivo e fisico.
  3. Indebolimento del sistema immunitario.
  4. In precedenza soffriva di malattie cardiache.
  5. L'uso di certe droghe.
  6. Abuso di alcol
  7. L'azione dei singoli gruppi di virus.

Tachicardia nelle infezioni virali respiratorie acute senza febbre è anche un evento comune, che è accompagnato da febbre, brividi e altri segni di raffreddore.

Tachicardia per raffreddori

Gli esperti continuano a studiare la questione del perché la tachicardia si verifica quando si raffredda. Le principali teorie spiegano questo aspetto dai seguenti fattori:

  • Con l'influenza e le infezioni virali respiratorie acute, l'immunità diminuisce, consentendo a determinati virus di penetrare nel corpo e danneggiare il funzionamento degli organi interni, incluso il cuore.
  • Con i disturbi del raffreddore, il sistema nervoso è compromesso, il che porta ad un aumento della sensibilità e ad un aumento degli impulsi nervosi.
  • Come è noto, l'ARVI aggrava altre malattie, specialmente per le malattie cardiache. Quindi, i virus provocano l'insorgenza di infarto, insufficienza cardiaca e altre malattie.

Inoltre, per raffreddori e tachicardie, ci sono sintomi comuni:

  • mancanza di respiro;
  • debolezza generale e affaticamento rapido;
  • sensazione di mancanza di aria nei polmoni;
  • svenimento o senso di perdita imminente di coscienza;
  • violazione della fornitura di sangue al cervello.

Con questo sintomo nelle infezioni acute non si può scherzare, perché può causare conseguenze disastrose, anche fatali. Si dovrebbe cercare immediatamente un aiuto professionale se si nota almeno uno dei suddetti segni.

diagnostica

La tachicardia con influenza e ARVI è solo uno dei possibili sintomi della malattia, in altre parole, una delle complicazioni che devono essere curate il prima possibile. Affinché il medico possa prescrivere il trattamento corretto, è necessario sottoporsi a una diagnosi, che include:

  1. Un elettrocardiogramma per scoprire quale tipo di tachicardia il paziente sta affrontando. La procedura aiuterà anche a determinare il grado del ritmo cardiaco anormale.
  2. Esami del sangue e delle urine. Questo dovrebbe essere fatto per determinare le malattie del sangue e per rilevare la presenza o l'assenza di infezioni virali.
  3. RM di vasi cerebrali. La procedura è necessaria per scoprire quanto funzioni il sistema nervoso centrale e se vi siano stati gravi disturbi durante l'esistenza della tachicardia.

La diagnosi è auspicabile per attuare con l'aiuto di moderni dispositivi medici, che possono essere trovati in cliniche private.

Caratteristiche del trattamento

Se parliamo di tachicardia, che si verifica a causa di una precedente malattia cardiaca, qui il trattamento includerà l'uso di farmaci speciali, e talvolta sarà richiesto anche un intervento chirurgico.

Ma cosa fare se si verifica tachicardia con influenza o ARVI? In questa situazione, i medici raccomandano di iniziare il trattamento con esattamente quei farmaci che sono in grado di distruggere un'infezione virale, e successivamente si impegnano nella normalizzazione del ritmo cardiaco. Questa tecnica è dovuta al fatto che i restanti virus nel corpo provocano segni ripetuti della malattia e il trattamento precedente sarà inutile.

Farmaci per il trattamento

Gli esperti raccomandano l'uso dei seguenti farmaci:

  • Antipiretico: Ibuprofene, Milistan, Paracetamolo. Tutti questi farmaci sono necessari per ridurre la temperatura del corpo e la distruzione degli agenti causali del raffreddore.
  • Antivirale per il controllo diretto di infezioni e microrganismi pericolosi: Amizon, Oseltamivir, Amiksin.
  • Farmaci vasocostrittori: tetrizolin, nafazolina, fenilefrina.
  • Beta-bloccanti che riducono l'effetto degli ormoni dello stress: acebutalolo, metoprololo, ecc.
  • Antiossidanti che migliorano l'apporto di sangue: Mexicor, Preductal.
  • Glicosidi cardiaci: Sotahexal, Cordarone.

Molti dei suddetti farmaci sono disponibili in diverse forme: compresse, capsule, sotto forma di soluzione iniettabile. È necessario ottenere dal proprio medico l'autorizzazione a prendere uno di questi farmaci, poiché alcuni farmaci potrebbero avere effetti collaterali inaccettabili per la tachicardia.

L'intervento chirurgico è effettuato solo se il trattamento farmacologico è stato inefficace. Se si adottano le misure necessarie in tempo utile per il trattamento di questo sintomo con SARS o influenza, non si verificherà una situazione simile.

Prevenzione della tachicardia con la SARS

Per normalizzare il polso con la SARS, per ripristinare la frequenza cardiaca alla normalità, è necessario rispettare le seguenti misure preventive:

  1. Escludere dalla dieta di cibi piccanti, troppo grassi, non usare farmaci che contengono nella sua composizione la caffeina.
  2. Durante il periodo di maggiore incidenza di raffreddori, non visitare i luoghi pubblici, indossare una mascherina medica per ridurre il rischio di infezione.
  3. Si consiglia di assumere farmaci destinati a rafforzare l'immunità generale di una persona.
  4. Consigliato anche per eseguire esercizi mattutini ed esercizio fisico regolare. Carichi moderati possono normalizzare il lavoro del cuore e del sistema nervoso, proteggere il corpo da vari virus e batteri.
  5. Riposa di più, dormi abbastanza, assicurati una notte di riposo completa.

La tachicardia con infezioni virali respiratorie acute è un sintomo grave che richiede un trattamento immediato e dovrà essere trattato come una violazione della frequenza cardiaca e delle infezioni respiratorie. Fortunatamente oggi ci sono molti modi per eliminare efficacemente queste malattie causate dai virus, devi solo trovare uno specialista qualificato per aiutarti a far fronte a questo problema.

Tachicardia dopo orvi

Infezioni virali respiratorie acute

Le infezioni virali respiratorie acute sono tra le più comuni malattie umane e rappresentano la metà o più del numero totale di malattie acute. I più alti tassi di incidenza si osservano nei bambini del primo anno di vita (da 6,1 a 8,3 casi per bambino all'anno), rimangono alti nei bambini sotto i 6 anni di età e diminuiscono gradualmente nei gruppi di età più avanzata. In generale, ci sono 3-4 casi all'anno per persona adulta.

Si stima che il 60-70% dei casi di infezioni respiratorie acute sia causato da virus. Più di 200 diversi virus di 8 generi diversi sono stati registrati come patogeni e in futuro è probabile che il loro numero sarà integrato con nuove specie. Nella stragrande maggioranza dei casi, il tratto respiratorio superiore è interessato; tuttavia, il processo patologico può estendersi anche alle basse vie respiratorie, specialmente nei bambini piccoli, nonché in determinate condizioni epidemiologiche.

Le malattie causate dai virus respiratori sono tradizionalmente suddivise in molte sindromi separate: le cosiddette malattie catarrale, faringite, laringotracheobronchite, tracheite, bronchiolite e polmonite.

Le manifestazioni cliniche delle infezioni respiratorie acute causate da vari patogeni sono così simili che è estremamente difficile diagnosticare la malattia, specialmente in casi sporadici.

Fondamentalmente, il quadro clinico di ARVI consiste in:

tipico complesso di sintomi di malattia respiratoria acuta di varia gravità;

sindromi di emergenza che si sviluppano in ARVI grave ed estremamente grave;

manifestazioni di un complicato corso di ARVI.

Un tipico sintomo complesso di malattie è caratterizzato da:

2) manifestazioni di ubriachezza infettiva generale;

3) la sindrome da danno alle vie respiratorie ai suoi vari livelli - alterazioni infiammatorie locali sotto forma di rinite, faringite, laringite, tracheite, bronchite e loro combinazioni. La polmonite è stata recentemente vista come una complicazione dell'influenza e di altre infezioni virali respiratorie acute.

La febbre nella maggior parte dei casi inizia con brividi o brividi. La temperatura corporea nel primo giorno raggiunge il livello massimo (38-40 ° C). La durata della febbre varia a seconda dell'agente causale della malattia e della gravità, ma con il decorso semplice ha sempre un carattere ad onda singola.

Sindrome da intossicazione infettiva generale

Insieme a febbre, la debolezza generale, la stanchezza, la debolezza, la sudorazione eccessiva, il dolore muscolare, il mal di testa con una localizzazione caratteristica appaiono. Appaiono dolore negli occhi, aggravati dal movimento degli occhi o dalla pressione su di essi, fotofobia, lacrimazione. Vertigini e tendenza a svenire sono più comuni nelle persone di età giovane e avanzata, vomito - principalmente nella fascia di età più giovane e nelle forme gravi di infezioni virali respiratorie acute negli adulti. In tutti i pazienti con grave forma di sonno è disturbato, insonnia si verifica, a volte - senza senso.

Sindromi del tratto respiratorio a diversi livelli

La rinite si sente soggettivamente malata sotto forma di sensazione di bruciore al naso, naso che cola, congestione nasale, starnuti. Iperemia oggettivamente rilevata (arrossamento) e gonfiore della mucosa della cavità nasale, la presenza di secrezione mucosa o mucopurulenta nelle vie nasali, la respirazione nasale è disturbata, si verifica ipoosmia (riduzione dell'olfatto).

La faringite è soggettivamente manifestata da secchezza e indolenzimento alla gola, aggravata dalla tosse, dolore durante la deglutizione, tosse. Iperemia oggettivamente marcata della membrana mucosa delle pareti posteriori e laterali della faringe, scarico mucoso o mucopurulento sulla parte posteriore della faringe, iperemia, palato molle granulare, aumento dei follicoli linfoidi sul retro della faringe, iperemia e gonfiore delle pieghe laterali della faringe. A volte i linfonodi regionali aumentano, meno spesso diventano dolorosi.

La laringite è caratterizzata da disturbi soggettivi del solletico e del dolore nella laringe, che sono aggravati da tosse, raucedine o raucedine, tosse ruvida. All'esame, sono state osservate iperemia rovesciata della membrana mucosa della laringe, iperemia e infiltrazione delle corde vocali, mancanza di occlusione delle corde vocali durante la fonazione, presenza di muco viscoso e croste nella laringe. Oggettivamente, in questi pazienti, la voce viene trasformata in un hypo- o afonia, possibilmente un aumento dei linfonodi regionali.

Laringite sottoglottica si sviluppa principalmente nei bambini dei primi tre anni di vita e si manifesta con un quadro falso groppa - c'è difficoltà di respirazione nell'inalazione del paziente (dispnea inspiratoria), ansia, alterazione della voce in ipo- o afonia, tosse "abbaiante", pelle pallida, acrocianosi (cianosi delle punte dita), sudore freddo. Caratterizzato da infiltrazione infiammatoria sotto forma di rulli nello spazio sottoglottico ("terza piega"), restringimento della glottide, scarico mucoso o muco-purulento nella laringe e nella trachea.

La tracheite si sente soggettivamente malata come dolore e bruciore nello sterno, aggravata dalla tosse, che è inizialmente secca, improduttiva e dolorosa, non portando sollievo al paziente. Nel tempo, appare l'espettorato. La tracheite auscultatoria si manifesta con respiro affannoso, ronzio ronzio singolo, che scompare rapidamente quando espettorato di espettorato. Quando broncoscopia è marcata infiltrazione e iperemia della mucosa della trachea, scarico mucoso, emorragico o mucopurulento.

La bronchite è caratterizzata dalla presenza di una tosse secca o umida con scarico di espettorato mucoso o mucopurulento. Durante l'auscultazione, si evidenziano rantoli potenziati (duri), asciutti e umidi di tono e timbro diversi a seconda del livello della lesione: quando sono colpite le sezioni superiori dell'albero bronchiale, basso secco e (o) bagnato, bolla grande; con la sconfitta delle parti inferiori - a secco a bolle fini bagnate. Quando una quantità sufficiente di espettorato liquido inizia a risaltare, ascoltare una piccola quantità di respiro affannoso e non-sonoro.

La bronchiolite si verifica più spesso nei bambini più piccoli e negli adulti quando è attaccata la componente bronco-ostruttiva. Questa sindrome è caratteristica di un'infezione respiratoria sinciziale. Clinicamente caratterizzato da mancanza di respiro - un aumento della frequenza della respirazione, che aumenta con il minimo sforzo ed è di natura espiratoria (difficoltà a respirare durante l'espirazione). La tosse è agonizzante, con espettorato muco o mucopurulento difficile da separare, accompagnato da dolore al petto. La respirazione diventa superficiale con i muscoli ausiliari. I pazienti sono irrequieti, pelle pallida, acrocianosi (cianosi). Auscultazione nei polmoni ascoltava respiro indebolito e rantoli umidi finemente umidi, aggravati dall'espirazione.

Determinazione della gravità della condizione

A seconda del livello di intossicazione e della gravità della sindrome catarrale, l'influenza e altre infezioni virali respiratorie acute possono verificarsi in forme lievi (60-65%), moderate (30-35%), gravi e molto gravi (3-5%).

La forma lieve è caratterizzata da un aumento della temperatura corporea non superiore a 38,5 ° C, moderato mal di testa e fenomeni catarrali. Impulso inferiore a 90 battiti / min. La pressione arteriosa sistolica è 115-120 mmHg. Art. Frequenza respiratoria inferiore a 24 al minuto.

Forma moderata - temperatura corporea nell'intervallo 38,1-40,0 ° C. Sindrome da intossicazione moderatamente espressa. Pulse 90-120 battiti / min. Pressione arteriosa sistolica inferiore a 110 mm Hg. Art. Frequenza respiratoria superiore a 24 al minuto. Tosse secca e dolorosa con dolore dietro lo sterno.

Una forma grave è caratterizzata da esordio acuto, alta (oltre 40,0 ° C) e febbre più lunga con sintomi pronunciati di intossicazione - forte mal di testa, dolore dappertutto, insonnia, delusioni, anoressia (mancanza di appetito), nausea, vomito, segni di danno cervello e le sue membrane. Pulse più di 120 battiti / min, spesso aritmici. Pressione arteriosa sistolica inferiore a 90 mm Hg. Art. I suoni del cuore sono sordi. Frequenza respiratoria superiore a 28 al minuto. Tosse dolorosa e dolorosa, dolore dietro lo sterno.

Le forme molto gravi sono rare, caratterizzate da un corso fulminante con sintomi di intossicazione in rapido sviluppo senza fenomeni catarrali e finiscono nella maggior parte dei casi letali. Una variante della forma del fulmine può essere il rapido sviluppo di edema polmonare tossico emorragico e la morte per insufficienza respiratoria e cardiovascolare in caso di fornitura tardiva di emergenza e cure mediche specialistiche. Con un ciclo molto grave, i pazienti possono sviluppare condizioni di emergenza (critiche).

Sindromi di emergenza

Danno cerebrale tossico-infettivo

Il danno cerebrale tossico-infettivo è la condizione di emergenza più frequente per l'influenza molto grave. La sindrome si sviluppa sullo sfondo di un decorso grave della malattia con febbre alta ed è causata da gravi disturbi del microcircolo nel cervello e da un aumento della pressione intracranica. Si tratta di una carenza cerebrale acuta (cerebrale), che si manifesta sullo sfondo di gravi intossicazioni generali, disturbi cerebrali e talvolta segni di meningoencefalite (danni alle membrane del cervello).

Manifestazioni cliniche della sindrome - forte mal di testa, vomito, stupore, forse agitazione psicomotoria e disturbo della coscienza. Nei casi più gravi (gonfiore e gonfiore del cervello), si evidenziano bradicardia e aumento della pressione sanguigna, distress respiratorio e coma.

Insufficienza respiratoria acuta

L'insufficienza respiratoria acuta è la più comune dopo la precedente sindrome di emergenza con influenza. Si manifesta clinicamente sotto forma di grave dispnea, respiro gorgogliante, cianosi (cianosi), abbondante espettorato schiumoso misto a sangue, tachicardia, ansia dei pazienti.

Shock tossico contagioso

Lo shock tossico contagioso si sviluppa con l'influenza e altre infezioni virali respiratorie acute non frequenti, soprattutto in casi estremamente severi e complicati in corso di polmonite. Manifestazioni cliniche: nelle prime fasi - ipertermia, quindi diminuzione della temperatura corporea, pallore della pelle, aspetto della colorazione del marmo della pelle, macchie cianotiche (cianotico), rapida diminuzione della pressione sanguigna, tachicardia, mancanza di respiro, possibile nausea e vomito, sindrome emorragica, brusca diminuzione della produzione urinaria (urinaria ), progressiva compromissione della coscienza (aumentando letargia, indifferenza dei pazienti, trasformandosi in stupore).

Insufficienza cardiovascolare acuta

L'insufficienza cardiovascolare acuta può essere del tipo di insufficienza vascolare cardiaca o acuta prevalentemente acuta. Insufficienza cardiaca acuta si sviluppa più spesso nei pazienti con malattia ipertensiva e malattie cardiache. Procede come un tipo di insufficienza ventricolare sinistra e si manifesta in edema polmonare. L'insufficienza vascolare acuta è una conseguenza di un calo del tono vascolare caratteristico dell'influenza grave e il collasso vascolare è una manifestazione di shock tossico-infettivo.

Complicazioni di influenza e altri ARVI

Complicazioni di influenza e altre infezioni virali respiratorie acute sono diverse. Nella loro manifestazione clinica, la polmonite acuta (80-90%), nella maggior parte dei casi con un carattere virale e batterico misto, indipendentemente dal momento del loro verificarsi, occupa un posto di primo piano in termini di frequenza e importanza. Altre complicanze dell'influenza - sinusite, otite, pielonefrite, infiammazione del sistema biliare e altre - sono relativamente rare (10-20%).

Le complicanze di ARVI possono essere suddivise in specifiche (a causa dell'effetto specifico del virus), non specifiche (secondarie, batteriche) e associate all'attivazione di un'infezione cronica.

La polmonite si verifica nel 2-15% di tutti i pazienti con influenza e nel 15-45% o più dei pazienti ospedalizzati. Durante l'influenza interepidemica, il periodo di polmonite si sviluppa molto meno frequentemente (0,7-2%) rispetto alle epidemie (10-12%). L'incidenza delle complicanze è influenzata dal tipo di virus influenzale e dall'età dei pazienti.

Le più suscettibili alla complicazione della polmonite sono le persone con più di 60 anni, in cui l'influenza e altre infezioni virali respiratorie acute sono più spesso complicate da polmonite e più gravi.

La stragrande maggioranza della polmonite si sviluppa in pazienti con forme gravi e moderate di influenza. La polmonite può svilupparsi in qualsiasi periodo della malattia, ma con l'influenza nei giovani, nel 60% dei casi prevale la polmonite, che si verifica nei giorni 1-5 dall'inizio della malattia, solitamente con marcata sindrome catarrale e intossicazione non ancora completa. Spesso (40%) la polmonite si verifica in un secondo momento (dopo il 5 ° giorno di malattia).

Se la polmonite nei giovani è dovuta all'aderenza della flora prevalentemente pneumococcica (38-58%), quindi Staphylococcus aureus e microrganismi Gram-negativi (Pseudomonas, Klebsiella, Enterobacter, Escherichia, Proteus) sono dominanti nell'eziologia della polmonite nei pazienti anziani. La polmonite causata da questa microflora si verifica più intensamente.

Di grande importanza pratica sono la diagnosi precoce di polmonite, così come la loro previsione prima dello sviluppo delle complicanze.

Nei casi tipici, il decorso dell'infezione virale respiratoria acuta è caratterizzato da:

1) mancanza di dinamica positiva nel corso della malattia, febbre prolungata (più di 5 giorni) o presenza di una curva di temperatura a due onde;

2) un aumento dei sintomi di intossicazione - aumento del mal di testa, emersione (ripresa) di brividi, mialgia (dolore ai muscoli), adynamia, grave debolezza generale, un forte aumento o comparsa di sudorazione eccessiva con un carico minimo;

3) la comparsa di segni di danno al tessuto polmonare - progressiva mancanza di respiro di oltre 24 respiri al minuto, un cambiamento nella natura della tosse (umida, con espettorato).

Caratterizzato dalla comparsa di disturbi in pazienti con aumento del mal di testa o sensazione di pesantezza nell'area della fronte, della fronte e del naso, aumento della temperatura corporea a 38-39 ° C, congestione nasale, rinite purulenta. All'esame esterno, si notano gonfiore dei tessuti molli della guancia e (o) sopracciglia sul lato affetto, dolore alla palpazione e picchiettamento nella proiezione dei seni paranasali sulle ossa del cranio facciale, difficoltà nella respirazione nasale. Quando si esamina la cavità nasale - iperemia e gonfiore della membrana mucosa di lei, la presenza di secrezione purulenta nei passaggi nasali sul lato interessato. C'è una diminuzione delle sensazioni olfattive (iposmia).

Eustachite catarrale acuta

(infiammazione della tromba di Eustachio), tubootite, otite media

Soggettivamente, i pazienti provano una sensazione di congestione in una o entrambe le orecchie, rumore in una o entrambe le orecchie, una diminuzione dell'udito, una sensazione di un fluido iridescente nell'orecchio quando la posizione della testa cambia. All'esame, c'è una retrazione del timpano, il timpano ha una tinta grigio pallida o bluastra, è possibile osservare il livello di liquido e le bolle dietro il timpano. Uno studio audiometrico identifica la perdita dell'udito dal tipo di danno all'apparecchio di conduzione del suono.

Neurite del nervo uditivo

La neurite del nervo uditivo è una rara complicazione dell'influenza e può, da un lato, simulare l'otite e, dall'altro, fluire sotto la sua maschera. I pazienti lamentano anche l'acufene costante, una diminuzione dell'udito e un peggioramento dell'intelligibilità del parlato. Tuttavia, il processo è più spesso bilaterale e, se osservato, il timpano non viene modificato. Un esame audiologico dell'udito rivela un deficit uditivo in base al tipo di lesione dell'apparato che percepisce il suono.

Meningismo (sintomi di danno al rivestimento del cervello). Oltre ai sintomi tossici generali, al culmine della malattia possono comparire lievi sintomi meningei che scompaiono dopo 1-2 giorni. In questo caso, non sono state rilevate anomalie patologiche nel liquido cerebrospinale.

Sindrome emorragica

Sindrome emorragica (sindrome del sanguinamento). Durante un'epidemia, il 25-30% dei pazienti con influenza ha una sindrome emorragica sotto forma di maggiore fragilità vascolare, sanguinamento nasale e sangue nelle urine. Il sanguinamento del naso è caratterizzato dalle lamentele del paziente circa lo scarico di sangue dal naso e dalla tosse attraverso la bocca, debolezza generale e vertigini. Oggettivamente, pallore, a volte ictericità (giallo) della pelle e delle mucose, sanguinamento nasale di varia gravità - compensata (minore), subcompensata (moderata), scompensata (grave) - sono noti. Quando si esamina la cavità nasale, ci sono coaguli di sangue nei passaggi nasali e sul retro della faringe, a volte è possibile identificare la fonte di sanguinamento (incluso un polipo sanguinante) nella cavità nasale. Per determinare la gravità della sindrome emorragica, viene eseguita una valutazione degli esami del sangue generali e biochimici.

La miocardite infettiva-allergica può complicare il decorso dell'influenza e altre infezioni virali respiratorie acute. Per la rilevazione tempestiva della miocardite infettiva-allergica, è importante uno studio elettrocardiografico. Indizi per esso è l'apparizione di almeno uno dei seguenti sintomi:

1) dolore al cuore, a volte radiante alla mano sinistra, battito del cuore, "interruzioni" nel lavoro del cuore;

2) mancanza di respiro con un leggero sforzo fisico;

3) tachicardia (aumento della frequenza cardiaca), non corrispondente alla temperatura corporea;

4) aritmie (extrasistoli, atriale, aritmie raramente parossistiche);

5) attenuazione dei toni cardiaci, aumentando le sue dimensioni, l'aspetto del rumore sopra la punta, cianosi, edema.

L'identificazione dei segni ECG di miocardite richiede la consultazione con un terapeuta cardiologo per correggere il trattamento.

Gli ECG sono fatti in dinamica - quando un paziente è ammesso (o se ci sono prove durante la malattia) e prima della sua dimissione.

La sindrome di Reye è una complicanza rara descritta in caso di influenza B, che si sviluppa durante la fase di recupero di un'infezione virale ed è caratterizzata dallo sviluppo di danno cerebrale tossico infettivo (vomito profuso, depressione, sonnolenza, passaggio in letargia, confusione, convulsioni) e fegato grasso.

La diagnosi di altre complicanze della SARS viene effettuata sulla base dell'analisi di dati clinici, di laboratorio e strumentali.

ARVI dopo

Insidiosità delle infezioni virali respiratorie acute: non si vantano dopo la salute!

Tutti hanno familiarità con la situazione: ti sei appena ammalato con ARVI, dopo di che hai chiuso la lista dei malati e hai iniziato con vigore le questioni lavorative. Dopo la febbre, la salute normale porta grande gioia e tu perdi cura. Piccola negligenza con vestiti caldi o un regime di recupero - e tutto va in malora. Non ha nemmeno un giorno per andare, e la malattia ritorna, e con "bonus" molto spiacevoli. Circa il 15% di tutte le malattie influenzali e ARVI si complicano.

Le conseguenze di ARVI sono molto più pericolose della malattia iniziale.

Quali sono le complicazioni così pericolose dopo la SARS?

Innanzitutto, le complicanze della SARS sono facili da "battere ciglio". Soprattutto spesso complicano coloro che hanno cercato di ammalarsi "in piedi" e non si sono presentati al medico.

In secondo luogo, le complicazioni "trascurate" sono nella migliore delle ipotesi una possibilità di "guadagnare" una malattia cronica e, nel peggiore dei casi, una minaccia alla capacità lavorativa e persino alla vita.

Pensiamo che se c'è una febbre dopo un'infezione virale respiratoria acuta, una tosse continua, allora questi sono solo sintomi residui. Pertanto, stiamo pazientemente aspettando che questi sintomi passino. E mentre trasciniamo l'infezione, l'infezione passa da virale a batterica, che richiede un trattamento antibiotico.

Il fatto che una infezione batterica sia stata aggiunta all'ARVI è indicata dalla temperatura aumentata dopo ARVI, o dalla febbre persistente. A seconda degli organi colpiti, a causa della complicazione si sviluppano malattie come rinite, faringite, tracheite, laringite, bronchite, polmonite, otite ecc.. Una delle complicanze più comuni è la sinusite. Questa è un'infiammazione del seno mascellare, in cui il naso è "completamente" bloccato, un mal di testa tormenta e una pressione costante viene percepita sopra la mascella superiore.

Tosse dopo SARS, con cui esce un espettorato verdastro, dice di bronchite. La tosse che abbaia, come se "combattendo" la gola, parla dello sviluppo di laringiti o faringiti. Se la tosse inizia a superare gli attacchi che sono difficili da fermare, e quando si respira, si sentono altri suoni, quindi è possibile la minaccia di polmonite. La temperatura 37 dopo infezioni virali respiratorie acute, mal di gola, specialmente quando deglutendo, parla di angina. Sulla gola compaiono ulcere, possono persino essere viste indipendentemente nello specchio. L'angina stessa può causare complicazioni al cuore e ai reni.

Come puoi vedere, ARVI è pericolosa proprio per le complicazioni. Quando i sintomi descritti sopra, immediatamente corri dal medico, o meglio ancora, chiama il medico a casa. Più a lungo aspetti, peggiori saranno le complicazioni e aumenteranno le probabilità di malattia cronica o di ospedalizzazione.

Nota, in particolare i genitori: la vaccinazione dopo la SARS è solitamente consentita solo dopo 2 settimane. Se il medico manda a farsi vaccinare prima, vale la pena consultare un altro specialista o contattare il primario.

Domande e risposte di cardiologia

Oggi, il cardiologo di alta categoria Sergey CHAZOV risponde alle domande dei lettori.

La corda extra non è pericolosa

Qual è il prolasso della valvola mitrale di 1 ° grado? Ho anche trovato due accordi aggiuntivi. È pericoloso?

Evgeny M e sh e N, Nizhny Novgorod

- PICCOLO rilassamento (prolasso) di una o entrambe le cuspidi della valvola mitrale nella cavità dell'atrio sinistro non è pericoloso. Lo stesso vale per l'identificazione di accordi addizionali - strutture filiformi nella cavità del ventricolo sinistro, che non consentono alle valvole di piegarsi eccessivamente sotto la pressione del sangue.

Lisciato contorno sinistro

Dimmi, per favore, c'è qualche motivo di preoccupazione se, come risultato della fluorografia, ho ricevuto il seguente risultato: "contorno cuore-sinistra levigato"?

Irina K. Saratov

- Possono verificarsi modifiche SIMILI quando l'atrio sinistro viene ingrandito. Non c'è motivo di preoccupazione, ma è comunque meglio fare un'ecografia del cuore.

Complicazioni dopo SARS

Un bambino di 2 anni, dopo un'infezione virale respiratoria acuta, un pediatra ha rivelato un soffio al cuore e ha dato indicazioni a un cardiorumaneologo. Dopo l'ECG, è stata fatta una conclusione: grave tachicardia sinusale, blocco incompleto del fascio destro di His. Dimmi, per favore, quanto è seria questa conclusione per la salute del bambino, quale può essere la ragione per questo e cosa si può fare in questo caso? Il bambino è molto attivo, irrequieto, non dorme bene.

N. S amoon about a, Tver

- FORSE, il bambino ha sviluppato una complicazione - infiammazione del muscolo cardiaco (miocardite). Non appena possibile, consultare un cardiologo reumatologo, che chiarirà la diagnosi e prescriverà il trattamento.

Meglio fidarsi di un dottore

Potrebbe esserci una differenza significativa nella misurazione della pressione con uno strumento Korotkov e un tonometro giapponese? Di quale dispositivo fidarsi di più?

- PENSO, è meglio fidarsi del dottore. La causa degli errori nella misurazione della pressione sanguigna del paziente, indipendentemente dalla qualità del dispositivo, è spesso la sua inesperienza. Ti consiglio di controllare la pressione del medico curante 1-2 volte al mese.

Tachicardia notturna

L'ultima volta dopo aver preso una piccola quantità di alcol (2-3 bicchieri di birra) di notte allo stesso tempo, inizia la tachicardia. Dicci qual è la ragione? Forse hai bisogno di prendere delle pillole? Passato da un cardiologo - non sono state identificate violazioni gravi. Eco, ECG, monitoraggio giornaliero: tutto è normale.

O. Komova, Ryazan

- FORSE, la causa potrebbe essere l'attacco di disturbi del ritmo, nonostante i normali risultati degli esami. Dobbiamo cercare di identificare questi attacchi. Ti consiglio di condurre un EFI (studio elettrofisiologico), permetterà di correggere l'aritmia e decidere il trattamento. EFI può essere tenuto presso il centro di cardiologia regionale.

Tieni il cellulare lontano dal pacemaker

Mia madre ha un pacemaker. Per favore, dicci cosa è controindicato in sua presenza?

Olga V o e v o d a, Mosca

- NON SI CONSIGLIA di posizionarsi vicino a forti fonti di radiazioni elettromagnetiche (linee elettriche, antenne). Le procedure elettriche sono controindicate (UHF, terapia magnetica).

Cellulare lontano dall'EX. Non consiglio di cuocere a vapore nel bagno, in generale, esporre l'EX ad alte temperature.

ECG con carico

È possibile rilevare tutte le malattie cardiache eseguendo un ECG?

N. D o su Voronezh, Voronezh

- Un ECG NORMALE, preso a riposo, con buona salute, spesso non rivela alcuna malattia cardiaca. In questi casi, vengono utilizzati metodi di ricerca aggiuntivi. Ad esempio, registrazione ECG con un carico (test tapis roulant o "tapis roulant"), monitoraggio giornaliero.

Conseguenza dell'osteocondrosi

I dolori nella zona del cuore sono diventati più frequenti, vale a dire: a volte, mi sveglio di notte perché è impossibile respirare. È necessario inalare o espirare, inizia a pungere selvaggiamente. Devi respirare superficialmente. Dura 2-3 minuti Cos'è?

Alexei Gaul e Pskov

- I dolori simili sono più spesso il risultato di osteocondrosi della colonna vertebrale o nevralgia intercostale.

Il cuore soffre

Diagnosticato con cardiomiopatia disormonale. Cos'è? E da cosa nasce?

- Quando i disturbi ormonali spesso soffrono di cuore. Questa condizione è chiamata cardiopatia disormonale. Tali violazioni si trovano spesso in menopausa, tireotossicosi.

Impulso rapido per il raffreddore - vale la pena preoccuparsi?

La tachicardia può manifestarsi come uno dei sintomi di un raffreddore. È un'accelerazione del battito cardiaco e può portare a gravi conseguenze. Pertanto, è necessario sbarazzarsi del sintomo il più presto possibile, iniziando un ciclo di trattamento di ARVI.

cause di

Le cause della tachicardia con la SARS sono studiate fino ad oggi, perché questo sintomo provoca lo sviluppo di complicazioni associate al funzionamento del sistema cardiovascolare.

La causa dell'impulso aumentato può essere le caratteristiche del decorso di infezioni virali respiratorie acute come:

  1. Febbre. Un aumento della temperatura corporea accompagna quasi sempre il corso di ARVI. Il lavoro del sistema cardiovascolare dipende in un certo modo dalla temperatura corporea. Per ogni aumento di 1 ° C, il battito del cuore accelera di 10 battiti. in pochi minuti Questa caratteristica del corpo consente di accelerare il trasporto di anticorpi protettivi verso il sito del virus. Inoltre, un impulso alto consente una più rapida escrezione di prodotti metabolici di microrganismi tossici.

Se un raffreddore è accompagnato da un processo purulento-infiammatorio, l'impulso può aumentare significativamente, che è anche una reazione protettiva del corpo. Se la frequenza cardiaca è fino a 110 battiti. in pochi minuti, non ti preoccupare.

  1. Sovradosaggio di caffeina. Durante il corso di un raffreddore, si raccomanda di bere molti liquidi, specialmente quelli caldi. Pertanto, i pazienti spesso esagerano con la quantità di tè caldo consumato, che ha anche la caffeina nella sua composizione, quindi, può aumentare il battito cardiaco.
  2. Disidratazione del corpo Se non fornisci al paziente bevande abbondanti, può sviluppare la disidratazione. Ciò è dovuto all'alta temperatura che causa la sudorazione. Quando c'è poco liquido nel corpo, anche il sangue nei vasi diminuisce e la sua viscosità aumenta. Per assicurare il normale flusso di sangue agli organi, il cuore deve battere più spesso per "guidarlo" attraverso il corpo.

In questo caso, la tachicardia si manifesta con un battito accelerato, ma non amplificato. La pressione nelle arterie diminuisce, peggiorando il quadro della disidratazione.

Possibili complicazioni

Oltre alle caratteristiche fisiologiche del decorso del raffreddore, la tachicardia con ARVI può provocare altre cause. Tra loro ci sono:

  • I microrganismi patogeni penetrano negli organi interni, spesso nel cuore. La loro attività sconvolge il lavoro del corpo, che, di fatto, causa tachicardia. Una di queste malattie è la miocardite, i cui sintomi fanno pensare al paziente che questo è solo un raffreddore. Con l'infiammazione del muscolo cardiaco, la temperatura di una persona aumenta, il suo polso si accelera, la debolezza, l'affaticamento e dolori muscolari, mancanza di respiro e dolore lancinante nella regione del cuore compaiono.
  • Esacerbazione di altre malattie. La presenza di malattie del sistema cardiovascolare, come l'ipertensione, può provocare tachicardia e aumentare significativamente la pressione. In questo caso, la necessità di ricevere farmaci antipiretici. Dovresti anche ridurre la pressione dell'antipertensivo a breve durata d'azione: Captopril, Furosemide, ecc.

diagnostica

La diagnosi di tachicardia può essere misurata a impulsi - se sono 90 o più battiti al minuto, parlano di tachicardia. Spesso è accompagnato da un raffreddore con questi sintomi:

  • debolezza generale e malessere generale;
  • articolazioni e corpo doloranti;
  • sudorazione eccessiva;
  • brividi;
  • mancanza di appetito;
  • insonnia;
  • mal di testa;
  • lacrimazione e dolore negli occhi;
  • arrossamento della mucosa della gola, solletico o dolore;
  • naso che cola;
  • linfonodi ingrossati.

Se si sospetta lo sviluppo di malattie cardiache sullo sfondo di infezioni virali respiratorie acute, il medico prescrive inoltre una diagnosi del sistema cardiovascolare, che include:

  • Analisi. Il primo è assegnato all'analisi del sangue e delle urine. Ciò consente di identificare un'infezione virale, se è la causa dell'aumento della frequenza cardiaca. Inoltre, un esame del sangue consente di determinare altre malattie del sangue che non sono associate a microrganismi patogeni.
  • Elettrocardiogramma. Consente di determinare il tipo e l'estensione della violazione del cuore. Metodo accurato e popolare
  • MR. La procedura conduce uno studio sui vasi cerebrali. Permette di identificare le violazioni del sistema nervoso centrale dovute alla tachicardia. Un esame del cuore, se il freddo non passa per molto tempo.

trattamento

Al fine di sbarazzarsi dei disturbi del ritmo cardiaco in caso di malattie catarrali, è prima necessario distruggere il virus che ha provocato ARVI. Quando si trattano i raffreddori, si consiglia di:

  • Rispettare il riposo a letto.
  • Bevi molta acqua. È meglio bere tè e tisane medicinali. Sono anche utili bevande calde alla frutta e bevande alla frutta. Bene, il latte caldo con miele non ha nemmeno bisogno di fare pubblicità.
  • Se la temperatura corporea supera i 38,5 gradi, vengono prescritti agenti antipiretici: paracetamolo, nimesulide, ibuprofene, ecc.;
  • Prendi degli antivirali per uccidere l'infezione: Amiksin, Ergoferon, Panavir e altri;
  • Vasocostrittore contro la rinite: tetrizolin, cinnabsin, xilometazolina, naftilina, ecc.
  • gargarismi. Per fare questo, utilizzare una soluzione salina, un decotto di camomilla o calendula.
  • Trattamento della tosse Il medico prescrive farmaci a seconda della natura della tosse.

Se la tachicardia si verifica durante un raffreddore a causa di esacerbazione di malattie del sistema cardiovascolare, è necessario condurre una terapia parallela delle patologie cardiache. Il medico prescriverà un corso in cui potrebbero essere disponibili i seguenti farmaci:

  • beta-bloccanti per l'ipertensione: propranololo, metoprololo, esmololo e altri;
  • antiossidanti per la normalizzazione della circolazione sanguigna: Mexicor, Bilobil e altri prodotti a base di Ginkgo Biloba;
  • glicosidi che ripristinano il normale funzionamento del cuore: Digitossina, Digossina, Celanide, ecc.

prevenzione

Prima di tutto, è necessario proteggersi dall'infezione di ARVI, e per questo è necessario:

  • assumere farmaci per migliorare l'immunità;
  • esercitare, fare esercizi;
  • pulire e ventilare regolarmente lo spazio abitativo;
  • osservare il regime giornaliero, dormire almeno 8 ore al giorno;
  • lavarsi le mani costantemente;
  • aggiungere aglio alla dieta;
  • evitare di rimanere in luoghi affollati.

Bene, per prevenire la tachicardia con il raffreddore, è necessario seguire semplici regole, vale a dire:

  • rifiutare cibi grassi e piccanti;
  • rifiutare caffè e tè forte;
  • smettere di fumare;
  • ridurre il carico sul cuore (durante il periodo della malattia per fare una pausa nello sport).

Pertanto, non devi essere prevenuto contro la tachicardia con la SARS e prenderlo per un altro sintomo frivolo. Al fine di prevenire lo sviluppo di complicazioni sotto forma di patologie del sistema cardiovascolare, è necessario iniziare il trattamento di un'infezione virale il prima possibile e monitorare le anomalie nel lavoro del cuore.

Tachicardia con un raffreddore: pericoloso o no

Un battito cardiaco accelerato per un raffreddore a volte preoccupa le persone dopo una malattia. Come risultato di infezioni virali respiratorie acute, il paziente spesso soffre di tosse, febbre e altri sintomi spiacevoli.

Se questi problemi non vengono trattati, l'infezione colpisce il sistema cardiovascolare, che si manifesta con un aumento del tasso di contrazione del cuore. A volte questo sintomo è disturbato dall'influenza. Questo potrebbe essere dovuto a vari motivi.

Cosa causa la tachicardia con la SARS

Le infezioni respiratorie sono causate da virus. Si diffondono al tratto respiratorio superiore e causano processi infiammatori. Allo stesso tempo, la temperatura corporea della persona aumenta, si manifestano gonfiore e altri sintomi spiacevoli. Tali malattie sono generalmente trasmesse da goccioline trasportate dall'aria. Se usi articoli casalinghi comuni, puoi contrarre la patologia.

Questa condizione è solitamente accompagnata da:

  • naso che cola e congestione nasale;
  • starnuti;
  • febbre;
  • debolezza del corpo;
  • tosse secca.

In alcuni casi, le manifestazioni della malattia non sono immediatamente evidenti. Con il raffreddore, il battito del cuore aumenta spesso, il che è considerato una spiacevole complicazione.

Le infezioni virali respiratorie acute influenzano molti. Questo è un fenomeno comune nel periodo autunno-inverno. Se cerchi assistenza medica subito, puoi evitare complicazioni gravi. Lo specialista prescrive metodi di trattamento efficaci e sicuri che miglioreranno significativamente la salute di una persona.

Solitamente la tachicardia non è considerata una malattia separata, ma un sintomo di patologie vascolari come insufficienza cardiaca o infarto del miocardio.

Il problema spesso accompagna le infezioni respiratorie acute dovute all'esposizione dell'organismo a batteri patogeni. Frequenti battiti del cuore possono causare disturbi nel sistema nervoso, nevrosi e altre complicazioni.

Le principali cause di problemi con il raffreddore

La tachicardia si verifica sotto l'influenza di vari fattori. Questo di solito accade se:

  • il corpo manca di ossigeno;
  • una persona è esposta a eccessivo stress emotivo e fisico;
  • compromissione della funzione del sistema immunitario;
  • il paziente ha sofferto di malattie del sistema cardiovascolare;
  • per molto tempo furono consumate molte medicine;
  • l'uomo abusa di alcol;
  • il corpo è stato esposto a agenti patogeni.

Spesso con le infezioni virali c'è un aumento del battito cardiaco, anche se la temperatura corporea non aumenta. In questo caso, la persona soffre di brividi e altri sintomi della malattia.

La presenza di tachicardia con un raffreddore può essere accompagnata da febbre alta e altre manifestazioni della malattia.

Si ritiene che lo sviluppo della tachicardia avvenga sotto l'influenza dei seguenti fattori:

  1. Con il raffreddore, le funzioni del sistema immunitario sono ridotte. Per questo motivo, i virus penetrano in profondità nel corpo e ne impediscono il funzionamento. Inoltre viola la funzione del cuore.
  2. Le malattie catarrali sono accompagnate da funzioni compromesse del sistema nervoso. A causa di ciò, aumenta la sensibilità e aumentano gli impulsi nervosi.
  3. Nelle infezioni virali, altre malattie sono esacerbate. Se una persona ha una storia di malattie cardiache, le sue condizioni peggiorano significativamente.

Il raffreddore comune è accompagnato da sintomi comuni a malattie cardiache quali mancanza di respiro, debolezza e affaticamento, sensazione di mancanza d'aria e disturbi del flusso di sangue al cervello.

Impulso rapido con un raffreddore non può essere ignorato. Può causare gravi complicazioni, quindi è necessario cercare l'aiuto di un medico.

Caratteristiche di diagnosi e trattamento

Con un freddo, la temperatura e le palpitazioni cardiache sono abbastanza comuni. Per confermare la diagnosi, il medico prescrive un numero di esami, tra cui:

  • elettrocardiografia per determinare il tipo di tachicardia e il grado di disturbi del ritmo cardiaco;
  • analisi delle urine e analisi del sangue per confermare che un'infezione virale si sta sviluppando nel corpo;
  • imaging a risonanza magnetica di vasi cerebrali. È assegnato per valutare lo stato del sistema nervoso centrale.

Dopo aver confermato la diagnosi, viene iniziato il trattamento con farmaci per uccidere l'infezione virale. Solo dopo l'eliminazione di questo problema, puoi iniziare a normalizzare il ritmo del cuore. Questo approccio è dovuto al fatto che il virus provoca sintomi ripetuti e l'intera terapia sarà inefficace.

Di solito il trattamento viene eseguito utilizzando:

  1. Farmaci antipiretici Contribuiscono alla distruzione del patogeno e normalizzano gli indicatori di temperatura. Quando c'è una tachicardia con un raffreddore senza temperatura, questi farmaci non si applicano.
  2. Farmaci antivirali. Lottano contro il processo infettivo e liberano i batteri pericolosi.
  3. Farmaci vasocostrittori.
  4. Beta-bloccanti per ridurre gli effetti degli ormoni dello stress.
  5. Antiossidanti per migliorare la circolazione sanguigna.
  6. Glicosidi cardiaci.

Questi farmaci dovrebbero essere prescritti dal medico curante, poiché se usati in modo improprio possono causare una serie di conseguenze spiacevoli.

Affinché la frequenza delle contrazioni cardiache nella SARS rimanga entro il range normale, è necessario:

  • abbandonare cibi piccanti e grassi, bevande contenenti caffeina;
  • non andare in luoghi pubblici, ma stare a casa a letto;
  • assumere farmaci che rafforzino le funzioni del sistema immunitario;
  • impegnarsi in esercizi mattutini e terapia fisica. Con l'aiuto di carichi moderati, il lavoro del cuore viene normalizzato, aumenta la resistenza del corpo ai batteri patogeni;
  • abbastanza da riposare, dormire almeno otto ore al giorno.

La tachicardia durante un raffreddore è considerata un problema piuttosto pericoloso. Per normalizzare la frequenza delle contrazioni del cuore, è necessario liberarsi del virus. L'aiuto del medico aiuterà a riportare rapidamente lo stato di salute alla normalità.

Pinterest